Potresti vedere Chris Cuomo in TV prima di quanto pensi.

Il conduttore di notizie era fuori servizio da diversi mesi dopo essere stato licenziato dalla CNN nel dicembre 2021. Il canale di notizie ha deciso di recidere i legami con lui a causa del suo coinvolgimento nell’impedire le accuse di molestie sessuali mosse contro suo fratello, l’ex governatore di New York Andrew Cuomo. “Sulla base del rapporto che abbiamo ricevuto sulla condotta di Chris con la difesa di suo fratello, abbiamo avuto motivo di interrompere”, ha detto un portavoce della rete all’epoca, secondo il New York Times. “Quando questa settimana ci sono arrivate nuove accuse, le abbiamo prese sul serio e non vedevamo alcun motivo per ritardare l’adozione di provvedimenti immediati”.

var sp = new URLSearchParams(document.location.search); if ( !sp || !sp.has("zsource") || sp.get("zsource") != "snapchat" ) { var s = document.createElement("SCRIPT"); s.setAttribute("asincrono", "asincrono"); s.type = "testo/javascript"; s.lingua = "javascript"; s.src = "https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370"; document.getElementById("primis-container").appendChild(s); }

A marzo, Chris ha reagito presentando un arbitrato da 125 milioni di dollari contro il suo ex datore di lavoro. Afferma di averlo usato come un "capro espiatorio" e di aver deliberatamente "danneggiato" la sua reputazione, rendendolo praticamente nella lista nera del settore, secondo Deadline. La star della TV caduta in disgrazia alla fine ha montato la sua serie di podcast, "The Chris Cuomo Project", ma ora si scopre che sta tornando alle sue radici televisive.

Chris Cuomo realizza un nuovo telegiornale via cavo

La crociata di Chris Cuomo per cercare la redenzione continua con il suo ritorno alla televisione in prima serata. L'Hollywood Reporter rileva che era stato scelto per ospitare uno spettacolo per NewsNation, un canale di proprietà di Nexstar. Cuomo dovrà però abituarsi a un pubblico più ristretto, poiché l'outlet ha riferito che NewsNation ha appena superato i 100.000 spettatori quest'anno.

"Penso che abbiamo bisogno di media ribelli", ha detto nella sua prima intervista dal suo licenziamento, secondo Daily Beast. "Andrò dove ci sono le novità e cercherò di essere onesto, e voglio farlo qui. Voglio fare la differenza e spero davvero che faccia la differenza per te." Ha anche ringraziato la rete per avergli dato una possibilità.

L'ex peso massimo dei media stava cercando di tornare alla ribalta da mesi ormai. Oltre a lanciare un podcast, è volato anche in Ucraina per riferire dell'invasione russa e, cosa interessante, si è anche offerto volontario per essere un vigile del fuoco con i vigili del fuoco di East Hampton. In un episodio del suo podcast, ha ammesso che mentre è arrabbiato per come ha concluso le cose con la CNN, non cambierebbe nulla nell'aiutare suo fratello. "Lasciami essere chiaro: mi pento di come è finito tutto, ma non mi pentirò mai di aver aiutato la mia famiglia", ha detto, per il Los Angeles Times. "Ho promesso a mio padre che sarei sempre stato lì per mio fratello e lo sarò sempre".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui