La parola per strada è che Kim Cattrall, che ha interpretato Samantha in “Sex and The City”, non era l’unico personaggio principale che non era soddisfatto delle dinamiche dello spettacolo. Durante un’intervista del 2017 con Piers Morgan, Cattrall ha rivelato che c’era una “relazione tossica” tra lei e i suoi co-protagonisti. “Non siamo mai stati amici”, ha detto Cattrall. “Siamo stati colleghi e per certi versi è un posto molto salutare in cui stare, perché poi hai una linea chiara tra la tua vita professionale e le tue relazioni personali”.

Anche se è improbabile che Cattrall farà un’apparizione in “And Just Like That”, i registi lasceranno comunque la porta aperta per lei se dovesse cambiare idea. Un insider ha detto al Daily Mail che i registi hanno deciso di non uccidere Samantha nel caso in cui Cattrall volesse tornare per una possibile seconda stagione. “Ci vorrà un po’ di tempo tra la prima e la seconda serie poiché Sarah Jessica Parker ha un programma fitto di appuntamenti e abbiamo molto lavoro da fare per riavere Kim Cattrall”, ha detto l’insider. “A tutti noi manca Kim e speriamo che torni per la seconda stagione – la porta non si chiuderà mai su di lei, è una parte importante del franchise. … Sul set, Kim è mancata a tutti. Il cast e la troupe amala e spera che ritorni.”

Tuttavia, se gli showrunner e i registi non hanno apportato alcuni cambiamenti seri, un altro amato personaggio principale di “SATC” stava per unirsi a Cattrall: Cynthia Nixon.

Cynthia Nixon aveva bisogno che lo spettacolo fosse più diversificato

Cynthia Nixon stava quasi per rifiutare l’opportunità di girare “And Just Like That”, se lo show non avesse cambiato alcune cose rispetto al loro iconico predecessore, “Sex and The City”. Durante un’intervista con News Corp, secondo l’Herald Sun, Nixon ha affermato che il motivo per cui era “riluttante” a tornare è che era molto chiaro che i creatori dovevano rendere il reboot più diversificato rispetto alla serie originale. “Ma più parlavo con Sarah Jessica [Parker], [writer-creator] Michael Patrick King e Kristin [Davis], sulle cose senza le quali non potevo tornare indietro: un vero cambiamento epocale in termini di mancanza di diversità nella serie originale, erano a bordo”, ha detto Nixon. “Per quanto meraviglioso sia SATC, fare quello spettacolo nel modo giusto ora sarebbe incredibilmente stonato. Quindi ero davvero preoccupato che la trasformazione non sarebbe stata abbastanza grande e le mie paure sono state molto dissipate”.

“AJLT” ha anche concesso a Nixon una nuova opportunità: dirigere un episodio. “Ho detto subito di sì, anche se ero molto, molto spaventato, ma è stato davvero fantastico. Le persone non avrebbero potuto essere più di supporto”, ha detto Nixon a HBO.

Lo spettacolo esplorerà anche discussioni su razza, genere, sessualità, microaggressioni e altro ancora. “Sono molto orgoglioso della serie originale, nonostante sia occasionalmente stonata su razza e genere”, ha riflettuto Nixon. L’ha detto anche a Elle. “È parte del motivo per cui volevamo fare lo spettacolo: tornare indietro e [undo] le cose che abbiamo davvero sbagliato.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui