Donald Trump ha un problema con un ex amico. L’ex presidente ha avuto la sua giusta dose di faide nel corso degli anni. Da Hillary Clinton a Rosie O’Donnell a Rudy Giuliani, l’ex presidente ha più nemici-amici che amici. In una manifestazione nel settembre 2020, Trump ha ammesso che la sua cerchia di amicizie è diventata ancora più piccola dopo aver vinto le elezioni quattro anni prima. “Ho perso tutti i miei amici”, ha disse a una grande folla a Mosinee, nel Wisconsin, prima di lamentarsi di come la presidenza gli avesse impedito di trascorrere del tempo con i suoi amici, che erano “simpatici e sciolti”. Ha aggiunto che doveva fare affidamento su “persone al Congresso” per essere suoi amici.

La faida di Donald Trump con un ex amico ha a che fare con Joe Biden

Secondo Axios, l'ex presidente Donald Trump ha tagliato i legami con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, che un tempo era uno dei suoi più accaniti sostenitori sulla scena mondiale, dopo che Netanyahu si è congratulato con l'attuale presidente Joe Biden per la sua vittoria elettorale. Trump ha affermato falsamente che le elezioni gli sono state rubate numerose volte dopo che i risultati sono stati chiamati, secondo The Guardian.

In una rubrica per Axios, il giornalista israeliano Barak Ravid ha scritto di aver intervistato due volte Trump per il suo libro "Trump's Peace: The Abraham Accords and the Reshaping of the Middle East", e ha affermato che l'ex presidente gli ha rivelato di non aver parlato con Netanyahu per oltre un anno perché lo considerava sleale. "La prima persona che si è congratulata [Biden] era Bibi Netanyahu, l'uomo per cui ho fatto di più rispetto a qualsiasi altra persona con cui ho avuto a che fare", avrebbe detto Trump, prima di aggiungere: "Bibi avrebbe potuto rimanere in silenzio. Ha commesso un terribile errore".

Nonostante abbia criticato Netanyahu per il suo "errore", Trump ha chiarito che "ancora [likes]" lui, ma anche lui" [likes] lealtà", prima di affermare che l'ex presidente israeliano dovrebbe essergli debitore per la sua rielezione nel 2019. Detto questo, Trump non è riuscito a superare i messaggi di congratulazioni di Netanyahu a Biden, secondo quanto riferito: "Era molto in anticipo, tipo, prima della maggior parte. "Non gli ho più parlato da allora. F***lo." Bene, almeno Trump può ancora parlare con la sua famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui