Sulla scia del tragico incidente sul set che ha tolto la vita alla direttrice della fotografia Halyna Hutchins, molti membri della troupe di “Rust” si stanno facendo avanti con i loro resoconti personali di ciò che è accaduto in quel giorno fatale e di come una tragedia così insensata possa avere possibilmente avvenuto.

Un membro dell’equipaggio senza nome ha rivelato in esclusiva a People di aver assistito a “molte bandiere rosse” che circondavano l’armiere del film western, in particolare, Hannah Gutierrez Reed. La fonte ha affermato che Gutierrez Reed non ha assicurato che le armi fossero tenute “al sicuro” e “rinchiuse” sul set, fornendo anche una foto che mostra chiaramente le armi da fuoco divaricate su un tavolo aperto. “Ci sono molte volte in cui il suo piccolo carrello ha le sue armi – sono stato in altre riprese in cui sono molto sicure e professionali”, ha detto il membro dell’equipaggio. “Nessuno maneggia quelle armi tranne l’armiere e loro le tengono al sicuro… Le aveva solo su un carro, incustodito a volte dove chiunque poteva afferrarlo, manometterlo.”

Ma ora, un altro membro dell’equipaggio si è fatto avanti per offrire il suo raccapricciante play-by-play della tragedia ed è a dir poco straziante.

L’elettricista “Rust” Serge Svetnoy ha tenuto Halyna Hutchins durante i suoi ultimi momenti

L’elettricista sul set di “Rust” ha ora rilasciato il suo account straziante in un agghiacciante post su Facebook. In quello che ha intitolato “La mia visione della tragedia di RUST”, Serge Svetnoy ha ricordato lo stretto legame che lui e Halyna Hutchins hanno condiviso mentre lavoravano insieme. “A volte abbiamo condiviso cibo e acqua. Abbiamo bruciato sotto il sole, gelando nella neve sui germogli. Ci siamo presi cura l’uno dell’altro”, ha ricordato, prima di aggiungere: “Sì, posso dire con il 100% confido che fosse mia amica. ERA!!!” Ma tutto è cambiato in un bizzarro momento a causa di ciò che Svetnoy ha descritto come “negligenza e mancanza di professionalità”.

Ha poi rivelato un dettaglio sugli ultimi momenti di Hutchins. “Sì, ero spalla a spalla con Halyna durante questo colpo fatale che le ha tolto la vita e ha ferito il regista Joel Souza. La tenevo tra le braccia mentre stava morendo. Il suo sangue era sulle mie mani”, ha raccontato. .

Facendo eco ai sentimenti degli altri membri della troupe che si sono manifestati, Svetnoy ha puntato le dita contro l’armaiolo del film. “La negligenza della persona che avrebbe dovuto controllare l’arma sul sito non ha fatto questo; la persona che doveva annunciare che l’arma carica era sul sito non ha fatto questo; la persona che avrebbe dovuto controllare quest’arma prima di portare al set non l’ha fatto”, ha affermato. Le nostre sincere condoglianze vanno a tutti coloro che sono stati colpiti da questa orribile tragedia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui