Lindsey Graham è stato uno dei più grandi sostenitori di Donald Trump durante tutta la sua presidenza; fino a dopo i risultati delle elezioni del 2020, cioè. Trump ha fatto gli straordinari per convincere i senatori repubblicani Graham e Mike Lee dello Utah a ribaltare la vittoria del presidente Biden, secondo “Peril”, un nuovo libro politico pubblicato da Bob Woodward e Robert Costa. Graham e Lee hanno dato a Rudy Giuliani e John Eastman la possibilità di convincerli a proseguire, e hanno persino proseguito con le proprie ricerche sulle elezioni, ma non è stato sufficiente per convincere i due senatori a dare una mano, secondo The Week.

Volendo una seconda opinione su ulteriori presunte prove ricevute da Giuliani, Graham è andato dal suo principale consigliere del Comitato giudiziario Lee Holmes per confermare i suoi pensieri sulla situazione. Secondo “Peril”, Holmes “ha trovato la sciatteria, il tono prepotente di certezza e le incongruenze squalificanti” e ha detto a Graham “che i dati nei promemoria erano un miscuglio, con un tono prepotente e una scrittura di terza media”. Per dimostrare il suo disgusto per i dati, secondo quanto riferito Holmes ha detto: “Posso ottenere un affidavit domani dicendo che il mondo è piatto”.

Due giorni dopo quella discussione, il 6 gennaio, gli insorti pro-Trump hanno preso d’assalto il Campidoglio nel tentativo di riprendersi la presidenza di Trump con la forza. Dopo che la sequenza di eventi caotici è passata, Trump e Graham hanno avuto una telefonata a disagio durante la quale sono state scambiate alcune parole intense. Quindi, cosa ha detto esattamente Graham a Trump sullo stato della sua eredità presidenziale?

Lindsey Graham ha detto a Donald Trump di aver incasinato la sua presidenza

Dopo che si è verificata la famigerata insurrezione, Graham ha rimproverato Trump e altri colleghi senatori repubblicani dall’aula del Senato per le obiezioni del collegio elettorale, secondo The Week. “Contatemi. È abbastanza. Ho cercato di essere utile”, ha dichiarato senza mezzi termini Graham. Tuttavia, secondo il Washington Post, da allora Graham ha cambiato atteggiamento, e visita persino Trump a Mar-a-Lago e gli parla “regolarmente” perché crede che il Partito Repubblicano abbia bisogno di lui. Ma ciò non ha impedito a Graham di trasmettere un po’ di amore duro a Trump per ciò che stava facendo alla sua eredità presidenziale, che non è andata così bene.

Secondo il Washington Post, Graham ha detto a Trump di aver gravemente rovinato la sua stessa presidenza. Trump non ha dignitoso quella dichiarazione con una risposta, ma invece ha improvvisamente riattaccato. Tuttavia, quella telefonata scomoda non ha impedito a Graham di aiutare Trump a ricucire le barriere all’interno del suo stesso partito. In effetti, due senatori repubblicani hanno raccontato a The Hill delle discussioni che Graham ha avuto con Trump mentre giocavano a golf insieme nel fine settimana del 18 settembre. Graham stava presumibilmente cercando di sistemare le cose tra Mitch McConnell e Trump.

“Lindsey era con il presidente lo scorso fine settimana. Da quanto ho capito, Trump ha detto qualcosa di complimentoso su Mitch”, ha detto un senatore del GOP. Si spera che Trump sarà in grado di guarire alcune vecchie ferite con i suoi ex colleghi, perché avrà bisogno di tutto il loro sostegno se vorrà tentare un’altra corsa presidenziale nel 2024.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui