L’attore Johnny Depp ha sbalordito tutti quando ha preso posizione il 19 aprile durante il suo caso per diffamazione contro la sua ex moglie Amber Heard e ha annunciato che era alla ricerca della verità per prevalere. “Il mio obiettivo è la verità”, ha dichiarato, per People. “Sono stati sei anni di tentativi”, ha rivelato. “È piuttosto strano quando un giorno sei Cenerentola, per così dire, poi 0,6 secondi sei Quasimodo. Non me lo meritavo, né i miei figli, né le persone che hanno creduto in me per tutti questi anni. Non volevo che nessuna di quelle persone credesse che le avessi fatto del male o che gli avessi mentito o che fossi un imbroglione. Sono orgoglioso dell’onestà”.

?s=109370″>

Ma non è tutto. Altrettanto scioccante è stata la testimonianza di Depp il 20 aprile sugli abusi fisici a cui ha assistito da bambino e sul modo in cui hanno avuto un ruolo nel suo matrimonio con Heard. “Volevo provare a farlo funzionare”, ha confessato Depp, secondo il New York Post. “Ho pensato che forse avrei potuto aiutarla”, ha aggiunto. “La signora Heard aveva parlato di suicidio in un paio di occasioni, quindi anche questo diventa un fattore, è qualcosa che vive nella parte posteriore del tuo cervello”, ha spiegato. “Sono sicuro che in qualche modo è legato al fatto che mio padre è rimasto stoico mentre mia madre lo avrebbe picchiato a morte.”

Molti, tuttavia, si chiedono se la testimonianza di Depp abbia aiutato o ferito il suo caso. Fortunatamente, Nicki Swift si è seduto con due esperti di diritto per chiarire tutto.

L’esperto di avvocati famosi afferma che Johnny Depp “ha avuto un inizio difficile”

Anche se non sappiamo ancora come la testimonianza di Depp sia stata infine accolta dalla giuria, Chris Melcher, famoso avvocato e partner di Walzer Melcher, ha detto a Nicki Swift che l’attore ha avuto un “inizio difficile”. Melcher ha spiegato: “L’avvocato di Johnny ha posto una semplice domanda sul motivo per cui ha citato in giudizio Amber. Le risposte alle domande sul softball sono di solito provate, ma Johnny ha dato una risposta lunga che era difficile da seguire. Gli è stato quindi chiesto di spiegare gli abusi che ha subito da bambino, cosa che è stata una questione difficile da affrontare con un testimone che era ovviamente a disagio. Agli avvocati piace andare in ordine cronologico, ma non è il modo migliore per raccontare una storia”.

Nel frattempo, Rachel Fiset, socio amministratore di Zweiback, Fiset & Coleman, ha osservato che sebbene la testimonianza di Depp fosse “misurata”, anche “si è accorto che voleva che il suo nome fosse cancellato dalle accuse ad ogni costo”. Ha aggiunto: “Depp sente di aver subito un torto dalla signora Heard e sembra che farà di tutto per tentare di liberarsi del quadro che Heard ha dipinto della loro relazione. È apparsa la sua testimonianza sugli abusi che ha subito da bambino sincero e probabilmente molto convincente per la giuria”. Secondo Fisk, tuttavia, potrebbe tornare a perseguitarlo. “Sebbene le testimonianze relative agli abusi sull’infanzia possano suscitare simpatia con una giuria, possono anche portare una giuria a concludere che la sua vita ha portato a uno sfortunato modello di abuso”.

Johnny Depp “sta vincendo in tribunale”, afferma un esperto di diritto

Anche dopo un “inizio difficile”, l’avvocato delle celebrità Chris Melcher crede che Johnny Depp alla fine sia stato in grado di tornare in carreggiata. “Più a lungo Johnny ha testimoniato, più si sentiva a suo agio”, ha osservato Melcher. “Si è presentato come genuino, vulnerabile e gentile. Questo aiuta a contrastare le affermazioni di abuso di Amber. Una delle cose peggiori che vedo fare alle celebrità di fronte alle accuse di abuso è negare con rabbia, poiché mostra la persona come aggressiva e potrebbe confermare le accuse”, ha spiegato Melcher.

Melcher ha anche affermato che Depp condividere il suo trauma infantile era particolarmente pertinente al caso. “Ha supportato l’affermazione di Johnny di essersi ritirato quando Amber era violenta nei suoi confronti. Ha anche spiegato perché Johnny soffriva di problemi di abuso di sostanze. Ha detto che prendeva droghe e alcol non per festeggiare ma per intorpidire, e che alla fine ha dovuto affrontare i demoni di sua infanzia. È stata una testimonianza straziante”, ha detto Melcher.

Sebbene il caso sia ben lungi dall’essere concluso, Melcher ha concluso che “Johnny sta vincendo alla corte dei pareri, anche se non vince alla Corte della Virginia. Sta dimostrando che Amber era l’aggressore dominante nella loro relazione e che il ritratto di se stessa come vittima innocente di abusi è falsa». TBD supponiamo…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui