Sono emersi maggiori dettagli sui presunti episodi di violenza sessuale del co-fondatore di Def Jam Recordings.

Si sono fatte avanti due donne che hanno accusato Russell Simmons di violenza sessuale. Apparendo su Megyn Kelly oggi martedì 19 dicembre 2017, gli accusatori Sherri Hines e Natashia Williams-Blach hanno parlato con la conduttrice Megyn Kelly delle loro esperienze inquietanti con Simmons. Entrambi i presunti incidenti si sono verificati quando le donne avevano circa 18 anni.

Hines ha ricordato di essere stata costretta a fare sesso orale su Simmons, che ha detto di aver forzato la testa contro di lui. Williams-Blach, d’altra parte, ha affermato che Simmons l’aveva bloccata e violentata, nonostante i suoi tentativi di allontanarsi da lui.

Entrambe le donne hanno espresso incredulità per quanto era accaduto loro, spiegando che le presunte aggressioni erano avvenute molto rapidamente.

Hines, che ha rivelato di essere stata contattata dal NYPD, ha detto: “Quando succede qualcosa del genere, lo fai, ti senti svalutato”.

Williams-Blach ha osservato: “Se potessi vedere quella ragazza di 18 anni oggi, ovviamente, la rassicurerei che non è stata colpa sua”. Ha continuato: “Ma penso che questa cultura sia, fino a questo punto – stavamo solo parlando di tempismo – incoraggia così tanto questo comportamento ed è transazionale e ha a che fare con le donne che a volte anticipano le cose al punto in cui, se succede , ‘Oh è orribile ma sai, ero la ragazza in bikini rosa nel film o sto facendo la modella e indosso questo vestito ed è presentato in un modo sessualizzato’ … sicuramente si presta a quella mentalità. “

Sembra che entrambe le donne si siano sentite obbligate a farsi avanti con le loro storie dopo Simmons, che è stato accusato di cattiva condotta sessuale da un totale di 13 donne (via Persone), negato qualsiasi illecito. Riguardo alla difesa di Simmons che ha avuto un risveglio spirituale, Williams-Blach, che ha detto che Simmons l’ha aggredita dopo che i due hanno preso una lezione di yoga insieme, ha detto a Kelly: “Questo è stato l’impulso principale a farsi avanti perché ho seguito questa storia quando è emersa, e in realtà non avrei detto proprio niente. “

Ha continuato, “Ha detto: ‘Come posso essere uno stupratore quando sono uno yogi e un vegano?’ … Ci sono molte buone azioni, buoni significati e intenzioni, ma si sporcano per quello che ha fatto nel buio.”

Come Nicki Swift segnalato in precedenza, Simmons ha risposto alle accuse di cattiva condotta sessuale con un post su Instagram. “Io nego con veemenza tutte queste accuse”, ha detto Simmons in una dichiarazione pubblicata su Instagram. “Queste orribili accuse mi hanno scioccato nel profondo e tutti i miei rapporti sono stati consensuali”, ha scritto. “Sono fortunata ad aver condiviso relazioni straordinarie, sia attraverso il lavoro che per amore, con molte grandi donne; e ho un enorme rispetto per il movimento delle donne in tutto il mondo e la loro lotta per il rispetto, la dignità, l’uguaglianza e il potere. Sono devastata da qualsiasi motivo può aver dato a chiunque di dire o pensare a me nei modi che vengono attualmente descritti “.

Ha proseguito: “Mi sono dedicato nuovamente all’apprendimento spirituale, alla guarigione e al lavoro per conto delle comunità a cui ho dedicato la mia vita. Ho accettato che posso e devo sporcarmi la manica se significa assistere alla nascita di una nuova consapevolezza sulle donne. Quello che non accetterò è la responsabilità di ciò che non ho fatto “.

Da allora il NYPD ha avviato un’indagine sulle accuse (tramite USA Today).

Mentre aspettiamo maggiori dettagli sulle accuse contro Simmons, documentati su tutti gli uomini che sono stati chiamati fuori per comportamento sessuale inappropriato da quando è scoppiato lo scandalo Harvey Weinstein a ottobre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui