Man mano che le elezioni presidenziali del 2020 si avvicinano di minuto in minuto, le celebrità annunciano le loro conferme per il prossimo comandante in capo. Questo sei tula star di Mandy Moore è stata notato agli eventi della campagna per il candidato democratico Pete Buttigieg, il sindaco di South Bend, Ind. Il musicista vincitore dell’Emmy John Legend ha elogiato la candidatura del Senatore del Massachusetts Elizabeth Warren alla Casa Bianca. Quindi chi è l’ultimo volto famoso a vocalizzare le loro tendenze politiche? Questo potrebbe sorprenderti!

Il comico inafferrabile Dave Chappelle ha dato il via libera a Internet quando ha annunciato la sua approvazione prima del dibattito presidenziale democratico il 14 gennaio 2020. Dovrai aspettare di scoprire il suo preferito dopo il salto, ma diremo che la sua scelta fa parlare le persone . Chappelle di solito non si tuffa nella mischia partigiana, ma questi sono tempi strani, e siamo qui per aiutare a rompere il cerchio che circonda la scelta del vincitore dell’Emmy.

Dave Chappelle è nella “Gang di Yang”

Prima di annunciare la sua scelta come presidente, Dave Chappelle aveva pubblicamente approvato una volta un candidato politico. Era il 2018 e il fortunato candidato era il suo amico di lunga data Ben Jealous, un democratico candidato al governatore nel Maryland. “Quindi, sai, sono fuori dal mio elemento”, ha confessato il fumetto in una manifestazione per Geloso nel giugno 2018. “Sai che la politica non è mai stata la mia passione”.

Anche se Jealous ha perso la gara, Chappelle non ha ancora impedito di saltare sul ring politico. Il 14 gennaio 2020, il Spettacolo di Chappelle la star ha annunciato che sta appoggiando il candidato democratico Andrew Yang. “Sono Yang Gang!” il nativo di Washington, DC, ha detto in un comunicato stampa della campagna inviato ai sostenitori di Yang, per CNN. Yang è chiaramente anche un grande fan di Chappelle. “Dave è una delle voci più importanti nel nostro paese oggi e sono entusiasta di aver dato il suo sostegno dietro questa campagna”, ha detto l’ex dirigente della tecnologia. “Lui e io condividiamo preoccupazioni simili per il futuro e speriamo in quello che potrebbe essere. Siamo anche genitori che vedono il mondo che stiamo lasciando ai nostri figli e crediamo che meritino di meglio.”

Secondo quanto riferito, Chappelle eseguirà due spettacoli comici nella Carolina del Sud per sostenere la campagna di Yang. La speranza presidenziale è apparentemente entusiasta di avere il supporto, pubblicando una foto della coppia su Twitter con il didascalia: “Sei il migliore. Facciamolo per i nostri bambini.”

Il rapporto di Dave Chappelle con la politica è complicato

Dopo che Donald Trump ha vinto le elezioni presidenziali nel 2016, Dave Chappelle ha parlato dei risultati durante un monologo sul titolo Saturday Night Live. Ha incorniciato il futuro richiamando alla storica vittoria del presidente Barack Obama nel 2008. “Ho guardato tutte quelle facce nere … e ho visto quanto erano felici tutti”, ha detto Chappell. “Queste persone, che erano state storicamente private del diritto di voto … Mi hanno fatto sentire fiducioso. E mi ha fatto sentire orgoglioso di essere un americano, e mi ha fatto molto piacere per le prospettive del nostro paese.” Ha aggiunto: “In quello spirito, auguro buona fortuna a Donald Trump. E gli darò una possibilità. E noi, storicamente non privati, richiesta che ce ne dà anche uno “.

Tagliato a maggio 2017: Chappelle ha espresso rammarico per aver provato Trump, secondo quanto riferito ammettendo a beneficio di beneficenza, “Sono stato il primo ragazzo in TV a dire ‘Dai una possibilità a Trump’. Ho fottuto. Mi dispiace. ”

A parte il dramma, Chappelle ha riconosciuto che sta cercando di essere coinvolto più politicamente, anche se potrebbe non apparire sempre così. “Anche un ragazzo come me che sta solo scrivendo battute, devo ascoltare più di quanto abbia mai dovuto ascoltare perché le lamentele stanno arrivando così in fretta e furiose”, ha detto a Van Jones della CNN. “E non disprezzo le lamentele della gente. Potrebbe sembrare sul palco, ma ascolto.”

Gli elettori si preoccupano delle sponsorizzazioni di celebrità?

La scelta di Dave Chappelle di sostenere Andrew Yang sul senatore del Massachusetts Elizabeth Warren o sul senatore del Vermont Bernie Sanders è sicuramente interessante, ma le sponsorizzazioni delle celebrità contano davvero alla fine della giornata? Secondo un sondaggio del 2019 analizzato da La collina, “Il 65 percento degli intervistati” ha dichiarato che l’approvazione politica delle celebrità “non ha alcuna influenza sulle loro decisioni alle urne”. Il sondaggio ha riferito che il 24 percento ha affermato che il sostegno pubblico da parte di A-lister “renderebbe loro meno propensi a votare per un determinato candidato” e “l’11 percento ha affermato che l’approvazione delle celebrità li ha resi più propensi a votare in un certo modo”.

L’avvertimento? I giovani hanno maggiori probabilità di essere influenzati dall’opinione di una celebrità. Il sondaggio di cui sopra ha rilevato che il 23 percento degli elettori di età inferiore ai 35 anni ha dichiarato che “il sigillo di approvazione di una figura di Hollywood ha reso più probabile la possibilità di votare per un candidato”.

Certo, è potente quando qualcuno – famoso o no – si presenta per esercitare il proprio diritto di voto, ma come suggerisce questo sondaggio, è improbabile che Chappelle scelga i favoriti per vincere la giornata per Yang. Ma ciò non significa che Internet smetterà di parlare della scelta di questo fumetto solitario perché quando Chappelle riappare sulla scena, non possiamo fare a meno di ascoltare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui