Il seguente articolo contiene riferimenti ad abusi sessuali, malattie mentali, omofobia e abuso di sostanze

Hollywood non è sempre gentile con le donne che non aderiscono a nozioni restrittive di individualità. Quando si tratta di Anne Heche, ha affrontato l’ira e le rappresaglie dei capi degli studi, prima come donna in una relazione omosessuale, poi come qualcuno alle prese con una malattia mentale. Con una gradita pletora di star orgogliosamente LGBTQ+ sui nostri schermi, sembra difficile capire che vivere la propria verità una volta fosse un reato punibile a Tinseltown. Almeno, questa era la regola non detta prima che l’industria progredisse.

Nel 1997 c’erano poche celebrità apertamente LGBTQ+ a Hollywood; successivamente, quando Ellen DeGeneres e Heche hanno ufficializzato il tappeto rosso, sono stati essenzialmente dei pionieri, come evidenziato da Mr. Warburton Magazine. “La differenza tra quello che sarebbe successo oggi e quello che è successo allora è che non sarei stato scacciato dalla mia prima e licenziato da un contratto fotografico multimilionario con la Fox per aver preso una ragazza come mio appuntamento”, ha detto Heche all’outlet. .

Allo stesso modo, Heche è stata diffamata nei primi anni 2000 quando soffriva di una malattia mentale. Ancora una volta, con una moderna rivalutazione della stigmatizzazione delle celebrità con la malattia mentale (vedi: Britney Spears), è difficile accertare cosa i media abbiano trovato così esilarante su una donna che soffre delle ramificazioni del trauma infantile. La verità è che Heche non ha condotto una vita facile. Il suo incidente d’auto nell’agosto 2022, che l’ha lasciata in coma, ricorda il trauma e la tragedia che l’attore ha portato con sé in tutti questi anni. Questi sono i tragici dettagli su Anne Heche.

Anne Heche è cresciuta in povertà

Anne Heche ha avuto un’educazione difficile. I suoi genitori, Donald e Nancy, l’hanno cresciuta in povertà e la famiglia si spostava costantemente da un posto all’altro. Ben presto, gli Heches furono indigenti e resi senza casa dopo essere stati sfrattati, secondo Times Leader. Parlando con l’outlet, Heche ha descritto la sua infanzia come dolorosa. In grave debito, Donald si dilettava in schemi per arricchirsi rapidamente e mentiva costantemente a sua moglie sui suoi presunti affari; in realtà, stava prendendo in prestito denaro dai suoi stessi figli, secondo Chicago Tribune.

Quando aveva 12 anni, la famiglia finì per vivere in una stanza dopo che un amico di chiesa le offrì alloggio, secondo The Telegraph. A quel tempo, Heche iniziò a provvedere alla famiglia quando ottenne un concerto teatrale, per il quale veniva pagata $ 100 a settimana, più soldi di quelli mai guadagnati dai suoi genitori. Ora che Heche era il principale fornitore della famiglia, potevano trasferirsi in un appartamento. Ma lo stress aveva messo a dura prova il giovane. “Quando avevo 12 anni, ero come una vecchia”, ha detto all’Associated Press, definendo la sua infanzia “malvagia”.

In un’intervista con la CNN, Heche ha discusso della disperazione in cui è cresciuta, notando che lei e i suoi parenti avevano sogni e aspirazioni apparentemente fuori dalla loro portata. “Volevo essere qualcosa di diverso da quello che ero”, ha detto. “E anche la mia famiglia … Eravamo poveri e volevamo essere ricchi. Eravamo, sai, senzatetto e facevamo finta di avere una casa”.

Da bambina non si sentiva amata

Quando Anne Heche ha scoperto la sua passione per la recitazione da bambina, è stata in grado di fuggire in un mondo fantastico e provare una felicità che non aveva mai provato prima. In effetti, come ha spiegato a The Telegraph, è cresciuta in una casa priva di amore e gioia. Sua sorella, Susan Bergman, ha confermato in un’intervista al Chicago Tribune che i loro genitori erano severi e usavano punizioni fisiche.

Tuttavia, Donald e Nancy hanno tentato di proiettare una facciata in cui gli Heches fossero una famiglia felice, qualcosa che era lontano dalla loro realtà vissuta, secondo il New York Post. Come ha ricordato Heche al Tampa Bay Times, è cresciuta in una famiglia piena di bugiardi compulsivi: “Stavamo cadendo a pezzi, ma dicevamo di essere dei buoni cristiani … Tutto ciò che facevamo era una bugia”.

Parlando con ABC News, ha spiegato di aver intrapreso la carriera di attrice nella speranza di assicurarsi finalmente l’amore di suo padre, un cinefilo. “Mio padre amava le star del cinema. Ho deciso che dovevo diventare famosa per ottenere il suo amore”, ha detto. Il suo rapporto con sua madre era altrettanto freddo. Di conseguenza, ha abbracciato la religione nel tentativo di placarla. “Quindi, a causa di… qual era la mia relazione con mia madre, che non era una relazione d’amore, ho iniziato la mia vita per diventare Gesù”, ha detto alla CNN. Ma è stato nel 2004 che Heche ha fatto i conti con il tragico fatto che sua madre non l’ha mai amata, secondo il Los Angeles Times.

Quando aveva 13 anni, suo padre morì di AIDS

Il padre di Anne Heche, Donald, era segretamente gay, ma riuscì a nascondere la sua sessualità alla sua famiglia finché non si ammalò gravemente. Quando Heche aveva 13 anni, Donald morì di AIDS. Sua sorella, Susan Bergman, ha scritto un libro sulla doppia vita nascosta di suo padre, intitolato “La vita segreta di una famiglia americana”. Parlando con il Chicago Tribune, Bergman ha detto che, sebbene suo padre fosse visibilmente malato e in deterioramento, non ha informato i suoi cari di avere l’AIDS fino a quando non è stato alle prese con la malattia.

Dopo aver parlato con i conoscenti di Donald dopo la sua morte nel 1983, Bergman scoprì che era gay, cosa che sua madre non negò. Donald stesso proveniva da una famiglia violenta e priva di amore, uno schema che si è tristemente ripetuto quando lui e sua moglie Nancy hanno fondato una famiglia tutta loro. “Non avevamo un gruppo di supporto o qualcosa del genere nella nostra famiglia… Non abbiamo discusso della morte di mio padre… per sette anni”, ha detto Bergman. “Ci sentivamo davvero come le regine del dolore”.

Parlando con The Advocate, Heche ha affermato che suo padre era schizofrenico e viveva due vite completamente diverse. “Uno come uomo eterosessuale che dirigeva il coro e aveva una famiglia e uno che se ne andò … Mio padre faceva cose che sono attribuite alla schizofrenia – grande [business] affari, manie di grandezza”, ha spiegato. “Che avevo anche io, quindi so che ci sono molte connessioni con la follia che avevo con mio padre”.

Anne Heche dice che suo padre l’ha abusata sessualmente

Nel suo libro di memorie del 2001, “Call Me Crazy”, Anne Heche ha affermato che suo padre ha iniziato a violentarla dalla giovane età fino a poco prima della sua morte, quando aveva 13 anni. Come ha rivelato ad ABC News, crede che l’abuso sia iniziato quando era una bambino, ma aveva represso il suo trauma per anni.

Parlando con il New York Times, ha spiegato che sua madre, Nancy, sarebbe stata ignara dell’abuso. Di conseguenza, ha suggerito che la stessa Nancy sia stata vittima di abusi emotivi per mano di suo padre, che l’ha deliberatamente isolata dalla realtà in modo che potesse continuare presumibilmente a violare sua figlia. “Ho avuto una madre la cui intera vita era basata sul non guardarsi intorno o sul non sapere nulla. Se sei un uomo che vive con quel tipo di donna, la tieni in una bolla in modo da poter fare quello che vuoi”, lei disse. “Non è un grande mistero il modo in cui le persone nascondono gli abusi. Tengono qualcuno in una bolla e vanno e fanno quello che vogliono”.

Dopo aver appreso che l’AIDS ha reclamato la vita di suo padre, Heche si è spaventata all’idea di averlo catturato lei stessa. Suo padre le avrebbe già dato l’herpes e lei aveva un’eruzione cutanea e piaghe. “Sono impazzita! Non ne ho parlato con nessuno; sono scappata nel mio mondo fantastico”, ha detto a The Advocate. Ha affermato che il fatto che suo padre fosse chiuso non aveva nulla a che fare con la sua presunta pedofilia. Piuttosto, ha spiegato, suo padre era un deviante sessuale.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

La maggior parte dei suoi fratelli è morta

La più giovane di cinque figli, Anne Heche ha un solo fratello sopravvissuto. Sua sorella, Cynthia, è morta a due mesi per un difetto cardiaco, secondo The Telegraph. In “Call Me Crazy”, ha scritto della sua sorellina, “fantaggiavo che sarei andata in paradiso e l’avrei incontrata … Mi ha dato qualcosa a cui guardare con impazienza”. Ha aggiunto che a lei e ai suoi fratelli non è stato detto come Cynthia è morta e, secondo quanto riferito, sono stati puniti fisicamente se hanno posto troppe domande.

Lo stesso anno in cui morì il padre di Heche, suo fratello, Nate, fu ferito a morte in un incidente d’auto (Heche crede che sia morto suicida). Come per la sua fuga in un mondo fantastico come meccanismo di risposta, Heche ha incanalato il suo dolore attraverso la recitazione quando ha intrapreso una carriera a Hollywood. “Mio fratello è stato ucciso quando lui aveva 18 anni e io 13. Non ho mai avuto modo di combattere per la sua vita”, ha detto all’Associated Press durante la promozione del suo film “Return to Paradise”.

Nel 2006, sua sorella Susan Bergman è morta di cancro al cervello, all’età di 48 anni, secondo The Advocate. Nel suo libro di memorie, pubblicato cinque anni prima della morte di Bergman, Heche ha descritto sua sorella come un’anima artistica che è stata punita per la sua creatività. “Mio padre ha trovato alcune delle sue poesie e deve essere stato così scandaloso che è stato bruciato e le è stato detto di non scrivere mai più poesie”, ha scritto. “La sua arte è diventata il suo sfogo, la sua prova poetica un esempio per tutti noi per tenere i nostri pensieri per noi stessi”.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama la National Suicide Prevention Lifeline componendo il 988 o chiamando il numero 1-800-273-TALK (8255)​.

Anne Heche ha creato un alter ego per sentirsi al sicuro

Anne Heche ha sofferto per tutta la vita di una malattia mentale derivante dai presunti abusi sessuali a cui è stata sottoposta da bambina. Sebbene le sue condizioni di salute non siano state specificate, si ritiene che abbia un disturbo della personalità, secondo Persone. Durante una crisi psicotica nell’agosto 2000, poco dopo la sua separazione da Ellen DeGeneres, Heche bussò alla porta di uno sconosciuto a Fresno, in California, dichiarando che proveniva da un altro pianeta, e chiese di usare la doccia, secondo The Telegraph. È stata portata in ospedale quando il proprietario della casa, che ha presto riconosciuto Heche dal grande schermo, ha chiamato le autorità, secondo il New York Post.

Quando si è diffusa la voce, l’attore è stato bollato come “pazzo” dai tabloid in un momento in cui la malattia mentale era poco conosciuta. Tuttavia, Heche ha risposto alla stigmatizzazione del suo disturbo di personalità. “Credo che molte persone possano pensare che sono impazzita”, ha detto alla CNN. “Non credo di essere pazzo. Credo di aver attraversato un periodo della mia vita che è stato folle, ed è durato 31 anni”.

Per far fronte al trauma della sua infanzia, Heche ha creato un alter ego chiamato Celestia, che secondo lei era una forma di vita sia extraterrestre che spirituale. Come ha spiegato Heche a The Advocate, Celestia è stata la ragione per cui è sopravvissuta di fronte a schiaccianti avversità. “Era l’amore coerente che mi ha permesso di sapere che potevo arrivare dall’altra parte del mio abuso”, ha rivelato.

Se tu o qualcuno che conosci avete bisogno di aiuto con la salute mentale, contatta il Linea di testo di crisi scrivendo a HOME al 741741, chiama il Alleanza nazionale sulle malattie mentali linea di assistenza al numero 1-800-950-NAMI (6264), o visitare il Sito web dell’Istituto Nazionale di Salute Mentale.

L’attore si è allontanato da sua madre

Quando Anne Heche ha rivelato di essere una sopravvissuta a un abuso sessuale infantile, uno degli aspetti più dolorosi del rivivere il suo trauma è stato l’incredulità. Sfortunatamente, questo scetticismo proveniva da sua madre. “Mi ha riattaccato il telefono”, ha detto Heche a ABC News. “Aver passato così tanto lavoro per guarire me stesso e mia madre non ammettere … che era dispiaciuta per quello che mi era successo mi ha spezzato il cuore”.

Come ha spiegato Heche, coloro che tentano di screditare i sopravvissuti agli abusi si basano sulla nozione di falsa memoria. Di conseguenza, ha affermato che è conveniente per i detrattori dichiarare che non ci sono prove a sostegno delle affermazioni della CSA. Come sottolinea Alliance for Children, è normale che i bambini non parlino a nessuno degli abusi quando si verificano per la prima volta, specialmente quando l’autore è un parente stretto, a causa di sentimenti di vergogna, e molti non parlano fino a decenni dopo. “È sempre difficile per i bambini parlare di abusi perché è solo memoria. Non ho portato con me un registratore”, ha detto Heche.

La madre di Heche, Nancy, che propaga la terapia di conversione anti-LGBTQ, continua a negare l’abuso fino ad oggi, secondo The Telegraph. Di conseguenza, non ha mai incontrato i figli di Heche. Dallas Voice ha condannato Nancy per aver negato le presunte aggressioni, suggerendo che non è riuscita a proteggere sua figlia. Anche la sorella dell’attore, Abigail, nega che l’abuso sia mai avvenuto (va notato, tuttavia, che i fratelli spesso si schierano dalla parte dei presunti abusatori in questi casi).

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Anne Heche ha lottato con l’abuso di alcol e droghe

In seguito all’incidente di Fresno, sono cresciute le speculazioni sul fatto che Anne Heche stesse abusando di droghe. All’epoca, il famigerato tabloid National Enquirer (tramite San Francisco Gate) ha affermato che Heche era responsabile della ricaduta di Robert Downey Jr. fornendogli sostanze illecite, affermando che ha negato con veemenza. In una dichiarazione che mette in evidenza la stigmatizzazione dell’abuso di sostanze nei primi anni 2000, Steve Coz, allora redattore di National Enquirer, ha osservato: “Ammettiamolo, Anne Heche non è estranea a una storia di scandali sulla droga”, per The Guardian. Questo era in riferimento a Fresno – Heche ha ammesso di essere in estasi in quel momento, parlando con Dio durante il suo viaggio di droga.

Heche è stata aperta sulla sua storia di consumo di droghe e alcol, che ha usato come mezzo per bloccare il suo dolore. “Ho bevuto. Ho fumato. Mi sono drogata. Ho fatto sesso con le persone. Ho fatto tutto il possibile per togliere la vergogna dalla mia vita”, ha detto a ABC News. Secondo la CNN, ha partecipato alle riunioni di Alcolisti Anonimi e si è innamorata di un uomo che si stava anche riprendendo dall’abuso di alcol, una relazione che ha ammesso non era salutare per lei.

Nel 2019, il suo ex e il suo papà, James Tupper, l’hanno accusata di abusare di droghe. Nei documenti del tribunale ottenuti da Radar in seguito all’aspra separazione della coppia, Tupper ha attribuito le accuse di abuso emotivo della sua ex ai suoi problemi di droga. “Non capisco davvero questo dramma e spero che non sia collegato all’uso prolungato di droghe”, ha affermato.

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

Ha affrontato l’omofobia quando è uscita con Ellen

Quando Anne Heche ed Ellen DeGeneres hanno iniziato a frequentarsi nel 1997, sono state una delle prime coppie dello stesso sesso di Hollywood a diventare pubbliche, ma la loro storia d’amore è stata accolta con polemiche, secondo il Los Angeles Times. Purtroppo, Heche è stata soggetta all’omofobia da sua madre, Nancy, che è vocalmente anti-LGBTQ, e ha denunciato la relazione di sua figlia con DeGeneres. “Come un tradimento di un voto non detto: non avremo mai nulla a che fare con gli omosessuali”, ha detto alla CBN.

Secondo il New York Times, Heche ha anche affrontato abusi omofobici segnalati dai media, con alcuni media che l’hanno inspiegabilmente accusata di uscire con DeGeneres come trovata pubblicitaria. Ribattendo contro le affermazioni, Heche ha spiegato di essersi innamorata profondamente di DeGeneres, che vedeva come un rifugio dalla violenza, dal trauma e dalle bugie che hanno rovinato la sua infanzia. “L’impatto che ha su una bambina che è cresciuta con tanta vergogna per chi era, chi era suo padre, la malattia di cui è morto, l’odio che mia madre aveva per qualsiasi cosa fosse gay. E ho avuto modo di partecipare a una celebrazione amorevole e veritiera di come pensavo dovesse essere il mondo”, ha detto.

Come ha spiegato Heche alla CNN, i media erano preoccupati per il fatto che avesse una relazione con una donna, mentre era euforica per aver trovato qualcuno che sembrava essere l’antitesi delle persone tossiche con cui è cresciuta. “Non era, ‘oh, cara, una donna.’ È ‘Oh, mio ​​Dio, c’è un essere umano che sta dicendo la verità'”, ha spiegato.

Anne Heche ha avuto una serie di brutte rotture

Quando aveva 20 anni, Anne Heche è uscita con il famoso attore Steve Martin, che aveva decenni in più. La rottura è stata dolorosa per Heche, che stava vacillando per un trauma infantile. “Volevo l’amore di un uomo più anziano. Volevo conforto”, ha riflettuto su ABC News. Allo stesso modo, Heche ha descritto la sua separazione nel 2000 da Ellen DeGeneres come “straziante e miserabile”. Come ha detto alla CNN, “Mi ero ridotta nel nulla. Pesavo 90 libbre … Ero in piedi fuori, sono caduta dalla faccia, mi sono rotta il naso e non riuscivo a ricordare il mio nome, ma potevo ricordare che avevo una ragazza di nome Ellen DeGeneres. Ero perso.” Ha detto che il suo trauma infantile ha avuto un effetto dannoso sulla relazione, con lei che ha imbottigliato il suo tumulto dentro per anni.

Sebbene Heche di solito riflettesse sulla sua relazione con DeGeneres con positività, ha anche accennato al fatto che il suo ex avesse un lato più oscuro e oscuro. Ad esempio, ha detto a The Advocate che DeGeneres, proprio come il pubblico, ha messo in dubbio la sua sanità mentale quando le ha parlato di Celestia. In effetti, DeGeneres ha cercato di rompere con Heche quando ha girato un cortometraggio che fungeva da allegoria per i suoi abusi sessuali, e ha persino buttato via la copia che le aveva dato, avvertendo la sua ragazza di non permettere a nessuno di vedere il film.

Da allora in poi, ha avuto relazioni difficili con il marito Coleman Laffoon, con il quale ha avuto un divorzio tossico, e il fidanzato James Tupper, che a quanto pare ha chiuso Heche fuori dalla sua casa e ha tentato di venderla senza il suo consenso dopo la loro rottura.

L’attore è stato bollato come una cattiva madre

Nel 2007, Anne Heche e l’allora marito Coleman Laffoon – che ha accolto il figlio Homer nel 2002 – hanno divorziato e le cose sono diventate presto brutte, secondo People. Laffoon iniziò a mettere in dubbio la sua competenza come madre. “Ho serie preoccupazioni sul fatto che sia psicologicamente in grado di prendersi cura di Homer per un…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui