L’ex esperto di Fox News Bill O’Reilly ha avuto parole dure per il suo ex datore di lavoro. Durante un’intervista su “Dan Abrams Live” il 14 dicembre, il mai timido O’Reilly ha avuto molto da dire su Fox News e sui testi che i suoi ex colleghi hanno inviato al capo di stato maggiore di Trump Mark Meadows il 6 gennaio durante l’insurrezione al Campidoglio . Il comitato ristretto della Camera che indagava il 6 gennaio ha fatto notizia quando il rappresentante repubblicano Liz Cheney ha letto ad alta voce i testi inviati al telefono di Mark Meadows. All’udienza della commissione, Cheney ha letto i testi delle star di Fox News tra cui Sean Hannity, Brian Kilmeade e Laura Ingraham. Le personalità di Fox News hanno supplicato Meadows di fare in modo che il presidente Trump fermi i rivoltosi, secondo il New York Times.

Lo sfogo arriva durante il tour di O’Reilly con l’ex presidente Donald Trump. Ma l’avventura tra l’ex star di Fox News e il 45esimo presidente presumibilmente non è stata un grande successo finora, secondo The Daily Beast. L’outlet ha riportato molti posti vuoti all’evento di kickoff dell’11 dicembre. Questo deve essere stato un duro colpo per O’Reilly, che era uno degli esperti più popolari di Fox News prima di essere costretto a uscire nel 2017 dopo che le accuse di molestie sessuali passate sono diventate pubbliche, secondo il New York Times.

Nonostante le voci di un fallimento, O’Reilly è ancora esuberante come sempre, evidenziato dal suo ultimo colpo a Fox News.

Bill O’Reilly dice che Fox News è un posto diverso ora

In un’intervista su “Dan Abrams Live” il 14 dicembre, Bill O’Reilly ha detto ad Abrams di essere turbato da alcuni degli sforzi di Fox News per ridurre al minimo l’insurrezione del 6 gennaio, che ha definito “una delle manifestazioni più vergognose della storia degli Stati Uniti. ” O’Reilly ha detto: “Fox News è un posto diverso rispetto a quando ero lì… c’era una disciplina da parte del management che non avrebbe mai potuto ridurre la rivolta al Campidoglio”. O’Reilly ha detto ad Abrams che tutte le reti di notizie via cavo danno agli spettatori quello che vogliono sentire. O’Reilly ha detto: “…È facile suonare per il coro, ed è quello che stanno facendo tutti ora. È facile… È difficile discutere e specialmente quando porti dentro persone brillanti”.

L’esperto si è anche vantato di “The O’Reilly Factor”, dicendo: “Se tornassi a qualsiasi rete e reimposto” The O’Reilly Factor “, in cui abbiamo portato le persone a discutere da tutte le parti e abbiamo presentato le prove come meglio che potessimo essere supportati dai fatti: quello spettacolo sarebbe andato alle stelle”. Parlando di “fatti”, alcuni potrebbero chiedersi perché O’Reilly non ha spinto Trump alle elezioni del 2020. Ha detto ad Abrams: “Pensa che le elezioni siano state ingiuste. Ok. La storia dice che non lo era. Ok. Andiamo avanti, questo è il mio lavoro”. Lo stesso Trump ha picchiato Fox News, ma per un motivo diverso. “Guardare @FoxNews è quasi come guardare Fake News @CNN”, ha twittato (tramite The Wrap) nel dicembre 2020, apparentemente sconvolto dal fatto che la rete avesse riconosciuto la vittoria elettorale di Joe Biden.

Bene, una cosa è certa: sia O’Reilly che Trump sono sempre desiderosi di condividere i loro pensieri non filtrati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui