Sabato 7 novembre 2020, l’ex vicepresidente Joe Biden ha vinto la corsa presidenziale del 2020 e ha battuto l’attuale comandante in capo Donald Trump. Nonostante questa notizia, il presidente Trump si rifiuta di concedere le elezioni e ammette di aver perso la gara. Il presidente Trump ha fatto molte affermazioni infondate di frode degli elettori durante il ciclo elettorale e presunta corruzione, secondo Notizie NBC.

Come riportato da New York Post, Trump ha affermato che “questa elezione è tutt’altro che finita” e ha annunciato che la sua campagna avrebbe portato il loro caso in tribunale mentre perseguivano un ricorso legale. Molte persone, compresi ex e attuali funzionari governativi, hanno offerto alcune parole scelte su questa decisione. In effetti, le osservazioni di Trump hanno persino diviso il partito repubblicano sulla questione in questione, con alcuni sostenitori che lo incoraggiavano a continuare a combattere e altri che lo esortavano a concedere. L’ex governatore del New Jersey e amico di Trump Chris Christie, anche lui repubblicano, ha avuto qualche consiglio per il presidente. Continua a leggere per vedere cosa pensa Chris Christie che il presidente Trump dovrebbe fare riguardo all’esito delle elezioni.

Chris Christie ha consigliato al presidente Trump di andare avanti

A seguito del rifiuto del presidente Trump di concedere le elezioni, Chris Christie, l’ex governatore del New Jersey, ha esortato il suo amico ad accettare il risultato e ad andare avanti (secondo il New York Post). “Spero che se persegue quelle opzioni legali e che si sono rivelate non dare frutti, e ho detto, non ho ancora visto alcuna prova che dovrebbero, che lo farebbe, che farebbe un discorso che, sai, cercherebbe di essere uno per aiutare le persone a capire che le elezioni sono finite e che dobbiamo andare avanti “, ha detto.

Tuttavia, questa non è la prima volta durante il periodo elettorale che Christie ha chiamato Trump per il suo rifiuto di accettare i risultati. Giovedì 5 novembre 2020, Trump ha fatto accuse di frode degli elettori e ha affermato che i democratici stavano cercando di “rubare le elezioni”, secondo il LA Times. Christie ha risposto a queste affermazioni e ha detto: “Se vuoi dire quelle cose da dietro il podio della Casa Bianca – è suo diritto farlo, è suo diritto perseguire un’azione legale – ma mostraci le prove” (per New York Post).

Christie non è il primo repubblicano a sollecitare una concessione e probabilmente non sarà l’ultimo. Il presidente ha creato un enorme divario tra il GOP rifiutandosi di concedere ma, come il New York Times Secondo quanto riferito, molti repubblicani vorrebbero ammettere la sconfitta e porre fine alle elezioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui