La salute della principessa Charlene di Monaco è ancora in sospeso. Da maggio, la principessa di 43 anni è stata afflitta da una serie di problemi di salute. Tutto è iniziato quel mese quando ha fatto un viaggio nel suo paese natale, il Sudafrica, per radunarsi contro il bracconaggio e l’omicidio dei rinoceronti. Secondo News24, Charlene ha dovuto rimanere nel paese dopo che le è stata diagnosticata una grave infezione all’orecchio, al naso e alla gola (ORL).

Il mese successivo, la sua fondazione ha rilasciato una dichiarazione in cui si affermava che stava “sottoponendo a procedure multiple e complicate dopo aver contratto una grave infezione all’orecchio, al naso e alla gola a maggio” e che “il team medico della principessa le aveva detto di non tornare a Monaco come la principessa deve ancora sottoporsi e riprendersi da più procedure” (via News24). Ha poi subito un intervento chirurgico riparativo a giugno relativo a una procedura precedente, facendole perdere il suo decimo anniversario di matrimonio.

Alla fine è tornata a Monaco all’inizio di novembre, ma nonostante le indisciplinate speculazioni dei media. A settembre, durante il suo soggiorno in Sudafrica, il marito, il principe Alberto II, ha affrontato le voci di tensione nel loro matrimonio, osservando che “non è andata in esilio. Era assolutamente solo un problema medico che doveva essere curato” (via People). Tuttavia, da allora non è tornata ai doveri pubblici ed è effettivamente entrata in una nuova struttura di cura, lasciando domande senza risposta sulla sua crisi medica in corso.

I problemi di salute della principessa Charlene sono tutt’altro che finiti

Il 19 novembre, il principe Alberto II ha rivelato a People che sua moglie malata, la principessa Charlene, è entrata in una struttura di cura dopo un anno tumultuoso di problemi di salute. Dopo essere tornato a Monaco dopo sei mesi a novembre, Albert ha rivelato che “è andata abbastanza bene nelle prime ore, e poi è diventato abbastanza evidente che non stava bene”. Altrove, ha aggiunto, “Era chiaramente esausta, fisicamente ed emotivamente. Era sopraffatta e non poteva affrontare i doveri ufficiali, la vita in generale o anche la vita familiare”.

Una fonte vicina alla famiglia si è aperta a Page Six per offrire maggiori informazioni, definendo “ingiusto che sia stata ritratta come affetta da un qualche tipo di problema mentale o emotivo”, aggiungendo che: “Non sappiamo perché il palazzo stia minimizzando che è quasi morta in Sudafrica”. A ottobre, le preoccupazioni sono aumentate ulteriormente quando Charlene ha condiviso online una sua foto che sembrava notevolmente più magra del solito.

“Non è stata in grado di mangiare cibo solido per oltre sei mesi a causa di tutti gli interventi chirurgici che ha subito”, ha detto la fonte a Page Six. “È stata in grado di assumere liquidi solo attraverso una cannuccia, quindi ha perso quasi la metà del suo peso corporeo”. Con sollievo della maggior parte, tuttavia, Albert ha confermato a People che i suoi disturbi non erano “COVID” o “correlati al cancro”, né erano “legati alla chirurgia plastica o al lavoro facciale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui