Britney Spears ha parlato in aula durante un’apparizione virtuale il 23 giugno. La pop star ha detto al giudice della Corte Superiore di Los Angeles Brenda Penny di essere stata maltrattata negli ultimi anni della sua tutela e ha detto che la sua famiglia dovrebbe essere in prigione, secondo a una trascrizione fornita dalla CNN. “Signora, mio ​​padre e chiunque sia coinvolto nella tutela e nella mia gestione che ha svolto due ruoli e mi ha punito quando ho detto, ‘no’. Signora, dovrebbero essere in prigione”, ha detto la Spears.

Da quel momento, i fan hanno guardato e aspettato che l’avvocato della Spears presentasse formalmente una petizione per porre fine alla tutela, che ha controllato la vita della Spears dal 2008, secondo il New York Times. Per lo meno, molti speravano che la precedente richiesta della Spears di rimuovere suo padre, Jamie Spears, dal suo conservatore sarebbe stata approvata dal giudice che sovrintendeva al suo caso. Il 30 giugno, NBC News ha riferito che il padre di Britney ha presentato una petizione per indagare sulle affermazioni che sua figlia ha fatto quando ha parlato in tribunale. “Martedì, Jamie Spears e il suo team hanno chiesto alla corte di” indagare sulla veridicità delle accuse e delle affermazioni fatte dalla signora Spears “, che ha negato con veemenza, dicendo che ha a cuore solo i migliori interessi di sua figlia”, ha riferito l’outlet. .

Poco dopo che quel rapporto è emerso, Britney ha ricevuto un aggiornamento sul suo caso – e non è quello che sperava. Continua a leggere per scoprire l’ultima sentenza.

La richiesta del tribunale di Britney Spears è stata respinta dal giudice che supervisiona il suo caso

Secondo TMZ, il padre di Britney Spears, Jamie Spears, non sarà rimosso come suo tutore in questo momento. “L’avvocato della Spears ha chiesto al giudice nel suo caso di tutela giudiziaria di avviare suo padre Jamie Spears come conservatore del suo patrimonio, ma un giudice l’ha semplicemente bocciato e dice che Jamie rimane, almeno per ora”, ha riferito TMZ. La sentenza è arrivata solo una settimana dopo l’apparizione virtuale di Britney in tribunale. Il suo avvocato nominato dal tribunale, Sam Ingham, ha presentato per la prima volta la richiesta di rimuovere Jamie a novembre, chiedendo che fosse sostituito con Bessemer Trust, ma la richiesta è stata respinta, secondo CBS News.

Più di recente, l’avvocato di Britney “ha depositato documenti legali che Bessemer sia fatto co-conservatore”, secondo TMZ. Il giudice ha approvato la richiesta, ma secondo quanto riferito ha chiarito che Jamie non sarebbe stato rimosso. “Il giudice lo ha appena approvato, ma ha anche detto che Jamie rimarrà lui stesso co-conservatore. Il giudice ha anche ribadito che la richiesta di Ingham di sospendere Jamie è stata respinta”, ha riferito il punto vendita.

Non è chiaro se l’avvocato di Britney presenterà un’altra petizione per rimuovere Jamie o se verrà semplicemente presentata una petizione per porre fine alla sua tutela. Non è nemmeno chiaro se Britney andrà avanti con Ingham, poiché ha detto al giudice Brenda Penny che vorrebbe scegliere il proprio avvocato. “Non ho davvero avuto l’opportunità da sola di scegliere il mio avvocato da sola. E mi piacerebbe essere in grado di farlo”, ha detto (tramite la CNN).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui