Con i riflettori puntati sulle celebrità, i dettagli intimi della loro vita privata sono esposti al pubblico. Nonostante il semi-regolare genitori-shaming che affrontano, la maggior parte delle celebrità appaiono, almeno in superficie, ben adatta per essere genitori, se non altro a causa della loro ricchezza e l’accesso alle risorse. Ma sappiamo che c’è molto di più nell’allevare bambini di così, e anche i genitori famosi hanno problemi.

Certo, le Madonne e Angelina Jolies del mondo delle celebrità rendono la genitorialità facile. Almeno, fanno sembrare l’adozione internazionale un gioco da ragazzi. Ma, per alcuni, non è così semplice. Infatti, le celebrità in questa lista trovato tenendo i loro figli molto difficile. Alcuni hanno abusato di droghe, alcuni hanno abusato di alcol e altri avrebbero abusato di altre persone, ma tutti hanno pagato per questo in tribunale di famiglia. Poi ci sono le stelle che erano semplicemente troppo occupato per la custodia primaria. I seguenti personaggi famosi sono tutti qui per motivi diversi, ma ognuno di loro conosce la sensazione di avere i loro figli portati via da loro.

Ecco le celebrità che hanno perso la custodia dei loro figli.

Kelly Rutherford

La già lunga e amara battaglia per la custodia dell’attrice Kelly Rutherford sui suoi due figli ha raggiunto un nuovo minimo dopo la decisione di un tribunale di famiglia del 2012 che ha permesso ai suoi due figli di stare con il padre Daniel Giersch a Monaco. Secondo Persone, il giudice californiano ha deciso su questa configurazione perché Giersch non è stato in grado di tornare negli Stati Uniti e Rutherford ha avuto la flessibilità e le risorse per viaggiare tra i paesi.

Tre anni dopo, mentre Rutherford aveva i suoi figli con lei per le vacanze estive negli Stati Uniti, ha preso una decisione molto audace e molto rischiosa. Ha deciso di non restituire i suoi figli al padre a Monaco sulla base della sua affermazione che “nel mese di maggio [of that year], un giudice della California ha [her] custodia unica . Tuttavia Persone ha riferito che i tribunali sia in California e New York determinato che non avevano giurisdizione nel caso. In una dichiarazione (per popolo), Rutherford ha detto che “il procedimento giudiziario è stato confuso”. Ha stabilito che “nessuno stato in questo paese sta attualmente proteggendo i miei figli”, aggiungendo: “Significa anche che nessuno stato in questo paese attualmente mi richiede di mandare via i bambini”.

La decisione si è ritorta contro. Nell’agosto del 2015, Rutherford è stato costretto a restituire i bambini e, più tardi quell’anno, un giudice ha stabilito che Rutherford dovrebbe perdere la custodia perché c’era un “forte rischio di rapimento e ritenzione dei bambini negli Stati Uniti”.

Kim Delaney

Kim Delaney, l’attrice meglio conosciuta per aver interpretato un detective Episodi di NYPD – New York, ha avuto la sua giusta quota di problemi con la legge nella vita reale. È stata arrestata con l’accusa di guida in stato di ebbrezza nel 2002 dopo che la polizia ha risposto alle chiamate di un autista irregolare sulla Pacific Coast Highway. Tre anni dopo, Delaney si ritrovò in tribunale a combattere per la custodia del figlio allora 15enne. Secondo Persone, il ragazzo testimoniò contro la madre, sostenendo che lei mise la sua vita in pericolo mentre guidava ubriaco con lui in macchina. Affermò che Delaney si presentò sotto l’influenza di prenderlo a casa di un amico.

“Ho cercato di impedirle di guidare la sua auto”, ha dichiarato nella sua testimonianza. “Ma lei era molto esigente. Mia madre ha chiesto che il mio amico andai con noi. Si è rifiutato di guidare con lei perché era ubriaca. Purtroppo questo non è l’unico incidente in cui ho visto mia madre ubriaca.

Il figlio di Delaney, che viveva con suo padre, aggiunse: “Non voglio stare con lei fino a quando non ha completato la riabilitazione ed è sobria. Sono molto preoccupato per la mia sicurezza quando sono con lei. Il giudice acconsentì e emise l’affidamento all’ex marito di Delaney.

Pietra di Sharon

Dopo una battaglia per la custodia del 2007 tra Sharon Stone e il suo ex marito Phil Bronstein, i tribunali hanno ordinato che i due condivivano “la custodia legale e fisica congiunta” del loro figlio adottivo Roan, aggiungendo che il bambino frequenta la scuola a San Francisco vicino a suo padre (per Il Daily Mail). Stone accettò questo, ma si 20016 si lavorerà su un appello per modificare l’ordine. Il suo avvocato, Marty Singer, ha detto Intrattenimento Stasera (tramite Persone) che il Istinto di base la star “sentiva che sarebbe stato meglio avere suo figlio a Los Angeles”, così poteva essere più vicino ai suoi due fratelli più piccoli. Nel 2008, Stone ha preso il suo colpo, tentando di haI tribunali cambiarono l’accordo, ma lei non fu in grado di “incontrare un onere per spostarlo da San Francisco durante l’anno scolastico”, secondo Singer, che insistette anche sul fatto che Stone e Bronstein condividevano ancora la custodia di Roan a seguito della sentenza.

Tuttavia, secondo i documenti del tribunale, sembrava che il linguaggio del successivo ordine del tribunale contestasse il precedente accordo di custodia congiunta di Stone. “La Corte rileva che (Bronstein) può fornire una casa più strutturata, stabile, sicura e coerente di cui il bambino, Roan, ha bisogno. (Bronstein) deve avere l’affidamento fisico esclusivo permanente del bambino”, si legge nel verbale del tribunale. Anche Stone stessa ha ammesso di Et nel 2015 che ha “perso la custodia” di “un bambino [she] stava crescendo da lontano” durante un periodo tumultuoso di lotta personale dopo il suo divorzio da Bronstein.

Harvey Keitel

La lotta per la custodia tra Harvey Keitel e Lorraine Bracco per la loro figlia, Stella, è uno dei casi di custodia più complessi nella storia di Hollywood. Nel 1996, dopo una lunga battaglia in tribunale, Keitel perse la sua lotta per la custodia della figlia con il giudice citando la “condotta distruttiva” di Keitel come principale driver nella sentenza, secondo Il New York Daily News. La “franchezza” e il “giudizio scarso” dell’attore, così come il suo presunto uso di droghe e le violente esplosioni, secondo quanto riferito, hanno anche giocato nella decisione

Le affermazioni di “franchezza” e “scarso giudizio” si riferiscono ad alcuni aneddoti del passato genitorialità di Keitel, come le foto che una Stella di sei anni ha scattato a Keitel e amici, alcuni in asciugamani e senza pantaloni, prima degli Academy Awards. C’era anche un messaggio telefonico che Stella era rimasta per Bracco crivellata di parole maledette che “papà le ha insegnato”. Un tutore legale nel caso ha raccomandato a Bracco di mantenere la custodia perché, “chiaramente, quest’uomo (Keitel) non ha limiti”.

Ma la storia diventa più contorta. Nell’ambito della richiesta di custodia di Keitel, ha esortato i tribunali a considerare le accuse di abusi sessuali contro il marito di Bracco, Edward James Olmos, (per Il New York Daily News). Nel 1992, Olmos è stato accusato di aver abusato sessualmente di una ragazza di 14 anni. Dopo aver esaminato le accuse, il giudice del tribunale di famiglia ha deciso che le accuse erano infondate. Nonostante avesse concesso a Bracco la custodia di Stella, Olmos fu indirizzato alla consulenza e ordinò di non stare mai da solo con la figlia di Keitel.

Woody Allen

La brutta battaglia per la custodia tra Woody Allen e Mia Farrow si concluse nel 1993 con Mia che mantenne la custodia dei tre figli della coppia. Secondo la Chicago Tribune, il verdetto del giudice includeva un duro rimprovero di Woody, definendo il regista “auto-assorbito, inaffidabile e insensibile”. Anche i diritti di visita di Woody alla figlia adottiva, Dylan Farrow, furono limitati, in risposta alle accuse di abusi sessuali fatte da Dylan l’estate precedente.

Nonostante un team di esperti abbia dichiarato che Woody non aveva abusato del bambino, il giudice che presiede il caso ha determinato che le prove erano “inconcludenti”, aggiungendo che “un’ulteriore revisione della visita sarà presa in considerazione solo dopo che saremo in grado di valutare i progressi della terapia di Dylan”, secondo Il New York Times. Anche i diritti di visita di Woody per gli altri due figli furono alterati. Gli furono concesse tre visite settimanali supervisionate con suo figlio biologico, Satchel (che ora va da Ronan Farrow), tuttavia il giudice “disse che avrebbe aderito (il figlio adottivo di Woody, Mosè) desiderava che non fosse costretto a vedere suo padre”.

Woody ha promesso di appellarsi alla decisione (cosa che ha fatto, ma ha perso due anni dopo), e ha detto in una dichiarazione che era “emozionato” di ricevere una visita limitata con Dylan, dal momento che lei era “stata trattenuta da [him]” per quasi un anno all’epoca. Mia tentò inoltre di far annullare l’adozione legale di Dylan e Moses da parte di Woody, ma alla fine non ebbe successo.

Britney Spears

C’è stato un tempo in cui Britney Spears era notizia in prima pagina per tutte le ragioni sbagliate. La sua caduta dalla grazia alla fine del 2007/inizio 2008 ha raggiunto il fondo quando ha perso la custodia dei suoi due figli al suo ex marito, Kevin Federline. Durante la battaglia per la custodia, a Spears fu ordinato di “sottoporsi a test antidroga e consulenza casuali”, Mtv. I test bisettimanali sono stati il risultato del giudice presiedente che ha dichiarato che la Spears ha partecipato all'”uso abituale, frequente e continuo” di sostanze controllate.

Una delle ex guardie del corpo della Spears, Tony Barretto, ha anche affermato (via La nuova YOrk Times) che aveva visto Spears prendere droghe in più di un’occasione. Il procedimento è venuto a capo quando Spears non è stato in grado di presentare una patente di guida valida ed è stato accusato di non aver preso i test di droga e alcol richiesti (tramite Mtv). Di conseguenza, al cantante è stato ordinato di rinunciare alla custodia dei bambini a Federline “fino a nuovo ordine del tribunale”.

Parlando con Il New York Times, l’avvocato di Barretto, Gloria Allred, ha detto: “Credo che rimuovere la custodia dalla signora Spears sia il trattamento shock di cui Britney Spears ha bisogno.” Tuttavia, a quanto si scrive, è passato più di un decennio e Federline ha ancora la custodia dei ragazzi, secondo Noi Settimanale. Infatti, gli ex hanno addirittura rinegoziato il loro accordo di sostegno ai bambini nel settembre 2018 (tramite L’esplosione), con Federline ha detto di ricevere “migliaia di più al mese” oltre ai 20.000 dollari che aveva precedentemente raccolto.

Courtney Amore

Le battaglie per la custodia di Courtney Love per la figlia che condivideva con il compianto Kurt Cobain, Frances Bean, infuriarono per anni. Nel 2003, la madre di Cobain, Wendy O’Connor, è stata data la custodia temporanea di Frances Bean dopo una serata spaventosa e potenzialmente mortale per Love. Secondo la Indipendente, Love fu arrestato per aver sfondato le finestre a casa di un amico. Poco dopo il suo rilascio dal carcere quella stessa notte, i soccorritori trovarono Love affetto dagli effetti di un’overdose di droga. Cnn inoltre ha riferito che Love anche “ha fatto una minaccia di suicidio”. Ci volle più di un anno perché Love riacquisti la custodia di sua figlia.

Dopo un presunto “periodo di condotta instabile da parte di Courtney Love”, il rocker ha perso ancora una volta la custodia di Frances Bean nel 2009, secondo Tmz. I tribunali assegnano la tutela di frances Bean, allora 17enne, a O’Connor e alla sorella di Cobain, Kimberly Dawn Cobain. La scheda ha inoltre riferito che il giudice ha emesso un ordine restrittivo temporaneo che vietava a Love di contattare anche Frances Bean, probabilmente in relazione a una segnalazione di abusi domestici.

A quel tempo, Love ha preso su Facebook per esprimere il suo disappunto con la sua famiglia. “Benvenuti nel lato nascosto, segreto, brutto, bianco-spazzatura, denaro che eretta della famiglia”, ha postato (via Persone). “Per favore non giudicare il fagiolo da esso. Lei è una grande persona, sono solo disgustoso.

John Heard

John Heard e la collega attrice Melissa Leo hanno combattuto per la custodia del figlio per più di 10 anni, secondo New York Magazine. Heard, che stava combattendo per la custodia esclusiva, ha ferito ogni possibilità che avesse quando è stato arrestato per aver aggredito Leo. Dopo aver restituito suo figlio a casa di Leo da una visita del fine settimana, Heard presumibilmente schiaffeggiò Leo. A peggiorare le cose, due agenti di polizia hanno guardato. Ha anche presumibilmente fatto più di 100 telefonate a casa di Leo in soli due mesi.

E! Notizie ha riferito che Heard è stato condannato a “18 mesi di libertà vigilata” e ordinato di sottoporsi a “trattamento psicologico … per molestare” il suo ex. Gli furono concessi i diritti di visita approvati dal tribunale a suo figlio, ma le sue visite erano estremamente limitate, e fu escluso dalla proprietà della scuola del bambino. Dopo la sentenza, Heard ha dichiarato (per E! Notizie) che il sistema “odia i padri”, aggiungendo, “l’ho portato (Giovanni) nel mondo con sua madre e, come tale, lo vedo per un giorno e mezzo ogni 14 giorni. Non credo che sia giusto.

Jennifer Hudson

Un giudice ha concesso a David Otunga, wrestler professionista ed ex fidanzato della cantante Jennifer Hudson, la custodia temporanea del figlio, mentre Hudson ha completato le riprese The Voice Italia a Londra alla fine del 2017. L’ordine temporaneo arrivò nel mezzo della lunga battaglia di custodia degli ex per l’assistenza primaria di David Jr.

Anche se questa decisione non era esattamente sorprendente, dato che Otunga già curato per il bambino gran parte del tempo a causa del programma occupato di Hudson, era in aria a causa di un ordine di protezione Hudson presentato contro Otunga dopo che egli presumibilmente mostrato “comportamento aggressivo, minaccioso e molesto verso” Hudson, secondo Tmz Segnalato.

Tuttavia, Otunga non fu mai accusato di violenza domestica a seguito di un’indagine della polizia, e successivamente accusò Hudson di aver tentato di diffamarlo nel tentativo di migliorare il suo caso nella lotta per la custodia in corso. Hudson continua il suo tentativo di riconquistare la custodia nel lengthy caso. Otunga, combattendo dall’altra parte dell’aula, ha ora chiamato la sorella di Hudson, Julia Hudson, per rispondere alle domande della corte. Anche se non sono state prese decisioni permanenti, a causa di questo scritto, Hudson rimane senza la custodia primaria di suo figlio fino a quando il procedimento giudiziario non sarà completato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui