Questo articolo contiene riferimenti ad aggressioni e abusi sessuali

“My 600-lb Life” è uno spettacolo televisivo su TLC che segue il viaggio di perdita di peso di pazienti patologicamente obesi mentre cercano di dare una svolta alla loro vita attraverso un intervento chirurgico di bypass gastrico. Sebbene tutti i pazienti siano tutti clinicamente obesi, l’obiettivo è apportare cambiamenti permanenti allo stile di vita nell’arco di un anno attraverso l’aiuto del chirurgo bariatrico principale Dr. Younan Nowzaradan (o Dr. Now, come viene spesso chiamato).

Dal debutto nel 2012, lo spettacolo ha registrato un enorme successo. Essendo in onda da quasi un decennio, il programma ha portato alla luce innumerevoli pazienti con incredibili foto prima e dopo e testimonianze di trasformazione che il mondo intero può vedere. Inoltre, l’approccio senza fronzoli del Dr. Now è stato anche uno dei preferiti dalla folla e considerato efficace poiché cerca di implementare nuove abitudini alimentari mentre rompe la mentalità di quelle vecchie.

C’è, tuttavia, un altro lato: un lato con accuse poco lusinghiere e sviluppi post-operatori sottostimati. Ma in realtà, se tutti conoscessero le difficoltà e le buffonate fuori campo che hanno avuto luogo in “My 600-lb Life”, l’integrità dello spettacolo sarebbe compromessa. Anche se alla fine ai pazienti viene data l’opportunità di salvare le loro vite, per alcuni si sono verificati incontri sfortunati lungo la strada, quindi ecco i tragici dettagli di “My 600-lb Life”.

Se stai lottando con un disturbo alimentare o conosci qualcuno che lo è, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della National Eating Disorders Association oppure contatta la Live Helpline di NEDA al numero 1-800-931-2237. Puoi anche ricevere assistenza in caso di crisi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 via SMS (inviare NEDA al numero 741-741).

I pazienti possono ancora aumentare di peso dopo la chirurgia bariatrica

“My 600-lb Life” riceve molti elogi per aver aiutato i pazienti a dare una svolta alla loro vita. Nel processo, tuttavia, descrive un ritratto impreciso della chirurgia bariatrica. “Quello che vedi in questi spettacoli estremi è solo una piccola componente di ciò che è effettivamente per i pazienti”, ha spiegato Colleen Tewksbury, Ph.D., MPH, RD, nella sua ricerca pubblicata sulla chirurgia bariatrica e sui processi di cura della nutrizione. Ad esempio, uno dei tanti aspetti dell’intervento chirurgico che gli spettatori possono perdere o non sapere da “La mia vita da 600 libbre” è che i pazienti possono ancora recuperare peso dopo l’intervento chirurgico.

Secondo la Mayo Clinic, per ottenere risultati più sostenibili dopo l’intervento chirurgico, i pazienti devono cambiare completamente il loro stile di vita, da ciò che mangiano a quanto sono attivi. Tewksbury ha fatto eco a questi sentimenti nel suo studio, scrivendo: “L’intervento chirurgico non è una cura. La cura della gestione del peso è a lungo termine e richiede un follow-up per tutta la vita”. Secondo Penn Medicine News, nel loro programma, i pazienti sono in genere monitorati da vicino per circa 90 giorni dopo l’intervento, ma le cure non si fermano qui. Sono inoltre dotati di una rete di supporto e di risorse a cui possono accedere facilmente. Sfortunatamente, molti pazienti di “My 600-lb Life” hanno ripreso peso o hanno ceduto alle loro dipendenze dopo il tempo trascorso nello show.

Complicazioni dopo l’intervento chirurgico

Sarebbe facile per qualcuno vedere la chirurgia bariatrica come una cura magica che cambierà le loro vite dall’oggi al domani dopo aver visto “La mia vita da 600 libbre” perché più storie belle fanno i titoli dei giornali. Ma in realtà, l’intervento chirurgico non è un toccasana: anche con la supervisione post-operatoria, possono comunque verificarsi complicazioni. Amber Rachdi, che ha perso fino a 400 libbre. dopo il suo intervento chirurgico, ha dettagliato la sua esperienza con alcuni fan in un’ampia sessione di domande e risposte sulla sua pagina Facebook. Quando le è stato chiesto quanto tempo ci voleva prima che il suo corpo iniziasse a funzionare come una volta, ha risposto: “I capelli hanno iniziato a tornare dopo circa 10 mesi, hanno smesso di cadere dopo 8. Ho avuto una brutta acne per circa un anno. Le mestruazioni sono tornate a circa 480 libbre, poi è svanito di nuovo a 250, probabilmente perché la dose ormonale del mio IUD è stata sufficiente per fermarlo. Ci vuole solo tempo. Aspetta lì!”

Un’altra ex partecipante che ha avuto gravi complicazioni è stata Coliesa McMillian, morta per i problemi che ha dovuto affrontare dopo l’intervento chirurgico. Anche se ha perso 150 libbre. dal suo peso iniziale nello show di 643 libbre, aveva avuto un precedente infarto. Dopo l’intervento chirurgico, McMillian ha avuto un’emorragia, era settico ed è finito in coma farmacologico prima di riprendersi. Diversi mesi dopo, tuttavia, morì.

Restrizioni alimentari dopo l’intervento chirurgico

Non solo c’è la possibilità di complicazioni post-chirurgia bariatrica, ma i pazienti devono sottoporsi a rigide restrizioni dietetiche per cinque-sei settimane dopo per garantire i migliori risultati. Prescritto dal Dr. Now, alcuni estremi includono nemmeno il fatto di non essere in grado di consumare determinate verdure. Ma una dieta con restrizioni così estreme non può fare a meno di avere alcuni effetti collaterali. I pazienti post-operatori devono anche mangiare piccole quantità di cibo alla volta e farlo lentamente. Il mancato rispetto di queste linee guida può provocare vomito e, in alcuni casi, disturbi alimentari.

Sebbene una dieta liquida sia un must, alcune persone non riconoscono l’elevata quantità di calorie in alcuni cibi non solidi, come frullati e succhi zuccherati. La “sindrome da dumping” può verificarsi se un paziente mangia troppi cibi zuccherati, causando sintomi spiacevoli come crampi e diarrea. Un’altra possibilità è sviluppare sensibilità agli alimenti che erano in grado di mangiare. In alcuni casi, il risultato è un’intolleranza al glutine o al lattosio.

Alcuni partecipanti sono morti

Sfortunatamente, la morte è una tragedia avvenuta in “My 600-lb Life”, poiché almeno 10 partecipanti sono morti dalla sua prima. Prendi Henry Foots della prima stagione. Ha fatto tutto ciò che doveva fare, passando da 715 a 275 libbre. Ma proprio quando le cose andavano bene, Foots ha avuto problemi personali, inclusa la morte di suo padre. Ha anche causato la morte di una donna quando l’autobus su cui stava guidando si è schiantato contro un altro veicolo ed è andato a sbattere contro il pedone in attesa in un angolo. Apparentemente Foots ha avuto un “episodio medico” prima dell’incidente. Morì circa un anno dopo. La causa della morte è sconosciuta.

Anche Gina Krasley è morta all’età di 30 anni, poche settimane dopo aver annunciato di essere rimasta immobile a causa di una malattia. Poi c’è James Bonner della sesta stagione, che si è suicidato nel 2018. Secondo il New York Post, la sua famiglia ha intentato la prima causa contro lo show. James King della quinta stagione è un altro paziente morto tragicamente all’età di 49 anni. Insieme a sua moglie, gli hanno lasciato due figli e quattro figlie.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline componendo il 988 o chiamando il numero 1-800-273-TALK (8255)​.

La paga deprimente bassa per i pazienti

Dato che “La mia vita da 600 libbre” è in onda da così tanto tempo, si potrebbe presumere che i pazienti ricevano buoni assegni per la loro partecipazione. Eppure, anche se tutte le spese mediche dell’intervento di bypass gastrico sono state gestite, secondo Starcasm, ai partecipanti viene pagata solo una quota di apparizione di $ 1.500 per l’intero anno di partecipazione allo show. Inoltre, gli viene dato solo uno stipendio di $ 2.500 per trasferirsi a Houston, afferma il rapporto.

Per contesto, l’affitto medio per un appartamento a Houston è di $ 1.263 e un intervento chirurgico di bypass gastrico in media di circa $ 23.000. Ancora più importante, tuttavia, secondo quanto riferito, il Dr. Now sta rotolando l’impasto. Secondo Wealthy Persons, vale 6 milioni di dollari. Tuttavia, secondo Houstonia, il Dr. Now non si arricchisce con questi interventi chirurgici. Ha detto allo sbocco: “Guardando l’obbligo morale che abbiamo, vedi qualcuno che non ha vita che potrebbe avere una vita. Non abbiamo bisogno di essere ricchi. Ci guadagniamo da vivere, ma non lo facciamo dobbiamo preoccuparci di guadagnarci da vivere con ogni paziente che vediamo”.

I partecipanti hanno spesso storie traumatiche

Nessun segreto, ovviamente, ma nello show i partecipanti spesso descrivono in dettaglio di essere vittime di abusi. Schenee Murry della sesta stagione, ad esempio, è entrato in “My 600-lb Life” a quasi 700 libbre. Ciò che gli spettatori hanno appreso, tuttavia, è che Murry ha guadagnato tutto il suo peso trovando conforto nel cibo dopo essere stata molestata da bambina. “Dentro, mi sentivo malissimo, ma nascondevo tutti i miei sentimenti. Ho iniziato a intrufolarmi del cibo subito dopo quell’incidente. Il cibo mi ha fatto sentire meglio… quindi ho iniziato a ingrassare”, ha detto nel suo episodio.

Allo stesso modo, anche Mercedes Cepha della settima stagione ha avuto un tragico passato. Ha rivelato come la sua spirale discendente nel mangiare distruttivo si sia verificata dopo essere stata abusata sessualmente da un membro della famiglia fin dalla giovane età. Oltre al resto dei suoi fratelli che hanno subito la stessa sorte, Mercedes ha dovuto affrontare la pressione extra di prendersi cura di sua madre quando è cresciuta.

Poi c’è Doug Armstrong, che si è rivolto al cibo per conforto dopo essere stato abbandonato dalla madre. “Mio padre ha fatto del suo meglio – era nell’esercito, però, quindi era via per la maggior parte del tempo”, ha detto Doug nello show. “E quando avevo 8 anni, il figlio di una tata più grande ha deciso di avere una relazione inappropriata con me… Così ho affrontato il trauma di essere stato maltrattato mangiando e ho iniziato a ingrassare”.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Accuse di maltrattamenti sul set

Mentre “My 600-lb Life” è un vero viaggio medico con interventi chirurgici reali eseguiti, è comunque uno spettacolo televisivo che risponde alle valutazioni. Niente lo ha mostrato più che nel 2020, quando Gina Marie Krasley della stagione 8 ha intentato una causa contro Megalomedia per “inflizione intenzionale di stress emotivo e negligenza”, dopo che i produttori l’hanno costretta a consumare “quantità eccessive di cibo” per favorire il suo mangiare fuori controllo narrativa e di descriverla come qualcuno che “non poteva seguire la dieta”. Per Starcasm, Krasley ha affermato che lo spettacolo non le ha fornito risorse per la salute mentale o le ha fornito una valutazione psicologica all’arrivo.

Krasley non è stato l’unico membro del cast a mettere in discussione il modo in cui Dr. Now e Megalomedia gestivano le operazioni. Sono state intentate altre nove cause, che un tribunale ha consolidato come una. Tra questi c’era Alicia Kirgan della sesta stagione. Secondo la sua causa: “La querelante ha ricevuto un sondaggio sulla salute mentale di cinque domande un paio d’ore prima della sua procedura che poneva domande con risposte vere o false. Se avesse risposto a una delle domande ‘in modo errato’, i produttori avrebbero rimosso il modulo e dargliene un altro finché non ha risposto a tutte le domande ‘correttamente'”. Maja Radanovic è stata un’altra a fare causa, accusando la compagnia di “spingere i partecipanti all’insaputa sull’orlo di un dirupo emotivo”.

Il primo tentativo di Megalomedia di archiviare il caso è stato inizialmente sventato da un giudice nel 2020, ma ha vinto il licenziamento dopo aver presentato un avviso di ricorso nel 2022, con conseguente perdita per i pazienti.

Se tu o qualcuno che conosci avete bisogno di aiuto con la salute mentale, contatta il Linea di testo di crisi scrivendo a HOME al 741741, chiama il Alleanza nazionale sulle malattie mentali linea di assistenza al numero 1-800-950-NAMI (6264), o visitare il Sito web dell’Istituto Nazionale di Salute Mentale.

Presunta transfobia

Costringere i pazienti a mangiare eccessivamente davanti alla telecamera non è l’unica accusa di cattiva etica che il team di produzione di “My 600-lb Life” ha dovuto affrontare. Destinee Lashaee della settima stagione – la prima donna trans ad apparire nello show – ha intentato una causa contro lo show, sostenendo che le era stato promesso un trattamento di salute mentale ma le era stata fornita solo una sessione di terapia per affrontare il suo dolore e la disforia di genere. Secondo i documenti del tribunale ottenuti da The Sun, Lashaee ha sollevato gravi accuse contro lo spettacolo, tra cui frode e angoscia emotiva.

“Le riprese della sua rasatura sono state così dolorose che non sono state inserite nello spettacolo. Lo stress ha portato la querelante ad avere un esaurimento nervoso in cui ha cacciato i produttori da casa e ha minacciato di uccidere loro e se stessa”, si legge nei documenti del tribunale , come solo un esempio.

Lashaee è morta nel febbraio del 2022, sebbene la sua causa della morte non sia stata rivelata. “No no no mi dispiace fratello, ti accetto per quello che sei, accetto ogni difetto che viene con te, mi dispiace che ti sei sentito solo, mi dispiace che tu abbia sentito che non avevi nessun altro a cui rivolgerti,” suo fratello, Wayne Compton, ha scritto su Facebook (tramite Deadline).

Lo spettacolo ha seguito i protocolli di sicurezza COVID-19?

I pazienti nello show non erano gli unici in disaccordo con la produzione dello show. Anche lo staff di “My 600-lb Life” ha avuto problemi con il modo in cui sono state gestite le cose, in particolare durante la pandemia. Secondo The Hollywood Reporter, lo spettacolo ha continuato le riprese durante l’inizio della pandemia nonostante le proteste dei membri del cast e della troupe.

Il testo delle chat interne del gruppo aziendale ottenuto da THR ha rivelato che, a un certo punto, la troupe televisiva ha cercato di entrare in un ospedale in isolamento per filmare e che ad almeno un membro della troupe è stato detto di non parlare di COVID-19 durante le riprese. “Questi membri del cast hanno già un sistema immunitario compromesso. Non stanno bene. Non si sentono a proprio agio”, ha detto una fonte alla pubblicazione. “È super pericoloso e nessuno di noi vuole essere la persona che lo dà al membro del cast”.

Mentre lo studio alla fine ha chiuso dopo che i dettagli sono diventati pubblici alla fine di marzo 2020, il rischio in cui stavano mettendo sia il cast che i pazienti è allarmante, soprattutto considerando che i Centers for Disease Control and Prevention collocano gli individui obesi tra quelli in una categoria ad alto rischio per il virus.

Alcuni pensano che il dottor Now sia cattivo

Chiunque guardi “La mia vita da 600 libbre” può vedere che il dottor Younan Nowzaradan è un tipo senza fronzoli. Lo stile di conversazione severo e caratteristico del dottore di origine iraniana è secondo solo al suo modo di parlare privo di emozioni e impassibile quando informa i pazienti sulla gravità delle loro condizioni o li istruisce su come dieta. E la sua disposizione alla Simon Cowell non è solo per le telecamere. “Non ho mai lasciato che la telecamera cambiasse il mio comportamento nei confronti di nessun paziente”, ha detto a Houstonia. “Faccio esattamente la stessa cosa se la telecamera è lì o no.”

In un caso, il Dr. Now respinge candidamente l’affermazione di un paziente di dover mangiare qualcosa, dicendo: “No, non devi mangiare qualcosa, hai mangiato 800 libbre di cibo dentro di te”. Michelle Marescott è un altro esempio. Dopo aver fallito nel perdere le 60 libbre obbligatorie. per qualificarsi per un intervento chirurgico, respinge i suoi sforzi, dicendole: “Se avessi seguito la dieta avresti perso facilmente quasi 100 libbre”.

Ma è in realtà “cattivo” o il suo approccio è solo in contrasto con le frequenti abilitazioni che portano alcuni pazienti a diventare obesi? “Le persone vengono alla ricerca di un’unica soluzione al loro problema e, a volte, la risposta non è quella che vogliono sentire. Pensano che la chirurgia sia la soluzione per tutto”, dice come quella che può essere considerata una dura verità.

I partecipanti subiscono molestie

Mentre “My 600-lb Life” ha una base di fan devoti, la notorietà che ha acquisito nel corso degli anni ha purtroppo reso alcuni pazienti bersagli di molestie online. Un partecipante, Steven Assanti, ha dovuto affrontare problemi dopo aver lasciato lo spettacolo, essersi sposato ed essere diventato un patrigno. “Non sono state altro che molestie nei miei confronti, di me, mia moglie e la mia famiglia, e mi ha disgustato fino in fondo”, ha detto Steven a Starcasm. “Tutto quello che chiedo è che le persone si prendano una vita e vadano avanti perché non tutto ciò che vedi in televisione è accurato, ma le persone di mentalità meschina continueranno a credere che lo sia”.

Allo stesso modo, Kathryn Lemansk, la fidanzata del membro del cast Robert Buchel, ha ricevuto immagini offensive dopo la sua morte. “Ho ottenuto di più [penis] foto sul mio Facebook rispetto all’industria del porno, non sto scherzando”, ha ammesso ad App. “Le persone hanno inserito il mio profilo in gruppi di incontri multirazziali, gruppi di incontri omosessuali, gruppi di incontri S&M. Voglio dire, ho persone che includono me in gruppi che non sapevo nemmeno esistessero, ma qualcuno l’ha fatto e devo affrontarlo”.

Questa è la sfortunata realtà delle persone che appaiono in televisione, anche se cercavano solo aiuto e non necessariamente fama e fortuna.

Se stai lottando con un disturbo alimentare o conosci qualcuno che lo è, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della National Eating Disorders Association oppure contatta la Live Helpline di NEDA al numero 1-800-931-2237. Puoi anche ricevere assistenza in caso di crisi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 via SMS (inviare NEDA al numero 741-741).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui