La prima grande occasione nella carriera di Alison Brie è arrivata nel ruolo di Trudy Campbell in “Mad Men”, ma l’attore inizialmente non aveva idea che la parte avrebbe mosso l’ago della sua carriera. “Il ruolo per cui ho fatto il provino è stato una guest star di un episodio in questo show”, ha detto a NPR nel 2015 mentre discuteva del ruolo. Brie ha detto che non credeva che il ruolo della moglie di Pete Cambell sarebbe “cambiato [her] carriera”, e ho pianificato di aggiungere semplicemente questo filmato alla sua bobina di attore. Sebbene il dramma di AMC sia stato un enorme successo, non ha portato Brie immediatamente alla celebrità. “Non ho iniziato a lavorare su Mad Men e ho subito iniziato a trovare un lavoro straordinario offerte”, ha detto.

Un aspetto della vita di Brie che è cambiato drasticamente è stato che la parte le ha permesso di lasciare il suo lavoro quotidiano in uno studio di yoga nel 2007. Un paio di anni dopo, Brie ha colpito un altro trampolino di lancio nella sua carriera quando ha ottenuto la parte come Annie nel successo sitcom “Community”, che ha descritto a NPR come la “seconda nella mia lista dei grandi successi”.

Non molto tempo dopo la fine degli spettacoli, Brie ha ottenuto un ruolo da protagonista in “GLOW” di Netflix nel 2017. “Mi ha fatto impazzire. È il lavoro di una vita”, ha detto a The Guardian nel 2018 riguardo all’ottenere la parte di Ruth Wilder. Ma questo lavoro strano a cui ha lavorato prima di diventare un’attrice professionista ha contribuito a preparare Brie ai rigori del mondo della recitazione.

Alison Brie era un clown

La prima incursione di Alison Brie nel mondo dello spettacolo è stata ben lontana dai suoi importanti ruoli cinematografici e televisivi. “Ho passato un’estate come clown di compleanno”, ha detto mentre appariva in “Today” ad agosto. “Mi amavano. Ho realizzato animali con palloncini”, ha detto Brie a proposito delle esibizioni alle feste per bambini. Sebbene essere un clown per le feste di compleanno potrebbe non essersi tradotto direttamente nella preparazione per una carriera davanti alla telecamera, ha aiutato l’attore in un modo importante. “In realtà penso che sia stato molto utile per affinare le capacità di audizione”.

Nel 2017, Brie ha fornito alcune informazioni sul suo lavoro come artista per bambini, dicendo che all’epoca aveva appena finito il liceo. “Era una compagnia di rimbalzo che stava appena entrando nel gioco del clown”, ha detto in “Late Night with Seth Myers”. Il quartier generale dell’azienda si trovava a Compton, quindi è lì che andava a ritirare le sue forniture da clown prima di ogni concerto. “Sono proprio come pompare benzina a Compton [in a clown suit]”, ha aggiunto scherzosamente.

Se lavorare come clown per un’azienda con sede a Compton non era abbastanza selvaggio per Brie, il fatto che fosse ancora un’adolescente che doveva interagire non solo con i bambini, ma anche con i loro genitori, lo rendeva particolarmente scoraggiante. “Penso, ‘Dio, ero solo io con una borsa piena di giocattoli nel mio vestito, che andavo a queste feste con i 27enni'”, ha detto all’AV Club nel 2012. Il primo giorno di lavoro di Brie è stato sorprendente, ma anche il suo primo concerto in TV.

L’accento televisivo fallito di Alison Brie

Prima che fosse in “Mad Men” e “Community”, la prima apparizione televisiva di Alison Brie è stata una piccola parte in un episodio di “Hannah Montana” nel 2006. Ha interpretato una parrucchiera di Long Island e l’attore ha deciso di andare oltre. -top con il ruolo. “Ma la cosa che ricordo di più è che ho deciso di partecipare alla mia audizione con, tipo, un accento di Long Island molto ampio. Non richiesto!” Brie ha detto mentre appariva in “The Tonight Show Starring Jimmy Fallon” nel 2021, tramite E! L’interpretazione di Brie del personaggio non è stata esattamente accolta dal regista dello spettacolo. “Sto facendo il mio lavoro e il regista è tipo, ‘Fantastico. Perdi solo l’accento. Andremo da lì'”, ha ricordato.

Un decennio dopo, mentre la sua carriera continuava ad evolversi, Brie ha incontrato maggiori difficoltà a Hollywood quando il suo spettacolo “GLOW” è stato cancellato da Netflix dopo tre stagioni. “È il grande crepacuore della mia carriera”, ha detto a Decider ad agosto. “Ma vivrà per sempre come, tipo, questa grande cosa.”

Cercando di forgiare un percorso per se stessa, Brie ha deciso di prendere in mano la situazione e creare il proprio progetto, poiché ha scritto e recitato nei film “Horse Girl” e “Spin Me Round”. “Penso che ci fosse un desiderio nei miei tempi di inattività, nemmeno di sentire come se fossero ruoli che non avevo avuto la possibilità di interpretare, ma solo il desiderio di fare arte”, ha detto a Movie Web ad agosto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui