Brandon Lee non è accusato di aver attaccato suo padre, Tommy Lee, il mese scorso.

Venerdì 6 aprile 2018, l’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Los Angeles ha confermato di aver respinto il procedimento penale contro Brandon e di aver rifiutato di sporgere denuncia, Spettacolo stasera rapporti.

Al momento della stesura di questo documento, ulteriori dettagli sulla decisione non sono stati rivelati. Tuttavia, secondo TMZ, il procuratore distrettuale avrebbe deciso di non portare avanti il ​​caso perché Tommy non aveva collaborato con le autorità.

Come Nicki Swift riportato in precedenza, Tommy, 55 anni, si è rivolto ai social media lunedì 5 marzo per esprimere le sue rimostranze contro il figlio di 21 anni in seguito alla loro alterazione. Condividendo una foto del suo labbro insanguinato, il rocker dei Mötley Crüe ha affermato che Brandon lo aveva colpito. “Il mio cuore è spezzato”, scrisse all’epoca. “Puoi dare ai tuoi figli tutto ciò che potrebbero desiderare in tutta la loro vita e possono ancora rivoltarsi contro di te”. In seguito ha presentato un rapporto della polizia contro Brandon, che sarebbe stato indagato per batteria criminale.

La loro lotta sarebbe derivata da una recente intervista di Pamela Anderson nello show di Piers Morgan Storie di vita. Secondo il Mail giornaliera, aveva parlato dell’arresto dell’ex marito Tommy nel 1998 per batteria coniugale durante la sua apparizione. Dopo che è andato in onda, Tommy twittato, “@piersmorgan le tue interviste con Donald Trump e la mia ex moglie sono patetiche! Penso che troverebbe qualcosa di nuovo di cui discutere invece di rimuginare la vecchia merda ma immagino che non abbia nient’altro da fare e abbia bisogno di attenzione.”

Dopo che è scoppiata la notizia dell’alterco, Anderson ha sbattuto il suo ex, definendolo un alcolizzato, “la definizione di narcisista / sociopatico” e “un disastro che va fuori controllo” in una dichiarazione a TMZ. Il modello di 50 anni ha continuato affermando che il loro figlio era “spaventato per la sua vita” durante l’incidente e aveva “agito per legittima difesa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui