La decisione di Donald Trump di cercare ancora una volta la nomina presidenziale repubblicana nel 2024 ha probabilmente scatenato uno sfogo di opinioni audaci. “Sto correndo perché credo che il mondo non abbia ancora visto la vera gloria di ciò che questa nazione può essere”, ha detto l’ex presidente degli Stati Uniti al pubblico durante il suo annuncio polarizzante, per CNBC. Potresti essere scioccato nel sentire che solo Eric Trump e Barron Trump erano presenti per sostenere il padre mentre faceva l’annuncio. Ivanka Trump e Donald Trump Jr. hanno deciso di restare a casa, secondo The Independent. I figli del fondatore della Trump Organization sono noti per difendere il padre anche nei suoi momenti più controversi, quindi perché non erano lì per sostenere il padre in un giorno così importante? Si scopre che potrebbero non essere entusiasti della sua decisione di candidarsi di nuovo alla presidenza.

Questa non è la prima volta che i figli di Donald non sono d’accordo con lui. In effetti, Ivanka una volta ha aiutato suo marito, Jared Kushner, a raccogliere fondi per il democratico del New Jersey Cory Booker, che è diventato un candidato alla presidenza democratica del 2020 contro suo padre. Sarebbero stati in grado di portare $ 40.000 per aiutare la campagna del Senato del 2013 di Booker.

Ma Ivanka non è l’unica bambina di Trump che è stata abbastanza audace da intraprendere azioni che Donald potrebbe non approvare. Ecco alcune volte in cui sono andati contro il loro padre.

Ivanka Trump non è d’accordo con suo padre a porte chiuse

Ivanka Trump ha una storia di silenzio quando il pubblico la esorta a parlare contro Donald Trump, ma in un’intervista con CBS News nel 2017, la madre di tre figli ha rivelato che lei e suo padre non sono sempre sulla stessa pagina. “Direi di non confondere la mancanza di denuncia pubblica con il silenzio”, ha detto Ivanka. “Penso che ci siano diversi modi per far sentire la tua voce. … Quindi, dove non sono d’accordo con mio padre, lui lo sa, e mi esprimo con totale franchezza.” Sembra che la maggior parte dei disaccordi tra Ivanka e Donald avvenga a porte chiuse.

Indipendentemente dal fatto che l’ex consigliere senior chiami suo padre in privato, è stata criticata per la sua mancanza di azioni pubbliche contro l’ex presidente. Secondo Fortune, i manifestanti hanno organizzato un evento fuori dalla casa di Ivanka dopo che Donald ha firmato un ordine che ha annullato le politiche precedentemente implementate che affrontavano il cambiamento climatico. I manifestanti hanno condiviso di essere frustrati dal fatto che Ivanka avesse precedentemente sostenuto tali cause, ma non hanno richiamato la decisione di suo padre. Firas Nasr, che ha lavorato per una delle organizzazioni che hanno pianificato la protesta, ha detto a Fortune: “Se ci sostiene, deve parlare per noi mentre siamo sotto attacco”.

Ivanka Trump non pensa che le elezioni siano state rubate

L’opinione di Ivanka Trump sul famigerato attacco del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti e sulle affermazioni di brogli elettorali differisce da quella di suo padre, Donald Trump, e potresti ricordare che l’ex presidente degli Stati Uniti non ne era contento. Per ricapitolare, a Ivanka e al procuratore generale William Barr è stato chiesto se dubitassero o meno della legittimità dei risultati delle elezioni presidenziali statunitensi del 2020. I video delle deposizioni di Ivanka e Barr sono stati riprodotti davanti al comitato ristretto della Camera degli Stati Uniti sull’attacco del 6 gennaio. “Ho chiarito che non ero d’accordo con l’idea di dire che le elezioni sono state rubate e di aver messo fuori questa roba, che ho detto al presidente che era una stronzata”, ha detto Barr nel suo video, per PBS News Hour. “E non volevo farne parte.”

A Ivanka è stato quindi chiesto cosa ne pensasse della dichiarazione del procuratore generale. “Rispetto il procuratore generale Barr”, ha risposto, per CNN. “Quindi, ho accettato quello che stava dicendo.” Donald in seguito si è rivolto alla sua piattaforma di social media, Truth Social, per condividere la sua opinione sulla dichiarazione di sua figlia. “Ivanka Trump non è stata coinvolta nel guardare o studiare i risultati delle elezioni”, ha scritto l’ex presidente degli Stati Uniti (tramite Il New York Times). “Si era ritirata da tempo e, secondo me, stava solo cercando di essere rispettosa nei confronti di Bill Barr e della sua posizione di procuratore generale (faceva schifo!)”.

I figli di Trump non hanno sostenuto la sua risposta all’attacco al Campidoglio

Né Ivanka Trump né i suoi fratelli si sono affrettati a sostenere la gestione da parte di Donald Trump dell’attacco del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti. Secondo The Independent, il regista Alex Holder ha chiesto a Ivanka, Eric Trump e Donald Trump Jr. la loro opinione sull’attacco al Campidoglio nella sua docuserie, “Unprecedented”. Questa serie segue la famiglia Trump durante le elezioni presidenziali statunitensi del 2020 e le successive accuse di frode elettorale, secondo il Los Angeles Times. Nel film, Ivanka, Eric e Trump Jr. si sono tutti rifiutati di parlare del 6 gennaio. “Sì, saltiamo il 6”, ha persino detto Eric (tramite The Independent).

Tuttavia, Donald ha condiviso una lunga dichiarazione che i suoi figli avrebbero potuto difendere, ma sembra che si siano rifiutati di farlo. “Una parte molto piccola, come sai, è scesa al Campidoglio e poi una parte molto piccola è entrata”, ha detto l’ex presidente degli Stati Uniti in “Unpreceded” (tramite The Independent). “Ma ti dirò, erano arrabbiati dal punto di vista di quello che è successo nelle elezioni e perché sono intelligenti e vedono e hanno visto cosa è successo. E credo che sia stata una parte importante di quello che è successo il 6 gennaio.” Mentre i figli di Donald sono rimasti in silenzio in questa docuserie, Trump Jr. in seguito ha accettato Cinguettio per suggerire che non era un fan di come il comitato del 6 gennaio ha gestito le loro indagini.

Donald Trump Jr. non era d’accordo con una delle decisioni presidenziali di suo padre

Donald Trump Jr. è venuto in difesa di suo padre in molte occasioni. Qualcuno potrebbe dire che il figlio fedele è il più grande sostenitore di Donald Trump tra tutti i suoi figli. Tuttavia, anche la cheerleader più esplicita dell’ex presidente degli Stati Uniti a volte non era d’accordo con lui. Nel 2020, Trump Jr. è andato su Twitter per rivelare di non essere d’accordo con gli effetti dell’annullamento di una decisione dell’era Obama che ha bloccato lo sviluppo di una miniera di minerali dell’Alaska. Secondo Politico, questa miniera avrebbe potuto danneggiare la fauna selvatica della zona e avrebbe danneggiato l’ambiente.

Trump jr. twittato in accordo con Nick Ayers, che in precedenza ha lavorato sotto l’ex vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence e ha esortato Trump a bloccare lo sviluppo della miniera dell’Alaska. “Come sportivo che ha trascorso molto tempo nella zona, sono d’accordo al 100%”, ha scritto Trump Jr. “Le sorgenti della baia di Bristol e la pesca circostante sono troppo uniche e fragili per correre rischi. #PebbleMine.” Fortunatamente per il figlio dell’ex presidente degli Stati Uniti, sembra che il suo tweet abbia avuto un impatto, perché l’amministrazione Trump alla fine ha bloccato lo sviluppo della miniera.

Eric Trump non è un fan dei vaccini, a differenza di suo padre

Sembra che Donald Trump e suo figlio Eric Trump non siano mai riusciti a mettersi sulla stessa pagina per quanto riguarda i vaccini COVID-19. Donald ha condiviso la sua opinione sui vaccini durante un’apparizione al programma “Candace” del commentatore politico conservatore Candace Owens. “Il vaccino è una delle più grandi conquiste dell’umanità”, ha detto a Owens l’ex presidente degli Stati Uniti. Quando Owens ha messo in dubbio l’efficacia del vaccino COVID-19, Donald ha risposto: “Quelli che si ammalano gravemente e vanno in ospedale sono quelli che non prendono il vaccino. Ma è comunque una loro scelta. E se prendi il vaccino , sei protetto. Guarda, i risultati del vaccino sono molto buoni, e se lo ottieni, è una forma molto minore. Le persone non muoiono quando prendono il vaccino.”

Questa affermazione potrebbe aver irritato Eric nel modo sbagliato, perché ha condiviso un’opinione molto diversa durante la sua colloquio con Owens per “The Daily Wire”. “Per me il vaccino in realtà rappresenta qualcosa di molto più grande di un’iniezione medica”, ha rivelato. “Per me, il vaccino rappresenta letteralmente la privazione delle libertà in questo paese, che è profondamente, profondamente, profondamente preoccupante”. Quindi, da che parte sta Owens? Alcuni potrebbero dire che ha chiarito di essere contraria al vaccino COVID-19, quindi sembra che possa favorire l’opinione di Eric.

Secondo quanto riferito, Donald Trump Jr. ha cercato di organizzare un intervento per fermare suo padre

Potresti ricordare quando Donald Trump ha contratto il COVID-19 durante la sua presidenza. È stato ricoverato al Walter Reed National Military Medical Center per ricevere cure e una decisione che ha preso lì ha ricevuto reazioni contrastanti. Donald ha fatto un giro in macchina intorno all’ospedale per salutare gli spettatori prima che si riprendesse completamente, e i membri dei servizi segreti lo hanno accompagnato. James Phillips, assistente professore di medicina d’urgenza presso la facoltà di medicina della George Washington University, ha portato su Twitter (tramite Reuters) la critica al viaggio in macchina. “Ogni singola persona nel veicolo durante quel ‘drive-by’ presidenziale completamente inutile proprio ora deve essere messa in quarantena per 14 giorni”, ha scritto Phillips. “Potrebbero ammalarsi. Potrebbero morire. Per il teatro politico.”

Si scopre che anche i figli di Donald potrebbero essere stati allarmati dal suo giro di gioia intorno all’ospedale. Secondo Vanity Fair, fonti anonime hanno affermato che Donald Trump Jr. era particolarmente preoccupato. “Don Jr. ha detto che vuole organizzare un intervento, ma Jared e Ivanka continuano a dire a Trump quanto sta andando alla grande”, ha affermato una fonte. Hanno anche affermato che il figlio maggiore di Trump non voleva essere l’unico a parlare con suo padre. “Don ha detto: ‘Non sarò l’unico a dirgli che si sta comportando da matto'”. è stato portato in giro per l’ospedale.

Ivanka Trump e Donald Trump Jr. non hanno partecipato all’annuncio della campagna del padre

Come accennato in precedenza, durante l’annuncio della campagna di Donald Trump erano presenti solo Eric Trump e Barron Trump. Ivanka Trump e Donald Trump Jr. non si trovavano da nessuna parte, e sembra che questo possa essere un segno di come si sentono riguardo alla decisione del padre di cercare una nomination presidenziale nel 2024. In effetti, Ivanka si è fatta avanti per annunciare che non vuole avere niente a che fare con la politica. Ha condiviso una dichiarazione che spiega perché ha preso la decisione: “Amo molto mio padre”, ha detto Ivanka. “Questa volta scelgo di dare la priorità ai miei figli piccoli e alla vita privata che stiamo creando come famiglia. Non ho intenzione di essere coinvolto in politica”. Ha continuato a condividere che sostiene ancora suo padre, ma preferisce farlo al di fuori del mondo della politica. Questo approccio diretto alla campagna di suo padre è nuovo per Ivanka, considerando che una volta era stata la sua consigliera.

I rapporti affermavano che Donald avesse implorato Ivanka e suo marito, Jared Kushner, di partecipare all’annuncio della sua campagna. Se è vero, sembra che i suoi sforzi non siano stati all’altezza (sebbene Kushner fosse presente). Per quanto riguarda Trump Jr., secondo The Daily Beast, era in viaggio di caccia e non è riuscito a prendere un volo indietro nel tempo a causa delle pericolose condizioni meteorologiche. Fortunatamente per Donald, sembra che suo figlio sia ancora d’accordo con la sua campagna. Dovremo aspettare e vedere se Trump Jr. affronterà la sua assenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui