Michelle Pfeiffer recita da quando aveva appena 20 anni. E non solo in tutti i ruoli, ma in quelli iconici come Catwoman in “Batman Returns” del 1992 e la gelida Elvira in “Scarface” del 1983. Pfeiffer si è presa una grande pausa dalla recitazione per un decennio, il che ha fatto supporre a molti fan che si fosse ritirata. In un lungometraggio per Interview nel 2017, Pfeiffer ha detto al regista Darren Aronofsky che i suoi sentimenti per la sua arte non sono cambiati, ma si è trovata così esigente con i ruoli da essere “inaffidabile”.

Pfeiffer è tornata sulla scena della recitazione e si è aperta di più sulla sua vita personale. Parlando con Urbanette, l’attore ha rivelato di essere vegana da molto tempo. “Mangiare una dieta vegana – è molto più salutare – ed eviti molte tossine che potrebbero invecchiare la tua pelle e il tuo corpo”, ha detto Pfeiffer. “Più invecchio, più mi viene in mente che lo sto facendo per vivere più a lungo, anche se la componente di vanità sarà sempre lì.”

Ma da giovane attrice che cercava il suo posto a Hollywood alla fine degli anni ’70, era vulnerabile e fu coinvolta in un bizzarro culto. Quella che era iniziata come una semplice moda per la salute divenne ben presto qualcosa di molto più pericoloso.

Michelle Pfeiffer si è trovata in una setta che non credeva nel cibo o nell’acqua

Secondo USA Today, Michelle Pfeiffer ha dichiarato nel 2013 alla rivista Stella di The Sunday Telegraph di essersi trovata coinvolta nel “respiro” come nuova arrivata sulla scena della recitazione di Los Angeles. Secondo GQ, il culto della salute crede che gli esseri umani abbiano bisogno solo della luce solare e dell’aria per sopravvivere. Pfeiffer afferma di essere stata presentata da una coppia quando aveva 20 anni ed era appena arrivata a Hollywood. Questa coppia ha affermato di essere personal trainer. “Erano molto controllanti. Non vivevo con loro, ma ero lì molto e mi dicevano sempre che dovevo venire di più”, ha detto l’attore. “Ho dovuto pagare per tutto il tempo che sono stato lì, quindi è stato molto faticoso dal punto di vista finanziario”. Secondo Vanity Fair, “lavoravano con i pesi” e la nutrizione, il che li faceva sembrare a Pfeiffer come qualsiasi altro tipo di dieta californiana.

Mentre cercava di navigare in questo strano mondo, Pfeiffer stava cercando di entrare nella recitazione evitando il typecasting. Ha detto al New York Times nel 1995 che “aveva bisogno di imparare a recitare”, perché nel frattempo “stava giocando a bimbos e incassando il mio aspetto”. Ma anche se critici come Pauline Kael hanno descritto Pfeiffer come “paradisiacamente bello”, l’attore è ancora ossessionato da ogni possibile difetto fisico. Pfeiffer si è assicurata di scegliere ruoli che mostrassero donne laboriose, “perché è quello che sono”, ha detto all’epoca.

Michelle Pfeiffer è riuscita a fare una seria carriera di attrice

Nel suo primo ruolo importante, la Pfeiffer è stata scelta per interpretare Stephanie Zinone in “Grease 2”. Anche se il film è stato bombardato, il New York Times ha scritto nella sua recensione del film del 1982 che il nuovo arrivato Pfeiffer “riesce a sembrare molto più spensierato ea suo agio di chiunque altro nel cast”.

Quando la sua carriera è decollata, si è resa conto di trovarsi in una situazione pericolosa. Pfeiffer afferma di non aver percepito il pericolo in cui si trovava veramente fino a quando il suo primo marito, Peter Horton, non l’ha aiutata a vedere quanto fossero realmente controllanti questi “personal trainer”. USA Today ha riferito che Horton stava facendo ricerche sulla Chiesa dell’Unificazione, meglio conosciuta come i Moonies, per un ruolo e le somiglianze hanno colpito Pfeiffer. “Stavamo parlando con un ex-Moonie e stava descrivendo la manipolazione psicologica, e ho appena cliccato”, ha descritto il momento in cui ha capito che il respiro è un culto. “Ero in uno.”

The Sun (tramite il New York Post) riferisce che le persone insegnano e predicano ancora questo metodo malsano, inclusa una coppia che afferma di non mangiare da quasi un decennio. Il Breatharian Institute of America è stato fondato da Wiley Brooks, che ha affermato di aver vissuto senza cibo per 19 anni, secondo SFGate. Brooks è stato accusato di mangiare fast food da un seguace disilluso nel 1983.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui