Home Movies Dettagli tragici su Kate Beckinsale

Dettagli tragici su Kate Beckinsale

0

Il seguente articolo include menzioni di un disturbo alimentare.

L’attrice Kate Beckinsale ha iniziato la sua carriera all’inizio degli anni ’90 dopo aver ottenuto il suo primo ruolo serio nell’adattamento cinematografico di Kenneth Branagh di “Molto rumore per nulla” di Shakespeare. Da allora, è apparsa in numerosi film di successo, tra cui “Underworld” e “Pearl Harbor”, e ha anche continuato a lavorare costantemente in televisione, culminando in un patrimonio netto stimato di 25 milioni di dollari.

L’attore di “Guilty Party” è cresciuto idolatrando il suo defunto padre, il collega attore Richard Beckinsale, ed è stato ispirato da lui a seguire l’attività di famiglia da giovane adulto. “Quello era un periodo in cui qualsiasi attore britannico che si presentava a Los Angeles era un personaggio molto sospettoso”, ha riflettuto al The Guardian del suo successo sullo schermo dopo il suo trasferimento negli Stati Uniti. “Ti faceva sembrare follemente ambizioso, come un difetto del personaggio perfettamente evidente. Era un vero pregiudizio 20 anni fa e penso di averlo colpito proprio al suo apice”.

Sebbene questa attrice abbia ottenuto grande fama e consensi durante la sua vita, la sua strada verso la celebrità non è avvenuta senza alcuni ostacoli lungo la strada. Dall’esperienza di perdite personali e lotte da adolescente all’avere relazioni romantiche di alto profilo che finiscono sotto i riflettori, questi sono i tragici dettagli della vita di Kate Beckinsale.

Kate Beckinsale ha perso il padre in giovane età

Kate Beckinsale è nata il 26 luglio 1973 dai genitori di attori Richard Beckinsale e Judy Loe. Mentre cresceva, il padre di Kate era un attore comico popolare nella televisione britannica che ha recitato in molte amate sitcom degli anni ’70, tra cui “Porridge” e “Rising Damp”. Al culmine del successo di Richard, tuttavia, ha avuto attacchi di vertigini e ha iniziato a sentirsi generalmente male in alcuni punti. Dopo essersi consultato con un medico, è stato scoperto che non aveva problemi o preoccupazioni di salute importanti al di fuori di livelli di colesterolo piuttosto elevati e “un rivestimento dello stomaco iperattivo”, come riportato dal Mirror, e per il resto sembrava essere giovane, in forma e in buona salute. Ma tragicamente, Richard morì di infarto inaspettato nel sonno il 19 marzo 1979, per Persone. Aveva appena 31 anni.

Perdere un genitore a qualsiasi età è difficile, ma per Kate, una bambina di cinque anni, la perdita ha profondamente colpito la star di “Underworld”. Parlando con il Belfast Telegraph nel 2016, ha detto: “[My father’s death] è stato distruttivo per l’anima al 100% e mi ha totalmente colpito per sempre.” Per far fronte alla perdita, si è incollata alla televisione e ha guardato le repliche dei suoi programmi come mezzo per mantenere vivo il suo spirito.

Quattro decenni dopo la morte di suo padre, Kate ha continuato a ricordarlo e onorarlo, scrivendo in un post tributo del giugno 2021 su Instagram: “Partners in crime for life and beyond. Ti darò un grande bacio quando ti vedrò. Buona festa del papà . Mi manchi tanto.”

Ha lottato con un disturbo alimentare da adolescente

Dopo aver vissuto la perdita di suo padre, Kate Beckinsale ha iniziato ad affrontare il suo dolore in diversi modi, che hanno preso una brutta piega quando era un’adolescente. A 15 anni, l’attore ha iniziato a lottare con l’anoressia, un disturbo alimentare che si manifesta tipicamente come mezzo per affrontare ansia, stress e bassa autostima, secondo la Johns Hopkins Medicine.

Parlando della propria esperienza, l’attore in seguito ha detto all’Independent: “Anche se so che non tutti coloro che soffrono di anoressia hanno un genitore che è morto, se impari da bambino che persone apparentemente abbastanza sane muoiono a 31 anni, ti mette in una situazione abbastanza schifo. E c’è un certo senso di colpa che vola in giro. ” Durante questo periodo, Beckinsale pesava solo cinque chili (circa 70 libbre) e alla fine avrebbe cercato una terapia per gestire i suoi problemi di salute mentale, come riportato da The Telegraph. Parlando con l’outlet nel 2006, ha semplicemente dichiarato: “Sono passati 17 anni e non c’è molto che sia applicabile a me ora che sono una donna di 32 anni. Diciamo solo che non è stato un grande periodo della mia vita. “

Per fortuna, con il giusto sistema di supporto, Beckinsale è guarito e guarito. Avrebbe proseguito gli studi superiori presso la prestigiosa Università di Oxford e avrebbe iniziato a dilettarsi nella recitazione. Un’esperienza traumatica al college, tuttavia, alla fine l’avrebbe spinta verso una carriera di attrice più seria.

Se stai lottando con un disturbo alimentare o conosci qualcuno che lo è, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della National Eating Disorders Association oppure contatta la Live Helpline di NEDA al numero 1-800-931-2237. Puoi anche ricevere assistenza in caso di crisi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 via SMS (inviare NEDA al numero 741-741).

Una tragica morte ha portato Kate Beckinsale ad abbandonare il college

Kate Beckinsale potrebbe essere conosciuta esclusivamente come attore in questi giorni, ma la star di “Pearl Harbor” una volta era stata iscritta al New College di Oxford per studiare letteratura francese e russa. Durante questo periodo, ha anche perseguito la recitazione, come riportato dall’Independent, e alla fine ha ottenuto il primo ruolo cinematografico della sua carriera in “Molto rumore per nulla” di Kenneth Branagh, un adattamento cinematografico del 1993 della commedia di William Shakespeare.

Tuttavia, bilanciare i suoi corsi e una carriera di attrice in erba non è stato esattamente facile, con Beckinsale che ha detto allo sbocco che quando il livello di esaurimento della pressione da entrambi i mondi ha iniziato a azzerarsi, ha sentito di dover scegliere tra i due. Questa decisione sul suo percorso professionale è arrivata bruscamente prima del suo ultimo anno di studi nel 1992. Dopo aver contratto la mono, Beckinsale è tornata temporaneamente a casa mentre il suo affiatato gruppo di amici è rimasto nel campus. “I miei amici erano gente di festa e io no”, ha detto al Daily Mail nel 2021. “… Mentre ero a casa, uno dei miei cari amici è finito per saltare da una finestra e morire”.

Secondo l’outlet, il defunto amico in questione, il 21enne Henry Skelton, aveva consumato alcol e LSD prima della sua morte, il che ha avuto un grande impatto su Beckinsale, e la maggior parte dei loro amici comuni sono stati sospesi in seguito al tragico incidente. “Quando stavo pensando di tornare indietro, non c’era nessuno e c’era questo orribile odore di morte ovunque”, ha riflettuto sulla sua decisione di abbandonare gli studi. “Questo è stato il motivo per cui non sono tornato”.

Le sue due relazioni principali sono finite sotto i riflettori

Essere una celebrità significa avere quasi ogni aspetto della tua vita sotto gli occhi del pubblico, comprese le tue relazioni. L’incontro nella vita reale di Kate Beckinsale con l’attore gallese Michael Sheen è avvenuto quando i due stavano lavorando insieme in un’opera teatrale chiamata “The Seagull” nel 1995, come riportato dal Daily Mail. La coppia si è subito collegata e ha dato il benvenuto alla figlia, Lily Sheen, nel 1999. Tuttavia, Beckinsale e la star di “Twilight” hanno deciso di smettere nel 2003 dopo aver lavorato insieme al film “Underworld”.

Poco dopo, Beckinsale ha iniziato a frequentare il regista di “Underworld”, Len Wiseman, e la coppia si è sposata meno di un anno dopo, nel 2004, il che ha fatto speculare molti sulla rapidità della loro relazione. Parlando della situazione, l’attore di “Serendipity” ha detto a Entertainment Weekly nel 2012: “L’idea popolare di come io e Michael ci siamo lasciati – che eravamo su [the first ‘Underworld’] e sono scappato con il regista [Wiseman] — non è vero. Se così fosse, penso che sarebbe molto difficile e peculiare avere una situazione a posto.” Da parte loro, Beckinsale e Wiseman sono stati sposati per 11 anni prima di sciogliersi nel 2015, secondo People, e di concludere il loro divorzio quattro anni dopo.

Nonostante entrambe le sue relazioni a lungo termine finiscano sotto i riflettori, Beckinsale ha mantenuto relazioni amichevoli con entrambi i suoi famosi ex, in particolare, a quanto pare, Michael Sheen. Parlando della star di “Good Omens” nel 2016, ha detto all’Evening Standard: “Lo amo davvero e mi piace e ci facciamo ridere a vicenda”.

Kate Beckinsale ha tenuto segreto il suo aborto spontaneo

La perdita di un figlio è insondabile, indipendentemente dal fatto che il bambino sia nato o meno. Alla fine degli anni 2000, Kate Beckinsale aspettava un bambino dall’allora marito Len Wiseman, ma la sua gravidanza si sarebbe purtroppo conclusa con un aborto spontaneo. Tuttavia, l’attore britannico ha tenuto privata la tragedia per oltre 10 anni prima di farsi avanti per condividere la sua storia.

Ispirata dal coraggio e dalla vulnerabilità della modella e personaggio televisivo Chrissy Teigen, che aveva condiviso la notizia del proprio aborto spontaneo nel settembre 2020, Beckinsale si è rivolta a Instagram per mostrare supporto e rivelare anche la sua esperienza. Nel post, ha scritto in parte: “Anni fa ho perso un bambino a 20 settimane. Ero riuscita a mantenere tranquilla la mia gravidanza e sono crollata completamente dentro e nessuno l’avrebbe saputo”. Beckinsale ha continuato a descrivere come questo tipo di perdita può portare al “periodo di tempo più solitario e più distruttivo per l’anima”, poiché il corpo può continuare a funzionare come se si stesse ancora prendendo cura di un bambino.

Beckinsale ha anche elogiato Teigen per aver condiviso pubblicamente la realtà che così tante persone sperimentano a livello privato, dicendo: “Grazie @chrissyteigen per esserti assicurato che sia assolutamente chiaro quanto sia devastante e come possa cambiare la vita senza supporto”.

La pandemia l’ha tenuta lontana da sua figlia

La pandemia di COVID-19 ha completamente smantellato tutti gli aspetti della vita di persone provenienti da tutto il mondo, comprese, ovviamente, le celebrità. Da parte sua, Kate Beckinsale ha rivelato in “Live with Kelly and Ryan” nel luglio 2021 che le aveva impedito di vedere sua figlia, Lily Sheen, di persona. Ha detto ai presentatori del talk show: “Non vedo mia figlia da due anni per tutto. Inoltre, sono andata in Canada a lavorare e lei non poteva venire a trovarmi. … Due anni senza vedere tua figlia, per me, è il pensiero più assurdo.”

Seguendo le orme dei suoi famosi genitori, Beckinsale e Michael Sheen, Lily è anche un’attrice. Stava studiando alla New York University durante l’inizio della pandemia e da allora era rimasta nella Grande Mela, come riportato da Page Six. A causa delle restrizioni di viaggio e degli orari di lavoro contrastanti, Lily e sua madre non sono state in grado di vedersi, ma per fortuna i due si sono riuniti nel periodo dell’intervista “Live” di Beckinsale.

Tuttavia, la loro separazione fisica non ha impedito alla coppia madre-figlia di tenersi in contatto. Beckinsale ha elaborato la loro stretta relazione durante la stessa intervista, dicendo scherzosamente: “Grazie a Dio per FaceTime e tutto il resto … ma siamo entrambi in preda al panico perché sembreremo davvero vecchi l’uno per l’altro”. Parla di riconoscibile.

Kate Beckinsale ha affrontato commenti negativi sulla sua età

Kate Beckinsale potrebbe essere una bella figura a Hollywood sia dentro che fuori, ma sfortunatamente la star riceve ancora la sua giusta dose di odio e critiche nella sfera della stampa e dei social media. In un’intervista del 2021 con People, l’attore di “Click” ha rivelato di aver ricevuto intense pressioni dai media riguardo alla sua età nel corso degli anni. “Nel momento in cui ho compiuto 31 anni, dal punto di vista della stampa, mi dicevano: ‘Va verso i 40.’ E tu dici semplicemente ‘Scusa?’ Nessuno me lo ha detto quando avevo 10 anni e quasi 20”, ha spiegato. In questo periodo, Beckinsale ha collaborato con il marchio MRVL Skin Solutions per la sua linea di prodotti per la cura della pelle antietà commercializzati per le donne che cercano di levigare la pelle e ridurre l’aspetto delle rughe.

Ma purtroppo, i media non sono stati l’unico gruppo a sfornare negatività sull’età e sull’aspetto dell’attore. Beckinsale, attivo sui social e in particolare su Instagram, ha avuto a che fare con numerosi troll online. Nel 2019, ad esempio, ha risposto a diversi utenti di Instagram per aver affermato che, tra le altre cose, era presumibilmente “troppo vecchia” per pubblicare una foto in bikini, che stava affrontando una crisi di mezza età o semplicemente “in cerca di attenzione”. In una lunga e compassionevole risposta, Beckinsale ha scritto in parte (tramite Pagina Sei): “Le persone o la stampa che ti spaventano perché il tuo valore è legato alla giovinezza, o in effetti qualsiasi cosa che attualmente non è alla tua portata, è un rumore. spero che ti permetti di ignorare.” Ben detto.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui