Alec Baldwin ha sicuramente visto molti alti e bassi nella sua vita, sia a livello personale che professionale. Nel 2007, è trapelato un messaggio vocale dell’attore di Hollywood che chiamava la figlia di 11 anni Ireland Baldwin per alcune cose terribili in una registrazione che ha suscitato scosse nella stampa. Durante la chiamata, Alec non si è trattenuto quando ha detto a sua figlia Ireland (tramite il Daily Mail): “Sei un porcellino maleducato e sconsiderato. Non hai il cervello o la decenza come essere umano. non gliene frega niente che tu abbia 12 anni, o 11 anni, o che tu sia un bambino. Ha aggiunto: “[or] che tua madre è una rompicoglioni sconsiderata a cui non importa quello che fai per quanto mi riguarda.” Quindi c’è il tuo ripasso su Quello.

Alec in seguito si è scusato con l’Irlanda, che condivide con la sua ex moglie, Kim Basinger – e apparentemente anche con l’America – quando ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che il suo sfogo era dovuto al sentirsi “spinto al limite dall’alienazione dei genitori”, per la posta quotidiana. E mentre questo era un problema che probabilmente sarebbe stato meglio affrontato con un tocco (molto …) più leggero, molte persone non possono fare a meno di chiedersi come sia oggi il rapporto di Alec con sua figlia maggiore.

Quella che Alec chiamava l’Irlanda era una “crosta che non guarisce mai”

Alec Baldwin ha ammesso che il suo famigerato messaggio vocale a sua figlia Ireland Baldwin ha lasciato una cicatrice sulla loro relazione. In effetti, Baldwin ne ha scritto nel suo libro del 2017, “Nevertheless: A Memoir” e in un’intervista con ABC News. Ha detto che il mondo non può dimenticare come chiamava sua figlia, ed è qualcosa che viene gettato in faccia all’Irlanda quasi ogni giorno, almeno allora. “Voglio dire, come ho detto nel libro, ci sono persone che mi ammoniscono o mi attaccano o mi sputano addosso e usano questo… come una costante… punta di diamante per farlo”, ha detto alla ABC. “È una crosta che non guarisce mai, perché viene continuamente presa da altre persone. E … penso che mia figlia le abbia fatto male in modo permanente”.

Nel 2017, Page Six ha scritto che l’Irlanda stava affrontando alcuni importanti “problemi di papà” quando ha pubblicato una sua foto in lingerie su Instagram e ha scritto: “A volte mi lascio prendere dalle opinioni degli altri e mi abbatto davvero su me stesso”. Ireland ha poi continuato a descrivere i suoi problemi, aggiungendo: “Ho bisogno di ripristinare la mia mente e il mio corpo. Ora prendo questo mondo duro con le pinze e mi accetto per quello che sono”, insieme a “Forse hai bisogno di imparare ad amare te stesso prima di poter fare qualsiasi cosa.”

Allora, com’è oggi il rapporto di Alec con l’Irlanda?

Alec e Ireland hanno usato l’umorismo per guarire lentamente

Alec Baldwin e Ireland Baldwin sono finalmente a buon punto nella loro relazione. Nel 2019, la modella ha arrostito suo padre durante un Comedy Central speciale, in cui ha scherzato sul fatto che non sapeva molto di suo padre a causa della sua presunta genitorialità assente, che era un riferimento che aveva fatto nella sua segreteria telefonica diversi anni prima. “Ciao papà, sono l’Irlanda”, ha scherzato. “È bello essere qui. Quasi non lo sapevo nemmeno perché non ho controllato i messaggi vocali di mio padre negli ultimi 12 anni o qualcosa del genere? In realtà ho molto in comune con le persone su questo arrosto. Perché come loro, neanche io ti conosco molto bene”. Bene, le battute sono un buon modo per iniziare a guarire di sicuro.

In effetti, sia l’Irlanda che suo padre hanno deriso il loro passato travagliato anche nel 2015 quando hanno condiviso una foto su Instagram di loro due insieme. Sebbene ciò sia avvenuto prima dell’osservazione “crosta che non guarisce mai” di Alec, è chiaro che hanno provato a riparare le barriere. Può essere visto leggere un libro che dice “Se fossi un maiale” a sua figlia. Qualcosa ci dice che le cose tra Alec e l’Irlanda vanno molto meglio e che il tempo guarisce davvero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui