Per quanto riguarda le amicizie, puoi sicuramente archiviare Donald Trump e Michael Jackson sotto “U” per inaspettato (o “T” per totalmente strano). È difficile immaginare cosa diavolo avessero in comune Trump e Jackson. Una cosa è certa: la strana coppia potrebbe aver condiviso una relazione stretta, ma non condividevano il talento per la danza. Mentre Jackson era rinomato per le sue mosse agili e il moonwalking, Trump è meglio conosciuto per il suo papà che balla e si diverte, come evidenziato dal suo avvincente percorso elettorale in jig insieme a “YMCA” di The Village People nel 2020.

Detto questo, il loro amore per la danza li ha portati entrambi nell’acqua calda. Yahoo! ricorda al mondo che Jackson è stato preso di mira per aver ripetutamente afferrato l’inguine e “tirato su la cerniera dei pantaloni in un primo piano stretto” durante il suo video “Black and White” nel 1991. Nel frattempo, Trump è stato criticato per aver tirato fuori le mosse “Aspetta, sto arrivando” di Sam e Dave dopo aver letto i nomi delle persone uccise durante la sparatoria alla scuola di Uvalde.

“I corpi dei bambini uccisi a Uvalde non sono ancora stati sepolti e Trump sta ballando a una celebrazione delle armi dell’NRA”, ha twittato il direttore dei media europei di Human Rights Watch Andrew Stroehlein (tramite l’Independent). Sebbene, come ha rivelato il nastro di Trump trapelato da Billy Bush, come Jackson, anche l’ex POTUS condivideva l’amore per la presa all’inguine, anche se non il suo. Tuttavia, sono amici decisamente bizzarri. Ma com’è stata davvero l’amicizia inaspettata di Donald Trump con Michael Jackson?

Donald Trump era la più grande cheerleader di Michael Jackson

Le relazioni di Michael Jackson con altre celebrità sembrano avere un senso. Come l’amicizia di Jackson con la principessa Diana, che è durata a lungo nonostante si siano incontrati solo una volta. Secondo Biografia, hanno legato la loro comune passione per il lavoro di beneficenza e il suo amore per la sua musica (anche se la giuria non sa se fosse una grande fan di “Dirty Diana”). E l’amicizia di Aaron Carter con Jackson è iniziata dopo che l’allora quattordicenne ha collaborato al successo di beneficenza “What More Can I Give?” (tramite Us Weekly). Tuttavia, la relazione decennale tra Trump e Jackson è un po’ più sconcertante.

Vulture riferisce che i Kings of Pop e New York hanno stretto una stretta amicizia dopo essersi incontrati regolarmente durante raccolte fondi ed eventi di alto profilo durante gli anni ’80. Oltre ai circoli sociali condivisi, i due hanno anche goduto di un reciproco apprezzamento per le cose belle della vita, come la propensione di Trump per i bagni d’oro massiccio e le famose spese folli da milioni di dollari di Jackson.

Nel corso degli anni, i due hanno preso strade molto diverse nella vita, ma sono rimasti comunque legati. In effetti, Trump è stato uno dei più grandi difensori di Jackson fino alla morte del musicista nel 2009 e oltre. “‘Michael è stato molto frainteso — un grande talento,” Trump ha twittato nel 2015, insieme a una loro foto insieme. “Trump è frainteso”, ha affermato Joe Jackson, il padre di Michael in un tweet del 2016completo di una vecchia immagine in bianco e nero del futuro POTUS con i membri della famiglia Jackson.

Michael Jackson giocava spesso con i figli di Donald Trump

Donald Trump ha trovato per la prima volta il coraggio di parlare con Michael Jackson a un evento di beneficenza di Madison Square Gardens. “Gli ho parlato per un po’. Era di basso profilo, e pensavo: ‘Non è possibile che questo ragazzo esca su quel palco per esibirsi'”, ha detto a Larry King nel 2009 (tramite Vulture). Donald ha anche insistito che Jackson “non era un molestatore di bambini! Ne sono certo!” Donald era così sicuro che invitava regolarmente Jackson a giocare con i suoi figli.

Donald Trump Jr. ha toccato i suoi tempi con Jackson mentre difendeva suo padre dalle accuse di razzismo. “Suona davvero strano che abbia lasciato che suo figlio andasse in vacanza con un uomo di colore o uscisse con Michael Jackson, vero?” Donald Jr. ha scritto nel suo libro “Triggered” (tramite People). Ha spiegato che Jackson giocava spesso ai videogiochi con lui e suo fratello. “Un giorno nella stanza di Eric, mio ​​padre ha visto quanto Michael si divertisse a giocare a Teenage Mutant Ninja Turtles con noi su Nintendo e gli ha detto che poteva portarsi il gioco a casa. Il mio gioco!” brontolò Donald Jr.

Dopo la morte di Jackson, Donald ha ricordato il suo “ottimo amico” in un pezzo che ha scritto per Time. “Era un ragazzo straordinario, ma al di là di ogni altra cosa, era il più grande intrattenitore che abbia mai conosciuto. Aveva la magia. Era un genio”, ha detto Donald. “Era anche una brava persona, e quando l’hai conosciuto, ti sei reso conto di quanto fosse intelligente. Era brillante.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui