La straziante zorrowing di Hulu Il racconto dell’omelle ha un talento per rendere le attrici più belle e glamour quasi irriconoscibili con i loro trame a lente larga. Secondo Avvoltoio, i primi piani sono in genere girati su un obiettivo più lungo che si traduce in un telaio “più lusinghiero”, ma che non farebbe per Gilead. Reed Morano, che ha diretto i primi tre episodi della serie, ha realizzato con cura i primi 28 millimetri per imitare il confinamento della cameriera, una tecnica così efficace che le ha fatto vincere un Emmy.

Questo approccio crudo ha lasciato i fan della serie ben a conoscenza dei cerchi sotto gli occhi della star Elisabeth Moss, che sono diventati i co-protagonisti dei suoi scomodi primo piani. Tuttavia, l’attrice ha detto Stile Yahoo che le piace nelle sue borse per gli occhi sul set (“più hai, meglio è”) e sono in realtà evidenziate con il trucco il giorno in cui si sente particolarmente riposata. Onestamente, quando sei nel bel mezzo di condurre una resistenza tranquilla, chi ha il tempo di truccarsi, giusto? E poi c’è l’armadio.

Gilead sembra completamente privo della tendenza di Hollywood a glam le loro signore principali con abbigliamento aderente indipendentemente dalla trama, lasciando gli attori che interpretano questa storia distopica raccapricciante cercando quasi nulla come le loro verruche-e-tutti ritratti nella serie. Ecco uno spoiler pieno di look (seriamente, allontanati se non sei completamente raggiunto con lo spettacolo) a ciò che il cast di Il racconto dell’omelle sembra nella vita reale.

Elisabeth Moss (Giugno Osborne / Offred)

Le parti più spaventose Il racconto dell’omelle concentrarsi sulle politiche patriarcali azionate dal gruppo religioso estremista che ha assunto l’America per formare Gilead – questo e gli estremi primo piani di Offred. Ragazza conosce il suo modo di aggirare alcune borse per gli occhi ben posizionati per effetto drammatico. Anche se Elisabeth Moss, che ha vinto un Emmy per la sua interpretazione di Offred nel 2017, non pratica la stessa religione estremista raffigurata nella serie, è un membro di un diverso gruppo religioso controverso nella vita reale.

Secondo Elle, Moss è cresciuto nella Chiesa di Scientology. Anche se rimane relativamente mamma sull’argomento, ha parlato di come la religione differisce dalla Repubblica di Gilead. “La libertà religiosa, la tolleranza e la comprensione della verità e della parità di diritti per ogni razza, religione e credo sono estremamente importanti per me. Le cose più importanti per me probabilmente”, ha scritto su Instagram (via Elle) in risposta a un commentatore che ha confrontato i due. “E così Gilead e [The Handmaid’s Tale] mi ha colpito a un livello molto personale.

Elle riferisce che è stata anche conosciuta per duca tranquillamente fuori con Leah Remini, un ex Scientologist che è stato voce circa le pratiche dannose dell’organizzazione. Nel 2017- lo stesso anno in cui Moss ha vinto due Emmy Remini ha portato a casa un Emmy per la sua serie A&E Leah Remini: Scientology e il dopoguerra. Moss avrebbe lasciato la stanza quando Remini accettò il suo premio.

Samira Wiley

La maggior parte dei fan di Samira Wiley sono ancora traballanti da – Spoiler alert! – la morte del suo personaggio in L’arancione è il nuovo nero. Siamo felici che Netflix l’abbia presentata a noi in primo luogo, ma hanno davvero dovuto portarla via così presto? Ora, Wiley ha completamente saltato nave a un servizio di streaming rivale (non possiamo dire con certezza che Hulu la ha braccata, ma sembra che così dall’esterno). Purtroppo OITNB non vivrà per vedere un altro giorno, ma Wiley Il racconto della cameriera carattere sarà – salvo qualsiasi corsa inaspettata con uno degli esecutori di Gilead.

Nel 2018, Wiley ha vinto un Emmy per la sua interpretazione di Moira, che è riuscita a diventare una delle poche cameriere a fuggire da Gilead viva, ma potrebbe non essere così tenace nella vita reale. L’adozione della mentalità di una fabbrica di bambini schiavizzata trasformata in prostituta e membro crescente della resistenza ha sicuramente preso un pedaggio sulla psiche di Wiley.

“Essere un attore è una cosa pazzesca”, ha detto Fiera della vanità. “Ti stai volontariamente mettendo in queste terribili situazioni e situazioni di trauma.”

Alexis Bledel (Emily / Ofglen)

La maggior parte di noi non ha mai voluto vedere Rory Gilmore, l’amabile Gilmore Girl e probabilmentey giornalista terribile, tirando fuori i denti dopo aver sofferto di avvelenamento da radiazioni in una trincea di rifiuti tossici. C’è qualcosa da dire sulla posta in gioco bassa di Stars Hollow. Dopo tutto, i più grandi errori che Rory abbia mai fatto sono stati studiare così duramente che ha dormito troppo e tradire la sua fidanzata del liceo, le cui conseguenze si sono fermate Modo a corto di mutilazioni genitali.

Pensi che sia una giustapposizione pazzesca? Bene Fiera della vanità salutato Bledel come “Il racconto dell’omella arma segreta” in gran parte Perché del netto contrasto tra lei Gilmore Ragazze persona e Ofglen, anche se la coppia vive a circa due ore e mezza di distanza nella geografia del mondo reale. E mentre sia Rory che l’ex professore sono altamente istruiti e fortemente voluto, per il primo, significava avere la possibilità di scrivere una storia per Gq che alla fine non ha funzionato. Per quest’ultimo, significava avere la possibilità di spalare sporcizia radioattiva nelle Colonie, che per fortuna non ha funzionato neanche. (Ofglen non sarebbe nemmeno stato permesso di leggere Rory Gq pezzo se fosse stato effettivamente scritto.)

Naturalmente, a Gilead, Bledel non era più l’adolescente dagli occhi da cerbia, che piangeva per il dramma dei ragazzi nella sua camera da letto suburbana. Invece, lo spettacolo ha esposto ogni emozione e ruga, quelli che non siamo abituati a vedere sull’attrice tipicamente giovanile. Ma per quanto inquietante come il ritratto era, era altrettanto fruttuoso. Bledel ha portato a casa un Emmy per la parte nel 2017.

Joseph Fiennes (Commander Fred Waterford)

Joseph Fiennes non sembra molto diverso dal comandante Waterford nella vita reale, ma è lì che finiscono le loro somiglianze. Waterford non ha remore a schiavizzare e aggredire le donne nel tentativo di ripopolare Gilead. Gli fu anche amputato il dito di sua moglie perché aveva l’audacia di leggere in pubblico, ma Fiennes disegnò una linea nella sabbia (o sporcizia radioattiva) dove Waterford non lo fece.

Fiennes deve recitare tutte le atrocità di Waterford, ma una scena di stupro della Stagione 2, Episodio 9, è stato il suo punto di rottura. La scena si verifica durante il viaggio diplomatico dei Waterford in Canada, dove il Comandante ha un’accesa interazione con il marito di Offred. Dopo lo scambio, stupra Serena nella loro stanza d’albergo.

“Credo che in molti modi, come ripugnante e brutto e malvagio come Fred è, devo difendere parti di lui,” ha detto EW Kristen Baldwin in un’intervista. “[The scene] semplicemente non ha pista per me. Dovevo andare su un arto e rifiutarmi di farlo perché sentivo che anche se Fred è quello che è, è umano. E penso che sarebbe tirarlo fuori dall’interazione con Luke … sarebbe digerire che e cercando di capirlo.

Un paio di e-mail più tardi, e Fiennes ottenuto la scena tagliata in modo permanente.

Yvonne Strahovski (Serena Joy)

Serena Joy è una delle Il racconto dell’omella personaggi più accattivanti. All’inizio, era una cattiva – una fedele sostenitrice di Gilead, che ha rinunciato alla sua carriera in piena espansione come autrice e oratore pubblico per sostenere i valori del regime (che ironicamente, non le permettono nemmeno di leggere). Nella seconda stagione, inizia a dipanarsi. Gli episodi successivi mostrano Joy lentamente rendendosi conto che è la colpa per la propria oppressione.

Lungo la strada verso questa dolorosa realizzazione, Joy commette atti sempre più orribili nel tentativo di coprire la sua colpa e frustrazione. Per l’attrice Yvonne Strahovski, questo significava fingere di fare l’inimmaginabile – aiutare il comandante Waterford a stuprare Offred nel tentativo di indurre naturalmente il travaglio. Non sorprende che Strahovski non condivida la stessa bussola morale di Joy.

“Questa è stata una delle scene più orribili. Questa è una delle scene di cui ho morente voglia di parlare… che è stata sicuramente una delle scene orribili che è andato giù dove si sentiva – Mi sentivo davvero male sul set, facendolo”, ha detto E! Notizie.

Questo non significa che Joy sia del tutto terribile. Suo Il racconto della cameriera carattere parzialmente si redime. Alla fine della Stagione 2, alla fine rinuncia al suo bambino nella speranza che possa avere una vita libera dalla cultura dell’oppressione che ha contribuito a creare. Nella vita reale, Strahovski ha accolto un suo bambino nell’ottobre 2018.

Anne Dowd (Aunt Lydia)

La zia di Ann Dowd, Lydia, è uno dei personaggi più terrificanti della TV. Le La cameriera di Handmaid matriarca (o come matriarca come qualcuno potrebbe pOssibly essere in Gilead) regolarmente picchia, tortura e sfigura le cameriere quando cadono fuori linea. Stranamente, alla radice c’è un profondo amore per le donne che si prende cura. Questa è la cosa raccapricciante: crede davvero che le sue azioni siano per il bene più grande, ed è infida nella sua consegna. Il suo ritratto poliedo ha ottenuto un Emmy.

Ann Dowd ha detto Abc che si sentiva immediatamente collegata a zia Lydia quando lesse il copione perché il personaggio era un insegnante, e cerca di “non giudicare”. (Questo è un ordine alto mentre si interpreta una donna che incita omicidio, no?) Eppure, nonostante la distanza personale di Dowd dai tratti più sgradevoli del personaggio, Dowd ammise di incanalare zia Lydia per una spinta in più di durezza. L’attrice, che ha un figlio nello spettro dell’autismo, ha ammesso di aver acceso l’interruttore della zia Lydia quando una donna al supermercato ha detto che suo figlio “ha bisogno di andare al nuthouse”.

“Ho detto: ‘Ti prenderò i capelli. Te lo avvolgo intorno al collo. E ho intenzione di tirare,'” Dowd ha detto Abc. “Ha fatto un passo indietro … Dissi: ‘Questo è mio figlio. Non farlo mai più. Mai. E lei disse: ‘Oh. Beh, voglio dire,’ E io dissi, ‘No, no. Dovresti aver paura di me. Perché ti troverò.'”

Nessuno scherza con zia Lydia.

Birrificio Madeline (Janine / Ofwarren)

Janine decente nella follia è una delle linee di storia più ansia-inducente in Il racconto dell’omelle. Siamo divisi tra l’apertura degli occhi alla verità e il tifo per le sue illusioni, che sembrano una grazia salvifica nella distopia di Gilead. Il personaggio inizia a dipanarsi dopo aver sfidato zia Lydia nel Red Centre e aver perso l’occhio come punizione. In seguito scopriamo che si è innamorata del suo comandante (il suo stupratore) e inizia a credere che la coppia scappa insieme al loro bambino. Lungo la strada, Janine è quasi lapidata a morte, minaccia il suicidio e viene inviata nelle Colonie.

Nella vita reale, Madeline Brewer è un’altra attrice strappata L’arancione è il nuovo nero, dove ha interpretato un tossicodipendente che overdose nella Stagione 1. Siamo felici di riferire che è riuscita a tenere entrambi i suoi occhi, ma esorta gli spettatori a non cancellare il suo La cameriera di Handmaid carattere come noci.

“Non volevo solo gesso fino ad essere quello pazzo. C’è molto di più per lei”, ha detto Harper’s Bazaar. “La visione di Janine sul mondo dopo che ha fatto uscire il bulbo oculare e ha trascorso quasi due anni a Gilead – la sua versione di crazy è molto intelligente e calcolata. Sta facendo quello che deve fare per sopravvivere, e per alcune persone che stanno solo giocando finta.

Amanda Brugel

Non impariamo molto su Rita in Il racconto dell’omelle fino al finale della Stagione 2 – e c’è una buona ragione. Marta, che agiscono come servi per famiglie di alto rango, sembrano essere la classe più trascurata di persone a Gilead, e questo è essenziale per la resistenza. Questi custodi invisibili origliano i Comandanti senza pensarci due. Sono al corrente di tutto ciò che accade a Gilead, che alla fine li ha aiutati a creare ciò che L’Huffington Post chiamato “Underground Martha Railroad”.

Proprio come il suo personaggio Rita, Amanda Brugel è un anticonformista low-key. Forse non sta combattendo contro un culto religioso patriarcale che schiavizza le donne fertili, ma sta facendo passi da gigante per le donne a Hollywood. L’attrice ha schiacciato la percezione stanca dell’età del settore e ha finito per trovare il più grande successo della sua carriera nei suoi 40 anni.

“Il fatto che il mio 40esimo anno sia stato il mio anno di maggior successo – come attore, ma penso anche come madre e moglie – dimostra davvero quanto sta cambiando”, ha detto Ciao Rivista. “Non finisce a 40, inizia solo, per quanto mi riguarda.”

Max Minghella (Nick Blaine)

Max Minghella sta conducendo una doppia vita, sia nella vita reale che sullo schermo. Il suo personaggio Nick può agire come un servo che ottiene la fiducia e l’elogio del comandante Waterford, ma è anche un occhio che aiuta a portare avanti la resistenza. Nella vita reale, quell’accento americano che siamo così abituati a sentire mentre sussurra cose a Offred che probabilmente potrebbero farlo uccidere è completamente un atto. Minghella è inglese.

Secondo Il New York Times, Il padre di Minghella è il compianto Anthony Minghella, il regista “premio Oscar e screenwriter” responsabile di successi di successo come Il talentuoso signor Ripley. Max, laureato alla Columbia University, non ha lo stesso talento per lavorare sul lato della produzione delle cose di suo padre. Infatti Il racconto dell’omelle è uno dei suoi primi progetti di recitazione dal 2015 Nella foresta, quando ha premuto pausa di essere una stella di passo dietro la fotocamera. “Mi sono preso un paio d’anni di riposo dalla recitazione e stavo producendo principalmente per quegli anni”, ha detto Minghella Rivista Intervista. “Ho scoperto che non ero molto bravo a farlo, non è un set di abilità che possiedo.”

Se c’è un set di abilità che Minghella possiede, sembra totalmente bello mentre segretamente conduce una rivoluzione (è anche un grande attore).

Nina Kiri (Alma / Ofrobert)

Nina Kiri potrebbe non sembrare glamour nel suo ruolo di Alma, il contatto di Offred nella resistenza, ma l’attrice di origine serba è stupenda nella vita reale. Siamo onesti: le vesti rosse giganti non sono davvero lusinghiero per nessuno. Le Il racconto della cameriera è probabilmente il ruolo più importante di Kiri, ma ha lavorato per un decennio come attrice in Canada. È riuscita a cadere nel mondo dell’orrore, apparendo in film come Gli eretici E Lasciala fuori, nonostante non gradisse particolarmente il genere.

“E ‘stata una questione di ciò che era disponibile per me. Non sono mai stata una grande fan dell’horror, anche se apprezzo e ammiro il genere molto più ora di quanto facessi prima di lavorare a quei film horror”, ha detto Centro Cinema Serbia. “Per me come attore in erba, sono state ottime opportunità per interpretare ruoli da protagonista, per scoprire i miei personaggi, per svilupparli e costruirli, e per correre rischi nella sicurezza di una piccola troupe cinematografica indie.”

Il racconto della cameriera non ha a che fare con entità demoniaci, ma sembra un passo successivo logico per Kiri. Se è in grado di gestire il paranormale, Gilead dovrebbe essere una passeggiata sulla torta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui