La sincronizzazione labiale ora ha connotazioni affettuose. C’è la competizione di realtà giustamente chiamata “Lip Sync Battle” e l’inquietante comando di RuPaul di “sincronizzare le labbra per la tua vita” su “RuPaul’s Drag Race”. Abbiamo assistito a molte battaglie epiche grazie all’arte di cantare le canzoni. Ma molto prima che trovasse i fan sui reality TV, la sincronizzazione labiale era vista come una cosa negativa: molti considerano che cantare davvero sia letteralmente il lavoro di un artista, specialmente se i fan pagano per partecipare a un concerto o guardare un’esibizione in TV che viene annunciata come abitare. C’è qualcosa che sembra in malafede in una performance che non è poi così “dal vivo”.

Alcune persone prendono molto sul serio la sincronizzazione labiale: nel 2006, la Musicians’ Union ha creato una campagna per garantire che il pubblico fosse informato in anticipo se una performance sarebbe stata sincronizzata o meno, ha osservato l’Independent. “Se compri una scatola di fagioli, sai qual è il contenuto, ma potresti comprare i biglietti per uno spettacolo pensando che sarà dal vivo e alcuni non lo sono”, ha detto Keith Ames, membro dell’Unione dei musicisti. .

Le accuse di sincronizzazione labiale sono tra le peggiori che un artista possa ricevere, e quando si tratta di icone pop che negano con veemenza di mimare le loro esibizioni dal vivo dopo essere state apparentemente colte sul fatto, l’elenco dei colpevoli è sorprendentemente lungo. Nonostante lo stigma, gli animatori continuano a farlo e noi abbiamo le ricevute. È un momento selvaggio, amici, quindi allacciate le cinture.

Ashlee Simpson su SNL

Diamo il via con un vecchio ma bello: la performance “Saturday Night Live” di Ashlee Simpson. Questo potrebbe essere il più famoso errore di sincronizzazione labiale catturato in diretta TV, e il fattore cringe non finisce. La performance del 2004 è iniziata con la band di Simpson che ha suonato l’intro del suo successo “Pieces of Me”. La sua voce registrata ha iniziato a cantare la canzone, ma la stessa Simpson ha appena iniziato a fare una scomoda routine di ballo prima di decidere di lasciare il palco.

Durante il monologo di chiusura, Simpson era in piedi accanto al presentatore di quella notte, Jude Law, che ha detto al pubblico: “Cosa posso dire? In diretta TV”. Simpson è intervenuto e ha aggiunto: “Esatto! Mi sento così male. La mia band ha iniziato a suonare la canzone sbagliata e non sapevo cosa fare, quindi ho pensato di fare una cazzata. Mi dispiace!”

Non solo la debacle della sincronizzazione labiale ha perseguitato la carriera di Simpson, ma la polemica che ha causato ha perseguitato anche “SNL” per secoli. Kate Winslet è stata l’ospite il sabato successivo e ha parlato con Hamptons Film nel 2020 dello stato della troupe “SNL” una settimana dopo. “Lascia che te lo dica”, iniziò Winslet, “che lo studio era solo un focolaio di ansia”. Tutti erano così agitati che alla prova generale di venerdì non avevano nemmeno pronto il monologo di apertura di Winslet.

Nel 2018, Simpson ha parlato del fiasco in “Guarda cosa succede dal vivo” e ha spiegato che in quel momento aveva problemi alla voce, svegliandosi senza “voce”. Ha detto che non avrebbe mai dovuto andare avanti. Bene, quello che è fatto è fatto.

Britney Spears ha già affrontato delle accuse

Britney Spears ha affrontato molte volte accuse di sincronizzazione labiale durante la sua carriera. Nel 2008, è stata accusata di aver mimato la sua strada attraverso “Womanizer” su “The X-Factor”. Poco dopo la sua esibizione, il Daily Mail ha riferito che un portavoce dell’evento ha affermato che c’erano “alcune voci dal vivo”. L’attrattiva principale di vedere la Spears “dal vivo” è la spettacolare presentazione generale, e un aiutante ha detto tanto allo sbocco. “Tutti sanno che le esibizioni di Britney riguardano il ballo e l’esibizione”, hanno detto. “Proprio come avrebbe mimato cinque anni fa, sabato ha anche mimato nello show”.

In effetti, i fan su YouTube non sono stati infastiditi dalle accuse. “X Factor non è uno spettacolo ‘cantante'”, ha scritto uno. “Stanno cercando qualcuno con l’intero pacchetto. Britney Spears è l’interprete perfetta perché è commerciabile ed è iconica”. Un altro disse: “[Lip-sync] o no, la gente continua a venire [to] guarda la leggendaria signorina Britney Spears.”

La Spears ha affrontato le accuse di sincronizzazione labiale con una stazione televisiva di Tel Aviv prima di una performance del 2017. “Molte persone pensano che io non canti dal vivo”, ha detto, secondo Rolling Stone. “Dato che sto ballando così tanto che ho un po’ di playback, ma c’è un misto tra la mia voce e il playback. Mi fa davvero incazzare perché mi faccio il culo là fuori e canto allo stesso tempo e nessuno mi dà mai veramente credito per questo.” Spears è letteralmente un’icona che non interessa a nessuno.

Enrique Iglesias tira su

Il buon vecchio Enrique Iglesias ha resistito alla sua giusta dose di accuse di sincronizzazione labiale. La star di “Rhythm Divine” ha fatto notizia nel 2000 poco prima della sua apparizione in “The Howard Stern Show”. Presumibilmente, la squadra di Stern si è procurata un nastro di Iglesias che canta, le note del New York Post e le voci erano orrende. “Potrei fare di meglio”, ha detto Stern.

Tuttavia, il pubblicista di Iglesias, John Reilly, ha affermato che era improbabile che il nastro fosse la vera voce del suo cliente. “Enrique ha dimostrato molte volte la sua abilità vocale attraverso molte esibizioni televisive dal vivo negli Stati Uniti che non consentono agli artisti di eseguire la sincronizzazione labiale”, ha affermato l’addetto stampa. “In effetti, scegliamo sempre che canti dal vivo, con una band completamente dal vivo, anche se viene data la possibilità di suonare per traccia”. Reilly ha aggiunto di aver “sempre assistito [Iglesias] cantare dal vivo” e ha detto che molti “prenotatori di talenti televisivi e promotori di concerti lo verificherebbero”.

Nel 2018, Iglesias si è esibito allo Yarkon Park di Tel Aviv e un critico della vita e della cultura per Haaretz ha affermato che l’icona del pop latino “non era così brava a fornire una melodia” mentre faceva una serenata al pubblico, aggiungendo che ha “pochissima voce presenza.” Tuttavia, per quanto riguarda il valore dell’esecuzione, il critico ha ritenuto che Iglesias abbia reso il concerto degno di nota, osservando che aveva “i movimenti automatici di un incantatore”. Anche se cantare potrebbe non essere il suo forte, l’icona pop può mettere in scena uno spettacolo.

Lindsay Lohan non è arrivata molto lontano

In promozione del suo album di debutto “Speak”, Lindsay Lohan è apparsa in “Good Morning America” ​​nel 2004 per eseguire “Rumors”. Sfortunatamente, la performance ha fatto notizia non per la canzone in sé, ma perché era evidente che la Lohan ha sincronizzato il testo, secondo People. Tuttavia, un rappresentante del suo album ha negato qualsiasi falsificazione. “Lindsay ha cantato al 100% dal vivo. La sua band ha suonato al 100% dal vivo”, ha detto il rappresentante, aggiungendo che “c’erano tracce di sottofondo” quando la Lohan ha eseguito “Rumors”.

In effetti, Lohan ha detto a People di aver scelto le canzoni del suo album appositamente per la loro qualità dal vivo. “La principale preoccupazione per me era che volevo cantare canzoni che, quando canto dal vivo, suonassero allo stesso modo”, ha detto, aggiungendo: “Volevo che contenesse tutti gli aspetti della mia voce. Volevo che fossi solo io , crudo, per quanto potrebbe essere.”

Il fantasma della performance “Saturday Night Live” del 2004 di Ashlee Simpson ha sicuramente perseguitato la scelta della canzone di Lohan. Ha detto a Launch.com di essere molto consapevole della possibilità di mimare le accuse. “Voglio essere in grado di cantare cose per dimostrare che ho una voce e posso effettivamente proiettare”, ha detto Lohan (tramite EW). “E voglio trovare cose su cui non dovrò sincronizzare le labbra, e che, quando la canto in studio, è qualcosa che potrei anche cantare dal vivo e suonare bene come ho fatto sul CD”. Nonostante queste grandi speranze, la carriera musicale di Lohan non è decollata.

I Red Hot Chili Peppers l’hanno finto al Super Bowl

Ok, allora questo tecnicamente non è la sincronizzazione labiale, poiché Anthony Kiedis stava cantando dal vivo, ma la voce del frontman era praticamente l’unico suono non falsificato durante l’esibizione dell’intervallo del Super Bowl dei Red Hot Chili Peppers nel 2014. La rock band ha dimostrato che le pop star non sono gli unici artisti che mimano quando si sono uniti a Bruno Mars per suonare “Give It Away”, con gli spettatori che hanno notato che “la chitarra e il basso erano completamente scollegati”, secondo The Verge.

Il bassista della band, Michael Peter Balzary, noto con il nome d’arte “Flea”, ha scritto una lettera ai fan che da allora è stata rimossa dal sito web dei Red Hot Chili Peppers. In esso, ha spiegato che è stata la decisione della NFL di preregistrare gli strumenti. “Non c’era spazio per discussioni su questo, la NFL non vuole rischiare che il loro spettacolo sia rovinato da un suono scadente, punto”, ha scritto Flea (tramite Billboard).

“La posizione dei Red Hot Chili Peppers su qualsiasi tipo di mimo è stata che non lo faremo assolutamente”, ha aggiunto Flea, ma ha menzionato che la band lo aveva già fatto per MTV e ha detto che “è sempre stato un freno”. Flea ha inoltre spiegato che la band ha scelto di lasciare i propri strumenti scollegati deliberatamente in modo che fosse più onesto per i fan. “Abbiamo pensato che fosse meglio non fingere”, ha scritto. “Sembrava la cosa più reale da fare nella circostanza.” Ehi, almeno sono stati chiari su questo.

L’ammissione inaugurale di Beyoncé

Beyoncé ha affrontato il suo scandalo di sincronizzazione labiale nel 2013 quando ha cantato l’inno nazionale alla seconda cerimonia di inaugurazione del presidente Barack Obama. Entro 24 ore dall’esibizione di Beyoncé di “The Star-Spangled Banner”, i fan l’hanno criticata per la sincronizzazione labiale.

ABC News ha notato che non solo la sua esibizione è stata sincronizzata con le labbra, ma ha anche recitato, anche “tirando fuori l’auricolare” a un certo punto. Ma non era solo Beyoncé a mimare. La Marine Corp Band ha finto di suonare i propri strumenti durante l’esibizione e in seguito ha confermato che non suonavano dal vivo.

Il 31 gennaio, Beyoncé ha tenuto una conferenza stampa e ha spiegato perché ha scelto di eseguire la sincronizzazione labiale durante l’esibizione dal vivo. “Sono una perfezionista”, ha iniziato, secondo BBC News. “Non ho avuto il tempo di provare con l’orchestra. Era uno spettacolo televisivo in diretta e uno spettacolo molto, molto importante ed emozionante per me, uno dei miei momenti più orgogliosi”. Anche Beyoncé si è trovata nelle difficoltà tecniche che stava affrontando quel giorno. “A causa del tempo”, ha detto, “a causa del ritardo, a causa della mancanza di un adeguato sound check, non mi sentivo a mio agio nel correre rischi”. In un momento confessionale scioccante, Beyoncé ha parlato per l’intera industria musicale e ha spiegato: “Ho deciso di cantare insieme alla mia traccia preregistrata, che è molto comune”.

Anche James Taylor si è esibito all’inaugurazione e ha detto a ABC News di essere preoccupato per il freddo, notando che le dita possono irrigidirsi mentre si suona la chitarra in condizioni meteorologiche avverse. Quindi Beyoncé non era la sola a temere un’accoglienza gelida per un errore grossolano.

Il Biebs viene catturato

Voci di sincronizzazione labiale hanno seguito Justin Bieber per tutta la sua carriera. Nel 2012, Bieber si esibiva a Glendale, in Arizona, quando ha vomitato sul palco due volte. Anche se è stata ovviamente una notte difficile per la pop star, ha rivelato una sincronizzazione labiale piuttosto evidente: la sua voce ha continuato a suonare mentre era piegato in due.

Tuttavia, Bieber è un artista in tutto e per tutto. È tornato sul palco e ha detto: “Mi dispiace, rallento le cose”, secondo The Hollywood Reporter. Dopo aver vomitato di nuovo, ha dichiarato: “È difficile per me, sai, non sentirmi bene e vomitare davanti a un gruppo di persone. Mi amerai anche se sto vomitando sul palco?”

Nel 2019, Bieber è stato accusato di sincronizzazione labiale quando si è esibito con Ariana Grande al Coachella. Morgan Stewart di “Nightly Pop” ha scritto in un tweet poi cancellato, “Una canzone scadente è iniziata prima di lui. OK! Non mi ero reso conto che sarebbe stato così brutto” (tramite Billboard).

È fondamentale notare che Bieber non era sul palco da due anni, dopo essersi preso una pausa per lavorare su alcuni “problemi radicati”, ha detto su Instagram. Quindi la sua performance a sorpresa al Coachella è stata qualcosa di nuovo. “Pensa a quanto è stato fantastico per me essere su quel palco dopo essere stato via per così tanto tempo, l’eccitazione e la gioia che mi ha dato fare la cosa che amo di più, ho cantato per tornare sui tuoi passi come fanno la maggior parte dei cameo, questa è una cosa normale ” Bieber twittato indietro. Buon per lui per essersi difeso da solo!

Ariana Grande applaude indietro

C’è una tendenza nel mondo delle accuse lip-sync: colpiscono le pop star più di altri generi musicali. Anche un’icona vocalmente dotata come Ariana Grande non è al sicuro. Nel 2017, qualcuno ha realizzato un video compilation su YouTube con la didascalia: “Non è un video di odio, amo Ariana. Volevo solo fare un video che mostrasse che in effetti ha le labbra [sync] perché molti fan sembrano pensare di no”.

Il video ha mostrato Grande cantare nel corso di diverse notti e ha affermato che era la “stessa traccia ogni volta”. Ma i fan di Grande l’hanno difesa. “Non cambia il fatto che questa ragazza possa letteralmente cantare”, ha scritto uno. “Ogni volta che si sincronizza con le labbra, a nessuno importa davvero perché sappiamo che può ancora cantare molto bene”, ha detto un altro. Un altro ha sollevato le esigenze fisiche dell’esecuzione. “Certo che sincronizza un po’ le labbra sulle parti dure. Ma non la biasimo se lei [is] ballando e correndo costantemente per il palco”, hanno detto. È assolutamente corretto.

Più tardi, un fan ha commentato un video di Instagram di Grande, dicendo che suonava “come autotune” e “non live”. Grande ha risposto: “No, con tutto il rispetto, potrei farlo nel tuo soggiorno per te, fam. senza alcun missaggio audio o aiuto. Potrei farlo a Broadway (e l’ho fatto). Posso farlo sotto la doccia”. . è il mio regalo / è il motivo per cui sono qui. canto più di 30 canzoni a notte. ogni parola. è la mia cosa. fammi brillare come un dannato. ” L’ha detto lei.

L’infinito sincronizzazione labiale di Mariah Carey fallisce

Vedere il nome di Mariah Carey in questa lista potrebbe non essere una grande sorpresa. La nostra ragazza ha una storia di sincronizzazione labiale, ma il fallimento più famoso di Carey si è verificato alla vigilia di Capodanno quando New York suonava nel 2017. Mentre si esibiva dal vivo a Times Square durante “Dick Clark’s New Year’s Rockin’ Eve with Ryan Seacrest”, il suo la canzone “Emotion” ha iniziato a suonare, ma Carey ha mimato le parole sbagliate.

È stata ovviamente una grossa svista catturata in diretta TV, e lei ha cercato di trarne il meglio, dicendo alla folla: “Sto cercando di essere una buona sportiva qui”. Carey ha poi detto alla telecamera: “Non avevamo un assegno per questa canzone… ci mancano alcune delle voci, ma è quello che è”.

Carey ha incolpato Dick Clark Productions per l’errore e, pochi giorni dopo, ha detto a Entertainment Weekly: “Mi renderà meno fiducioso di usare qualcuno al di fuori della mia squadra”, aggiungendo che era “mortificata” da quello che è successo. Un rappresentante di Carey ha detto a Billboard che la società di produzione “l’ha fatta fallire” e il suo manager, Stella Bulochnikov, ha suggerito che la sua esibizione fosse fondamentalmente usata come clickbait. Dick Clark Productions ha negato qualsiasi illecito.

Phil Palazzolo, un tecnico del suono, ha parlato con Cosmopolitan dell’intera performance di Carey quella sera. “Con ‘Auld Lang Syne’ si poteva dire che era la sincronizzazione labiale”, ha detto. La terza canzone [‘We Belong Together’] era sincronizzazione labiale. Forse si aspettava che ci fosse una traccia vocale [for ‘Emotions’].” Questo è un sacco di sincronizzazione labiale!

Milli Vanilli non si è mai ripresa

Uno dei più epici errori di sincronizzazione labiale viene dal gruppo R&B franco-tedesco Milli Vanilli, un duo che è diventato famoso negli anni ’80. Un produttore tedesco di nome Frank Farian sognava di creare un gruppo pop e ha firmato i ballerini Rob Pilatus e Fabrice Morvan per i loro look, secondo il Los Angeles Times. Hanno pubblicato il loro album “Girl You Know It’s True” nel 1989 e hanno raggiunto il successo mondiale, anche se Pilatus e Morvan non hanno mai cantato una parola dell’album. Hanno anche iniziato a vincere alla grande. Hanno portato a casa un Grammy e “tre American Music Awards” nel 1990, secondo PopMatters.

Tuttavia, quello stesso anno, Farian ha confessato la sincronizzazione labiale dopo una debacle avvenuta a Bristol, nel Connecticut, nel 1989, dove una registrazione ha iniziato a saltare davanti a un pubblico dal vivo. “Sapevo subito che era l’inizio della fine per Milli Vanilli”, ha detto Pilatus al Los Angeles Times. “Quando la mia voce è rimasta bloccata nel computer e continuava a ripetersi e ripetersi, sono andato nel panico. Non sapevo cosa fare. Sono semplicemente scappato dal palco”.

“Abbiamo venduto le nostre anime al diavolo”, ha aggiunto Pilatus, mentre Morvan ha detto, “Rob e io non abbiamo mai voluto che andasse in questo modo. Il nostro produttore ci ha ingannati. Abbiamo firmato contratti come cantanti ma non ci è mai stato permesso di contribuire. È stato un incubo. Stavamo vivendo una bugia.” Il duo non è mai stato in grado di riprendersi e, tragicamente, Pilatus è morto nel 1998 all’età di 32 anni, secondo il New York Times.

Iggy Azalea non può competere con JLo

Il rapper Iggy Azalea ha avuto un fastidioso errore di sincronizzazione labiale mentre si esibiva con Jennifer Lopez a Chicago al concerto B96 Summer Bash nel 2014. Erano sul palco a lavorare su “Acting Like That” quando Azalea ha mancato il suo segnale. Sfortunatamente, la sua traccia preregistrata continuava a suonare e il rapper non ha nemmeno provato a fingere. Invece, ha segnalato a JLo che il suo auricolare stava facendo i capricci.

In un tweet poi cancellato, Azalea ha affermato di aver “preso il microfono sbagliato” prima di salire sul palco e che il suo non era acceso (tramite PopSugar). Ma ha aggiunto: “[I] ha continuato e si è divertito.” Bene, questo è qualcosa!

Tuttavia, i fan non erano così tranquilli riguardo alla debacle come lo era Azalea. “Speravo sinceramente che le persone non pagassero per una performance come questa che avrebbero potuto [have] facilmente ascoltabile gratuitamente alla radio”, ha commentato un fan su YouTube. Qualcun altro è diventato un po’ più selvaggio e ha scritto: “IGGY HAI BISOGNO DI TORNARE TRA LA FOLLA”.

Allo stesso tempo, altri si sono lanciati in difesa di Azalea. “Il suo microfono era scollegato”, ha iniziato qualcuno. “Non stava tentando di mimare, se vedi le sue altre esibizioni, spesso inizia con alcune parole nella canzone, usa anche la sua stessa voce come supporto”. Ma il commento più bello di tutti: “Jennifer Lopez sembra incazzata”.

50 Cent viene beccato

50 Cent ha eseguito il suo successo “Amusement Park” dal vivo davanti alla telecamera ed è stato ampiamente chiamato per il suo fumble ai BET Awards 2007. Quando il rapper è stato calato sul palco, si è fermato per togliersi la giacca e ha completamente smesso di rappare per farlo. L’unico problema era che i testi continuavano a suonare, rendendo dolorosamente evidente a tutti nella folla che la performance era stata pre-registrata. C’erano, tuttavia, diversi ballerini aerei che usavano tessuti rossi il cui talento distraeva, quindi era già qualcosa. 50 Cent ha quindi deciso di andare a trovare il pubblico, praticamente saltando l’intera prima strofa della canzone senza sembrare minimamente infastidito. È stato, francamente, impressionante.

Ma ha risposto alle critiche successive della performance con una spiegazione: che si è imbattuto in uno dei ballerini. “Tutto non accade esattamente nel modo in cui lo pratichi”, ha detto allo show di BET “106 & Park” (tramite MTV). “Vedi, sono stato colpito dall’acrobata e stavo cadendo traballando. Venticinque piedi in aria, amico, cadi – nessuno può aiutarmi con questo, capisci cosa intendo?”

50 Cent ha aggiunto che la pressione di essere sul palco ha preso il sopravvento. “Poi quando scendi, provi a riorganizzarti per combattere, fai partire il pirografo, la musica inizia, abbiamo quattro battute nella canzone, sai – semplicemente non mi stavo concentrando.” Questa è una risposta abbastanza giusta. Almeno l’ha affrontato.

Katy Perry non può ruggire

Katy Perry ha avuto un’esperienza davvero imbarazzante agli NRJ Awards nel 2013. La cerimonia di premiazione, notoriamente ospitata dalla stazione radio francese NRJ, si è tenuta a Cannes e la produzione dal vivo è iniziata con Perry che esegue “Roar”.

Il problema è stato subito evidente, poiché le parole che uscivano dalla bocca di Perry erano molto indietro rispetto alla traccia preregistrata. Per rendere le cose ancora più scomode, l’ospite è uscito a metà della canzone e l’ha fermata. “Se non ti dispiace, possiamo ricominciare… Abbiamo avuto un piccolo problema con il suono”, ha detto discretamente. “Mi dispiace fermare tutta la tua energia. … Preferisco che tu sia il migliore”, ha aggiunto, poi è scappato dal palco. Perry ha ricominciato e la differenza tra la pre-registrazione dal suono perfetto rispetto alla versione live successiva era super chiara.

Pochi giorni dopo, gli NRJ Awards si sono scusati con Perry e hanno preso completamente il colpo mentre affrontavano le voci di sincronizzazione labiale. “Katy Perry ha cantato dal vivo durante gli NRJ Music Awards a Cannes sabato sera, ma sfortunatamente è stata lanciata accidentalmente una brutta colonna sonora, che ha preso il sopravvento sulla performance dal vivo”, hanno scritto in una traduzione condivisa da The Wrap. “TF1 e NRJ si scusano con Katy Perry… per questo problema tecnico al di fuori del nostro controllo.”

Tuttavia, Perry ha vinto due premi all’evento, The Mirror notes, come artista femminile internazionale dell’anno e singolo internazionale. Quindi ovviamente si è rialzata e ha spazzato via quella polvere abbastanza velocemente.

Non è una notte così festosa per Selena Gomez

Selena Gomez ha avuto una performance spiacevole al Jingle Ball di KIIS FM nel 2013 quando c’erano evidenti problemi con il microfono. Durante lo spettacolo, Gomez ha tirato fuori il suo auricolare e stava chiaramente cercando di ottenere aiuto per i problemi audio da qualcuno fuori dal palco. Quando non ha funzionato, si è arrabbiata e ha detto: “Cosa ca**o?” Un testimone oculare ha detto a E! News che era abbastanza chiaro che Gomez stesse sincronizzando le labbra.

Secondo Us Weekly, il cantante si è rivolto alla folla, dicendo: “Scusate, il suono non funziona! Vi state passando una buona serata? Prometto che stasera usciranno molte persone più simpatiche. Va bene se mi esibisco altre due canzoni e voi ragazzi potete arrivarci?” Un Gomez apparentemente agitato ha continuato a parlare al pubblico e ha detto: “Devo ringraziarvi così tanto ragazzi per avermi permesso di essere in grado di eseguire la musica che amo”. Tuttavia, ha eseguito solo il suo successo “Come & Get It” prima di uscire dal palco, saltando la sua ultima canzone.

Le persone avevano un sacco di opinioni su YouTube. Un fan ha scritto: “La sincronizzazione labiale è la cosa peggiore che un artista possa fare, è irrispettoso nei confronti dei fan che vanno a vederli. Potresti anche ascoltare la loro canzone su YouTube”. Un’altra persona ha aggiunto: “No, mi dispiace, ma se i tuoi fan stanno pagando un sacco di soldi per sentirti cantare LIVE è per questo che dovrebbero riceverlo”. Onestamente, sì.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui