Questo articolo contiene discussioni e dettagli sull’aggressione sessuale.

Evan Rachel Wood ha cercato a lungo di contribuire a porre fine allo stigma sulla salute mentale affrontando il suo periodo in un ospedale psichiatrico quando aveva 22 anni, come ha spiegato in un saggio del 2019 per Nylon. La star di “Westworld” è stata anche aperta su come il suo disturbo da stress post-traumatico sia stato innescato da abusi sessuali, secondo il saggio. Wood ha reso pubblica per la prima volta la sua esperienza in un’intervista del novembre 2016 con Rolling Stone. “Sì”, ha detto Wood alla rivista in una lettera. “Sono stato violentato. Da un altro significativo mentre eravamo insieme. E in un’occasione separata, dal proprietario di un bar.” A quel tempo, Wood scelse di tenere per sé i dettagli della sua storia.

src=”https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370″>

La Wood in seguito ha testimoniato a sostegno di due distinti disegni di legge per aggressione sessuale, incluso uno che ha creato e aiutato ad approvare – il Phoenix Act del 2018 – come riportato da People. Poiché Wood ha iniziato a frequentare Marilyn Manson quando lei aveva 19 anni e lui 38, le speculazioni sul fatto che si riferisse al musicista erano vorticose. Quando un intervistatore di Metal Hammer gli ha chiesto di commentare la testimonianza di Wood nel settembre 2020, Manson ha interrotto la conversazione e ha rilasciato una dichiarazione pubblica (tramite NME) in cui negava di aver abusato di Wood.

Ma è stato solo nel febbraio 2021 che Wood ha nominato Manson come il suo presunto molestatore su Instagram, poco dopo che la senatrice dello stato della California Susan Rubio aveva chiesto all’FBI e al procuratore generale degli Stati Uniti di indagare su Manson in seguito alle accuse di “diverse donne”, come riportato da Billboard. Ora, Wood sta offrendo dettagli su ciò che dice è accaduto tra loro.

Evan Rachel Wood ha condiviso dettagli agghiaccianti sulla realizzazione degli occhiali a forma di cuore

Quando nel 2007 è uscito il video musicale di Marilyn Manson “Heart-Shaped Glasses”, il pubblico ha ipotizzato che la scena del sesso fosse reale. Evan Rachel Wood ha precedentemente negato che fosse così, anche nella sua intervista del 2016 con Rolling Stone, quando ha condiviso di essere una sopravvissuta a uno stupro. Ma in “Phoenix Rising” (tramite People), un documentario sulla sua vita presentato in anteprima al Sundance il 23 gennaio, Wood ha rivelato che il video musicale è servito da palcoscenico per il primo presunto crimine di Manson contro di lei. “Avevamo discusso di una scena di sesso simulata, ma una volta che le telecamere sono state girate, ha iniziato a penetrarmi davvero. Non avevo mai accettato”, ha detto Wood.

Wood lo ha anche accusato di averla ubriacata con l’assenzio al punto da perdere i sensi prima di sparare, il che le ha rimosso la capacità di acconsentire, secondo The Guardian. “Sono stata costretta a compiere un atto sessuale commerciale con false pretese”, ha detto (tramite Persone). “È stato allora che è stato commesso il primo crimine contro di me. Sono stato essenzialmente violentato davanti alla telecamera”.

Oltre ad accusare Manson di abusi fisici e sessuali, Wood ha anche precedentemente affermato di aver subito violenze emotive e religiose per mano del rocker. “Sono stato chiamato ‘ebreo’ in modo dispregiativo. Disegnava svastiche sul mio comodino quando era arrabbiato con me”, ha scritto Wood in una storia di Instagram (tramite Persone) nel febbraio 2021. Manson non è stato accusato di alcun crimini, ma sta affrontando diverse cause civili, secondo quanto riportato da USA Today nel giugno 2021.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui