Tra artisti del calibro di Arnold Schwarzenegger e Sylvester Stallone, Bruce Willis è senza dubbio una delle più grandi star d’azione di Hollywood. L’attore si è fatto un nome nella serie comica poliziesca degli anni ’80 “Moonlighting”. Ma è davvero diventato famoso nel 1988 quando ha interpretato il ruolo di John McClane nel film d’azione di grande successo “Die Hard”. Da allora, Willis è diventata una vera star del cinema con ruoli in successi come “Pulp Fiction”, “Il quinto elemento”, “Armageddon” e “Il sesto senso”. Nonostante la sua impressionante filmografia, Willis è apparentemente passato a film a basso budget negli ultimi due anni, e ora abbiamo un’idea del motivo.

Il 31 marzo, la famiglia di Willis ha condiviso la dichiarazione attraverso i social media che a causa dei recenti problemi di salute di Willis, si sta allontanando dalla recitazione. Sull’Instagram di sua figlia Rumor Willis, la dichiarazione recita: “Questo è un momento davvero impegnativo per la nostra famiglia e apprezziamo molto il tuo continuo amore, compassione e supporto. Stiamo attraversando questo come un forte nucleo familiare e volevamo farlo porta i suoi fan perché sappiamo quanto lui significhi per te, così come lo fai per lui”. La famiglia ha rivelato che a Willis è stata diagnosticata l’afasia, una condizione che colpisce le capacità cognitive e linguistiche.

Alla luce di queste recenti notizie, una famigerata organizzazione di Hollywood sta riprendendo qualcosa che aveva detto in precedenza su Willis.

I Razzies hanno revocato il loro peggior premio per la performance a Bruce Willis

Ogni anno, i Golden Raspberry Awards, meglio conosciuti come i Razzies, rendono omaggio al peggio dell’anno a Hollywood. Per i premi di quest’anno, Bruce Willis è stato completamente adirato quando l’organizzazione gli ha assegnato la sua categoria “La peggiore interpretazione di Bruce Willis in un film del 2021”, con otto dei suoi film precedenti elencati come nomination. Il 26 marzo, i Razzies hanno annunciato che il ruolo di Willis in “Cosmic Sin” ha preso la torta come la sua peggiore performance dell’anno. Tuttavia, pochi giorni dopo è arrivata la notizia delle sue condizioni di salute, che ha costretto i Razzies a ripensare al loro premio. I co-fondatori di Razzie, Mo Murphy e John Wilson, hanno successivamente deciso di revocare il premio di Willis e hanno dichiarato: “Se le condizioni mediche di qualcuno sono un fattore nel loro processo decisionale e/o nelle loro prestazioni, riconosciamo che non è appropriato concederglielo. un Razzie” (tramite TMZ).

Data la sua diagnosi di afasia, sembrerebbe che le persone guardino alla carriera di Willis nei film a basso budget sotto una luce diversa. Secondo People, la star ha realizzato oltre 15 film in soli due anni, un’impresa impressionante per chiunque, per non parlare di qualcuno con afasia. Ancora più impressionanti erano le sue capacità di recitazione con le sue condizioni mediche. Rob Gough, il co-protagonista di Willis in “American Siege”, ha detto a People: “Ho sempre pensato a lui come un iconico, il GOAT, solo l’uomo. Sapendo che è in grado di esibirsi sotto quello che sta passando, è semplicemente aggiunge a quell’iconicità.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui