Non disturbare Kip: è impegnato a fare spuntini con patatine, chattare online con ragazze tutto il giorno e allenarsi per diventare un combattente in gabbia. Quando “Napoleon Dynamite” è stato rilasciato nel 2004, le persone si sono immediatamente innamorate del fratello di Napoleon Dynamite, Kip Dynamite, interpretato da Aaron Ruell. Il film vedeva Jon Heder come protagonista e Haylie Duff in un ruolo secondario.

In un’intervista del 2019 con ABC7, Ruell ha spiegato di aver trovato ispirazione per il suo Kip da un’imitazione di suo fratello. Inoltre, non aveva grandi speranze per quanto riguarda il successo del film. Apparentemente “Napoleon Dynamite” era un piccolo progetto di passione, poiché Ruell conosceva Heder e alcuni degli altri attori del film della Brigham Young University. Ruell ha detto all’outlet: “Avevamo appena finito la scuola e quindi mi ha detto: ‘Allora, Aaron, cosa farai se questo film ce la fa? Cambierai strada e diventerai un attore?’ E ricordo di averlo guardato. Questo è così vivido nella mia mente ancora oggi. Ricordo di averlo guardato e di aver detto: ‘Jon, nessuno vedrà questo film'”.

Come ben sanno i fan di “Napoleon Dynamite”, il film ha superato di gran lunga le aspettative di Ruell. E sebbene alcuni degli attori principali del film, come Ruell e Heder, siano scomparsi dai riflettori, ciò non significa che non stiano perseguendo altri sforzi artistici. Ruell, che ha avuto due film in anteprima al Sundance Film Festival 2005, ha semplicemente trascorso più tempo dietro la fotocamera.

Dentro il ritorno di Aaron Ruell nei panni di Kip

Secondo IMDb, Aaron Ruell ha recitato in alcuni progetti dopo “Napoleon Dynamite”. Nel 2006 e nel 2007, è apparso rispettivamente nei film “Think Tank” e “On the Road with Judas”. Poi, nel 2012, ha ripreso il ruolo di Kip nella serie televisiva animata della Fox “Napoleon Dynamite”, basata sul film. Nonostante il successo del film, lo show televisivo è durato solo sei episodi. In un’intervista del 2012 con Collider, il creatore e produttore di “Napoleon Dynamite” Jared Hess ha condiviso: “Sì, penso che le persone si siano semplicemente relazionate ai personaggi. E le nuove generazioni di ragazzi lo stanno guardando, che stanno appena iniziando il liceo e possono relazionarsi con e citalo. Ha avuto questo strano potere di resistenza.

Anche se lo spettacolo animato non è rimasto a lungo, Ruell non ha abbandonato completamente il suo personaggio iconico. All’inizio della pandemia di COVID-19, Ruell è tornato nei panni di Kip in una serie di video originali IGTV chiamati “Kip’s Tips”, per Muse di Clio. Consigliando alle persone come affrontare il distanziamento sociale, Ruell ha pienamente incarnato Kip con il suo stile nerd, la sua voce distintiva e le sue espressioni umoristiche. Riferendosi al progetto casuale, Ruell ha detto: “Onestamente non avevo alcun obiettivo finale con questo se non quello di fornire sorrisi alle persone”.

Aaron Ruell è un regista e fotografo di successo

Come riportato da Shots News, Aaron Ruell ha firmato con la società di produzione video Sanctuary Content nel 2019. Secondo l’outlet, ha diretto spot pubblicitari per importanti marchi come McDonald’s, Coca-Cola e T-Mobile. Sul suo lavoro commerciale e di regia, ha detto a Muse di Clio: “L’obiettivo del mio lavoro è sempre stato quello di tentare un qualche tipo di sincerità in esso. Che si tratti di una commedia o di un dramma. Mi piace il mio spot di Coca Cola ‘Guadagnalo’. È uno spot natalizio su un ragazzo che regala una bicicletta al suo fratellino. Mi piace il tono e il sentimento in quello “.

Oltre alla regia, Ruell è un abile fotografo che è stato pubblicato in numerosi libri e ha esposto i suoi lavori in mostre personali a New Orleans, Milano e Parigi. Il portfolio di Ruell può essere visto sul suo sito web. Nella sua sezione “recente”, il suo lavoro include annunci per Old Spice. Sebbene non pubblichi messaggi dal 2017, è possibile visualizzare più dei suoi lavori fotografici passati sulla sua pagina Instagram. Per quanto riguarda la vita personale di Ruell? Secondo la sua biografia sul sito web di Sanctuary Content, risiede a Portland, in Oregon, con sua moglie e quattro figli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui