A seguito dei risultati dell’audit di mesi in Arizona – che ha concordato sul fatto che i voti che l’ex presidente Donald Trump ha affermato infondatamente come il prodotto di una manomissione fraudolenta erano in realtà e verificabilmente a favore dell’attuale presidente Joe Biden fin dall’inizio – si potrebbe facilmente presumere che l’attenzione di Trump passerà da un’elezione passata a una futura. Mentre Trump ha trascorso gran parte del suo tempo post-elettorale e della sua influenza politica sugli avalli del GOP e sulla raccolta di fondi per il midterm del 2022, anche il 2024 non è mai stato troppo lontano dalla sua mente. Da quando è uscito dalla Casa Bianca a gennaio, Trump ha spesso preso in giro annunciando ufficialmente la sua intenzione di candidarsi di nuovo nel 2024, anche se, al momento della stesura di questo documento, non ha ancora gettato il cappello sul ring.

Ora, la ragione delle continue liquidazioni di Trump in relazione a un’offerta futura potrebbe avere più senso. Secondo un rapporto del 4 ottobre pubblicato dal Washington Post, sembra che coloro che sono vicini a Trump stiano facendo tutto ciò che è in loro potere per evitare qualsiasi tipo di dichiarazione pubblica del genere. Tuttavia, come sembrano suggerire anche le rivelazioni di queste fonti, potrebbe trattarsi solo di ritardare l’inevitabile. Potrebbe anche essere un riflesso di una marea mutevole nello stesso partito repubblicano. Allora, cosa sta succedendo davvero qui?

Fonti vicine a Trump affermano che lo stanno esortando a concentrarsi sul 2022, non sul 2024

Secondo il Washington Post, fonti vicine a Donald Trump hanno detto al giornale sotto condizione di anonimato che Trump ha sempre più parlato dell’annuncio ufficiale di un’offerta per il 2024 in seguito al caos e della conseguente risposta pubblica alla decisione del presidente Joe Biden di ritirare le truppe statunitensi dall’Afghanistan. Piuttosto che stimolare il fervore di Trump, tuttavia, fonti hanno affermato che i consiglieri di Trump lo hanno continuamente sconsigliato, esortandolo a tenere a bada. In primo luogo, un annuncio rinvigorirebbe i democratici nel rendere le elezioni di medio termine l’ennesimo referendum su Trump, che potrebbe servire ai democratici e in definitiva danneggiare la potenziale corsa di Trump se le elezioni di medio termine non andranno a favore dei repubblicani. Parlando con il Post, una fonte l’ha detto senza mezzi termini: “Il punto più importante che abbiamo portato a casa è stato che non vuole possedere le elezioni se non riconquistiamo la Camera o il Senato”.

Nonostante ciò, fino ad ora Trump ha parlato liberamente della sua attenzione a correre con altri membri del GOP. L’entusiasmo di Trump di dichiarare le sue intenzioni per il 2024 potrebbe anche essere l’origine dei commenti fatti dal rappresentante repubblicano dell’Ohio Jim Jordan all’inizio di quest’anno, che ha detto ai giornalisti in un’intervista all’inizio di quest’anno che era certo che Trump avrebbe annunciato la sua campagna “da un giorno all’altro”. (Anche se Jordan ha ritrattato la sua affermazione subito dopo che l’intervista è stata pubblicata, un giornalista ha pubblicato una registrazione delle osservazioni di Jordan su Twitter.)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui