I Beatles sono considerati una delle più grandi band di tutti i tempi. Originario di Liverpool, in Inghilterra, il gruppo rock and roll si è esibito in alcuni dei più grandi palcoscenici del mondo, conquistando milioni di cuori e dando vita al fenomeno della frenesia dei fan chiamato Beatlemania.

I Beatles hanno avuto un impatto notevole sui loro ascoltatori, sia i fan che le celebrità. In un’intervista con MTV nel 1995, David Bowie ha spiegato: “[The Beatles] ha dato agli inglesi l’illusione di aver significato di nuovo qualcosa, sai, e adoriamo sentirlo”, secondo Far Out Magazine. Ma la popolarità della band non era solo limitata all’Inghilterra. I Beatles hanno debuttato in America su “The Ed Sullivan Show” nel febbraio del 1964, causando scompiglio sia nel pubblico in studio che negli spettatori a casa, poiché lo spettacolo è stato visto da 15 milioni di persone, secondo la NBC.Parlando dell’influenza che la band ha avuto sul pubblico, Bob Dylan una volta ha detto (tramite Rolling Stone), “Era ovvio per me che avevano potere di resistenza. Sapevo che stavano indicando la direzione in cui la musica doveva andare. Mi sembrava che si stesse tracciando una linea precisa. Era qualcosa che non era mai successo prima”.

Ma tutte le cose incontrano una fine, e così fecero i Beatles. La band si sciolse nel 1970 dopo l’uscita del loro album di grande successo “Let It Be”, secondo Birmingham Mail. Decenni dopo, rimangono ancora speculazioni su chi sia stato il responsabile della scissione e ora Paul McCartney afferma di avere la risposta definitiva.

Paul McCartney ritiene che John Lennon sia stato il responsabile della rottura dei Beatles

Come Paul McCartney ha recentemente rivelato nella serie di interviste della BBC Radio 4 “This Cultural Life”, la separazione dei Beatles è stata il “periodo più difficile” della sua vita. McCartney ha spiegato che il gruppo stava ancora producendo “roba abbastanza buona” e ha notato che voleva che la band continuasse. “Questa era la mia band, questo era il mio lavoro, questa era la mia vita…”, ha detto il cantautore (tramite The Guardian), aggiungendo che è stato John Lennon a voler sempre “scappare”.

In effetti, McCartney ha toccato la convinzione diffusa che la moglie di Lennon, Yoko Ono, abbia avuto un ruolo nella rottura della band. “Il punto era che John stava facendo una nuova vita con Yoko. John aveva sempre voluto staccarsi dalla società perché, sai, è stato allevato da sua zia Mimi, che era piuttosto repressiva, quindi era cercando sempre di liberarsi”, ha detto. Secondo The Guardian, McCartney ha aggiunto che Lennon era affascinato dall’idea di lasciare la band e l’ha trovata “abbastanza elettrizzante”.

Parlando delle voci secondo cui lo stesso McCartney avrebbe causato lo scioglimento del gruppo, ha confutato l’idea che fosse lui il responsabile. “Non sono stato io a istigare la scissione. Quello era il nostro Johnny.” In effetti, McCartney ha aggiunto che lui, George Harrison e Ringo Starr sono stati “lasciati a raccogliere i pezzi” dopo la separazione. McCartney ha detto: “Oh no, no, no. John è entrato in una stanza un giorno e ha detto ‘Lascio i Beatles.’ È questo l’istigazione alla scissione o no?”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui