Il funerale della regina Elisabetta II, morta all’età di 96 anni l’8 settembre, è stato ovviamente un grosso problema, non solo per la sua famiglia, ma per l’Inghilterra e il mondo. I suoi enormi ascolti televisivi lo attestano, con Deadline che riporta 37,5 milioni di telespettatori nel Regno Unito che guardano e un pubblico mondiale stimato di circa 4 miliardi. È un grande funerale!

Ovviamente, la famiglia reale non doveva guardare la cerimonia in televisione, poiché erano lì di persona, molti in prima fila, il che significa che anche il pubblico televisivo li stava guardando. Proprio di fronte c’erano i figli della regina: re Carlo, la principessa Anna, il principe Edoardo e il principe Andrea, insieme ai rispettivi coniugi. Anche il principe William e la principessa Catherine si sono seduti davanti, mentre il principe Harry e Meghan Markle sono stati relegati in seconda fila. Due dei giovani pronipoti della regina erano in prima fila con i genitori: i figli di Catherine, il principe George e la principessa Charlotte, che hanno 9 e 7 anni. Il figlio più piccolo di Kate e Harry, il principe Louis di 4 anni, non era in presenze, per The US Sun. Con la morte di Elisabetta, il re Carlo soprannominò il principe William “Principe di Galles” e il suo erede diretto, il che rende Catherine “Principessa di Galles” e i loro figli, che in precedenza erano principi e principessa “di Cambridge”, sono ora principi e principessa “del Galles .” Questo rende anche il principe Giorgio il prossimo in linea per il trono dopo William, secondo il sito web reale. Scusa Harry, sei il quinto in fila, dopo Charlotte e Louis.

Con l’intera famiglia reale in mostra, le persone naturalmente avevano le loro opinioni, compresi i pensieri sull’esperienza di Kate come madre.

La gente è rimasta colpita dal comportamento dei giovani reali

Molte persone sono rimaste colpite dal comportamento del principe Giorgio e della principessa Charlotte. “Sembravano bambini davvero incredibilmente ben educati”, ha detto l’ex olimpionico Mark Tewksbury a People, sottolineando che probabilmente è stato travolgente per loro. L’esperta di genitorialità Gifty Enright era d’accordo, dicendo a The US Sun che il comportamento dei bambini era “impeccabile”. Questo, ovviamente, si riflette bene sui genitori, il principe William e Kate Middleton.

“Hanno capito intuitivamente quanto sarebbe stato importante per i bambini essere inclusi”, ha detto Enright, definendo la decisione “un colpo da maestro”. Le è piaciuto anche il modo in cui la principessa Catherine ha confortato i suoi figli durante la cerimonia con un tocco gentile. “Questa è stata ancora una volta Kate che mostra quanto sia sicura e intuitiva come madre”, ha detto Enright. “Invece di proteggere i bambini dalla realtà della vita, li espone ad essa, ma mette in atto strategie per sostenerli”. Questo, ha detto Enright, è il modo in cui i bambini costruiscono la resilienza e preparano questi bambini particolari per una vita circondata da cerimonie e servizio, che si gioca sotto gli occhi del pubblico. “Non c’è formazione migliore per il lavoro che ci aspetta che frequentare il loro [great-]il funerale della nonna in così giovane età con lo sguardo pieno dei media di tutto il mondo su di loro”.

Anche i non esperti sono rimasti colpiti. “Sono così incredibilmente orgoglioso del principe george e della principessa charlotte”, un osservatore reale twittato. “Hanno gestito oggi con il rispetto e la maturità oltre i loro anni.” A una foto della mano di Catherine sulla schiena di Charlotte, un’altra twittato, “Quella è una brava mamma proprio lì!” Ma non tutti pensavano che avrebbero dovuto essere lì in primo luogo.

Non tutti pensano che i bambini avrebbero dovuto partecipare al funerale

Dato il controllo pubblico, molti hanno ritenuto che i bambini non avrebbero dovuto partecipare al funerale, spesso paragonandolo al funerale della principessa Diana nel 1997. Una persona twittato, “William non ha imparato nulla dal funerale di sua madre?” All’epoca, il principe William aveva 15 anni e Harry 12. Uno tweeter ha persino anticipato la risposta a questa critica, dicendo: “Aspettando che i media britannici mettano in fila tutti questi ‘esperti’ bambini che insisteranno sul fatto che va benissimo, al fine di giustificare i loro colpi di denaro….”

E sì, esperti e non esperti hanno entrambi pesato. “Parte della vita! Andrà bene!” un tweeter ha rispostomentre un altro ha scritto, “Fidati del giudizio dei genitori”. Lo storico David Starkey ha menzionato le nette differenze tra le situazioni, raccontandole GB Notizie, “Questa non è una tragedia drammatica, è qualcosa che è nel corso della vita umana”. La professoressa di psichiatria Susan Rees ha detto a Yahoo News Australia: “La letteratura è chiara sul fatto che se i bambini sono ben preparati per un funerale, sanno cosa aspettarsi e cosa aspettarsi e hanno molto sostegno intorno a loro, sono d’accordo a partecipare a un funerale. funerale.”

L’esperto di genitorialità Gifty Enright è d’accordo, dicendo a The US Sun: “Sarebbe stato un peccato derubare [the children] di condividere il proprio dolore personale con gli altri che amavano [Elizabeth] altrettanto escludendoli dal funerale.” Anche la decisione di lasciare a casa il principe Louis di 4 anni ha mostrato come “il principe e la principessa di Galles [are] molto astuti quando si tratta della loro genitorialità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui