La realizzazione di “Black Swan” è stata molto lunga per Natalie Portman e il regista Darren Aronofsky, poiché i due avevano cercato di realizzare il progetto per anni prima di pubblicarlo finalmente nel 2010. “Abbiamo avuto molte conversazioni sulla sceneggiatura. In infatti, ha contribuito a cambiare completamente il finale del film”, ha detto il regista a The Telegraph nel 2011.

Lavorare al film è stato un processo estenuante per la Portman, che si è impegnata a fondo nel ruolo di una ballerina emotivamente disturbata. “Ci sono state alcune notti in cui ho pensato che sarei letteralmente morta”, ha detto a Entertainment Weekly nel 2010. L’attore di “Jackie” non è stato l’unico a essere stato spinto al limite durante le riprese, come il suo co- anche la star Mila Kunis ha subito una litania di infortuni. “Mi sono lussato la spalla due settimane prima della produzione; nel primo mese di prove mi sono strappato il legamento del polpaccio”, ha detto Kunis a Vogue UK nel 2011.

Prima di intraprendere insieme il processo di ripresa fisicamente ed emotivamente estenuante, Portman e Kunis erano amici che spesso uscivano nei fine settimana liberi. “Ma a me e Nat piace andare ai mercatini delle pulci. Eravamo a Los Angeles, al mercato delle pulci a fare affari, [because] è quello che facciamo la domenica mattina”, ha detto a Vogue UK la star di “Friends with Benefits”. La loro comodità ha contribuito a rendere una scena di baci/amore salaci tra i due attori “molto più facile” da filmare, secondo Kunis. Le impegnative riprese tuttavia mise alla prova i limiti della loro amicizia.

Come il regista ha creato attrito tra le due stelle

In “Black Swan”, la tensione tra Nina di Natalie Portman e Lily di Mila Kunis era fondamentale poiché le due interpretavano ballerine in competizione. Portman credeva che il regista Darren Aronofsky avesse cercato di creare attrito tra le due star del film per rendere le loro interpretazioni ancora più credibili. “Diceva: ‘Oh, Mila sta facendo davvero bene con le sue cose. È molto meglio di te'”, ha detto l’attore di “Annihilation” al Los Angeles Times nel 2010. “Darren ci raccontava cose l’uno dell’altro per cerca di farci ingelosire. Penso che stesse cercando di creare una rivalità nella vita reale tra noi”.

Nonostante gli sforzi del regista, c’era forse una tensione di breve durata ma nessuna animosità tra Portman e Kunis. “Eravamo davvero grandi amici prima della produzione. Siamo davvero grandi amici ora”, ha detto al Times la star di “That ’70s Show”. Aronofsky ha detto che voleva che la coppia trovasse la propria ispirazione prima di girare le scene. “Non volevo che confrontassero le note”, ha detto al Times.

Sebbene l’amicizia tra i due A-listers sia rimasta intatta, sono stati spinti al limite. “L’aspetto fisico è stato il più vicino possibile a un completo esaurimento mentale”, ha detto Kunis a She Knows nel 2010. Mentre i personaggi si scontravano nel film, Portman ha cercato di prendere le distanze dall’ossessionata ballerina. “Non appena finisco una scena, torno a essere me stessa”, ha detto a She Knows. Sono rimasti amici, ma lavorare al film impegnativo ha cambiato la dinamica della relazione tra Portman e Kunis.

Natalie Portman e Mila Kunis hanno entrambe cambiato corpo

Anche se i personaggi di Natalie Portman e Mila Kunis erano in contrasto fisico ed emotivo per “Black Swan”, il processo di collaborazione ha contribuito a rafforzare il loro legame. La Portman è rimasta colpita dalla dedizione mostrata dalla sua co-protagonista durante le riprese. “È fantastico vedere qualcuno fare così bene in un contesto lavorativo dopo aver capito che è solo una persona divertente e simpatica”, ha detto l’attore di “Thor” a MTV News nel 2010. La Portman ha riso della dicotomia tra il suo rapporto personale e professionale con Kunis. “Mila ed io abbiamo passato ‘notti in tuta’ guardando ‘Top Chef’ e all’improvviso eravamo sul set insieme in tutù, emaciati e stanchi”.

Entrambi gli attori si sono ridotti per entrare in forma di balletto per i loro ruoli. La Portman ha affermato che il regista Darren Aronofsky l’ha sfidata a diventare più magra “senza ammalarsi”, come ha detto al Los Angeles Times nel 2010. Nel frattempo, Kunis ha apprezzato il giorno in cui le riprese sono terminate in modo che potesse ricominciare a mangiare normalmente. “Mi ci sono voluti cinque mesi per perdere 20 libbre e mi ci sono volute ore per recuperarle”, ha detto a Collider nel 2010.

Portman e Kunis non hanno avuto problemi a cedere il potere ad Aronofsky durante le riprese. “Il tuo regista è il tuo tutto e ti dedichi a loro perché vuoi aiutare a creare la loro visione”, ha detto Portman a She Knows nel 2010. Kunis ha discusso del motivo per cui si sentiva a suo agio nel rimandare al regista. “Ho sempre considerato Darren come una rete di sicurezza, ed è stato assolutamente fantastico”, ha detto a Collider. Eppure, nessuno dei due attori ha permesso al regista di entrare veramente nella loro amicizia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui