Chloë Sevigny è stata la It Girl degli anni ’90. Era bella, elegante, misteriosa e amica di tutte le persone giuste nel mondo dell’arte, della musica e della moda. Nel corso degli anni ci sono sempre state It Girls: pensate alla musa ispiratrice di Andy Warhol Edie Sedgwick negli anni ’60 o alla mondana Paris Hilton nei primi anni ’00. Ma qualcosa in Sevigny ha trasceso il tipico It Girl je ne sais quoi, ed è diventata un’attrice in buona fede, con decenni di ruoli ricercati e interpretazioni stellari nel suo curriculum.

Tuttavia, Sevigny si chiede cosa la gente pensi di lei. Ha detto a Vogue in un’intervista del 2022: “È sempre stato: ‘Oh, è la ragazza della moda, è la ragazza di New York’, invece di ‘Oh, è l’attrice che ha interpretato una serie di personaggi molto diversi, diversi e strani. ‘” Quest’ultimo è il modo in cui Sevigny preferirebbe essere definita, poiché ha sempre avuto l’aspirazione di essere l’attrice caratterista di talento che è diventata. Diamo un’occhiata ad alcuni fatti su Chloë Sevigny.

Come ha iniziato

Chloë Sevigny è cresciuta a Darien, nel Connecticut, uno dei sobborghi più ricchi del paese. Un articolo del Connecticut Post l’ha definita la città più snob del Connecticut. Ma Sevigny afferma che la sua vita familiare era un po’ più bohémien di quella dei suoi vicini. Suo padre ha lavorato nel settore assicurativo prima di andare in pensione per diventare pittore e sua madre era un’insegnante di scuola materna. “Sembra davvero legittimo dirlo, perché ovviamente è una comunità così bella, ma non siamo cresciuti privilegiati come l’ambiente circostante”, ha detto Sevigny al New York Times. Ha sempre avuto un lavoro, dalla babysitter alla vendita al dettaglio, e nei fine settimana le piaceva fare il viaggio di un’ora a New York City con i suoi amici. Era lì che tutta la sua vita sarebbe cambiata.

All’età di 17 anni, Sevigny è stata avvistata in un’edicola in città da un editore della rivista Sassy che le ha chiesto se le sarebbe piaciuto fare la modella. Sevigny ha preso il concerto e in seguito è diventato uno stagista per la rivista. Attraverso i suoi contatti lì, ha incontrato Kim Gordon dei Sonic Youth, che l’ha scelta per il video “Sugar Kane” della band. Sevigny ha anche incontrato Harmony Korine in città, che stava lavorando al film “Kids” con Larry Clark, e ha suggerito a Sevigny di essere scelta per il ruolo di Jennie. Ma non è tutto così casuale come sembra. “Sapevo di voler diventare un’attrice sin da quando ero molto giovane, come all’asilo”, ha rivelato Sevigny.

Chloë Sevigny era una volta la più grande It Girl di New York

In un profilo del 1994 per The New Yorker, l’autore Jay McInerney ha elogiato l’abilità da ragazza cool di Chloë Sevigny. Durante il periodo in cui l’articolo è stato scritto, Sevigny stava filmando “Kids”, che si schiantava negli appartamenti di diversi amici, usciva con gli skater a Washington Square Park di giorno e andava a feste e rave di notte. McInerney, insieme ai trendsetter che ha intervistato nel suo articolo, è rimasto colpito dall’equilibrio di Sevigny, dalla sua bellezza non convenzionale e dal suo occhio inquietante per la moda. Sevigny, che all’epoca aveva 19 anni, aveva una vasta conoscenza dei designer e preferiva fare acquisti nei negozi dell’usato piuttosto che indossare la stessa cosa di tutte le altre ragazze.

La freddezza di Sevigny è qualcosa che deve ancora superare, anche dopo tutti questi anni. Continua a essere un’icona e un’ispirazione della moda e di recente è apparsa nella featurette Primavera/Estate 2022 di Thierry Mugler insieme alle modelle veterane Amber Valetta e Shalom Harlow e alle attuali care della moda Lourdes Leon, Megan Thee Stallion e Bella Hadid. Quando nel 2015 Rolling Stone le ha chiesto di riflettere sul suo status di icona degli anni ’90, Sevigny ha risposto: “Oh Dio, non mi siedo davvero e ci rifletto molto. Non so se non sono così analitico o semplicemente non così narcisista.” Esattamente che bella ragazza voluto dire.

Lei ha il suo profumo

Nel 2019, Chloë Sevigny ha debuttato con il suo profumo, Little Flower. Secondo Régime des Fleurs, Little Flower è un profumo di rosa con note di tè nero, cuore sanguinante, germogli di ribes nero, peonia, caprifoglio e altri. Si scopre che il profumo è molto importante per Sevigny, come ha spiegato alla rivista Paper: “Sento che la fragranza è davvero emozionante e per me trascende la bellezza o qualsiasi altra cosa. È il nostro più forte senso della memoria ed è come un’arte da indossare. È quasi come la moda per me, più che la bellezza.”

Il nome Little Flower suona carino e adatto a un profumo di celebrità, ma poiché questo è il profumo di Chloë Sevigny, il nome ha un significato più profondo. L’ispirazione è stata un 19th suora francese del secolo che divenne la patrona cattolica dei fiori. “Era anche chiamata ‘Il piccolo fiore’, ed è morta abbastanza giovane ed era molto umile”, ha detto Sevigny.

Sevigny non ha semplicemente messo il suo nome sulla bottiglia, è stata molto coinvolta nel processo di creazione della fragranza. Il profumo ha subito oltre trenta iterazioni prima che Sevigny ne fosse soddisfatto. “Ho sempre indossato profumi alla rosa, ma la considero una rosa di città”, ha detto Sevigny a Vogue.

L’educazione cattolica di Chloë Sevigny

Chloë Sevigny ha passato anni a interpretare una severa mormone in “Big Love” della HBO, ma sapeva molto poco della religione prima del ruolo. Sevigny è cresciuto come cattolico e ricorda: “Ricordo molto l’iconografia, le immagini e le statue in chiesa per me erano molto emotive. Solo il potere di questo, e anche ancora – solo vedere il biglietto di preghiera, cosa può evocare quell’immagine, “in un’intervista a The Talks.

Tuttavia, le convinzioni personali e le rappresentazioni artistiche di Sevigny spesso non sono allineate con il rigoroso conservatorismo della religione. Sevigny è favorevole alla scelta e sostenitrice LGBTQIA, per esempio. Ha interpretato personaggi queer molte volte, interpretando anche una donna trans nella serie britannica del 2012 “Hit & Miss”. Sevigny ha dei dubbi sull’aver preso il ruolo, ma tutto in nome dell’inclusione. Ha detto a The Advocate: “La comunità trans – dovrebbero essere assunti”, parlando della tendenza di Hollywood a scegliere attori cisgender in ruoli trans.

Tuttavia, Sevigny sembra avere un’affinità con la religione in cui è cresciuta. In un’intervista con News Corp Australia, Sevigny ha detto: “Sono una brava ragazza cattolica. Per qualche motivo è questo che lo rende interessante e divertente: in qualche modo spingere la forma e provare cose nuove e scioccare le persone in alcuni momenti”. Nel 2014 ha menzionato di essere una fan di Papa Francesco. Ha detto alla modella Lily McMenamy: “Mi piace davvero Papa Francesco in questo momento. Ho appena comprato una maglietta con la scritta ‘I Heart Pope Francis’ accanto a un cuore”.

I suoi ruoli più controversi

Chloë Sevigny si è esibita in alcuni progetti controversi. La sua prima incursione nella recitazione, il film del 1995 “Kids”, è ancora considerato uno dei film più controversi degli anni ’90. In esso, Sevigny interpreta Jennie, un’adolescente di New York che contrae l’HIV la prima volta che fa sesso. Sesso e droghe pervadono il film, scritto da Harmony Korine (che ha poi diretto “Gummo” e “Spring Breakers”) e diretto da Larry Clark. Molti degli attori erano minorenni e, sebbene il film ritraesse accuratamente un sottoinsieme specifico della cultura giovanile, è stato scioccante per molti vedere bambini sullo schermo fumare erba, pomiciare e parlare francamente di sesso.

Nel 2003 Sevigny è apparso in un altro film che è stato oggetto di molto dibattito, “The Brown Bunny” di Vincent Gallo. Anche Gallo recita nel film e c’è una scena molto controversa in cui il personaggio di Sevigny viene mostrato mentre esegue sesso orale non simulato sul personaggio di Gallo. C’erano voci secondo cui gli agenti di Sevigny l’avevano abbandonata per la sua partecipazione al film, ma non erano vere. In effetti, la carriera di Sevigny ha visto una piccola spinta dopo l’attenzione ricevuta da “The Brown Bunny”. “Dopo quello ho ottenuto il mio primo film in studio. Non mi era mai stato offerto un film in studio. Era ‘Zodiac’. Non penso che mi abbia davvero ferito, necessariamente. Voglio dire, mi ha ferito, in molti modi… Alcune relazioni hanno avuto problemi con questo. Naturalmente, io e mia madre non ne parliamo “. Sevigny ha detto a W.

La critica di Chloë Sevigny a Big Love

Sebbene Chloë Sevigny sia spesso considerata una cara indie, la sua carriera ha preso molte svolte interessanti. Un’incursione nel materiale più mainstream è stata il suo ruolo di Nicki in “Big Love” della HBO. Lo spettacolo, sulla poligamia mormone nell’America moderna, è andato in onda dal 2006 al 2011. Nel 2010, Sevigny ha vinto il Golden Globe come migliore attrice non protagonista in una serie TV per la sua interpretazione.

Anche se sembrava che Sevigny si fosse divertita nello show, ha avuto alcune parole dure sulla sua quarta stagione. In un’intervista con l’AV Club, Sevigny ha detto: “È stata terribile questa stagione, per quanto mi riguarda … È stata molto telenovela. Mi sento come se si fosse allontanato da se stesso”. Più tardi, quando l’intervistatore ha menzionato una delle dubbie trame della stagione, Sevigny ha reagito dicendo: “Oh, Dio. È troppo… Ma spero che i fan rimarranno con noi e si sintonizzeranno l’anno prossimo… Dio, mi metterò nei guai così tanti”.

Non è chiaro se Sevigny si sia effettivamente messa nei guai per i suoi commenti, ma è stata spinta a scusarsi per loro in un’intervista esclusiva poco dopo con Entertainment Weekly. Sevigny ha accusato l’esaurimento e ha affermato che i suoi commenti erano stati presi fuori contesto. Ha dichiarato: “il [reporter] Stavo parlando con me mi stava provocando. Ero ad Austin [at the SXSW festival] e davvero esausto … Sai, dopo una giornata di giunchi a volte le cose sfuggono che non intendi, e ovviamente non intendevo quello che ho detto in alcun modo, forma o forma. “

Il debutto alla regia di Chloë Sevigny

Mentre Chloë Sevigny illumina lo schermo sia in TV che nei film, ha anche interpretato ruoli dietro le quinte. Nel 2016, Sevigny ha debuttato alla regia con il suo cortometraggio “Kitty” al Festival di Cannes. Il film è basato su un racconto di Paul Bowles e parla di una giovane ragazza che sogna di trasformarsi in un gatto. Il film è interpretato da Ione Skye, Lee Merriweather ed Edie Yvonne nel ruolo principale. Sevigny ha condiviso con Persone: “C’è solo molto in cui mi sono identificato in questa bambina, sai? Si sta guardando allo specchio e spera di essere o desidera essere qualcosa che non è”.

Sevigny ha poi diretto altri due cortometraggi, “Carmen” del 2017 e “White Echo” del 2019. Ha parlato con Deadline della regia, dicendo: “È qualcosa a cui pensavo da molto tempo. La gente mi chiedeva di farlo nel corso degli anni in video o per un marchio di moda. Ma per la mia prima incursione, ho voleva fare un gesto puro”.

Le influenze di Chloë Sevigny

Poiché la sua carriera ha attraversato quasi tre decenni, Chloë Sevigny ha senza dubbio ispirato molte persone nel corso degli anni. Tra la sua versatilità come attore, il suo talento come regista e il suo straordinario stile personale, c’è molto da ammirare. Ma a chi si ispira Chloë Sevigny? Ha detto a Town & Country: “Marianne Faithfull e Debbie Harry, quelle sono state le prime immagini che abbia mai visto di donne che pensavo fossero belle”. Ammira anche l’iconica star Jean Harlow. “Era uno dei volti più grandi della storia di Hollywood: una strana bellezza con più sex appeal di chiunque abbia mai visto sullo schermo”, ha detto Sevigny a W.

Sevigny offre regolarmente oggetti di scena ai suoi colleghi attori sulla sua pagina Instagram. Pubblica regolarmente foto e storie con la didascalia “I [love] attrici.” Alcuni dei suoi post includono Elsa Lanchester, Sonia Manzano, Irene Cara, Carrie Fisher e Sandra Bernhard. Sicuramente un gruppo eclettico. Sevigny ha anche pubblicato una foto di Mickey Rourke, intitolata “A volte io [love] anche attori!”

Anche suo fratello è piuttosto figo

Una delle prime influenze di Chloë Sevigny fu suo fratello maggiore, Paul. Secondo un’intervista del 2011 con The Daily News, Sevigny non solo ammirava Paul, lo adorava. “L’ho adorato come un eroe”, ha detto Sevigny. “Non ammiravo i cantanti o altro, non avevo molte icone, ma ero davvero preso da mio fratello. Era come la cosa più bella del pianeta. Gli piaceva davvero lo skateboard. Era un duro- ragazzo principale.”

Dice anche che una delle sue più grandi ispirazioni di stile è stata la ragazza del liceo di Paul, una ragazza con i capelli tinti di blu e uno stile punk che era un’anomalia nel Darien degli anni ’90, nel Connecticut. “Non avevo mai visto nessuno in questa città che le somigliasse prima”, ha detto Sevigny al New York Times. “Volevo solo essere lei.”

I fratelli Sevigny sono ancora vicini, poiché le loro carriere tendono a volte a scorrere in qualche modo parallele. Paul Sevigny è un DJ, proprietario di un club e artista. L’afterparty del matrimonio di Chloë Sevigny nel maggio 2022 si è tenuto al Paul’s Casablanca, che è di proprietà di Paul Sevigny.

Lei è una stilista di moda

Chiaramente, Chloë Sevigny è un’icona della moda, dai suoi look da negozio dell’usato dei primi anni ’90, ai pezzi di tendenza che è stata, ovviamente, la prima a sfoggiare. Questa è una ragazza che ha avuto il coraggio di dichiarare nel 1994, ” [Karl] Lagerfeld ha rovinato la casa di Chanel; Coco non avrebbe mai fatto minigonne.” Con opinioni così forti e una sensibilità innata, è logico che Sevigny si sia tuffata nel mondo della moda come stilista lei stessa.

Nel 2009 Sevigny ha collaborato per la prima volta con il marchio di alta moda Opening Ceremony e nel 2019 è tornato a prendere parte al lancio della linea di capsule denim del marchio. “Ogni volta che lavoro su una collezione, sono sempre capi che voglio indossare personalmente e voglio vedere i miei amici”, ha detto Sevigny a ID. Si è anche unita all’amica Tara Subkoff come direttore creativo per la linea Imitation of Christ di Subkoff e ha preso parte a molte collaborazioni nel corso degli anni.

Più di recente, Sevigny ha collaborato con Warby Parker su una linea di occhiali. Ha detto a Interview nel settembre 2022: “Warby è conveniente e non ci sono etichette sul lato. Sono così frustrata ogni volta che vedo un buon paio di occhiali da sole, e tu apri il braccio, e c’è un grosso marchio sul braccio. “

Ama lavorare con i suoi amici di talento

Chloë Sevigny e il suo personaggio da ragazza cool potrebbero sembrare intimidatori all’inizio, ma poi c’è il fatto che ha così tanti amici. È ovvio che le piace supportare le sue colleghe artiste, e tanto meglio se sono sue amiche. Oltre a lavorare con Tara Subkoff sulla sua linea di moda, Sevigny e Subkoff hanno lavorato insieme anche ai film. Sevigny ha recitato in “#Horror”, il debutto alla regia di Subkoff nel 2015. Sevigny ha parlato con ID della collaborazione, dicendo: “Tara è un’amica da quasi 20 anni e abbiamo lavorato a progetti da Imitation of Christ ad altri cortometraggi. Ho sempre creduto in lei come artista perché ha sempre voluto per dire qualcosa di più o qualcosa di più grande; ha sempre una nuova prospettiva o punto di vista”.

Nel 2022, Sevigny ha avuto l’opportunità di lavorare con una delle sue migliori amiche, Natasha Lyonne, nella serie Netflix di Lione “Russian Doll”. Sevigny ha interpretato una versione giovane della madre del personaggio di Lyonne nella seconda stagione della serie. Le due donne hanno un’amicizia di 25 anni, e questo è stato utile mentre lavoravano insieme in una capacità così intima. “Abbiamo questa cosa non detta, per cui se siamo seduti insieme davanti alla telecamera, ci sono così tante informazioni tra di noi”, ha detto Lyonne a Entertainment Weekly. Ha aggiunto: “Chloë mi toccherà i capelli senza che me ne accorga, o solo queste piccole cose, nel modo in cui Chloë sa che ho bisogno di incenerire [when smoking], perché sto sempre incenerindo me stesso. Abbiamo molti dettagli tra di noi”.

Il patrimonio netto di Chloë Sevigny

Chloë Sevigny potrebbe essere cresciuta in una delle comunità più ricche della costa orientale, ma è cresciuta guadagnandosi da sola. Con quasi trent’anni di lavori di recitazione, concerti di modella e collaborazioni di moda, Chloë Sevigny ha accumulato un patrimonio netto impressionante. Afferma di essere sempre stata parsimoniosa, ma vivere a New York ha un prezzo elevato. Nel 2017, Sevigny ha venduto il suo elegante appartamento a Park Slope per poco meno di 3 milioni di dollari. Ora condivide uno spazio più ampio con suo marito e suo figlio in un altro quartiere di New York City.

Tuttavia, la carriera di Sevigny è stata redditizia. Sebbene abbia recitato in molti successi indie e classici di culto, ha anche interpretato ruoli con maggiore stabilità, come serie come “Big Love”, “Bloodline”, “American Horror Story” e “We Are Who We Are” della HBO. Di recente ha anche recitato in “Russian Doll” e “The Girl From Plainville” di Hulu. Secondo Celebrity Net Worth, Sevigny vale ben 10 milioni di dollari.

La sua vita da nuova moglie e madre

Nel maggio del 2020, Chloë Sevigny ha dato alla luce il suo primo figlio, un figlio, Vanja Sevigny Mačković. Essere incinta e avere un bambino durante la pandemia di Covid-19 è stato a dir poco stressante, e Sevigny ha ammesso a W: “Direi che le mie nevrosi… si sono davvero amplificate a causa del bambino piccolo… credo non sono nemmeno nevrosi a questo punto, è solo quello che fanno tutti. È comune”.

Un’altra pietra miliare avvenuta nel 2020 è stato il matrimonio di Sevigny con la gallerista Siniša Mačković. La coppia si è sposata in una cerimonia in municipio nel marzo di quell’anno, ma ha davvero celebrato le nozze nel maggio 2022. Sevigny ha condiviso una dolce foto su Instagram di lei e Mačković nel loro grande giorno, con la didascalia: “Ieri è stato senza dubbio il giorno più bello della mia vita. Sono così fortunato da condividere finalmente il nostro amore e il nostro impegno con amici e familiari. Così tante persone hanno lavorato così tanto per renderlo semplicemente perfetto, quindi dal profondo del mio cuore che esplode, grazie.

Nel 2022 Sevigny, Mačković e il loro figlio sono apparsi sulla copertina di Cultured Magazine. Sevigny indossa un abito casual con sandali con suola di legno e calzini neri. È affiancata dal marito dai capelli scuri (che indossa un abito nero trasparente sopra la camicia e i pantaloni) e il suo bambino biondo dai capelli ricci in un…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui