Il seguente articolo menziona omicidio, abusi domestici e suicidio.

È difficile sentire il nome Aaron Hernandez e non pensare alla tragedia. Il nativo di Bristol, nel Connecticut, era stato un giocatore di punta dei New England Patriots quando è stato arrestato per l’omicidio del giocatore di football semi-professionista Odin Lloyd nel 2013. Hernandez è stato dichiarato colpevole due anni dopo e condannato all’ergastolo. Presumibilmente è stato anche legato a molteplici altre sparatorie e persino incriminato in un doppio omicidio separato da cui è stato assolto nel 2017. Pochi giorni dopo quell’assoluzione, Hernandez si è suicidato nella sua cella di prigione. Secondo NPR, dopo la sua morte, i ricercatori che hanno studiato il suo cervello hanno scoperto che aveva una CTE di stadio 3.

Sebbene la caduta e la morte di Hernandez siano di per sé tragiche, e durante tutto questo, ha avuto una fidanzata devota, Shayanna Jenkins-Hernandez (non si sono mai sposati ma ha cambiato legalmente il suo nome), con la quale ha condiviso una figlia. Jenkins-Hernandez è rimasta fedele a Hernandez durante i suoi processi, anche quando ha dovuto testimoniare contro di lui. Quando si è trattato della sua fedeltà a Hernandez, Jenkins-Hernandez ha detto a Oxygen: “Questo è qualcuno che ami … non gli avrei lasciato che lo sperimentasse da solo”. Ha aggiunto: “Stavo per restare al suo fianco in ogni fase”.

E resta vicino a lui, l’ha fatto. Ecco i tragici dettagli sulla fidanzata di Aaron Hernandez, Shayanna Jenkins-Hernandez.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline componendo il 988 o chiamando il numero 1-800-273-TALK (8255)​.

Una relazione difficile con Aaron Hernandez

Aaron Hernandez e Shayanna Jenkins-Hernandez potrebbero aver avuto una relazione tossica sin dall’inizio. Secondo il Daily Mail, i due hanno iniziato a frequentarsi quando erano solo alle scuole medie e i loro problemi sono iniziati quando Hernandez è diventato famoso per lo sport. Durante il processo di Hernandez, Jenkins-Hernandez ha ricordato: “C’erano molte ragazze che cercavano di attirare la sua attenzione. Abbiamo avuto alcuni problemi su cui abbiamo dovuto risolvere durante il liceo”. Tuttavia, i due sono riusciti a rimanere in contatto quando Hernandez è andato al college in Florida, e alla fine si è trasferita con lui quando ha firmato con i New England Patriots.

Mentre la coppia ha continuato a fidanzarsi e dare il benvenuto a una figlia, Avielle, nel 2012, la loro relazione potrebbe essere instabile. Ad esempio, come riportato da TMZ all’epoca, Jenkins-Hernandez ha chiamato la polizia su Hernandez nel 2013 dopo aver preso a pugni una finestra durante una discussione. Secondo TMZ, i vicini hanno segnalato anche altri disturbi domestici.

Eppure, Jenkins-Hernandez era apparentemente disposta a fare qualsiasi cosa per farlo funzionare. “Ho deciso che se dovevo tornare a vivere con Aaron, avrei dovuto scendere a compromessi sul suo comportamento e ciò includeva l’infedeltà e tutto ciò che ne è derivato”, ha detto. L’affiliata locale NECN ha riferito che una di queste infedeltà riguardava anche la baby sitter del loro bambino. Ha spiegato: “Non puoi dire a un uomo adulto cosa fare”.

Se tu o qualcuno che conosci avete a che fare con abusi domestici, potete chiamare la National Domestic Violence Hotline al numero 1-800-799-7233. Puoi anche trovare ulteriori informazioni, risorse e supporto all’indirizzo il loro sito web.

Crede che Aaron Hernandez fosse innocente

Sebbene Aaron Hernandez sia stato ritenuto colpevole di omicidio, la sua fidanzata, Shayanna Jenkins-Hernandez, crede che sia stato condannato ingiustamente. Nel 2015, Hernandez è stata condannata all’ergastolo per l’omicidio di Odin Lloyd, cosa che Jenkins-Hernandez ha detto che non vedeva arrivare. Ha detto al “Dr. Phil” nel 2017: “È stato uno shock per tutti noi. Eravamo decisamente più inclini a un verdetto innocente”. Jenkins-Hernandez ha dichiarato di ritenere che Hernandez non abbia avuto alcun ruolo nel crimine. “Potrebbe essere stato nel posto sbagliato, nel momento sbagliato, ma non credo … quello che si dice sia là fuori sia effettivamente accurato”, ha detto.

Jenkins-Hernandez ha anche dovuto affrontare i suoi problemi legali in quel momento, poiché è stata accusata di falsa testimonianza nella stessa indagine per omicidio. Anche se inizialmente avrebbe voluto proteggere il suo fidanzato non rivelando troppo, CBS News riferisce che le sue accuse alla fine sono state ritirate quando ha finalmente collaborato al suo processo. Eppure, anche quando era sul banco dei testimoni, è rimasta bella mamma. Secondo la CNN, ha spiegato: “Ho imparato a tenere la bocca chiusa in determinate situazioni”, aggiungendo: “Non c’era motivo per me di fare domande”.

Anni dopo la morte di Hernandez, Jenkins-Hernandez ha continuato a difenderlo. Quando le è stato chiesto su “GMA” nel 2020 se pensava che fosse innocente, ha risposto: “Sì, certo che lo so. Sarei una persona fredda se lasciassi qualcuno che non aveva nessuno”.

Il suicidio di Aaron Hernandez non le tornava

Shayanna Jenkins-Hernandez ha affrontato più difficoltà quando il suo fidanzato, Aaron Hernandez, è morto suicida in prigione. “All’inizio ho pensato che fosse una bufala. Ho pensato che fosse una persona crudele che mi stava facendo uno scherzo”, ha ricordato al “Dr. Phil”. La sua morte l’ha lasciata sotto shock, soprattutto perché gli aveva appena parlato al telefono la sera prima e, per quanto la riguardava, non sembrava che nulla non andasse. “Il feedback che stavo ricevendo dal nostro ultimo discorso non aveva nulla a che fare con pensieri suicidi”, ha detto Jenkins-Hernandez nella suddetta intervista (tramite USA Today).

In effetti, Jenkins-Hernandez sentiva che nulla del suicidio di Hernandez aveva senso, il che apparentemente le fece mettere in dubbio tutto ciò che le era stato detto dai funzionari della prigione. Ha spiegato su “Dr. Phil”, “Non credo che questo sia stato un suicidio, conoscendolo”. Ha continuato: “Mi sentivo come se fossimo così brillanti. Stavamo salendo una scala verso una direzione positiva”. Per questo motivo, Jenkins-Hernandez ha detto che voleva condurre le sue indagini sulla morte di Hernandez e sentiva che si sarebbe potuto fare di più per salvarlo. “Niente di tutto ciò è molto credibile per me. Non i risultati, non le indagini”, ha detto

Jenkins sentiva anche che il biglietto d’addio di Hernandez non suonava come lui né le dava risposte. Jenkins ha detto a ABC News: “La lettera che mi ha scritto era strana. Non si riferiva a me come a una ragazza o qualcosa di più intimo. Mi lascia in un certo senso non avere una chiusura”.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline componendo il 988 o chiamando il numero 1-800-273-TALK (8255)​.

Domande sulla vita personale di Aaron Hernandez

Ovviamente è stato difficile per Shayanna Jenkins-Hernandez perdere il suo fidanzato, Aaron Hernandez, e scoprire dopo la sua morte che potrebbe aver avuto una vita segreta deve aver solo aggravato il dolore. Secondo i rapporti, Hernandez potrebbe essere stato coinvolto sentimentalmente con altri uomini sin dalle scuole medie, mentre era con Jenkins-Hernandez. L’ex compagno di scuola di Hernandez, Dennis SanSoucie, ha fatto queste affermazioni nel documentario del 2020, “Killer Inside: The Mind of Aaron Hernandez” (tramite Daily Mail). “Avevamo condiviso alcune attività sessuali insieme… ma non volevamo che nessuno lo sapesse”, ha affermato. Dopo che il documento è stato rilasciato, il fratello di Hernandez ha detto in “Dr. Oz” che il giocatore di football ha fatto coming out con la madre il giorno prima di morire.

Anche un detenuto di nome Kyle Kennedy ha detto di essere coinvolto con Hernandez. Kennedy ha detto in “Aaron Hernandez: Jailhouse Lover Tells All” (tramite Us Weekly), “Mi diceva che voleva sposarmi”. Doveva essere difficile da sentire per Jenkins-Hernandez non solo per il tradimento, ma perché, come ha detto su “GMA”, avrebbe voluto che fosse aperto con lei sulla sua sessualità. “Se si fosse sentito in quel modo… non l’avrei amato in modo diverso”, ha detto. “Anche se ho un figlio con Aaron, non posso ancora dirti come si sentiva dentro.”

Shayanna Jenkins-Hernandez si è allontanata dalla famiglia

Il processo per omicidio di Aaron Hernandez ha avuto un impatto sulla relazione di Shayanna Jenkins-Hernandez con sua sorella, Shaneah Jenkins. Hernandez è stato ritenuto colpevole dell’omicidio del giocatore di football semi-professionista Odin Lloyd, che era il fidanzato di Jenkins. Prima di allora, le sorelle erano cresciute da vicino, secondo l’AP. Anche quando Jenkins ha iniziato a frequentare Lloyd nel 2012, è rimasta a casa di sua sorella quando è andata a trovarlo in Massachusetts. Quando era lì, Jenkins ha detto alla corte che lei e Jenkins-Hernandez avrebbero fatto le cose solo loro due mentre Hernandez e Lloyd uscivano a casa, e che occasionalmente uscivano tutti insieme.

La relazione delle sorelle è cambiata completamente quando Jenkins-Hernandez ha scelto di sostenere il suo fidanzato rispetto a sua sorella. La loro ostilità era apparentemente in piena mostra durante il processo quando si sedettero ai lati opposti dell’aula e si rifiutarono di parlarsi. Durante la testimonianza di Jenkins, Jenkins-Hernandez incrociò le braccia e sospirò udibilmente. Secondo il Daily Mail, quando ha preso posizione, ha confermato: “Siamo estranei”.

Ma nemmeno Jenkins-Hernandez parla con la famiglia di Hernandez. Ha detto in “Dr. Phil” nel 2017: “L’ultima volta che abbiamo avuto un incontro è stato al funerale … Semplicemente non ci vediamo negli occhi”. Anche se non ha fornito una ragione esatta, ha suggerito che la famiglia di Hernandez avrebbe potuto fare di più per lui. Ha detto: “Nessuno è stato al suo fianco tranne me. È qui che risiedono le mie frustrazioni”.

Shayanna Jenkins-Hernandez è triste per sua figlia

Mentre Shayanna Jenkins-Hernandez era devastata dalla condanna all’ergastolo di Aaron Hernandez e dal successivo suicidio, doveva essere forte per la loro figlia, Avielle. Tuttavia, Avielle era troppo giovane per capire cosa fosse il carcere, essendo nata solo nel 2012; Hernandez è stata arrestata nel 2013 e condannata nel 2015. Jenkins-Hernandez ha raccontato di “Dr. Phil”, “Era la sua normalità, quindi non sapeva che fosse diversa … Era una ragazza di papà”. Forse per questo motivo, Jenkins-Hernandez ha deciso di non spiegare l’incarcerazione di Hernandez ad Avielle. “Non glielo dirò finché non deciderà di chiedere o se lo chiederà. Pensava che papà fosse al lavoro”, ha detto Jenkins-Hernandez.

Eppure Jenkins-Hernandez sentiva che era importante che sua figlia capisse che suo padre era morto in modo che potesse avere una chiusura. Ha detto su “Dr. Phil”, “Le ho permesso di vedere il corpo di suo padre in privato solo noi e dire il nostro ultimo addio”. Una volta che Avielle è stata in grado di capirlo, hanno affrontato le sue emozioni. “Alcuni giorni è triste, altri piange e io la tengo stretta e mi assicuro che stia bene”, ha detto Jenkins.

Mentre Hernandez ha lasciato un biglietto per Avielle, Jenkins-Hernandez non sembrava pensare che aiutasse, dicendo al dottor Phil: “Per quanto riguarda il contenuto, molto vago, molto breve. Niente sembrava molto personale”. Tuttavia, aiuterà Avielle a ricordare suo padre in una luce positiva. Ha detto su “GMA”, “Descriverei suo padre come un individuo amorevole che ovviamente l’amava”.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline componendo il 988 o chiamando il numero 1-800-273-TALK (8255)​.

Rivivere tutto il trauma

Nel 2020, il doloroso passato di Shayanna Jenkins-Hernandez è stato rivisitato quando Netflix ha pubblicato i docuserie “Killer Inside: The Mind of Aaron Hernandez”. Sebbene Jenkins-Hernandez non volesse far parte del progetto, ha finito per doverne ancora occuparsi poiché ha riportato la sua famiglia sotto i riflettori. “Volevo lasciarlo nel passato e lasciare che mia figlia crescesse senza che avesse … brutti ricordi a cui guardare indietro”, ha spiegato a “GMA”.

Eppure erano presenti cose personali sulla famiglia di Jenkins-Hernandez, comprese le telefonate tra Hernandez e la loro figlia, Avielle. “È solo di nuovo, molto difficile da sentire soprattutto con mia figlia, sentire il sacro… quelle sono cose che come madre vuoi tenere per te”, ha detto. Per questo motivo, secondo quanto riferito, Jenkins-Hernandez ha ritenuto che l’intera faccenda avesse appena causato più angoscia.

Le docuserie hanno anche portato Jenkins-Hernandez a essere criticato online per come si è comportata durante il processo e per il loro telefonate nelle carceri private. Una persona anche twittato“Merita un Oscar come ‘Miglior attrice femminile'”. Sebbene Jenkins-Hernandez abbia detto di aver ricevuto alcuni messaggi di comprensione, ha finito per prendersi una pausa dai social media nel 2020. Ha spiegato in un post: “Ho cercato di leggere ogni messaggio inviato su IG e tramite e-mail (positivo e negativo). La quantità di supporto e di energia positiva è di nuovo irreale! Sono sicuro che capirete tutti quanto sia fondamentale prendersi un po’ di tempo lontano dai social media.”

Il padre dei crimini passati del suo secondo figlio

Shayanna Jenkins-Hernandez è andata avanti con un altro uomo dopo la morte di Aaron Hernandez nel 2017 e nel 2018 aspettava un bambino. Mentre Jenkins-Hernandez non ha incluso il padre nell’annuncio di gravidanza che ha scritto su Instagram, Radar in seguito ha riportato la sua identità di pugile / proprietario di bar amatoriale Dino Guilmette, che avrebbe incontrato a Long Island.

Mentre mettere su famiglia con Guilmette sembrava un nuovo inizio per Jenkins-Hernandez e sua figlia, Avielle, Guilmette è un criminale condannato. Secondo il Daily Mail, Guilmette non solo si è dichiarato colpevole di aggressione con un’arma pericolosa quando aveva 18 anni, ma è stato accusato di aggressione e resistenza all’arresto nel 2005. Nello stesso anno, ha anche dichiarato bancarotta per la prima volta, prima di farlo di nuovo nel 2014. Guilmette apparentemente aveva una cattiva reputazione nel suo stato natale, il Rhode Island. In effetti, il collega pugile dilettante Louis Savastano una volta ha detto a WPRI: “È solo un bullo in giro per la città. Un ragazzo duro”.

Tuttavia, si potrebbe dire che anche Jenkins-Hernandez ha un passato difficile, che a quanto pare Guilmette era disposta a guardare oltre. Ha detto a Radar: “Non mi importava per niente. Ci sono molti commenti brutti là fuori. Non li ascolto”. Era anche felice di fondere le famiglie con Jenkins-Hernandez. “Avrò le mani occupate, ma ne sono felice”, ha detto a Radar. “Avrà due sorelle. Ho un’altra figlia da una precedente relazione.”

Shayanna Jenkins-Hernandez manca ancora Aaron Hernandez

Shayanna Jenkins-Hernandez continua a lottare con il dolore per la mancanza del suo defunto fidanzato, Aaron Hernandez. Nonostante siano passati anni da quando stavano insieme, Jenkins-Hernandez ha indicato sul suo Instagram che i suoi sentimenti per lui non sono cambiati. Nell’aprile 2022, ha condiviso una foto di loro che si baciano, scrivendo nella didascalia: “Hai lasciato questo mondo, ma non il mio cuore”.

I sentimenti di Jenkins-Hernandez per il suo defunto fidanzato hanno persino fatto notizia nel 2021, dopo aver pubblicato un tributo a lui nel quarto anniversario della sua morte. Era chiaro che era ancora in lutto. Ha scritto: “La perdita non è diventata più facile … faccio ancora male. Piango ancora. Mi chiedo ancora perché”. Continuò: “Io e Avielle continuiamo a parlare di te e manteniamo viva la tua presenza”. Anche questo sembra essere vero, dal momento che ha deciso di includere Hernandez nelle pietre miliari della famiglia, come il compleanno di Avielle. In un post di compleanno per la loro figlia, ha scritto: “Papà ti guarda dall’alto in basso e continuerà a guidarti per sempre!”

Mentre la loro relazione è avvolta da tragedia e dolore, Jenkins-Hernandez continua ad avere l’amore nel suo cuore per Hernandez. Ha detto in “Dr. Phil”, “Per me è un bravo ragazzo, l’amore della mia vita, il padre di mio figlio. … Vogliono farlo diventare questo mostro, e non lo è”.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline componendo il 988 o chiamando il numero 1-800-273-TALK (8255)​.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui