Elon Musk è spesso nelle notizie per la sua relazione con il cantante Grimes, le sue polarizzazioni politiche e i suoi piani futuri per SpaceX e Tesla. Ma ad aprile, il CEO miliardario ha fatto notizia per il suo dramma su Twitter, quando The Guardian ha riferito che Musk era diventato il maggiore azionista di Twitter con una quota del 9,2%. Musk ha continuato a rifiutare un posto nel consiglio di amministrazione della società, secondo NBC News, e alla fine ha acquistato la piattaforma di social media a titolo definitivo, a partire dal 26 aprile. Secondo il Washington Post, Musk ha ritenuto necessario l’incredibile acquisto di $ 44 miliardi perché si sentiva che Twitter aveva minacciato la libertà di parola introducendo normative sui contenuti sempre più severe negli ultimi anni. “La libertà di parola è il fondamento di una democrazia funzionante e Twitter è la piazza della città digitale in cui si dibattono questioni vitali per il futuro dell’umanità”, ha affermato Musk in un comunicato stampa.

src=”https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370″>

Si stima che Twitter abbia circa 330 milioni di utenti mensili globali e molti di questi Tweeter sono utenti influenti come Barack Obama, Lady Gaga, Justin Bieber e Cristiano Ronaldo. Naturalmente, uno dei suoi partecipanti più famigerati non compare più nell’elenco di Twitter degli utenti più seguiti, perché l’ex presidente Donald Trump è stato bandito da Twitter nel 2021 per aver presumibilmente incitato una folla violenta a prendere d’assalto l’edificio del Campidoglio degli Stati Uniti. Ma ora che c’è un nuovo CEO di Twitter in città, questo consentirà a Trump di prendere il suo megafono sulla sua piattaforma di social media preferita?

Donald Trump afferma di non avere intenzione di tornare su Twitter

Quando l’ex comandante in capo Donald Trump è stato avviato da Twitter, ha risposto lanciando la sua versione della piattaforma. Secondo TechCrunch, ha lanciato GETTR nel luglio 2021, ma è stato costretto ad abbandonare il progetto dopo che gli hacker hanno assediato l’API di GETTR. Il secondo tentativo di Trump, TRUTH Central, ha colpito l’App Store di Apple a febbraio e si è impegnato a “opporsi alla tirannia della Big Tech”, secondo Newsweek. Gli utenti si sono affrettati a sottolineare le sorprendenti somiglianze dell’app con Twitter, forse in un cenno alla ben documentata predilezione di Trump per la piattaforma.

Ad oggi, l’ex leader americano deve ancora postare più di una volta su TRUTH Central, tuttavia, continua a incoraggiare gli altri a provarlo. “Voglio che tutti si avvicinino alla VERITÀ: conservatori, liberali, qualunque cosa”, ha detto Trump a Fox News. “La risposta su TRUTH è molto meglio che essere su Twitter.” In altre parole, Trump apparentemente non ha intenzione di tornare su Twitter. Ha mantenuto la sua posizione, anche se Musk glielo ha permesso di tornare, come Musk ha accennato che potrebbe farlo.

Detto questo, chi è vicino a Trump non è del tutto convinto. “TRUTH Social sta risolvendo i suoi problemi, stanno integrando le persone … ma [Trump] amava il suo Twitter”, ha detto un ex consigliere al Washington Post. “Non lasciare che nessuno ti dica il contrario”. Nel frattempo, la CNBC ha riferito che i funzionari di Biden sarebbero preoccupati che Trump possa tornare su Twitter sulla scia di la nuova proprietà della piattaforma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui