Il 27 aprile 2023, l’America ha perso uno dei suoi conduttori di talk show più iconici quando Jerry Springer è morto all’età di 79 anni. o semplicemente scherzare con le persone per strada che volevano una foto o una parola”, ha detto un portavoce della famiglia in una dichiarazione, secondo la BBC. “È insostituibile e la sua perdita fa male immensamente, ma i ricordi del suo intelletto, del suo cuore e del suo umorismo vivranno”.

Springer, noto per la sua carriera decennale, è salito alla ribalta nei primi anni ’90 quando ha debuttato il suo spettacolo omonimo. Nel corso del tempo, “The Jerry Springer Show”, ha riscosso un incredibile successo, un’impresa attribuita ai suoi argomenti controversi e ai suoi numerosi ospiti bizzarri. Al suo apice alla fine degli anni ’90, “The Jerry Springer Show” ha registrato oltre 8 milioni di visualizzazioni sulla televisione diurna, conquistando il primo posto come uno degli spettacoli più visti dell’epoca, come riportato da The Guardian.

Nonostante le continue critiche, Springer si è sempre alzato per difendere l’integrità del suo spettacolo. “Se una persona ricca e famosa va in televisione e parla con chi è andato a letto, non ne abbiamo mai abbastanza. Li rallegriamo. Ma se è una persona a basso reddito, all’improvviso diciamo spazzatura”, ha difeso una volta, secondo la BBC. C’era comunque molto di più in Jerry Springer del suo famoso spettacolo omonimo.

È nato in una metropolitana

Quando Jerry Springer è nato nel febbraio 1944, c’erano ben poche indicazioni che fosse destinato alla grandezza. Nel 2012, il conduttore del talk show si è aperto sulla sua nascita, rivelando che anche se è cresciuto in America, in realtà è nato in una metropolitana di Londra. “La mia nascita è stata un po’ fuori dall’ordinario perché sono nato a Highgate – tu le chiami stazioni della metropolitana, io dico metropolitana”, ha spiegato alla BBC. Parlando ulteriormente, il conduttore televisivo veterano ha spiegato il motivo del suo strano luogo di nascita: è nato durante la seconda guerra mondiale. “E durante la guerra le donne che erano al nono mese passavano spesso la notte nelle stazioni della metropolitana perché quelli erano i rifugi antiaerei”, ha aggiunto.

Ma anche se la guerra finì un anno dopo la sua nascita, Jerry ricordava costantemente i tempi orribili vissuti dai suoi genitori Margot e Richard Springer, costretti a fuggire dalla Polonia poco prima che scoppiasse la guerra. Come molti sopravvissuti alla guerra, Margot e Richard non furono mai gli stessi, come confermato da Jerry. “Parlavano della guerra in termini generali, e poi si fermavano a metà frase. Era troppo doloroso per loro”, ha raccontato all’Independent nel 2008. Secondo Jerry, sebbene i suoi genitori conducessero una vita normale in America, è stato possibile solo perché hanno represso il dolore e l’orrore con cui hanno combattuto.

Prima della TV, Jerry Springer ha avuto una carriera politica

La televisione gli ha portato la fama, ma prima che diventasse il poster della tv spazzatura, Jerry Springer aveva i piedi per terra nella scena politica. Negli anni ’60, Springer ottenne una laurea in scienze politiche presso la Tulane University prima di lavorare come consulente elettorale nel team di Robert F. Kennedy. Tuttavia, dopo l’assassinio di Kennedy nel 1968, Springer proseguì con il suo interesse politico, candidandosi infine al Congresso nel 1970, per Persone.

Fu solo nel 1971, tuttavia, quando Springer fu eletto membro del consiglio comunale di Cincinnati che Springer alla fine diede il via alla sua carriera politica. A seguito di uno scandalo che rivelava di aver sollecitato i servizi di una prostituta, Springer si dimise dal suo ruolo nel 1974, per poi ripresentarsi l’anno successivo. Non solo Springer fu rieletto nel 1977 e nel 1979. Il momento clou della carriera politica di Springer arrivò tuttavia nel 1977 quando fu scelto dal consiglio per servire un mandato di un anno come sindaco di Cincinnati.

Dopo circa un decennio in qualità di consigliere, Springer aveva gli occhi puntati su un posto più alto. Nel 1982, l’allume di Tulane tentò di candidarsi alla carica di governatore dell’Ohio. Purtroppo l’offerta di Springer è stata interrotta dopo aver fallito nel prendere il biglietto democratico, come riportato dal New York Times.

Jerry Springer è apparso una volta in The Masked Singer

In quella che segnerà una delle sue ultime apparizioni televisive, nel 2022, Jerry Springer ha partecipato all’ottava stagione di “The Masked Singer”, dove si è esibito sotto il nome di “Beetle”. identità, successivamente rivelata. E anche se potrebbe non essere un cantante professionista, le esibizioni di Springer nello show hanno lasciato i giudici a cantare le sue lodi. “Quando canto, le persone vengono coinvolte perché devono indovinare dove avrebbero dovuto essere le note. È come interattivo.” Springer ha scherzato in risposta ai commenti dei giudici.

Quando gli è stato chiesto dal conduttore Nick Cannon perché ha deciso di partecipare allo show, Springer ha condiviso che gli piaceva l’idea di fare qualcosa di divertente. “Ci sono così tante cose serie in corso nel mondo, quindi essere in grado di fare qualcosa che è solo divertente e sciocco, lo apprezzo molto”, ha spiegato. In una successiva intervista, tuttavia, l’ex sindaco di Cincinnati ha aggiunto di essere stato anche ispirato ad andare allo spettacolo da suo nipote. “E mio nipote si sarebbe davvero divertito. Non potevo dirglielo fino a ieri sera”, ha detto a TV Insider. “Questo è davvero il motivo per cui ho avuto il tempo di farlo, ed è solo una cosa divertente da fare.” Springer potrebbe non aver vinto lo spettacolo, ma secondo le sue parole, questa è stata un’esperienza che ha tenuto vicino al suo cuore.

Il Jerry Springer Show non è stato l’unico spettacolo che ha ospitato

Potrebbe essere stato meglio conosciuto per il suo omonimo programma televisivo, ma Jerry Springer ha altri crediti di hosting al suo attivo. Tra il 2007 e il 2008, Springer ha ospitato le stagioni 2 e 3 di “America’s Got Talent” della NBC, prima di partire per dedicarsi ad altri progetti. “Mi sono divertito moltissimo a servire come presentatore in” America’s Got Talent “, ha detto in una dichiarazione all’epoca, per The Hollywood Reporter. “Queste ultime due stagioni, lavorare con tutti coloro che sono associati allo spettacolo e tutti gli artisti straordinari e talentuosi in tutta l’America è stata un’esperienza incredibilmente gratificante per me”. È interessante notare che, al di fuori dei reality show, Springer ha anche accumulato un po ‘di esperienza nello sfarzo nella sua decennale carriera di presentatore. Per due anni consecutivi – nel 2000 e nel 2001 – Springer ha ospitato il concorso di bellezza Miss World. Nel 2007 ha ospitato anche Miss Universo come riportato da Today all’epoca.

Dopo la cancellazione di “The Jerry Springer Show” nel 2018, Springer ha assunto un altro ruolo con la NBC, questa volta, servendo come presentatore in “Judge Jerry”, uno spettacolo in tribunale andato in onda solo per 3 stagioni. Ma nonostante il suo status di breve durata, a Springer è piaciuto essere nello show. “Adoro fare [“Judge Jerry”] perché è il primo lavoro da adulto che ho avuto in 30 anni “, ha detto una volta in un’intervista al New York Post. “Devo fare ricerche e devo ricordare cosa ho imparato alla facoltà di legge e alla pratica legale. Faccio davvero i compiti”.

Ha recitato un po’

Apparentemente il dovere di conduttore non era l’unica cosa in cui Jerry Springer era bravo, anche la tarda televisione ha provato a recitare. Secondo Screenrant, Springer è una delle tante star che a un certo punto sono apparse in “Married… With Children” della Fox. Nel film del 1998 “Ringmaster”, Springer è stato scelto come la versione immaginaria di se stesso, interpretando il ruolo di un conduttore televisivo chiamato anche Jerry. Data la somiglianza tra il ruolo e la sua vita reale, Springer non ha avuto difficoltà ad accettare il progetto. “Non è stato un grande sforzo per me, ma è stato divertente perché è stata davvero la mia prima parte importante in un film”, ha detto alla CNN in un’intervista all’epoca. Nel 2004, l’esperto presentatore di talk show televisivi ha ottenuto un altro ruolo importante quando è stato scelto per interpretare il Presidente degli Stati Uniti in “The Defender” di Dolph Lundgren.

Sebbene Springer non sia riuscito a ottenere ruoli di recitazione più importanti, è stato la scelta migliore per una serie di apparizioni cameo in molti programmi televisivi diversi. Come elencato sulla sua pagina IMDb, nel 1996, Springer era in “Roseanne”, apparendo come se stesso in un episodio della stagione 9. Allo stesso modo, il leggendario conduttore di talk show è apparso in un cameo nella serie live-action di Netflix “Happy!” dove ha agito come se stesso.

Jerry Springer ha condiviso uno stretto legame con sua figlia, Katie

La televisione potrebbe essere stata il suo punto di forza, ma dietro le quinte, non c’era niente che Jerry Springer amasse di più del suo ruolo di papà. Il leggendario conduttore di talk show è diventato padre nel 1976 dopo aver dato il benvenuto alla figlia Katie con la moglie Micki Velton. Anche se da allora Katie ha condotto una vita privata, il legame che condivideva con suo padre non è passato inosservato. Nel 2006, Springer ha contestato “Ballando con le stelle”, una richiesta che ha accettato perché voleva imparare a ballare il valzer per il matrimonio di sua figlia più tardi quell’anno. “All’inizio avevo detto loro di no, non volevo farlo”, ha ammesso ad Access Hollywood in un’intervista. “Ma poi ne ho parlato con Katie e abbiamo pensato, sai cosa, questo potrebbe essere un modo per combinare quello che faccio nella vita, che è lo spettacolo, con il matrimonio.”

Dopo la sua morte, Kym Johnson, la compagna di Springer, ha raccontato la sua esperienza con l’iconico presentatore di talk show, facendo anche più luce sul legame speciale che condivideva con Katie. “L’amore che avevano l’uno per l’altro era così bello”, ha detto Johnson a People. “È stato fantastico poter far parte di quel momento per lui e Katie”.

Anche Katie, che è legalmente cieca e sorda da un orecchio, in precedenza si era aperta ad Access Hollywood sulla sua relazione con Springer, a cui attribuisce il merito di averla supportata in molte delle sfide della vita.

Aveva sentimenti complicati riguardo all’eredità del suo spettacolo

Jerry Springer potrebbe aver trascorso gran parte della sua carriera a difendere il suo spettacolo omonimo, ma anche il conduttore veterano aveva alcune riserve. Quando gli è stato chiesto nel novembre 2022 se si considera una figura chiave nei reality show moderni, Springer ha spiegato di sentirsi poco al servizio del titolo. “No, mi scuso e basta. Mi dispiace tanto. Cosa ho fatto? Ho rovinato la cultura”, ha detto durante un’apparizione nel novembre 2022 sul podcast di David Yontef. “Spero solo che l’inferno non sia così caldo perché mi brucio molto facilmente. Ho una carnagione molto chiara e questo mi preoccupa.”

Springer aveva anche precedentemente condiviso la sua onesta opinione su “The Jerry Springer Show” e il motivo della sua popolarità decennale. “È stupido. E ha una nicchia, e nessun altro entra in quella nicchia, quindi penso che sia uno dei motivi per cui è durato”, ha detto mentre appariva al Today Show nel 2017. E nonostante la sua affascinante personalità , Springer credeva che la natura ridicola dello spettacolo fosse ciò che gli spettatori apprezzavano di più. “Nessuno sta guardando a causa mia”, ha aggiunto. “Stanno guardando perché le storie sono folli e le persone sono oltraggiose”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui