Il seguente articolo contiene riferimenti ad abusi sessuali, molestie e morte.

Sharon Stone è una delle icone della sua generazione. Che stia investigando in “Total Recall”, omicidi seriali in “Basic Instinct” o, più recentemente, sfrigolando in “Fading Gigolo”, Stone presta sempre il suo fascino ironico ai diversi ruoli che interpreta. Come purtroppo è il caso di molte donne oltre una certa età, ha visto la sua carriera vacillare negli ultimi due decenni e, per un certo periodo, è scomparsa completamente da Hollywood.

Fu durante questo periodo che Stone si sarebbe confrontata con alcune delle sue più grandi tragedie che l’avrebbero vista bollata come un’emarginata nell’industria di Hollywood che un tempo incarnava in modo effervescente. Ma in tutto questo, Stone è stato un combattente, rifiutandosi di conformarsi agli ideali restrittivi del business. Come ha detto una volta all’AARP, “Sono sopravvissuta a tutto: molestie sessuali, aborti spontanei, emorragia cerebrale, divorzio, un fulmine. Non ho tempo per scherzare”.

Sembra che la tragedia segua Stone in giro, e lo ha fatto sin dai suoi anni di formazione. In quanto tale, i molteplici dolori che ha sopportato le hanno conferito una visione unica del settore nel suo insieme. Non dovrebbe sorprendere, quindi, che negli ultimi anni Stone abbia rifiutato le trappole di Hollywood per il proprio benessere fisico e mentale. Parlando con Elle Spain, ha rivelato che le sue varie lotte personali l’hanno portata a liberarsi “delle cose e delle persone vane e di circondarmi solo di positività”. Prepara i fazzoletti, perché questi sono i tragici dettagli su Sharon Stone.

Sharon Stone è stata abusata sessualmente da bambina

Da bambina, sia Sharon Stone che sua sorella, Kelly, sono state abusate sessualmente dal nonno, ma è stato solo durante una sessione di terapia molti anni dopo che Sharon si è ricordata dell’abuso, secondo The New Yorker. “Sono arrivato a capire che il mio abuso è iniziato molto, molto giovane. … Ho appena iniziato a urlare, ‘Chi lo fa?,’ perché avevo avuto un tale blocco mentale che qualcuno avrebbe potuto abusare di un bambino così piccolo”, ha detto allo sbocco, aggiungendo che suo nonno minacciava spesso di ucciderla per impedirle di dirlo a qualcuno.

Nel suo libro di memorie, “La bellezza di vivere due volte”, Stone ha rivelato che suo nonno è morto quando lei aveva 14 anni. Dopo aver visto il suo cadavere al funerale, ha ammesso di essere contenta che se ne fosse andato, incapace di farle del male mai più. Inoltre, ha descritto in dettaglio di essere stata costretta a visitare i suoi nonni da bambina, descrivendo la loro situazione di vita come squallida e lamentandosi di come hanno maltrattato la loro dozzina di gatti domestici, proprio come hanno maltrattato le loro nipoti.

Nonostante abbiano sopportato insieme terribili abusi, le sorelle non ne hanno discusso fino a quando non avevano vent’anni. “Nostra madre in seguito ha detto che non sapeva del comportamento perverso di suo padre nei nostri confronti durante il nostro bambino e gli anni elementari … Lo odiava”, ha scritto Sharon, notando che anche suo nonno aveva picchiato sua nonna. Parlando con il New York Times, ha detto che sia sua sorella che sua madre, a cui è dedicato il libro di memorie, le avevano concesso il permesso di raccontare la storia straziante.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

La sua infanzia è stata piena di ferite e morte

Riguardo alla sua infanzia, Sharon Stone ha detto senza mezzi termini al New Yorker: “Sono stato un disastro sociale, come lo sono ancora”. Il triste sentimento si riferisce al fatto che, da bambina, ha affrontato molteplici tragedie. Suo zio Gene era al centro di gran parte di questa devastazione. Quando Stone era una ragazzina, Gene morì congelato. Come ha raccontato nelle sue memorie, il suo corpo è stato trovato sui gradini del suo cottage, dove era circondato da abbondanti quantità di sangue a causa di una ferita alla testa che si era procurata cadendo.

Gene ha lottato con numerosi problemi psicologici e una volta ha minacciato di spararsi davanti a Stone quando era una bambina. La madre di Stone aveva un atteggiamento irriverente nei confronti dell’idea suicida di Gene, e l’attore ha ammesso che questa convinzione l’ha cancellata (qualcosa per cui il Daily Mail l’ha criticata).

Oltre al suo trauma derivante dai suoi parenti, Stone è stata gravemente ferita in più occasioni da bambina. Dopo un incidente a cavallo, si è danneggiata il collo, secondo il New York Times. Un altro strano incidente l’ha vista essere colpita da un fulmine, provocando ferite che si sono protratte per un periodo di tempo significativo. “Ho una valvola prolassata… Ho dovuto tornare indietro e fare gli elettrocardiogrammi per un paio di settimane, perché continuavo a misurare questa elettricità davvero irregolare nel mio corpo”, ha detto al New Yorker riguardo al bizzarro incidente.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-TALK (8255).

L’attore è stato sfortunato in amore

Nel 1998, Sharon Stone ha sposato il suo secondo marito, Phil Bronstein, secondo la BBC, anche se la loro relazione è stata rovinata da alcune esperienze orribili. Ad esempio, Bronstein è stato attaccato da un rettile famelico nel 2001. Il Guardian ha riferito che Stone e Bronstein hanno visitato lo zoo di Los Angeles quando un drago di Komodo ha attaccato quest’ultimo – davanti a Stone – facendo un balzo per il suo piede e quasi mangiando il suo dito, cosa che doveva essere riattaccato chirurgicamente. Due anni dopo, però, la coppia divorziò. Secondo il Sydney Morning Herald, la coppia aveva lottato per un po’, presumibilmente a causa delle restrizioni causate dalla carriera di Stone. Riflettendo sul divorzio, Stone ha detto alla NBC News che non poteva fare a meno di sentirsi un fallimento.

Stone ha anche frequentato il comico Garry Shandling negli anni ’90, secondo l’Irish Examiner. Notoriamente, è apparsa nella sua serie, “The Larry Sanders Show”. Dopo la morte prematura di Shandling nel 2016, Stone è rimasta devastata. “Mi colpisce che la nostra famiglia, ovunque la troviamo e ogni volta che la perdiamo, sembri scomparire con la stessa meraviglia magica con cui arrivano”, ha detto a Rolling Stone. “Garry, le mie tante cose, saranno sempre la mia famiglia.”

Parlando con Drew Barrymore nel 2021, Stone ha ammesso di essere stanca di uscire insieme dopo un crepacuore di troppo. “Ho finito di uscire insieme… Trovo solo che le persone non siano sincere e non valgano il mio tempo”, ha confessato. L’attore ha spiegato di essere diventata più in sintonia con la propria compagnia, riconoscendo la necessità di prendersi cura di sé dopo il trauma.

Ha perso la custodia di suo figlio

Secondo ABC News, Sharon Stone è stata coinvolta in un’aspra battaglia per la custodia del figlio maggiore, Roan, nel 2008, dopo che l’ex marito Phil Bronstein l’ha accusata di aver reagito in modo eccessivo ai disturbi del figlio. Lo sbocco ha riferito che Stone credeva erroneamente che suo figlio avesse una condizione del midollo spinale e si comportasse in modo inappropriato per quanto riguarda l’odore dei suoi piedi, volendo farsi iniettare Botox nei suoi piedi per impedire loro di sudare.

Di conseguenza, un giudice ha stabilito che Stone era un genitore inadatto e successivamente ha perso la custodia di suo figlio. Ritenendo le azioni di Stone riprovevoli, il giudice ha affermato che l’attore non era “in grado di fornire la struttura, la continuità e l’affidabilità di cui Roan ha bisogno e, candidamente, merita”. Tuttavia, Stone ha detto che la sua ex ha inventato le affermazioni di una maternità inadatta per portare via suo figlio. In un’intervista con Saga (tramite il Daily Mail), ha detto che non poteva far fronte alla perdita e che si sarebbe sdraiata e avrebbe pianto tutto il giorno dopo essere stata costretta a dire addio al suo ragazzo.

Parlando con il New Yorker in merito alla devastante perdita, Stone ha anche incolpato l’ipersessualizzazione dei media nei suoi confronti per aver perso la custodia di Roan. Un giorno, Roan ha detto a sua madre che fa “film di sesso”. Come ha sottolineato Stone, “Era già uscito prima che mi sposassi. Nessun altro ha preso la decisione di sposarsi? Nessun altro ha deciso di avere figli?” Secondo The Hollywood Reporter, da allora ha riacquistato la custodia di Roan.

Sharon Stone ha subito discriminazioni salariali a Hollywood

La disparità di retribuzione è stata a lungo un problema a Hollywood. Nonostante il successo monumentale di “Basic Instinct”, la sua star, Sharon Stone, non era più ricca dopo aver assunto il ruolo. Nel 2015, Stone ha parlato delle sue esperienze con il divario retributivo di genere di Hollywood. A quel tempo, l’argomento stava guadagnando slancio, a causa della schiettezza di Jennifer Lawrence sulla questione, dopo aver scritto un saggio per Lenny in cui si lamentava della mancanza di uguaglianza di genere nel settore.

Per quanto riguarda la disparità salariale, Stone ha detto che ha dovuto lottare per ottenere uno stipendio base per recitare, che era ancora significativamente inferiore agli stipendi dei suoi coetanei maschi. “Nessuno voleva pagarmi”, ha detto a un evento di moda, secondo The Guardian. “Ricordo di essermi seduto nella mia cucina con il mio manager e di aver pianto e detto: ‘Non lavorerò finché non sarò pagato’. Sono stato comunque pagato molto meno di qualsiasi uomo”.

In una successiva intervista con Q (tramite CBA), Stone ha notato che è stata pagata così miseramente per il suo ruolo più famoso che non poteva nemmeno permettersi di comprare il suo vestito per gli Oscar. “Non sono stato pagato per fare ‘Basic Instinct’… Michael [Douglas] ha guadagnato $ 14 milioni e ha punti”, ha spiegato. A peggiorare le cose, la sua camera d’albergo è stata saccheggiata durante la prima del film a Cannes e tutti i suoi effetti personali sono stati rubati. Guadagnando appena abbastanza soldi per cavarsela, Stone non poteva permettersi la sicurezza privata ed è rimasto praticamente senza nulla.

Ha smesso di ottenere ruoli

Immediatamente dopo “Basic Instinct”, Sharon Stone è stata spinta verso una celebrità gigantesca, anche se non si è riflessa nel suo conto in banca. In effetti, ha dovuto fare i conti con i genitori quasi ovunque, secondo The New Yorker. Ma come con tanti attori degli anni ’90, l’interesse di Hollywood è svanito con l’invecchiamento di Stone. Alla fine, ha smesso del tutto di ottenere ruoli sostanziali. Ha suggerito che il lavoro si è esaurito nei suoi 40 anni perché è allora che le donne diventano le loro più belle e potenti: “Quindi opprimiamo le donne, perché potrebbero diventare più potenti degli uomini”.

In un’intervista al New York Times, ha discusso del sessismo intrinseco delle scelte di casting di Hollywood, per cui le donne, a differenza delle loro controparti maschili, sono ridotte alle loro apparenze e costantemente umiliate a meno che non aderiscano a un ideale estremamente campanilistico. “Ho lasciato andare le persone che mi dicevano tutti i motivi per cui non posso lavorare”, ha detto, notando che ha sopportato “40 anni di troppo alta, troppo bassa, troppo grassa, troppo magra, troppo bionda, troppo castana, troppo giovane, troppo vecchio.”

Ma non sono stati solo i produttori di Hollywood a smettere di chiamare. Stone ha detto al Sydney Morning Herald di essere stata abbandonata anche dal suo agente, che ha affermato che era difficile lavorare con lei, il che è probabilmente un tropo sessista che è stato a lungo usato contro le donne potenti del settore. Di conseguenza, Stone ha detto allo sbocco di essere disgustata dalla natura sfruttatrice dell’industria. “Non ti piace? È difficile? Sei stufo di lei? Fantastico. Buttala nella spazzatura”, dichiarò.

Sharon Stone ha avuto un ictus quasi fatale

Nel 2001, Sharon Stone ha avuto un ictus che le ha reciso l’arteria vertebrale destra, lasciandola con un’1% di possibilità di sopravvivenza. In una chat con The Hollywood Reporter, l’attore ha detto che i medici non prendevano sul serio i suoi problemi di salute, credendo che, fedele alla sua professione, stesse recitando. Tuttavia, alla fine si scoprì che aveva avuto un grave ictus e un’emorragia cerebrale.

La sua guarigione ha richiesto molti anni. Parlando con il New Yorker, ha rivelato di soffrire ancora degli effetti della lesione cerebrale. “Il mio cervello si blocca 24 ore su 24, 7 giorni su 7. … Quando ho il raffreddore, o come ora, sono in menopausa in fase avanzata, il mio cervello si gonfia”, ha affermato. La Stone ha detto di aver avuto segnali di avvertimento per la prima volta quando ha realizzato “Basic Instinct” un decennio prima, ma il regista Paul Verhoeven ha respinto i sintomi simili a convulsioni della protagonista come risultato dell’uso di droghe, nonostante il fatto che Stone non stesse usando.

A peggiorare ulteriormente una situazione difficile, ha rivelato che nessuno voleva conoscerla dopo l’ictus. “Le persone mi hanno trattato in un modo brutalmente scortese”, ha detto a Variety, aggiungendo: “Non credo che nessuno capisca quanto sia pericoloso un ictus per le donne e cosa serva per riprendermi: mi ci sono voluti circa sette anni”. In un’intervista con Closer Weekly, ha detto che l’esperienza l’ha aiutata a venire a patti con la propria mortalità, spiegando che l’ictus ha compromesso la sua capacità di parlare, ascoltare e camminare. Alla fine, l’amore dei suoi figli ha aiutato Stone a superare l’agonizzante prova.

L’attore è stato sottoposto alle avances di registi predatori

Nel suo libro di memorie – un estratto pubblicato da Vanity Fair – Sharon Stone ha rivelato l’entità del sessismo che ha dovuto affrontare a Hollywood. In un caso, secondo quanto riferito, un produttore ha rimproverato la star e le ha detto che non era abbastanza brava per un ruolo cinematografico e si è rifiutata di chiamarla per nome. Scossa dal calvario, Stone si è schiantata con la sua auto dopo l’incontro.

Ha anche divulgato le sue esperienze con molestie sessuali e aggressioni. Discutendo della discutibile cultura dello stupro di Hollywood in mezzo alla miriade di denunce di abusi mosse contro produttori e registi, ha detto: “Questa inazione è di per sé un vero e proprio crimine”. Una delle manifestazioni più scioccanti del maltrattamento sessista di Stone si è verificata sul set di “Basic Instinct”. L’attore ha affermato di essere stata indotta con l’inganno a fare la famigerata scena dell’incrocio delle gambe, affermando che il regista Paul Verhoeven le avrebbe detto che doveva togliersi la biancheria intima bianca perché stava causando un bagliore sul film. Dopo aver visto il montaggio finale, Stone ha scoperto che l’affermazione di Verhoeven era solo uno stratagemma per convincerla a esporre i suoi genitali, anche se Verhoeven nega con veemenza l’accusa.

Le violazioni di Stone a Hollywood vanno oltre le molestie e le aggressioni sessuali. In un’intervista al Sunday Times, ha rivelato di aver subito un intervento chirurgico di routine solo per svegliarsi con le protesi mammarie. “Aveva cambiato il mio corpo a mia insaputa o senza il mio consenso”, ha affermato, notando che il chirurgo plastico “pensava che sarei stata meglio con delle… tette più grandi”.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

La tragica ragione per cui Sharon Stone non può avere figli biologici

L’adozione a Hollywood è all’ordine del giorno. Mentre molte celebrità, come Angelia Jolie, hanno figli sia biologici che adottati, per altri l’adozione è l’unica opzione. Sharon Stone ha tre figli adottivi: Roan, che ha accolto con l’ex marito Phil Bronstein, e Laird e Quinn, che ha adottato come mamma single, per Hollywood Life.

Sebbene ora sia un genitore devoto, Stone inizialmente ha lottato per creare una famiglia. In un’intervista con Closer Weekly, l’attore ha rivelato che una malattia autoimmune le ha impedito di avere figli biologici. Sebbene Stone non abbia dichiarato esplicitamente quali condizioni abbia, ha accennato che si tratta di lupus, che ha anche sua sorella, Kelly Stone. “Posso dire che ho avuto tre, cinque mesi e mezzo di aborti spontanei e nessuno ha avuto alcuna risposta per me, cosa sta succedendo, perché mi sta succedendo”, ha detto a Extra, notando che ha la genetica marcatori per il lupus.

In un’intervista con Elle Spain, ha rivelato di avere anche l’endometriosi, una malattia cronica che colpisce il sistema riproduttivo. Ha incolpato la condizione per i suoi aborti spontanei, descrivendo in dettaglio i suoi effetti debilitanti e strazianti sul suo corpo. Per quanto riguarda le difficoltà che ha dovuto affrontare quando ha cercato di diventare madre, ha detto a un’udienza presso l’Associates For Breast and Prostate Cancer Studies (via People) che l’adozione l’ha benedetta con la famiglia che aveva sempre desiderato. “La maternità non è arrivata facilmente, ma mi è venuta amorevolmente per opera degli angeli”, ha detto dolcemente.

Suo nipote è morto a 11 mesi

Sharon Stone ha ricevuto l’onore di diventare la madrina di suo nipote, River Stone, figlio del fratello minore dell’attore, Patrick Stone, secondo People. Ma la vita del bambino è stata interrotta troppo breve. Nel 2021, Sharon ha affrontato ancora più tragedie quando River ha subito un’insufficienza totale d’organo.

Condividendo una foto del bambino intubato con i suoi follower su Instagram, Sharon ha chiesto preghiere, ammettendo che ci sarebbe voluto un “miracolo” per salvarlo. Tragicamente, River non ce l’ha fatta, morendo pochi giorni prima del suo primo compleanno. “River William Stone 8 settembre 2020 – 30 agosto 2021”, ha scritto Sharon in un tributo con un montaggio video straziante dedicato al bambino. Sulla scia della tragedia, la cognata di Sharon, Tasha Stone, ha pubblicato uno straziante post su Facebook in cui descriveva in dettaglio il dolore di dover vedere suo figlio soffrire in ospedale.

Parlando con le persone dopo la morte prematura del bambino, Sharon ha sottolineato l’importanza della donazione di organi. “Il fatto che il mio figlioccio sia stato in grado di salvare tre vite, due bambini e un uomo di 45 anni è stato un santuario per la nostra famiglia”, ha detto. “Posso solo dire che non sai mai, mai, quando accadrà una tragedia nella tua vita o nella tua famiglia, ma questa opportunità di essere un donatore di organi ci ha salvato, ha salvato la nostra famiglia”. Secondo uno studio pubblicato dalla Casa Bianca di Obama, ci sono oltre 120.000 americani in attesa di donazione di organi e un solo donatore può salvare otto vite.

Sua sorella e suo cognato sono quasi morti di COVID-19

La pandemia di COVID-19 ha cambiato la vita delle persone in tutto il mondo e Hollywood non ha fatto eccezione. Nel 2020, nel pieno della pandemia e prima del lancio di massa del vaccino, la sorella di Sharon Stone, Kelly Stone, e suo cognato, Bruce Singer, sono quasi morti dopo aver contratto il virus. Condividendo una foto del letto d’ospedale di Kelly su Instagram, Sharon ha incolpato coloro che si sono rifiutati di indossare maschere per la malattia di sua sorella. “Uno di voi che non indossa la maschera l’ha fatto. Non ha un sistema immunitario. … PUOI AFFRONTARE QUESTA STANZA DA SOLO? Indossa una maschera! Per te stesso e per gli altri”, ha esortato i suoi follower. Dal momento che ha il lupus, Kelly è immunocompromessa e quindi vulnerabile allo sviluppo di infezioni gravi, come notato in uno studio del 2020.

Per fortuna, Kelly e Bruce si sono ripresi, ma si sono comunque ammalati gravemente. Per Deadline, Kelly ha detto ai suoi follower su Instagram che stava lottando per respirare e ha esortato le persone a indossare maschere e ad essere cortesi con gli altri. Mentre Kelly è guarito in una certa misura, Bruce ha avuto una vita molto più difficile…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui