“Friday Night Lights” è un tesoro americano. Ispirato da una storia vera su una squadra di football del liceo del Texas occidentale, la sua prima iterazione sullo schermo è stata il film del 2004, interpretato da Billy Bob Thornton nei panni del leggendario allenatore Gary Gaines, per Screen Rant. Nel 2006, la NBC ha lanciato la serie TV, con Kyle Chandler e Connie Britton come headliner del cast nei panni di Eric Taylor, allenatore dei Dillon Panthers, e Connie Britton nei panni di sua moglie Tami.

“FNL” ha lottato nelle classifiche, nonostante il plauso della critica dello spettacolo. Anno dopo anno, i fan fedeli si sono radunati per mantenerlo in onda per cinque stagioni, per CBR. La serie ha colpito le persone nelle piccole città di tutta l’America, dove il football del venerdì sera è il passatempo preferito. “Friday Night Lights” “diventerà sicuramente uno dei più grandi drammi televisivi di sempre”, secondo Odyssey.

Naturalmente, lo spettacolo non riguarda solo il calcio. Riguarda i giocatori e le persone che li circondano, che affrontano sfide della vita reale come il razzismo, la dipendenza e la salute mentale. Più di ogni altra cosa, “Friday Night Lights” offre ispirazione e speranza. L’allenatore Taylor diceva spesso alla sua squadra: “Occhi limpidi, cuori pieni, non posso perdere”. Era il suo modo di dire loro di giocare con il cuore oltre che con la testa. L’amata serie ha trasformato alcuni artisti affermati in nomi familiari e ha lanciato la carriera di molti altri, tra cui Taylor Kitsch e Jesse Plemons. Abbiamo tutti i dettagli su ciò che questo talentuoso cast sta facendo oggi.

Kyle Chandler ha la sua scelta di ruoli prugna

Kyle Chandler ha recitato nel ruolo del devoto padre di famiglia e allenatore Eric Taylor in “Friday Night Lights”. Chandler, che è diventato famoso con “Early Edition” della ABC, ha lavorato a stretto contatto con i produttori di “FNL” sulle sue sceneggiature, a volte tagliando i suoi dialoghi e dicendo tutto con uno sguardo. Il creatore della serie Jason Katims ha spiegato a The Hollywood Reporter: “Per quanto qualsiasi attore con cui abbia mai lavorato, si trattava tanto di ciò che si trovava tra le righe quanto di ciò che diceva”.

Dopo “FNL”, il nativo di Buffalo, New York, ha iniziato un altro sport, interpretando un giovane giocatore di baseball in “Homefront” della ABC. Chandler è poi apparso in “Zero Dark Thirty”, “Argo” e “The Wolf of Wall Street”. Tutti e tre i film sono stati contendenti per il miglior film. Nel film del 2016 “Manchester by the Sea”, Chandler interpreta un padre che sa che sta per morire. “Molto di ciò che il mio personaggio attraversa accade fuori dallo schermo, ma riesco comunque a riempirlo come attore”, ha detto a Esquire nel 2017.

Chandler ha anche recitato nel film drammatico per famiglie “Bloodline” per tre stagioni. E c’era un’altra parte che l’attore non poteva rifiutare: George Clooney, che definisce Chandler “uno dei miei attori preferiti”, in “Men’s Journal”, lo ha scelto come bombardiere dell’Air Force in “Catch 22”, l’adattamento del 2019 di Il romanzo di Joseph Heller. “Ero spaventato a morte”, ha ammesso Chandler. “Ma la mia carriera è stata piena di queste situazioni in cui ho opportunità a cui non puoi dire di no”.

Connie Britton si è trasferita dal Texas al Tennessee

Dopo la sua svolta decisiva come Tami Taylor, Connie Britton è passata a un’altra serie di successo. Da “Friday Night Lights” alle luci intense della musica country, ha recitato nel ruolo di Rayna Jaymes, “regina del paese” in “Nashville” per cinque stagioni. Nel 2012, Britton ha detto a NPR che il ruolo nella sua prima serie musicale era “estremamente impegnativo”. “Ci sono molti giorni in cui penso tra me e me: cosa stavo pensando? Devo aver perso la testa”.

Britton ha anche ottenuto il ruolo ricorrente di Vivien Harmon, una violoncellista che cerca di ricostruire la sua vita, in “American Horror Story”. Sebbene si sia divertita con Dylan McDermott in “AHS”, Britton ha ammesso a The Hollywood Reporter nel 2018 che è troppo spaventoso per lei da guardare. Nella vera serie poliziesca di Bravo, “Dirty John”, ha interpretato Debra Newell, una donna di successo in cerca di amore. “È stata truffata da questo ragazzo che stava solo depredando le sue idee su se stessa come donna e su chi dovrebbe essere come donna”, ha detto l’attore a Us Weekly.

Nel 2022, il ruolo di Britton nella prima stagione della serie HBO vincitrice di un Emmy “The White Lotus” le è valso una quinta nomination agli Emmy. Nei panni del CEO di successo Nicole Mossbacher, Britton, insieme a suo marito (Steve Zahn) e alla figlia (“Euphoria’s” Sydney Sweeney), trascorre una vacanza alle Hawaii che va fuori dai binari. “Questa donna è sulla carta così potente e tuttavia nella sua vita personale in realtà così impotente”, ha detto la nativa di Boston a Vanity Fair. “È stato divertente da esplorare.”

Taylor Kitsch ha recitato in alcuni film ad alto budget

Taylor Kitsch ha interpretato il travagliato terzino Tim Riggins in “Friday Night Lights”. L’attore ha già avuto alcuni importanti crediti sul grande schermo prima della fine di “FNL”, in particolare come Gambit in “X-Men Origins: Wolverine” del 2009 e nel film d’azione di fantascienza del 2012 “Battleship” con Alexander Skarsgard e Rihanna. Sfortunatamente, il suo primo grande successo da protagonista, come il ruolo da protagonista in “John Carter”, è stato un disastro da 300 milioni di dollari, secondo The Wrap.

Ma l’attore ha continuato con altri film d’azione come “Savages” e “Lone Survivor”. Nel 2014, ha preso una brusca svolta a sinistra, interpretando un attivista gay nel film TV di Ryan Murphy “The Normal Heart”, basato sull’opera teatrale di Larry Kramer sui primi giorni dell’epidemia di AIDS. “È stata un’opportunità per raccontare qualcosa che è più grande di tutti noi e deve ancora essere raccontata”, ha detto Kitsch a Time. Ha anche recitato nella seconda stagione di “True Detective”.

Nel 2018, Kitsch ha interpretato il leader della setta David Koresh nella miniserie “Waco”, di cui è stato anche produttore esecutivo. Nel film del 2017 “Only The Brave”, Kitsch è entrato nei panni di Chris MacKenzie, uno specialista degli incendi, noto anche come “hotshot”. MacKenzie è morto mentre era in servizio, insieme a 18 colleghi vigili del fuoco, nell’incendio di Yarnell Hill nel 2013. “Non sapevo nemmeno cosa fosse un hotshot”, la star di “The Terminal List” ha condiviso con Vanity Fair nel 2017. ” Il bello di questo lavoro è che ti avvolgi davvero in questo tipo di ritmi”.

Aimee Teegarden ha interpretato una varietà di personaggi

Aimee Teegarden ha interpretato Julie Taylor per sei stagioni in “Friday Night Lights”. Teegarden aveva solo 16 anni quando è stata scelta ed è stato il primo pilot che aveva prenotato. “Non avevo idea in cosa stavo davvero entrando”, ha detto a Nylon nel 2016. “Succede tutto quando deve accadere e i pezzi giusti in un certo senso cadono insieme”. Nel 2011, ha interpretato Jenny Randall in “Scream 4”. Ha anche recitato insieme a Dennis Quaid nel thriller per adolescenti “Beneath the Darkness”.

Nella serie di fantascienza di breve durata della CW “Star-Crossed”, Teegarden, nei panni di Emery, si ritrova a innamorarsi di un alieno interpretato da Matt Lanter. “Emery… trascorre gran parte della sua vita dentro e fuori dall’ospedale con una malattia autoimmune, quindi è una combattente di nascita”. In “Notorious” della ABC, Teegarden ha interpretato un avvocato che cerca di cambiare il modo in cui i media possono influenzare processi di alto profilo. “Lo spettacolo nel complesso parla di come viviamo in un mondo in cui il sistema giudiziario non sempre produce un risultato giusto”, ha detto a Pop Culture.

Nel 2022, Teegarden ha collaborato con l’ex di “NYPD Blue” Gail O’Grady in “Heart of the Matter” di Hallmark. Interpreta una donna che sta appena facendo decollare la sua carriera quando commette un errore che le cambierà la vita. Parlando a TV Fanatic del ruolo, ha detto: “Mi piace trovare materiale con cui mi connetto, con personaggi e temi davvero pieni che toccano questioni più grandi”.

Scott Porter ha interpretato un cattivo in The Good Wife

In “Friday Night Lights”, Scott Porter ha interpretato Jason Street, il quarterback stellare che subisce un infortunio devastante nel primo episodio. L’attore, che si è fatto le ossa in “Altar Boyz”, un musical off-Broadway, ha mostrato la sua abilità vocale nel film del 2009 “Bandslam” insieme a Vanessa Hudgens. L’opportunità di lavorare con Rachel Bilson e Jamie King nella serie CW “Hart of Dixie” ha segnato tutte le scatole per Porter.

“È stato bello lasciarsi alle spalle il dramma e trovare una commedia intelligente, scritta in modo intelligente e dai toni più leggeri, ambientata in un luogo che potesse sembrare una produzione teatrale”, ha detto all’HuffPost. Nel 2011, Porter ha interpretato Blake Calamar, un investigatore che minaccia il lavoro di Kalinda (Archie Panjabi) alla Lockhart/Gardner in “The Good Wife”, e i fan di Kalinda non ce l’hanno fatta. “Non provo più odio per nessun altro ruolo di Blake Calamar… ed è perché Archie [Panjabi] era così bravo come Kalinda, e stavo scherzando con il loro Kalinda”, ha rivelato Porter a Entertainment Weekly.

Porter ha anche interpretato la detective Carol Corbett, l’interesse amoroso di Ella nella sesta stagione di “Lucifer”. In un’intervista del 2021 con Us Weekly, il padre sposato di due figli ha detto che considera sempre come la sua scelta di progetti influenzerà la sua famiglia. L’attore di “Ginny & Georgia”, la cui carriera è decollata dopo “Friday Night Lights”, afferma di essere ora aperto a nuove idee e nuove prospettive.

Adrianne Palicki è una star d’azione che prende a calci in culo

Adrianne Palicki ha interpretato Tyra Collette, un’adolescente ipersessualizzata, in “Friday Night Lights” per tre stagioni. La nativa dell’Ohio si è guadagnata il posto di eroe d’azione e ha le cicatrici della battaglia per dimostrarlo. Durante le riprese di una scena per la rivisitazione del 2012 di “Red Dawn” con Josh Peck, una granata le è esplosa in faccia, Palicki ha detto a MTV News. “Ho bruciato [the side] della mia faccia e del mio sopracciglio erano bruciati, e i miei capelli in quella zona … Ricordo che l’AD in quel momento disse: “Posso fare qualcosa per te?” E io ero tipo “Voglio solo tequilaaaaa”.

Palicki, a cui piace fare le proprie acrobazie, si è allenata duramente per il ruolo della signora Perkins in “John Wick” insieme a Keanu Reeves. “Quindi non sono mai stata così dolorante in vita mia. Ma la cosa più bella è che ora so come gettare un uomo adulto alle mie spalle, il che è davvero fantastico”, ha condiviso con CBR. Palicki si è anche unito al MCU, interpretando Bobbi Morse nella serie “Agents of SHIELD” e nel film TV “Marvel’s Most Wanted”.

Nel 2017, Palicki ha assunto un ruolo meno traumatico in “The Orville”, recitando al fianco del creatore di “I Griffin” Seth McFarlane nei panni della sua ex moglie. L’attore ha detto a Collider che la nostalgia l’ha portata al dramma spaziale di fantascienza. “Mi sentivo come se stessi guardando uno spettacolo della mia infanzia, alla fine degli anni ’80, seduto lì con i miei genitori e provando quella bella sensazione di speranza”.

Minka Kelly sta giocando sui suoi punti di forza

In “Friday Night Lights”, Minka Kelly ha interpretato Lyla Garrity, una cheerleader che è uscita con due stelle del calcio. Dopo “FNL”, la carriera dell’attore non ha esattamente dato fuoco al mondo. Jason Katims l’ha scelta per interpretare Gaby, l’aiuto comportamentale di Max in “Parenthood”. “Da un lato, è affascinante e accomodante, ma è anche discretamente energica, il che è qualcosa che questo ruolo richiede”, ha detto Katims a Entertainment Weekly nel 2010.

Uno dei ruoli più importanti di Kelly è stato quello di Eve French nel riavvio della TV “Charlie’s Angels” del 2011. Kelly, la cui madre era una spogliarellista, a volte doveva badare a se stessa, come Eve, che è un’orfana. “Sono figlia unica e sono stata cresciuta da una madre single, e ci siamo spostati molto. Capisco di cosa si tratta”, ha spiegato a Collider. L’attore ha anche interpretato Dawn Granger, un personaggio ricorrente nella serie di supereroi “Titans”. “È molto forte e cattiva e può eliminare alcune persone se necessario”, ha detto Kelly a WGNO nel 2018.

Nel 2022, “Sexiest Woman Alive” di Esquire del 2010 si è unita al cast di “Euphoria” della HBO in un ruolo che è stato scritto appositamente per lei. Kelly interpreta Samantha, una mentore di Maddy, e l’attore ammette di vedere molto di se stessa nel personaggio più giovane. “Avevo un po’ di atteggiamento”, ha detto Kelly a Vanity Fair. “Mi sono truccata in quel modo al liceo. Ho anche avuto la mia parte di relazioni tossiche”.

Zach Gilford voleva ruoli da ragazzaccio dopo FNL

Zach Gilford ha interpretato il bravo quarterback Matt Saracen in “Friday Night Lights”. In seguito, ha assunto un ruolo diverso in “Off the Map” della ABC, interpretando un dottore che lavora nella giungla sudamericana. “Ero entusiasta di questo spettacolo perché anche se non è esattamente il ragazzaccio, a volte posso essere un po’ meno buono”, ha spiegato Gilford a TV Line nel 2011. Nel dramma del liceo del 2016 “Dare”, il l’attore ha interpretato un altro atleta sensibile, recitando al fianco di Emmy Rossum.

Gilford sembra aver trovato una nicchia nel regno dell’orrore. Nel 2014, ha recitato in “The Purge: Anarchy” con la moglie nella vita reale Kiele Sanchez, seguito da un’acclamata interpretazione di Riley Flynn nella serie Netflix del 2021 “Midnight Mass”. Gilford attribuisce il merito al creatore della serie Mike Flanagan, che “fa il genere horror in un modo diverso”. Gilford ha aggiunto: “La parola ‘orrore’ è un ombrello così grande e quando lo diciamo la gente dice ‘Non mi piace’, ma non è cruento. Non è nemmeno spaventoso, è solo un po’ inquietante, forse. “

Nel 2009, Gilford ha detto al New York Magazine di aver quasi perso il suo ruolo da protagonista in “Friday Night Lights”. Dipendeva da lui e da un altro ragazzo, il cui manager lo aveva prenotato due volte. “La leggenda ce l’ha [executive producer] Peter Berg ha detto: “Bene, non voglio più quel ragazzo, voglio quel ragazzo Zach”. Peter è pazzo”, ha aggiunto Gilford. “In senso buono”.

Jesse Plemons è al top del suo gioco

Jesse Plemons ha interpretato Landry Clarke, il migliore amico nerd di Matt in “Friday Night Lights”. Non era una star sul campo di calcio, ma la carriera di attore di Plemons ha preso il sopravvento dopo lo spettacolo. Ha interpretato il cuoco psicopatico Todd Alquist in “Breaking Bad” di AMC e nel film sequel. Si è guadagnato il soprannome di “Meth Damon” per il ruolo a causa della sua somiglianza con Matt Damon, secondo Your Next Shoes. Nel 2016, Plemons ha ottenuto la sua prima nomination agli Emmy, interpretando Ed Blumquist nella seconda stagione di “Fargo”, insieme alla sua attuale moglie Kirsten Dunst nei panni di una coppia assassina.

In “Game Night” del 2018 nei panni di Gary, un poliziotto solitario, l’attore ha dimostrato di essere altrettanto bravo nelle commedie. BuzzFeed ha dichiarato: “Plemons offre una delle esibizioni cinematografiche più divertenti degli ultimi cinque anni”. Nel 2021, l’attore ha parlato con The Guardian del suo ruolo acclamato dalla critica nel thriller psicologico “Sto pensando a finire le cose”. “Mi piace essere trascinato in direzioni diverse e andare in tutte queste tane del coniglio”, ha detto il nativo del Texas.

Dopo aver interpretato un agente dell’FBI in “Judas and the Black Messiah”, Plemons ha trovato il ruolo di una vita nel film vincitore del 2021 di Jane Campion, “The Power of the Dog”. La sua interpretazione di George Burbank, un ricco allevatore del Montana e fratello di Benedict Cumberbatch, gli è valsa una nomination all’Oscar.

Gaius Charles ha giocato con alcuni atleti di calcio

Gaius Charles, che ha interpretato il runningback “Smash” Williams in “Friday Night Lights”, ha mantenuto le scarpe per il suo concerto successivo, come un altro giocatore di football nella serie sportiva statunitense “Necessary Roughness”. A differenza dell’audace e sicuro di sé Smash, Damon Razor è un atleta di talento che mette in discussione la propria autostima. Parlando con Yahoo! nel 2012 riguardo al ruolo, Charles ha spiegato: “Il mio personaggio è alle porte del successo nella NFL e in qualche modo sente di non meritarlo”.

Per due stagioni, Charles ha interpretato il dottor Shane Ross in “Grey’s Anatomy”. L’implacabile residente in chirurgia ha detto al suo mentore, il dottor Chang, (interpretato da Sandra Oh), “Voglio essere responsabile della mia educazione e scelgo te. Puoi dire di no, ma ti tormenterò finché non dirai di sì”. Nella serie TV del 2017 “Taken”, Charles ha interpretato il leader di una squadra di Black Ops. “È in parte interrogatore, in parte assassino, in parte detective”, ha detto l’attore in un’intervista (tramite Cleveland.com).

Charles è apparso anche in “God Friended Me”, “Roswell, New Mexico” e nella serie musicale di breve durata della ABC “Queens”. L’attore, che reciterà in “L’isola dei morti”, uno spin-off di “The Walking Dead”, ripensa con affetto al personaggio di “Friday Night Lights” che ha lanciato la sua carriera. “Ho iniziato interpretando questo giocatore di football tarchiato e standard, e poi la storia si è aperta in questo giovane fantastico, ricco di sfumature, complicato e conflittuale”, ha condiviso con TV Guide nel 2008.

Brad Leland è un texano irriducibile

Brad Leland è nato in Texas e lì ha giocato a football al liceo. Alcuni dei suoi primi crediti di recitazione includevano alcuni spot come ospite in “Dallas” e ha interpretato Big Rig Bob nel film horror del 2003 “The Texas Chainsaw Massacre”. Quando si è presentato alla sua audizione per “Friday Night Lights”, il regista Peter Berg ha finito per scegliere Leland come protagonista del calcio sia nel film che nella serie TV.

“È arrivato con un vecchio cappello da cowboy e un paio di scarpe da ginnastica”, ha detto Berg a Chron nel 2009. “Mi piaceva il suo look. Era una specie di Texas, ma c’era qualcosa di unico”. Dopo “FNL”, Leland è apparso sul grande schermo in “Deepwater Horizon” del 2016 e ha recitato insieme a Treat Williams nel dramma avventuroso del 2019 “The Great Alaskan Race”. In “Veep”, ha interpretato un senatore degli Stati Uniti che ha corso contro Selina Meyer.

Nel 2017, l’attore teatrale veterano è tornato alle sue radici, salendo sul palco per una produzione del Dallas Theatre Center di “A Christmas Carol”. Come ha condiviso con The Dallas Observer, “Pensavo che questo fosse esattamente quello che dovevo fare: tornare alla magia e alla cosa che mi ha portato qui”. Per quanto riguarda lo show televisivo che lo ha reso famoso, Leland ha detto a USA Football che l’eredità sopravvive. “Non passa giorno in cui qualcuno non si avvicini a me e non dica ‘occhi chiari, cuori pieni’… Penso che durerà per anni dopo che saremo tutti andati.”

Matt Lauria si è rinforzato e si è appassionato ai ruoli

Matt Lauria, che si è unito a “Friday Night Lights” nella quarta stagione come Luke Cafferty, ha segnato alcuni ruoli importanti dopo il suo periodo. In “Parenthood”, ha interpretato Ryan, un soldato che ha una relazione con Amber, interpretata da Mae Whitman. Parlando con TV Guide nel 2013, Lauria ha detto che lui e Whitman hanno fatto clic subito. “Mae ed io, nei primi due episodi, pensavamo di essere davvero arrivati ​​a qualcosa di speciale. Quindi entrambi ci abbiamo messo tutto il cuore”.

Nella serie di DirecTV “Kingdom”, Lauria ha interpretato un campione di MMA che è appena uscito di prigione. Inoltre, la sua ex ragazza è sposata con il suo caro amico. “Ho solo pensato che fosse una storia interessante di un ragazzo che è un guscio di se stesso”, ha detto Lauria a Backstage nel 2015. L’attore ha seguito un allenamento al campo di addestramento con professionisti dell’UFC e ha guadagnato 18 libbre di muscoli per il ruolo, secondo Men’s Journal. Nel 2021, Lauria è apparsa in “CSI: Vegas” nel ruolo dell’investigatore principale Josh Folsom.

“Uno degli aspetti più dinamici di Josh è che sa come pensano e si comportano i criminali: è la vita o la morte; non puoi permetterti di farti beccare, di commettere errori e di essere beccato”, ha spiegato Lauria a Geek Girl Authority. La serie occupa un posto speciale nel cuore di Lauria. “Ha solo questo significato implicito”, ha detto a Entertainment Weekly nel 2011. “Per me, è stato un tale onore lavorarci”.

Stacey Oristano ha una ragione per amare Una mamma per amica

Stacey Oristano ha interpretato la spogliarellista Mindy Riggins in “Friday Night Lights”. Da allora ha ottenuto per lo più piccole parti e ruoli da guest star. Ma una nota produttrice, Amy Sherman-Palladino, ha dato all’attore due ruoli ambiti. Sherman-Palladino, che ha creato “The Marvelous Mrs. Maisel” e “Gilmore Girls”, ha scelto Oristano per il ruolo di un eccentrico stilista di nome Truly Stone in “Bunheads”, un film drammatico di breve durata che è stato presentato per la prima volta nel 2012 su ABC Family.

Oristano ha detto di aver acquisito un’abilità molto importante per qualsiasi progetto Sherman-Palladino. “Ho imparato rapidamente che potevo parlare molto velocemente e fare molto bene con tutti i dialoghi che mi hanno lanciato”, ha detto a The TV Junkies nel 2015. Le due donne hanno collaborato di nuovo nel 2016 per il riavvio, “Una mamma per amica: A Anno nella vita”. Come ha spiegato a TV Insider, quando Sherman-Palladino le ha inviato un’e-mail: “Ovviamente ci sarai tu; ti scriverò qualcosa”, Oristano era felicissimo.

Altri ruoli hanno incluso Trina in “Shameless”, Nurse Frankie in “Grey’s Anatomy” e Rebecca nel film horror del 2021 “The Stairs”. Oristano, che si esibisce anche sul palco, ha detto che “Friday Night Lights” è stata “la cosa più grande che mi sia mai capitata”, per Backstage.

“Dovevo essere solo in un episodio della prima stagione”, ha ricordato a The TV Junkies. Ma “mi hanno chiesto se ne avrei fatti altri due e da lì è decollato”.

Jurnee Smollett non evita i ruoli controversi

Jurnee Smollett ha recitato in TV e in film molto prima di unirsi a “Friday Night Lights” nei panni di Jess Merriweather. Ha interpretato Denise Frazer in “Full House” della ABC quando aveva 4 anni. Il suo ruolo da protagonista, all’età di 11 anni, è stato in “Eve’s Bayou”. In “FNL”, Smollett ha apprezzato Jason Katims che ha accolto con favore il suo contributo sullo sviluppo del suo personaggio. Come ha detto a W Magazine nel 2021, c’era una scena con Michael B. Jordan che non funzionava. “Lui [Katims] disse: ‘Cosa faresti?’ Così gliel’ho detto e lui ha detto: ‘Vai a farlo. Conosci una ragazza nera di 16 anni meglio di me.'”

Dopo essere apparso in ruoli ricorrenti in “Parenthood” e “True Blood”, Smollett ha collaborato con la sceneggiatrice Misha Green nel 2016, recitando in “Underground”, una serie storica sulla Underground Railroad. Molte persone hanno esortato l’attore a non interpretare il ruolo in un “dramma schiavo”. Per Bustle, Green le ha assicurato che non lo era. “Mi ha detto: ‘Questa è in realtà un’irruzione in una prigione. Questa è la storia della rivoluzione. Questa è la storia della rivolta.'”

Green ha anche co-creato “Lovecraft Country”, il dramma horror della HBO del 2020. Smollett ha ricevuto una nomination agli Emmy per la sua interpretazione di Leti, una sostenitrice dei diritti civili che finisce per essere inseguita da terroristi e mostri razzisti. Vanity Fair ha definito la serie “un gioco emozionante e agghiacciante attraverso il passato razzista americano”. Parlando con W Magazine, l’attore ha confermato: “Diavolo sì, Leti è un supereroe. Non devi indossare un mantello per fare cose straordinarie”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui