Hai mai dato un’occhiata al saldo del tuo conto in banca e hai pensato a tutti i modi in cui avresti potuto risparmiare denaro invece di acquistare tutte le cose inutili di cui non hai bisogno? Molti di noi purtroppo ci sono stato. Anche il 45esimo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, potrebbe aver vissuto qualcosa di simile. Molti analisti politici hanno scritto sull’eredità di Trump, ipotizzando che se non l’avesse toccata affatto, sarebbe stato più ricco oggi di quanto non sia attualmente. Tuttavia, secondo Forbes, Trump stava andando bene prima che il 2020 arrivasse con la pandemia al seguito.

La maggior parte della fortuna di Trump viene fatta attraverso immobili commerciali e possiede anche più di 500 sedi residenziali in tutti gli Stati Uniti, secondo Forbes. Tuttavia, quando la pandemia era al suo apice e gli Stati Uniti sono entrati in isolamento, i mercati pubblici e il settore immobiliare hanno subito un calo. Molte aziende non erano disposte ad affittare uno spazio ufficio mentre era in corso una pandemia globale, soprattutto perché il lavoro a distanza ha ancora dimostrato di essere ciò che il pubblico americano vuole, secondo US News. Inoltre, le strade e le attività commerciali un tempo trafficate si sono trasformate in luoghi vuoti una volta che il traffico pedonale si è placato.

Più occhi sono puntati su Trump ora che sembra che abbia perso dei soldi. Quindi, cosa avrebbe potuto fare diversamente?

Trump avrebbe potuto valere 1,96 miliardi di dollari

Durante la campagna elettorale per le elezioni del 2016, Donald Trump era solito negare che il suo defunto padre, Fred Trump, gli avesse dato un’esuberante somma di denaro per la sua eredità. Ne ha parlato anche durante il primo dibattito presidenziale della NBC nel 2016 e ha ribadito che tali affermazioni erano false. “Mio padre mi ha dato un piccolo prestito nel 1975”, ha detto (tramite la CNBC), “e l’ho costruito in una società che vale molti, molti miliardi di dollari”.

Forbes ha fatto un’analisi approfondita dell’eredità di Trump, che è stata di almeno 413 milioni di dollari, secondo il New York Times, ed è giunta alla conclusione che è stata colpita dalla pandemia in corso. Pre-pandemia, Trump valeva 3,1 miliardi di dollari, secondo Forbes, ma dopo che il COVID-19 ha colpito le strade, le attività di Trump hanno iniziato a perdere denaro. Ad un mese dall’inizio della pandemia, ad esempio, aveva perso un miliardo di dollari della sua ricchezza.

Nell’ottobre 2018, il New York Times ha condotto un’indagine speciale sulle dichiarazioni dei redditi di Trump e sui soldi che ha ereditato da suo padre. L’articolo era di oltre 13.000 parole e includeva una piccola riga che menzionava come Donald avrebbe potuto conservare la sua fortuna a lungo termine. “Ecco cosa si può dire con certezza, aveva [Donald] Trump non ha fatto altro che investire i soldi che suo padre gli ha dato in un fondo indicizzato che segue lo Standard & Poor’s 500, oggi varrebbe 1,96 miliardi di dollari”, afferma l’articolo. Ciò significa che Trump avrebbe avuto quasi altrettanto denaro se avesse investito tutta la sua eredità nell’S&P 500, invece di investire nelle sue attività.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui