Quanto segue fa riferimento ad abusi sessuali e cattiva condotta.

I drammi per adolescenti sono un genere interamente loro. Tipicamente incentrati sulle vite fittizie di adolescenti e giovani adulti, gli spettacoli – che possono avere elementi soprannaturali o essere radicati nella realtà – hanno tutti una cosa in comune: sono pieni di trame drammatiche. Da “Freaks and Geeks” a “Dawson’s Creek” a “The Vampire Diaries”, i drammi adolescenziali sono stati un punto fermo sugli schermi per decenni. E non hanno paura di affrontare argomenti impegnativi, come Kelly (Jennie Garth) che spara al suo stupratore nella decima stagione di “Beverly Hills, 90210” o raffigurare l’overdose di droga quasi fatale di Marissa Cooper (Mischa Barton) durante la prima stagione di “L’OC”

Quindi, non sorprende che sia facile, forse anche inevitabile, che la loro energia drammatica fuoriesca dallo schermo e si trasformi nella realtà quando le tensioni sono così alte. Le faide dietro le quinte tra compagni di cast non sono un problema esclusivo dei drammi per adolescenti, ma è certamente un problema ricorrente all’interno del genere. E se gli attori non stanno attenti, queste faide possono trasformarsi in scandali a tutto campo quando una star lascia inaspettatamente uno spettacolo popolare o alimentano le fiamme di una faida nelle interviste. Ma l’intero equipaggio è responsabile di ciò che accade dietro le quinte, e talvolta anche gli showrunner e altri dirigenti attirano l’attenzione sul loro spettacolo per le ragioni sbagliate. E, con gli attori che parlano retroattivamente di comportamenti inappropriati sul set, gli spettacoli fuori onda stanno ancora generando drammi. Da “Beverly Hills, 90210” a “Mercoledì”, tuffiamoci nei più grandi scandali dietro le quinte per colpire questi drammi adolescenziali preferiti dai fan.

Beverly Hills, le star di 90210 si scontrano

La faida tra Jennie Garth e Shannen Doherty sul set dell’iconico teen drama degli anni ’90 “Beverly Hills, 90210” è famigerata. Garth ha interpretato la ragazza bionda Kelly Taylor mentre Doherty ha interpretato la nuova arrivata del Midwest Brenda Walsh. I personaggi diventano presto amici, ma la loro relazione soffre a causa della loro faida su Dylan McKay (Luke Perry).

Questa discordia sullo schermo si è trasferita fuori dallo schermo e ha coinvolto anche l’attore di Donna Martin Tori Spelling, che è stata spesso costretta a fare da mediatore tra i suoi co-protagonisti. Il conflitto dietro le quinte di Garth e Doherty è stato più che un semplice litigio e giovani donne che non si vedevano negli occhi. “Ricordo solo che ero fuori e che i ragazzi dovevano cercare di sistemarci”, ha detto Garth a EW. Sebbene siano quasi venuti alle mani, la coppia ha confermato di non essersi mai picchiata durante un’intervista sulla loro sorprendente riunione sullo schermo nello spin-off “90210” del 2008.

Nonostante apparentemente abbia messo tutto il loro dramma nel passato e si sia riunito di nuovo per “BH90210” nel 2019, questo scandalo vecchio di tre decenni è ancora una delle cose di cui si parla di più quando si tratta di teen drama. A quel tempo, la coppia non riusciva proprio a superare i propri problemi e, alla fine, uno di loro dovette andarsene. Tori Spelling si è assunta la responsabilità parziale della partenza di Doherty dopo la quarta stagione, essendosi lamentata con suo padre Aaron Spelling del suo comportamento. “Mi sentivo come se fossi parte di qualcosa… un movimento… che è costato a qualcuno il proprio sostentamento”, ha ammesso in “Celebrity Lie Detector” (tramite Distractify).

L’ambiente di lavoro tossico di Buffy l’ammazzavampiri

“Buffy the Vampire Slayer” è stata un’altra serie TV iconica lanciata negli anni ’90. Con Sarah Michelle Gellar nei panni della titolare Buffy Summers, insieme ad Alyson Hannigan, David Boreanaz, Nicholas Brendon, Anthony Stewart Head, Charisma Carpenter e Seth Green, che completano la Scooby Gang. Ciò che Gellar ama di più della serie è che le trame fantastiche erano una metafora degli orrori dell’adolescenza. Ciò ha permesso alla relatività dello spettacolo di continuare, rendendolo uno dei preferiti dai fan dei teen drama. Tuttavia, “Buffy” ha anche dovuto affrontare uno scandalo piuttosto importante.

Il creatore della serie Joss Whedon è stato chiamato per la prima volta dall’attore di “Justice League” Ray Fisher per presunto comportamento inaccettabile nei confronti del cast e della troupe nel 2020. A sostegno di Fisher, Carpenter si è fatto avanti con accuse contro Whedon. “Joss Whedon ha abusato del suo potere in numerose occasioni mentre lavorava insieme sui set di Buffy l’ammazzavampiri e Angel Gli incidenti inquietanti hanno innescato una condizione fisica cronica di cui soffro ancora”, ha scritto Carpenter in a Dichiarazione di Twitter. Ha anche detto che l’ha maltrattata quando era incinta e l’ha licenziata dopo aver dato alla luce il suo primo figlio.

Altri membri del cast di “Buffy”, tra cui Amber Benson e Michelle Trachtenberg, si sono fatti avanti con il sostegno di Carpenter e hanno fatto accuse sulla natura di Whedon sul set. In una dichiarazione su Instagram, Gellar ha affermato di essere dalla parte di coloro che si sono fatti avanti. “Non voglio essere associata per sempre al nome Joss Whedon”, ha scritto. Whedon ha negato le accuse.

Shannen Doherty e Alyssa Milano non avevano un legame fraterno

Nonostante il dramma sul set di “Beverly Hills, 90210”, Aaron Spelling non ha avuto remore a lavorare di nuovo con Shannen Doherty. Ha assunto lei, Holly Marie Combs e Alyssa Milano per interpretare i fratelli Halliwell Prue, Piper e Phoebe nella serie soprannaturale “Charmed”. Ma non passò molto tempo prima che iniziassero a circolare voci di una faida tra Doherty e Milano, rispecchiando la sua passata esperienza in “Beverly Hills, 90210”. Combs, che ha dovuto interpretare il ruolo di pacificatore dentro e fuori dallo schermo, ha riconosciuto la turbolenza. “Abbiamo avuto momenti in cui eravamo l’uno ai matrimoni dell’altro e ci sono stati momenti in cui volevamo gettarci a vicenda dagli edifici”, ha ricordato durante un panel di “Charmed”.

Doherty ha annunciato inaspettatamente la sua partenza dallo spettacolo prima della quarta stagione, dicendo a ET che il dramma era uno dei motivi per cui non voleva più essere lì. Tuttavia, ha anche minimizzato la faida, dicendo che aveva sempre pianificato di andarsene perché aveva ottenuto tutto ciò che voleva dalla serie, incluso dirigere alcuni episodi. Da allora Milano ha espresso il senso di colpa per il suo comportamento. “Potrei assumermi la responsabilità di gran parte della nostra tensione che avevamo. Penso che gran parte della nostra lotta sia venuta dalla sensazione di essere in competizione piuttosto che dall’essere quella sorellanza di cui parlava così tanto lo spettacolo”, ha detto a ET. Ha anche rivelato che i due si erano riconciliati durante la diagnosi di cancro al seno di Doherty e ora sono civili l’uno con l’altro.

La faida tra Alyssa Milano e Rose McGowan non era affascinante

Sfortunatamente, la faida tra Alyssa Milano e Shannen Doherty non è stata la fine del dramma sul set di “Charmed”. Rose McGowan è stata scelta per sostituire Doherty nei panni di Paige Matthews, la sorellastra perduta da tempo di Piper e Phoebe. Tuttavia, il suo rapporto con Milano era probabilmente peggiore di quello di Doherty. Nel suo libro di memorie “Brave” McGowan ha dettagliato il suo tempo nello show, paragonandolo a una prigione.

Da quando lo spettacolo è finito, McGowan – che è stata una delle donne a registrare contro Harvey Weinstein – è stata molto esplicita sulla sua faida con Milano e ha detto di aver creato un dramma non necessario sul set. “Comportamento spaventoso ogni giorno. Ho pianto ogni volta che ci siamo rinnovati perché hai reso quel set AF tossico”, ha scritto McGowan su Twitter. L’attore di “Scream” ha anche criticato Milano per essere una finta femminista, riferendosi al suo uso di #MeToo, che è stato creato da Tarana Burke, che all’epoca non era accreditata. In risposta, Milano ha accettato Cinguettio chiamare McGowan la vera frode, prima di bloccare la sua ex co-protagonista.

Altri alunni di “Charmed” Holly Marie Combs, Drew Fuller e Brian Krause ospitano il podcast di rewatch “The House of Halliwell” e sono apparsi regolarmente ai panel di “Charmed”. Nel 2023, sono stati raggiunti da Shannen Doherty e Rose McGowan alla 90s Con, mentre Milano era notevolmente assente dalla riunione.

Il breve matrimonio di One Tree Hill e le sue conseguenze

La relazione tra Brooke e Lucas in “One Tree Hill” è stata a dir poco drammatica, ma non si può negare che Sophia Bush e Chad Michael Murray avessero una chimica. Mentre i loro personaggi attraversavano alti e bassi, scintille volavano via dallo schermo. I due hanno iniziato a frequentarsi nel 2002, prima di fidanzarsi nel maggio 2004. Bush e Murray si sono sposati nell’aprile 2005, quasi un anno dopo aver annunciato il loro fidanzamento, ma il loro matrimonio si è spento dopo soli cinque mesi. Hanno finalizzato il loro divorzio l’anno successivo, ma hanno dovuto continuare a lavorare insieme su “One Tree Hill”. Come ha detto Bush a “Radio Andy” (tramite Us Weekly), “Hilarie [Burton Morgan] e io ridevo, e ci dicevamo, ‘Se avessimo uno spettacolo dietro le quinte, il dramma sarebbe molto fottutamente migliore del dramma che scrivono gli sceneggiatori’.

Negli anni successivi al suo divorzio, Bush ha parlato della sua relazione con Murray, notando che si sentiva costretta a sposare Murray perché aveva paura di deludere le persone se non l’avesse fatto. L’allume “Riverdale”, d’altra parte, ha sbattuto la sua ex moglie per i suoi commenti attraverso una dichiarazione a Us Weekly, sostenendo che la coppia si è sposata solo per amore.

In un episodio del podcast di rewatch “Drama Queens”, che ospita con le protagoniste di “OTH” Burton e Bethany Joy Lenz, Bush ha parlato della loro transizione lavorando insieme come ex. Ha detto che l’ha superata mettendo sempre Brooke al primo posto, anche quando ha dovuto filmare scene emozionanti con Murray.

Le star di One Tree Hill si sono espresse contro il creatore della serie

Il matrimonio di breve durata di Chad Michael Murray e Sophia Bush non è stato l’unico scandalo di “One Tree Hill”. Nel novembre 2017, Bush, Hilarie Burton Morgan e Bethany Joy Lenz erano tra i 18 membri del cast e della troupe di “OTH” che si sono fatti avanti con accuse di molestie contro il creatore dello show, Mark Schwahn. La loro dichiarazione è stata fornita a Variety dopo che la scrittrice di “OTH” Audrey Wauchope ha accusato lo showrunner caduto in disgrazia di cattiva condotta in Cinguettio. Bush e Burton hanno entrambi parlato pubblicamente delle loro esperienze durante le riprese del dramma adolescenziale, con Bush che ha affermato a “Radio Andy” che la prima volta che Schwahn l’ha toccata lei gli ha dato un pugno in faccia davanti a sei produttori. Da quel momento in poi, sapeva di starle lontano. Ha parlato della sua decisione di rimanere nella serie, dicendo: “Non è giusto far soffrire tutti perché una persona non può ottenere, non può frenare il proprio diritto”.

Tuttavia, le molestie non si sono fermate e Schwahn ha preso di mira Burton, che ha affermato in “Drama Queens” che in un’occasione Murray è dovuto intervenire e difenderla quando Schwahn l’ha afferrata in pubblico mentre si trovava in Texas. Nessun altro ha fatto nulla e le molestie sarebbero continuate. Alla fine, Burton (e Murray) hanno deciso di lasciare lo show dopo la sesta stagione. l’ha incoraggiata a prendere la decisione che ha detto “le ha salvato la vita”.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito Web della rete nazionale di stupro, abuso e incesto o contattare la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Allison Mack di Smallville faceva parte di NXIVM

Non è mai stato un segreto che l’attore di “Smallville” Allison Mack fosse coinvolto nel culto NXIVM, presentato dal suo fondatore, Keith Raniere, come società di sviluppo personale. Mack, che interpretava la giornalista Chloe Sullivan, è stata coinvolta nell’organizzazione di Raniere mentre recitava nel dramma adolescenziale sui supereroi dopo che la sua co-protagonista Kristin Kreuk l’ha presentata. Ma, mentre Mack è diventato uno dei membri più anziani del culto, il tempo di Kreuk lì è stato di breve durata. L’attore di Lana Lang ha preso Cinguettio per chiarire che se n’è andata anni prima che il New York Times esponesse NXIVM per traffico sessuale nel 2017. “Le accuse secondo cui ero nella ‘cerchia ristretta’ o reclutavo donne come ‘schiave del sesso’ sono palesemente false”, ha scritto. “Sono profondamente turbato e imbarazzato per essere stato associato a NXIVM”, ha aggiunto Kreuk.

Come parte del suo ruolo in NXIVM, Mack gestiva il culto sessuale segreto e illegale DOS (Dominus Obsequious Sororium), dove era seconda solo a Raniere stesso. Durante quel periodo è entrata in un matrimonio fraudolento con l’allume di “Battlestar Galactica” Nicki Clyne, e ha reclutato donne che sarebbero poi state marchiate con una penna cauterizzante a forma di iniziali di Raniere. Da allora Mack si è dichiarato colpevole di accuse di racket, mentre ha anche testimoniato contro il leader del culto.

Nel 2021, Mack è stata condannata a tre anni di prigione, scontando il suo tempo nella stessa prigione federale della California dove Lori Loughlin e Felicity Huffman hanno prestato servizio dopo lo scandalo di corruzione per l’ammissione al college.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito Web della rete nazionale di stupro, abuso e incesto o contattare la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

S e B hanno davvero litigato mentre facevano Gossip Girl?

Il dramma adolescenziale “Gossip Girl” è stato sicuramente all’altezza del suo nome. Mentre Kristen Bell era impegnata a narrare le vite complicate e drammatiche dei nostri adolescenti preferiti dell’Upper East Side, due membri del cast dello show erano impegnati a navigare in un loro dramma. Blake Lively e Leighton Meester, che interpretavano la It-girl di Manhattan Serena van der Woodsen e l’intrigante ape regina Blair Waldorf, hanno fatto notizia per motivi non troppo chic. I personaggi erano per lo più i migliori amici (e talvolta frenetici), ma fuori dallo schermo gli attori non erano sicuramente i migliori amici che interpretavano sullo schermo.

La serie è stata tormentata da voci su voci che descrivono in dettaglio la dinamica turbolenta della coppia sul set. Nel 2008, il New York Magazine ha riferito che Lively e Meester apparentemente hanno fatto tutto il possibile per non stare vicini, mentre la loro faida è diventata così grave che presumibilmente hanno costretto i loro compagni di cast a “scegliere da che parte stare”. Dopo quell’articolo, è stato facile per i media raccontare storie sulla discordia tra le due star, ma è stato davvero così drammatico come hanno immaginato?

Beh, non secondo il produttore esecutivo dello show Joshua Safran. Ha rivelato a Vanity Fair: “Erano amichevoli, ma non erano amiche come Serena e Blair. Eppure nel momento in cui sarebbero state insieme sul set, è come se lo fossero”. Inoltre, i membri del cast Michelle Trachtenberg e Chace Crawford hanno affermato che le voci sulla loro faida erano state notevolmente esagerate ed entrambi gli attori erano molto professionali sul set.

I co-protagonisti di Glee di Lea Michele si sono fatti avanti con accuse

Di tutti gli scandali che il musical teen drama “Glee” ha dovuto affrontare, Lea Michele è stata al centro di molti. Come il suo personaggio Rachel Berry, è stata spesso definita una diva per il suo comportamento sul set, ma Michele ha incolpato la pressione che ha esercitato su se stessa. Tuttavia, il suo atteggiamento da diva apparentemente non era il peggiore del suo comportamento sul set di “Glee”. Nel 2020, i suoi co-protagonisti si sono fatti avanti con accuse di razzismo e bullismo contro di lei. Dopo che Michele ha twittato una risposta alla tragica morte di George Floyd, Samantha Marie Were, che interpretava Jane Hayward nella sesta stagione, ha twittato: “CREDO CHE TU ABBIA DETTO A TUTTI CHE SE [YOU] AVETE L’OPPORTUNITÀ CHE AVRESTI ‘SH*T NELLA MIA PARRUCCA!’ TRA LE ALTRE MICROAGRESSIONI TRAUMATICHE CHE MI HANNO FATTO DUBBI SU UNA CARRIERA A HOLLYWOOD”.

A peggiorare le cose per Michele, molti altri alleati di “Glee”, tra cui Alex Newell e Heather Morris, hanno condiviso dichiarazioni di sostegno per Were e hanno messo le cose in chiaro. Morris, che interpretava Brittany Pierce, ha confermato Cinguettio che Michele era un bullo, notando che lavorare con lei è stata un’esperienza terribile. “Affinché Lea tratti gli altri con la mancanza di rispetto che ha fatto per tutto il tempo che ha fatto, credo che DOVREBBE essere chiamata fuori”, ha scritto.

In risposta, Michele si è rivolto a Instagram per rilasciare scuse e una dichiarazione d’intenti per il futuro. “Ho ascoltato queste critiche e sto imparando e mentre mi dispiace, starò meglio in futuro da questa esperienza”, ha scritto.

Un servizio fotografico di The Vampire Diaries andato storto

“The Vampire Diaries” è stato un successo strepitoso per The CW, raccogliendo oltre quattro milioni e mezzo di spettatori quando il pilot è andato in onda nel settembre 2009. La trama centrale dello show, un triangolo amoroso tra Elena Gilbert di Nina Dobrev e i fratelli vampiri Stefan e Damon Salvatore , interpretati rispettivamente da Paul Wesley e Ian Somerhalder, ha subito conquistato i fan. Ma il successo del debutto del teen drama è stato minacciato quando la Dobrev e alcuni dei suoi compagni di cast di “TVD” sono stati arrestati poche settimane prima.

Nell’agosto 2022, Dobrev e le sue co-protagoniste Sara Canning, Candice Accola e Kayla Ewell sono state accusate di condotta disordinata dopo che un servizio fotografico è sfuggito di mano. Sono stati arrestati con un altro attore, Krystal Vaysa, e il fotografo Tyler Shields che ha affermato di averli fotografati per lo spettacolo. Ma le riprese, avvenute su un ponte fuori Atlanta, in Georgia, dove è stato girato “TVD”, hanno preoccupato gli automobilisti. La polizia è stata chiamata quando, secondo quanto riferito, gli attori hanno iniziato a fotografare i conducenti sotto il ponte.

Per Entertainment Weekly, secondo il rapporto ufficiale sull’incidente, la polizia ha perquisito la telecamera di Shields e ha trovato “numerose fotografie delle donne appese, sedute e a cavalcioni del ponte”. Fortunatamente, gli attori non hanno dovuto passare molto tempo in prigione, pagando una multa e venendo immediatamente rilasciati dietro cauzione. Gli attori e l’addetto stampa dello show si sono rifiutati di commentare lo scandalo, che, sebbene dannoso, non ha fatto molto per oscurare il successo di “The Vampire Diaries”.

Il vero dramma relazionale di The Vampire Diaries

“The Vampire Diaries” non è stato contrassegnato dallo scandalo durante le sue otto stagioni dal 2009 al 2017. C’è stato il suddetto arresto e, naturalmente, la faida di Nina Dobrev con Paul Wesley durante le prime stagioni dello show. E poi c’era la relazione di Dobrev con Ian Somerhalder.

Dobrev ha detto che ha negato i suoi sentimenti per molto tempo, non volendo uscire con un co-protagonista, ma la sua chimica con Somerhalder era innegabile e hanno iniziato a frequentarsi nel 2010. La loro relazione non è stata priva di drammi, però, e nel 2012, Dobrev ha negato le voci secondo cui Somerhalder aveva proposto e lei lo aveva rifiutato. La coppia ha annunciato la rottura l’anno successivo, ma ha continuato a recitare in “TVD”. Poco dopo, Somerhalder ha iniziato a frequentare l’amica di Dobrev e l’attore di “Twilight” Nikki Reed, scatenando speculazioni su un possibile triangolo amoroso.

Tuttavia, Dobrev ha sottolineato a E! News che le voci non erano vere, aggiungendo che è rimasta amica di Somerhalder e Reed, anche dopo che si sono sposati nel 2015, insistendo sul fatto che la loro unione non è stata la ragione per cui ha lasciato la serie dopo sei stagioni. “[W]Siamo in uno show drammatico per adolescenti, tutti cercheranno il dramma. Se non c’è dramma, non c’è niente di cui scrivere. Lo ignoro e basta”, ha detto. La Dobrev è tornata per concludere la storia di Elena con Damon nel finale dell’ottava stagione. Ora hanno una relazione matura e amichevole e la Dobrev è felicemente andata avanti con lo snowboarder olimpico Shaun White.

Quattro star di Riverdale sono state accusate di violenza sessuale

Gli attori di “Riverdale” Lili Reinhart e Cole Sprouse, che interpretano Betty e Jughead nel teen drama, hanno raccolto molta attenzione da parte dei media per la loro relazione e la successiva rottura. Sebbene abbiano continuato a lavorare insieme e siano rimasti amici, Sprouse ha ammesso in “Call Her Daddy” che con il senno di poi avrebbe dovuto porre fine alla loro relazione prima.

Tuttavia, il loro dramma relazionale non è certo il più grande scandalo che il dramma adolescenziale di successo di The CW abbia dovuto sopportare. Nel 2020, alcuni membri del cast di “Riverdale” sono stati colpiti da alcune gravi accuse. La prima accusa è stata lanciata contro Cole Sprouse su Twitter da un account anonimo utilizzando l’handle @Victori66680029. L’utente ha accusato l’ex star della Disney di averla aggredita a una festa della New York University nel 2013. Sprouse ha negato con veemenza queste accusema non prima che le accuse fossero mosse anche contro Reinhart, KJ Apa e Vanessa Morgan.

Secondo BuzzFeed News, le accuse contro gli attori sono state tutte fatte da account anonimi simili, con uno che afferma che Reinhart ha tentato di tentare un fan mentre scattava una foto con loro. Tuttavia, l’utente di Twitter ha poi ritirato la sua dichiarazione, ammettendo di aver fatto affermazioni false. “Questo account è stato creato appositamente per creare false storie su di me e sul mio cast. Non riesco a pensare a qualcosa di più contorto che mentire sull’aggressione sessuale”, ha detto Reinhart su Cinguettio. Ha aggiunto: “Spero e prego che questo non scoraggi i veri sopravvissuti dal parlare delle loro esperienze”.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito Web della rete nazionale di stupro, abuso e incesto o contattare la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Il riavvio di Streghe contro l’originale

Il riavvio di “Charmed” del 2018 ha seguito la stessa tabella di marcia della serie originale, ma segue tre nuove sorelle streghe, Macy Vaughn (Madeleine Mantock), Mel (Melonie Diaz) e Maggie Vera (Sarah Jeffery). E, nonostante abbia preso molti elementi dalla serie originale, il cast originale si è sentito offeso dal modo in cui è stato commercializzato, come una versione femminista di “Charmed”. Ciò è stato ulteriormente aggravato in un video di TikTok in cui Holly Marie Combs e Rose McGowan hanno programmato il riavvio, nonostante ammettessero di non averlo visto.

Tuttavia, la star del riavvio Sarah Jeffrey è andata su Twitter per chiamarli per i loro commenti. “Spero davvero che trovino la felicità altrove, e non nella forma di abbattere altri WOC. Sarei imbarazzata a comportarmi in questo modo”, ha scritto su Cinguettio. Il cast originale alla fine ha ritirato alcune delle sue critiche al riavvio, con Pettini dicendo erano contenti che fornisse lavoro e continuasse l’eredità di “Charmed”, ma volevano denunciare lo scarso marketing.

Questi commenti hanno temporaneamente tracciato una linea nella sabbia sotto la faida tra gli spettacoli di “Charmed”, ma il finale del riavvio ha suscitato ancora una volta il dramma. Nell’ultima scena, Mel, Maggie e Kayla (Lucy Barrett) si ritrovano sui gradini di Halliwell Manor, lasciando il finale all’immaginazione dello spettatore. Ma Curtis Kheel, uno scrittore della serie originale, ha fomentato di nuovo la faida, twittare“Posso dirti cosa è successo dopo: Piper, Phoebe e Paige hanno sconfitto i 3 impostori subito dopo aver invaso Halliwell Manor.”

La controversa uscita di Barbie Ferreira da Euphoria

Come “Beverly Hills, 90210”, “The Vampire Diaries” ed entrambe le serie “Charmed” precedenti, anche “Euphoria” ha dovuto fare i conti con la scioccante uscita di uno dei suoi principali membri del cast. Barbie Ferreira, che interpreta Kat Hernandez, ha annunciato la sua partenza dal dramma adolescenziale prima della terza stagione dello show. L’attore ha dato la notizia sulla sua Instagram Story, scrivendo: “Dopo quattro anni passati a incarnare il personaggio più speciale ed enigmatico di Kat, devo dire addio con le lacrime agli occhi”.

Immediatamente dopo il suo post, iniziarono a circolare voci secondo cui Ferreira avrebbe davvero lasciato la serie a causa di una faida con lo showrunner di “Euphoria” Sam Levinson. È stato ipotizzato che Ferreira e Levinson non potessero essere d’accordo sulla visione di Kat nella seconda stagione. Per Elle, una fonte ha affermato che un giorno particolarmente difficile sul set ha portato Ferreira a lasciare il set e Levinson a tagliare molte delle sue battute.

L’attore ha scelto di affrontare le voci sul podcast “Armchair Expert with Dax Shepard”, negando categoricamente di essere uscita dal set. Il discorso sulla faida tra Ferreira e Levinson potrebbe essere stato leggermente esagerato, ma avere visioni contrastanti su Kat è diventato il motivo per cui se ne va. “Penso che ci fossero posti in cui sarebbe potuta andare. Semplicemente non penso che si sarebbe adattato allo spettacolo”, ha detto. “Volevo davvero essere in grado di non essere il migliore amico grasso. Non voglio interpretarlo, e penso che nemmeno loro lo volessero.”

Jenna Ortega si è scaldata per aver cambiato le linee di mercoledì

Jenna Ortega era già famosa quando ha recitato in “Wednesday”, dopo essere apparsa in successi come “You” e “X”. Ma interpretare il personaggio titolare della serie Netflix diretta da Tim Burton l’ha lanciata a un livello di fama completamente nuovo. Dal pronunciare le battute iconiche di mercoledì al fornire il suo sguardo fisso e incrollabile, ha fornito una nuova interpretazione del classico personaggio spettrale (e stravagante) di Charles Addams.

Tuttavia, al fine di ritrarre una versione veramente autentica di mercoledì, Ortega ha spiegato in un’intervista ormai virale sul podcast “Armchair Expert with Dax Shepard” di aver preso posizione su alcune questioni. “Tutto ciò che [Wednesday] fa, tutto quello che dovevo interpretare, non aveva alcun senso per il suo personaggio. … Ci sono stati momenti su quel set in cui sono diventata quasi poco professionale, in un certo senso ho appena iniziato a cambiare battuta”, ha ammesso.

Ortega è diventata protettiva nei confronti del suo personaggio e ha detto di aver lavorato con gli sceneggiatori per creare la migliore versione di Wednesday. Ma il produttore di “Mercoledì” Steven DeKnight l’ha criticata per questo. L’ex scrittore di “Smallville” l’ha definita “autorizzata e tossica”, nonostante non abbia mai lavorato con lei. Tuttavia, quando i suoi commenti sono stati accolti con critiche, DeKnight ha fatto marcia indietro sulla sua posizione. “Non posso sottolinearlo abbastanza: è un talento straordinario. È stata solo una sfortunata situazione esporre pubblicamente le differenze creative”, ha scritto su Cinguettio. Ovviamente, tutta la collaborazione di Ortega ha funzionato da quando “Mercoledì” è diventata la terza serie più ascoltata di Netflix ed è stata rinnovata per una seconda stagione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui