L’amicizia originale tra Brooke Shields e Tom Cruise risale al 1981, quando lavorarono insieme al film “Endless Love”, ma nel 2005 gli A-listers di Hollywood ebbero un litigio pubblico. La loro faida derivava dal fatto che l’attore di “Suddenly Susan” parlava apertamente dell’assunzione di antidepressivi per la depressione postpartum, cosa che spinse Cruise all’offensiva mentre appariva in “Today” nel giugno 2005. “Non conosci la storia della psichiatria. Io sì ,” ha detto la star di “Top Gun” a Matt Lauer mentre parlava dell’uso di farmaci da parte di Shields.

La sua intervista ha suscitato un’accesa risposta da parte di Shields, che ha scritto un editoriale per il New York Times il mese successivo. “Ho intenzione di fare un’ipotesi e dire che il signor Cruise non ha mai sofferto di depressione postpartum”, ha scritto nel luglio 2005. Tuttavia, l’attore di “The Blue Lagoon” credeva che il dibattito pubblico potesse essere netto positivo. “Se qualcosa di buono può venire dal ridicolo sproloquio di Mr. Cruise, speriamo che presti l’attenzione tanto necessaria a una malattia grave”, ha scritto Shields.

Entro l’anno successivo, Cruise decise di seppellire l’ascia di guerra con Shields. “[He] è venuto a casa mia e mi ha fatto delle scuse sincere”, ha detto Shields al “The Tonight Show with Jay Leno” nel settembre 2006. “E nonostante tutto, sono rimasta così colpita da quanto fosse sincero”, ha aggiunto. Un rappresentante dell’attore di “Magnolia” ha confermato che la sua relazione con Shields era stata effettivamente riparata.La coppia è stata successivamente vista cenare con i loro cari nel 2007, ma alla fine si sono separati di nuovo.

Brooke Shields ha smesso di ricevere questo regalo

Tom Cruise regala notoriamente ai suoi amici famosi un decadente ciambellone al cocco di Doan’s Bakery per le vacanze e selezionate occasioni speciali. Dopo che la star di “Edge of Tomorrow” e Brooke Shields si sono riconciliate, lei era nell’esclusiva lista di “Cruise Cake”. “Ho avuto una buona corsa di 10 anni e ho ricevuto la torta al cocco ogni anno, cosa di cui ero molto felice [about]”, ha detto a People. Anche se questa volta non ci sono stati litigi pubblici, Shields ha iniziato a sospettare che la sua amicizia con Cruise fosse in pericolo mentre la frequenza delle torte da lui e dalla sua allora moglie Katie Holmes diminuiva. “Era da loro e Suri, quindi erano loro tre, e poi presto non c’erano più Suri e Katie e solo Tom”, ha detto l’attore di “Pretty Baby”. E poi la torta si è fermata”.

Prima che le torte smettessero di arrivare, Shields e Cruise erano piuttosto vicini. Non solo è stata invitata al suo matrimonio con Holmes, ma le due celebrità hanno organizzato una festa di compleanno congiunta per le loro figlie, dato che sono nate lo stesso giorno, ha rivelato Shields a People.

Nel 2016, a Shields è stato chiesto da un fan in “Watch What Happens Live with Andy Cohen” perché avesse partecipato al matrimonio di Cruise dopo che lui l’aveva colpita dai media. “Si è scusato come un gentiluomo, e dai, se sei invitato al matrimonio di Tom Cruise e Katie Holmes, dici ‘Sì'”, ha detto Shields. Più tardi, avrebbe rivisitato la famigerata faida.

Come si è sentita Brooke Shields riguardo alla ricaduta con Tom Cruise

Il pubblico disaccordo tra Brooke Shields e Tom Cruise sull’uso degli antidepressivi nel 2005 ha messo sotto i riflettori i due attori, aprendo anche un dialogo sull’uso del farmaco. Nel 2009, Shields ha ricevuto l’Hope Award for Depression Advocacy per aver contribuito a portare consapevolezza sulla condizione. Credeva che la guerra di parole con la sua ex co-protagonista di “Endless Love” fosse un importante punto di svolta. “Non ne parli [postpartum depression] e poi vediamo cosa succede quando non viene diagnosticato e non affrontato”, ha spiegato l’attore a OK! dopo aver ricevuto il premio. “Quindi, la controversia ha solo aiutato a portarlo alla luce”.

Nel suo documentario in due parti, “Pretty Baby: Brooke Shields”, pubblicato a gennaio, che esamina come l’attore è stato sessualizzato in giovane età, Shields ha fatto riferimento alla debacle di Cruise del 2005. “È stato così ridicolo per me”, ha detto Shields. nel documentario, per Decider. “Non si tratta della cosa morale, o della cosa giusta, o della cosa buona. Si tratta di chi ha più potere”. Il documentario includeva anche un frammento di Judd Nelson che ripeteva una battuta incisiva di Shields durante il dibattito pubblico sull’uso di antidepressivi. “Tom Cruise dovrebbe limitarsi a combattere gli alieni”, ha detto Nelson, citando Shields, secondo Variety.

Se Cruise vede il documentario, le possibilità di Shields di tornare nella mailing list delle torte non sembrano buone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui