La sindrome dell’ovaio policistico colpisce fino a 5 milioni negli Stati Uniti, secondo il CDC. E l’attore-cantante-multi-trattino Keke Palmer sembra essere uno di loro, ha rivelato in un post Instagram di inizio dicembre 2020.

Nella candida condivisione di Instagram, Palmer ha pubblicato tre foto ravvicinate del suo viso, che era privo di trucco e notevolmente segnato dall’acne.

“[PCOS] mi ha attaccato dall’interno verso l’esterno per tutta la mia vita e non ne avevo idea “, ha sottotitolato le immagini.” La mia acne è stata così grave che le persone nel mio campo si sono offerte di pagarmi per farla riparare. “Tuttavia, nonostante tutto del trattamento che ha subito (Palmer ha notato che oltre ad altri metodi, ha fatto due cicli di Accutane) l’acne era ancora lì – ed era persistente. Potrebbe averle richiesto molto lavoro sulle gambe, ma Palmer alla fine ha scoperto la causa principale Scopri di più sulla ricerca di Palmer di seguito.

Come ha fatto Keke Palmer a rendersi finalmente conto di avere la PCOS?

La PCOS è “un disturbo ormonale comune tra le donne in età riproduttiva”, osserva la Mayo Clinic. “Le donne con PCOS possono avere periodi mestruali poco frequenti o prolungati o livelli eccessivi di ormoni maschili (androgeni). Le ovaie possono sviluppare numerose piccole raccolte di liquidi (follicoli) e non riescono a rilasciare regolarmente le uova”.

Nella condivisione Instagram di Keke Palmer del dicembre 2020, in cui ha rivelato di aver sofferto del disturbo per “tutta la sua vita”, ha anche spiegato come ha finalmente scoperto con cosa ha avuto a che fare dopo che numerosi trattamenti per l’acne hanno fallito.

“… Mi ci è voluta dare uno sguardo personale alla mia famiglia che ha una storia di diabete e obesità, per capire cosa stava realmente accadendo con me”, ha divulgato, spiegando che “ha fatto la ricerca” e ha portato le sue scoperte a un medico, che ha portato a “una corretta diagnosi” di PCOS.

“Non sto dicendo che fidati del web md per tutto haha”, ha scherzato Palmer, “ma quello che sto dicendo è che nessuno può aiutarci come noi possiamo aiutare noi stessi”. Non c’è niente come essere il tuo avvocato e, nel caso di Palmer, il suo profondo tuffo nella sua storia medica ha portato a un’importante scoperta su se stessa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui