La morte del 25 marzo del batterista dei Foo Fighters Taylor Hawkins è ancora sentita da amici e fan. Nonostante i primi soccorritori siano stati chiamati nella sua camera d’albergo Four Seasons Casa Medina a Bogotà, in Colombia, Hawkins è morto all’età di 50 anni per dolori al petto, secondo People. Mentre la causa della morte del batterista è ancora sotto inchiesta, i risultati preliminari di un test tossicologico hanno mostrato che il batterista aveva 10 diverse sostanze, tra cui marijuana e oppioidi, nel suo corpo quando è morto, secondo Newsweek.

?s=109370″>

Con Hawkins in Colombia per il tour sudamericano dei Foo Fighters, la band doveva inizialmente esibirsi ai Grammy Awards del 3 aprile a Las Vegas, secondo People, oltre a dirigersi in Brasile nella tappa successiva del loro tour (secondo il New York Post). Con il Daily Mail che riporta che Dave Grohl è tornato a Los Angeles il 26 marzo, in lacrime e abbracciando il suo manager, i fan si chiedono: “E adesso?” per le restanti date del tour dei Foo Fighters.

I Foo Fighters hanno la base di fan più solidale

Lo spettacolo non andrà avanti per i Foo Fighters. Annullando il loro tour sudamericano dopo la morte del batterista Taylor Hawkins il 25 marzo, la band ha annunciato la notizia il 29 marzo. twittare con “grande tristezza”. Hanno definito la morte di Hawkins una “perdita sbalorditiva”, aggiungendo: “prendiamoci questo tempo per addolorarci, per guarire, per avvicinare i nostri cari e per apprezzare tutta la musica e i ricordi che abbiamo creato insieme”. La band si è anche scusata per la “delusione” che i fan potrebbero provare.

I fan dei Foo Fighters sono stati più che comprensivi. Già prima della notizia, i fan anticipando questa possibilità hanno rassicurato i musicisti che non si arrabbieranno. “Va bene cancellare il tour @foofighters”, ha scritto un fan in un tweet cancellato da allora. “Non c’è una persona viva in questo mondo che sarebbe sconvolta per questo. Capiamo. Sosteniamo. Siamo addolorati. Ti addolori più di quanto potremo mai capire. Sii te ora. Ti abbiamo già per sempre. Tanto amore.”

Ancora un altro fan ha mostrato il significato dell’empatia twittando una bellissima offerta alla band, scrivere, “La mia famiglia di 3 persone ha festeggiato il tuo concerto di maggio a Raleigh, Carolina del Nord.” Ma invece di volere un rimborso se lo spettacolo fosse stato cancellato, hanno notato: “Vorremmo che tu dessi i soldi a un #TaylorHawkinsCharity a tua scelta”. Se solo tutti i fan fossero così sani!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui