Se alla fine degli anni ’80 stavi andando in un centro commerciale, avresti avuto la stessa probabilità di vedere un adolescente dai capelli infuocati che cantava a squarciagola un successo di Tommy James e Shondells come in un negozio Merry-Go-Round. Sì, è così che Tiffany Darwish si è fatta un nome. E molto prima dell’arrivo di superstar adolescenti come Britney Spears, Christina Aguilera o Taylor Swift, era la principessa del teen-pop che ogni giovane che cantava davanti allo specchio con una spazzola per capelli voleva essere.

Conosciuta semplicemente come Tiffany, la californiana ha scalato le classifiche con il suo singolo di debutto, “I Think We’re Alone Now”. Ha poi ripetuto l’impresa con il brano successivo “Could’ve Been” e il suo album di debutto omonimo. Ma la fama può essere un’amante volubile e alla fine del decennio, la star era stata usurpata nelle classifiche da favoriti di Teen Beat ancora più freschi come New Kids on the Block.

Naturalmente, Darwish è rimasto ancora sotto i riflettori grazie a numerose apparizioni in reality TV, una recitazione laterale in film di serie B di fantascienza trash e, cosa più memorabile, per un certo gruppo demografico comunque, una ripresa centrale in Playboy. Ecco cosa ha combinato negli ultimi anni.

Tiffany’s on stage outturst è diventata virale

Si potrebbe dire che il tour “Shadows” di Tiffany Darwish del 2021 si è concluso con il botto. Tuttavia, ciò era più dovuto al cantante che ha lanciato bombe F che a qualsiasi pirotecnica sul palco. Durante l’esecuzione della sua melodia caratteristica nell’ultimo appuntamento a Lake Park, in Florida, l’ex teen star sembrava sperimentare quelle che gentilmente descriveremo come difficoltà tecniche. Lottando con la sua voce, la star si fermò e sembrò borbottare “Vaffanculo ragazzi” in direzione della folla. Poi, riferendosi al suo numero uno del 1987 “I Think We’re Alone Now”, ha urlato: “Questo è il mio successo. Lo canterò bene”.

Sfortunatamente, non è successo del tutto. Invece, Darwish ha fornito una traballante interpretazione del classico di Tommy James e Shondells che è poi diventato virale per tutte le ragioni sbagliate. Alla domanda di TMZ sul motivo della sua interazione con la folla piena di imprecazioni, un rappresentante ha suggerito che la vetta delle classifiche avesse “perso la voce e si è sentita frustrata dalla sua esibizione”. Come notato dall’outlet, è possibile che il cantante stesse anche rispondendo a potenziali disturbatori tra la folla.

A suo merito, Darwish in seguito si è scusata Twitter per lo sfogo. “Sono andata nel panico. Non capita spesso di perdere la voce. E sono salita lassù e ho avuto un attacco di panico”, ha spiegato. “… E per la mia frustrazione, ho detto cose che non intendevo affatto. Vi amo così tanto ragazzi.”

Ha pubblicato una canzone di Natale

Tiffany Darwish potrebbe aver interpretato un canto natalizio in un episodio del 2008 dell’istituzione di una soap opera diurna “The Young and the Restless”. Ma i fan hanno dovuto aspettare ben 33 anni nella sua carriera prima che lei abbracciasse le festività natalizie su record. Sì, il californiano ha finalmente cercato di entrare nel territorio di Mariah Carey nel 2020 con un singolo festivo intitolato “Angels”. Scritto insieme a Mark Alberici e Margie Hauser e registrato nel suo studio di Nashville, Darwish ha descritto la ballata a People come una riflessione sulla solitudine collettiva vissuta durante il primo anno della pandemia.

La cantante ha anche spiegato che l’impatto personale del blocco l’ha ispirata ad aggiungere la traccia festiva al suo canone. “La canzone parla della speranza e della famiglia scomparsa. Nei miei oltre 30 anni di carriera, non ho mai registrato una canzone di Natale originale, ma mi è sembrato giusto”, ha detto. “È crudo e reale ed è questo che lo rende speciale per me.”

E se ti stai chiedendo come di solito il capocannoniere festeggi le vacanze, beh, si scopre che è piuttosto un’esperienza multiculturale: “Di solito la vigilia di Natale cucino i tamales perché mio figlio è in parte messicano e sono cresciuto in un latino comunità, e apriamo un regalo”, ha detto all’outlet. “Poi la mattina di Natale, bevo cioccolata calda mentre ascolto i canti natalizi e dopo aver cucinato un pasto abbondante”.

Ora è una due volte divorziata

Per il suo dodicesimo lavoro in studio, “Pieces of me”, Tiffany Darwish credeva che il suo modo di scrivere le canzoni fosse il più vulnerabile che fosse mai stato. La cantante ha fatto la rivelazione in un’intervista a Louder Than War in cui ha descritto il profondo pozzo di emozione da cui era scaturito l’album. “Probabilmente ha un argomento più profondo di quello che probabilmente avrei fatto prima. Sono solo le delusioni dentro di me: lotte d’amore, lotte con le persone che rimangono nella tua vita, tutta quella roba”, ha spiegato. “È stato davvero un riflesso per me con questo album, dei desideri del mio cuore, dove sto andando. C’è molto cambiamento nella mia vita in questo momento”.

L’ex cantante adolescente di certo non stava scherzando. Perché è stato durante la registrazione dell’album nel 2018 che lei e il suo secondo marito Ben George hanno deciso di separarsi. Secondo Closer Weekly, Darwish aveva camminato lungo la navata con l’uomo d’affari britannico nel 2004, appena un anno dopo aver divorziato dal suo primo marito, Bulmaro Garcia, e dal padre del suo unico figlio, Elijah. Purtroppo, il matrimonio non si è rivelato una coppia fortunata per la seconda volta e nel 2020 Darwish ha detto allo sbocco che lei e George erano stati separati per un anno. Tuttavia, ha insistito sul fatto che la divisione fosse amichevole. “L’industria musicale non è qualcosa che vuole fare a tempo pieno, ma mi rispetta per quello che sto facendo”, ha detto. “Non è amareggiato o arrabbiato, quindi, innamorati, stiamo andando per la nostra strada”.

È stata in tournée con i suoi coetanei della fine degli anni ’80

I fan della musica pop della fine degli anni ’80 hanno avuto la possibilità di vedere cinque delle classifiche preferite al prezzo di una nel 2019, quando New Kids on the Block ha lanciato una serie nostalgica di spettacoli soprannominata “The Mixtape Tour”. Ed essendo una delle hitmaker dominanti dell’epoca, Tiffany Darwish è stata inevitabilmente inclusa.

Il cantante di “I Think We’re Alone Now” si è unito alla boyband insieme alla collega principessa del teen-pop Debbie Gibson e agli abiti hip-hop Naughty By Nature e Salt-N-Pepa, nel lungo viaggio in Nord America. E anche Darwish è andata in studio con i suoi compagni di tournée per registrare un singolo collaborativo intitolato — cos’altro? — “Bambino degli anni ’80.”

Quando gli Stereogum le hanno chiesto perché avesse deciso di essere coinvolta nel progetto, Darwish ha risposto che era per soddisfare alcune richieste dei fan di lunga data. “Accidenti, per me e i New Kids, i fan ci hanno chiesto di fare di nuovo qualcosa insieme probabilmente per oltre 20 anni”, ha detto. “Probabilmente non c’è stato un giorno in cui non sia sui social media. O allora, [requests] è arrivato attraverso la posta dei fan, o semplicemente con i fan da soli, chiedendomi. E so che anche loro hanno chiesto più e più volte ai New Kids. Quindi, per i fan, questo è un sogno che si avvera. Ne sono davvero entusiasta”.

Tiffany è andata nella giungla

Dopo essere apparsa in tutto, da “Rachael vs. Guy: Celebrity Cook-Off” e “Hulk Hogan’s Celebrity Championship Wrestling” a “Celebrity Fit Club” e “Celebrity Wife Swap” nel corso degli anni, Tiffany Darwish ha poi aggiunto un altro reality show al suo curriculum nel 2018. E forse uno dei più esigenti di tutti.

La cantante di “I Saw Her Standing There” si è unita a artisti del calibro del tennista professionista Bernard Tomic, della seconda classificata di “Australian Idol” Shannon Noll e della star di “The Real Housewives of Melbourne” Jackie Gillies nella quarta stagione dell’edizione australiana di “I’ m Una celebrità… Portami fuori di qui.” Fortunatamente per Darwish, non ha dovuto fare i conti con tutti i raccapriccianti crawlies e le prove del bushtucker per troppo tempo, poiché è stata la prima ad andarsene.

In un pezzo alla telecamera [via Who], Darwish ha rivelato di aver sottovalutato quanto sarebbe stato duro lo spettacolo di Channel Ten a tema giungla: “È così difficile lì dentro. È più difficile di quanto pensassi. Sono stato scosso fino al midollo”. Tuttavia, il californiano, che ha firmato per raccogliere fondi per l’organizzazione benefica Red Kite, in seguito ha detto al The Guardian che ci sono stati alcuni vantaggi nel slumming: “…Dalla mia cuccetta potevo vedere le stelle e la luna e guardavo sveglia ogni notte. Era come la mia riabilitazione. Dovevo davvero sciogliermi. Sapevo che era il mio momento…”

La sua carriera di doppiatore è tornata

Poco prima di fare il suo debutto come attrice sullo schermo in un episodio della commedia di fantascienza “Out of This World”, Tiffany Darwish ha ottenuto il ruolo di voce fuori campo nientemeno che Judy Jetson nel lungometraggio d’animazione del 1990 “The Jetsons”. E mentre l’ex teen idol sembrava preferire essere davanti alla telecamera, recitando in film di serie B trash come “Mega Piranha”, “Necrosis” e “Mega Python vs. Gatoroid”, deve comunque essersi divertita esperienza di cabina vocale.

Infatti, nel 2019, Darwish è tornata nel mondo del doppiaggio quando ha prestato i suoi toni rochi ai personaggi di Cheetah e Bambi’s Mother in un episodio del cartone animato cult sovversivo “Robot Chicken”, intitolato “Spike Fraser in: Should I Happen tornare a cavallo.”

Solo tre anni prima, la cantante di “Could’ve Been” aveva detto all’HuffPost che desiderava iscriversi per una parte del genere: “Se venisse fuori qualcosa in cui potrei recitare o fare più lavoro di doppiaggio, mi piacerebbe fare un salto e fallo, specialmente se fosse fantascienza, sono un grande fan della fantascienza!”

Tiffany ha fondato un club di cucina

Frustrata per non essere in grado di interagire con i suoi fan attraverso il solito metodo di tournée durante la pandemia, Tiffany Darwish ha invece trovato una nuova alternativa: ha fondato un club di cucina. L’idea per Let’s Food with Tiffany è nata in realtà dall’incontro che ha organizzato prima del blocco in cui ha finito per discutere delle sue abitudini culinarie. Darwish ha detto a News4Jax: “Ho lanciato una ricevuta a qualcuno… il mio pollo alla cannella libanese, in realtà, una ricetta di famiglia che ho cambiato un po’ per me. Ha iniziato a prendere vita”.

L’attrice di “Mega Piranha”, una foodie dichiarata che ha iniziato a cucinare fin da giovane, ha anche affermato di godersi questa parte inaspettata della sua carriera. “Sono come un bambino in questo momento. Lo adoro. Adoro il fatto che quando incontro i fan su Zoom, parliamo di musica per cinque minuti e poi parliamo di cibo per il resto del tempo. È una nuova fantastica esperienza con noi.”

Let’s Food with Tiffany non è il primo incontro di Darwish con il mondo culinario. È apparsa in “Rachael vs. Guy: Celebrity Cook-Off” e nel 2019 ha organizzato uno spettacolo alla City Winery di Boston soprannominato Colazione con Tiffany in cui i partecipanti potevano godersi la sua esibizione mentre assaggiavano anche delizie come brie e frittate di aragosta!

È ancora immensamente orgogliosa di essere una mamma

Tiffany Darwish è diventata madre relativamente presto nella sua carriera. Ha dato alla luce Elijah, il figlio che condivide con il primo marito Bulmaro Garcia, nel settembre del 1992, all’età di soli 20 anni. Di conseguenza, ha dovuto mettere in pausa le sue ambizioni di registrazione e tournée. Non che l’interprete abbia rimpianti per aver interrotto la sua carriera per fare i conti con la maternità.

In un’intervista del 2019 con Fox News, ha detto: “Mi sono presa quel primo anno di pausa, ed è stato il migliore”. Darwish ha anche rivelato di aver sempre dato priorità ai suoi doveri di genitore durante l’infanzia di Elijah: “[He] ha iniziato a viaggiare con me e ad andare in viaggio. Sono stato in grado di prenderlo fino all’età di cinque o sei anni. E poi ho scelto di iniziare a fare tournée estive e di non andare in tournée il resto dell’anno. Volevo davvero che Elijah avesse una vita reale, che avesse degli amici. Volevo fare l’intera cosa della mamma PTA e provare tutto questo”.

Ovviamente, Elijah ora ha il doppio dell’età di sua madre durante la sua ascesa alla fama assistita da un centro commerciale. E Darwish non potrebbe essere più orgoglioso di come si è rivelato, dicendo a Closer Weekly che ora è un ingegnere strutturale che continua a essere la parte più importante della vita del musicista.

L’ex regina del centro commerciale ora si sta scatenando

Tiffany Darwish ha flirtato con tutti i generi durante i suoi tre decenni di carriera, dal teen-pop del suo debutto omonimo del 1987 all’Eurodance del 2005 “Dust Off and Dance” e il puro paese del 2011 ” Tatuaggio rosa.” Ma dalla fine degli anni 2010, la vetta delle classifiche ha voluto dimostrare che può anche scatenarsi con i migliori di loro.

Nessuno più che su di lei 13th lo sforzo in studio “Shadows”, un disco che Darwish alla fine ha portato in tournée con il bassista Johnny Martin e il batterista Scot Coogan dei LA Guns. E coloro che sono semplicemente venuti a vedere i rocker di Sunset Strip sono rimasti sorpresi da quanto suonasse naturale questa improbabile squadra, come ha spiegato a NJArts.net.

Darwish ha detto: “Abbiamo appena suonato a Woodlands, in Texas, e dopo lo spettacolo un gruppo di fan di Johnny e Scotty aveva tutti questi dischi dei LA Guns e altre cose da far firmare, e mi hanno portato anche un regalo, il che è stato fantastico. E mentre li incontravo, mi dicevano: ‘Mi dispiace tanto di averti sottovalutato. Non sapevo in cosa mi stavo cacciando. È stato fantastico.'”

Tiffany e Debbie Gibson ora sono amiche

Dimentica Britney Spears contro Christina Aguilera. L’originale rivalità tra le principesse del pop adolescente era tra le preferite della fine degli anni ’80 Debbie Gibson e Tiffany Darwish. Bene, questo è ciò che la stampa vorrebbe farti credere comunque. In realtà, i due in cima alle classifiche non hanno avuto problemi tra loro.

In un’intervista a People, la cantante di “I Think We’re Alone Now” ha spiegato che la loro relazione all’epoca era più cordiale che ostile. Ha condiviso: “Tutta quella rivalità non era vera. Non ci conoscevamo davvero. Lasciavamo piccoli appunti qua e là. Ci vediamo sui tappeti. Ma è stato così veloce! Ora abbiamo un’amicizia”.

In effetti, in un’altra intervista con Fox News, Darwish ha rivelato che il tempo trascorso insieme da lei e Gibson al The Mixtape Tour aveva rafforzato ulteriormente il loro legame. “Saremmo saliti l’uno sull’autobus dell’altro e ci siamo limitati a parlare, a prendere una tazza di tè come amiche”, ha detto. “Parlare, non solo di musica, ma delle nostre vite personali e della moda. È davvero bello averla come una delle mie amiche più care”.

È entrata nella cura di sé

Essendo stata sul tapis roulant del mondo dello spettacolo dall’età di 15 anni e madre dall’età di 20, la capacità di Tiffany Darwish di prendersi cura di sé è stata spesso limitata. Ma nel 2019, l’ex favorita del centro commerciale ha finalmente deciso che era giunto il momento di dare la priorità al suo benessere.

In un’intervista con Closer Weekly, Darwish ha spiegato: “Sono stato qualcuno che va e va e pensa di essere un po’ invincibile. Ma c’era molto volo, molto stress. Sono un po’ a terra per il volo adesso [because of] alcune cose mediche. Niente di grave. E l’anno scorso ho iniziato a pensare che non fosse una brutta cosa fare un pisolino o avere un po’ di tempo libero”.

Oltre ad avere circa 40 strizzatine d’occhio, la vincitrice della classifica ha anche esplorato ulteriormente il suo relativamente ritrovato amore per la meditazione. Come ha rivelato a Parade, “Voglio davvero dedicarmi ad esso e renderlo parte della mia vita, perché ne ho davvero bisogno. Ora sono molto appassionata di filosofia orientale. Faccio molti cristalli e faccio un molti oli. E molta ricerca interiore.”

Tiffany è diventata una Swiftie

Taylor Swift non era nemmeno nata quando Tiffany Darwish iniziò a cantare nei centri commerciali, ma hanno ancora molte cose in comune. Entrambi hanno trovato la fama mentre erano ancora al liceo, entrambi hanno ottenuto l’album numero 1 nella loro adolescenza ed entrambi hanno prestato la loro voce ai film d’animazione sul grande schermo. Quindi non sorprende che l’originale regina del teen-pop si veda in uno dei suoi successori.

In un’intervista del 2020 con Parade, la cantante di “I Think We’re Alone Now” ha rivelato di essere molto una Swiftie. “Taylor Swift è qualcuno che mi ha parlato personalmente, perché posso vedere la gioia in lei, ama davvero i suoi fan e si impegna”, ha detto. “E penso che sia stata molto positiva per molte delle ragazze là fuori”.

Questa non era nemmeno la prima volta che Darwish si esprimeva in modo lirico sul produttore di successo di “Shake It Off”. Quattro anni prima ha spiegato ad HuffPost che ammira Swift sia per la sua creatività che per il suo atteggiamento. Ha spiegato che sentiva che la cantante era un modello straordinario per le sue numerose figlie di Dio a cui guardare. “Mi piace davvero che sia venuta insieme”, ha spiegato. “È un’ottima fonte di ispirazione per le giovani donne e tratta i suoi fan in modo fantastico. Risplende di una grande luce per loro”.

Ha lanciato una sfida alla pandemia

Oltre ad avviare un club gastronomico online durante la pandemia, Tiffany Darwish ha anche tenuto se stessa e i suoi fan occupati lanciando una sfida sui social media basata sul suo successo, “Penso che siamo soli ora”. E a differenza della sordida sfida “Love Don’t Cost A Thing” di Jennifer Lopez – che sembrava esortare le persone a buttare via i loro accessori di lusso in un periodo di disoccupazione di massa – l’invito all’azione dell’ex cantante teen-pop era un po’ più con i piedi per terra. Darwish ha semplicemente chiesto ai follower di condividere come stavano trascorrendo i loro tempi di inattività imprevisti.

La vincitrice delle classifiche ha spiegato a People che voleva creare un senso di unione durante un periodo così difficile. “È interessante vedere con chi le persone sono messe in quarantena. I loro cari, cani, bambini, genitori. Le persone sono isolate in molti luoghi diversi: case, hotel, ovunque. È bello condividere queste esperienze con gli altri, per dimostrare che si potresti essere solo, ma tu non sei solo. Il punto riguarda il supporto e l’incoraggiamento”.

Penso che siamo soli ora … Parte 2

Alcuni musicisti possono diventare così preziosi del loro nuovo lavoro da trascurare completamente le canzoni che li hanno resi famosi. Ovviamente, Tiffany Darwish non potrebbe mai essere accusata di essere un’artista del genere. La sua cover in vetta alle classifiche di “I Think We’re Alone Now” di Tommy James and the Shondells è stata un punto fermo delle sue scalette sin dalla sua uscita nel 1987. E poi più di tre decenni dopo ha dato al brano un rock- rifacimento sfumato in studio.

In un’intervista del 2019 con Billboard, Darwish ha rivelato perché sentiva che era giunto il momento di rivisitare il suo successo distintivo. Ha spiegato: “Nel mio nuovo album, “Pieces of Me”, sono stata ispirata dai Foo Fighters, e forse un po’ di Go-Go e Blondie mischiati insieme… con Tiffany. Volevo mostrare “I Think We’re Alone Now” in quel tipo di versione, che mostra gli strati della mia nuova musica”.

Il cantante è anche andato nostalgico con il promo di accompagnamento. Parlando a Fox News, ha spiegato come è riuscita a tornare a Norwalk, in California, per girare il video con i suoi amici. “Stavamo sfoggiando le magliette Children Behave. È stato un vero spasso”, ha riflettuto. “Mi sono davvero divertito a ricreare quel video.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui