** Attenzione: questo articolo contiene discussioni su abusi sui minori, abusi domestici e aggressioni sessuali **

Siamo reali, Judd Nelson è stato nelle nostre vite e nel nostro cuore da moltissimo tempo. Nel 1985 ha recitato in due successi iconici che hanno catturato lo spirito di quell’epoca, La colazione Clugruppo musicale Fuoco di Sant’Elmo. Quei film lo hanno reso una star ma hanno avuto un problema. Nelson e i suoi compagni di recitazione degli anni ’80 Rob Lowe, Emilio Esteves, Anthony Michael Hall, Andrew McCarthy e Ally Sheedy, furono derisorosamente soprannominati “Brat Pack” da una stampa scandalistica servile ma dispettosa che seguiva ogni loro mossa.

Quegli eccessi degli anni ’80 ormai alle spalle, Nelson è tornato per quello che potrebbe essere il film più oscuro del 2021, l’originale di Lifetime Ragazza nel seminterrato, diretto da Elisabeth Rohm. Il film è in gran parte ma basato sulla storia sconvolgente ma in qualche modo vera di Elisabeth Fritzl, un’adolescente che è stata rinchiusa in una prigione sotterranea improvvisata da suo padre per 24 anni inimmaginabili. Nelson interpreta questo famigerato padre, liberamente ispirato a Josef Fritzl, e si è tuffato a capofitto nel ritratto di un uomo responsabile di uno dei più famosi casi di incesto e abusi domestici di tutti i tempi.

In un’intervista esclusiva con Nicki Swift, Nelson ha parlato delle riprese di alcune delle scene più difficili del film con la talentuosa esordiente Stefanie Scott, il suo progetto preferito di tutti i tempi, che stia al passo con i suoi vecchi amici Brat Pack e lo stato dell’industria cinematografica.

Judd Nelson rivela la sua reazione alla vera storia della tortura di Elisabeth Fritzl

Interpreti un padre molto psicopatico che costruisce segretamente una prigione nel suo seminterrato per tenere prigioniera sua figlia per 24 anni. Come poteva qualcuno crescere in una casa con quello che stava succedendo e non sapere che stava succedendo?

Forse siamo aiutati dal fatto che è per la televisione. Quindi non possiamo essere così espliciti come potremmo, o forse ne siamo feriti perché in questo modo non puoi vedere i dettagli del luogo che è stato costruito. E penso che la chiave della storia sia che lui costruisce un luogo che è assolutamente insonorizzato, e ci sono una serie di porte in cui dovresti avere le chiavi per entrare. E non lo sospetteresti mai.

La moglie e l’altra figlia hanno guardato il muro dove si trova la porta e hanno detto: “Dovrebbe esserci qualcosa qui, ma non c’è”. Non sentono mai niente, non vedono mai niente. E la storia su cui si basa è incredibile. È come se qualcuno l’avesse scritta e avesse detto: “Oh, finzione, nessuno la comprerebbe”, sarebbe come, “Dai, amico. Questo è ridicolo.’ È successo. Molto peggio di quanto il film ritrae.

Ricordi la tua reazione alla storia di Elisabeth Fritzl quando è uscita? Hai avuto una reazione personalmente?

Si. È uno di quelli con cui vai … Ora ne so molto di più ora di quanto non sapessi allora. Ma quello che pensavo allora era che la madre mentiva, non è possibile che la madre non lo sapesse, e poi il ragazzo, è cresciuto sotto il dominio nazista. È nato nel 1935. Quindi, quando la guerra è finita, ha 10 anni. Ha una mamma single che lo tratta come una schifezza. Non mi rendevo conto di quanto fosse stato allevato male. E servivano quei fattori per creare quel tipo di cattivo, perché non pensa di essere un cattivo.

Pensa di essere un bravo papà. Dice “Sto aiutando questa ragazza. Qualcuno l’aiuterà”. Ed è come il calderone che ha creato questa persona. E ciò che è sorprendente, la cosa di Fritzl, tutti i suoi amici erano davvero legittimamente scioccati quando è uscito tutto questo. Tutti lo amavano e pensavano che fosse un bravo ragazzo. Piacevole, divertente, grande senso dell’umorismo. È come, Oh mio Dio. Non so se questo sia decompartimentare la tua vita o schizofrenico o semplicemente guidato. Non so cosa sia. È semplicemente fantastico per me. E ha passato, Fritzl, sei anni a costruire quella cosa da solo.

Se tu o qualcuno che conosci potresti essere vittima di abusi sui minori, contatta la Hotline nazionale per gli abusi sui minori di Childhelp 24 ore su 24, 7 giorni su 7 al numero 1-800-4-A-Child (1-800-422-4453) o contatta i loro servizi di chat dal vivo su www.childhelp.org/hotline.

Come Judd Nelson è entrato nella mente malvagia di un famigerato molestatore domestico

Nel caso reale, questo bunker in cui Elisabeth Fritzl è rimasta intrappolata per 24 anni era in costruzione da molti anni. Come potrebbe il resto della famiglia in una storia come questa forse non saperlo?

No, no, no, no. Nessuno lo sapeva. È strano perché alla fine faceva la spesa in due diversi negozi di alimentari. Uno per il piano di sopra e uno per il piano di sotto. Ma lo stava costruendo … Era un ingegnere. Era un ingegnere elettrico, che era il suo lavoro.

Questa è una delle cose per cui stavo combattendo, era avere un lavoro che gli dava un vantaggio per fare qualcosa del genere. Ma non siamo riusciti a renderlo specifico e chiaro perché penso che sia un elemento importante, che è come se non potessi costruire qualcosa del genere. Avrei bisogno di aiuto. Sarei come, “Come faccio a farlo?” Sarebbe come se lo sapessero tutti. Ecco un tizio che ti chiede come costruisci un fottuto dungeon.

Giusto, ottenere il permesso di zonizzazione per una prigione sotterranea potrebbe sollevare alcune sopracciglia.

Si. E anche che dopo la guerra, non so se l’Austria si sia mai occupata davvero della responsabilità della seconda guerra mondiale. È come, “Oh no, i tedeschi in questo mondo”. Si. Va bene. Che cosa mai. Durante il periodo di tempo, forse 30 anni fa, 40 anni fa in Austria, la cosa peggiore che un genitore potesse essere era lassista. C’erano pubblicità in TV, “Sii forte. Non lasciare che questi ragazzi se la passano liscia”.

Mentre gli anni Sessanta stanno accadendo ovunque, in Austria, si stavano assicurando che non accadesse lì. Quindi potresti sbagliare dalla parte di picchiare i tuoi figli. Sarebbe ok. Battili. È come dopo la seconda guerra mondiale, hanno perso. Quindi è come, “Cos’è questa cosa?” Ed è stato allevato da un genitore single. È interessante perché non era il film biografico di Fritzl.

Se tu o qualcuno che conosci potresti essere vittima di abusi sui minori, contatta la Hotline nazionale per gli abusi sui minori di Childhelp 24 ore su 24, 7 giorni su 7 al numero 1-800-4-A-Child (1-800-422-4453) o contatta i loro servizi di chat dal vivo su www.childhelp.org/hotline.

Cosa rivela Girl In The Basement sulla violenza domestica

Quindi questa non è esattamente la storia di Elisabeth Fritzl. È una miscela di storie come questa, giusto?

È una miscela. Quindi il fatto è che abbiamo lavorato per rendere la sceneggiatura il più stretta possibile e il più credibile possibile perché, la cosa di Fritzl, è successo davvero. È come dire “Oh, sotto la sorveglianza di chi?” Sotto gli occhi di tutti, è successo. E penso che il motivo per cui è importante ora sia che queste cose continuino ancora. Quel ragazzo a Cleveland circa quattro anni fa aveva quelle tre donne che aveva da 10 anni a casa sua.

Si. Lo ricordo. Ariel Castro ha tenuto prigioniere quelle ragazze per dieci anni.

E penso che ci sia un problema se diciamo sempre, “Oh, non so niente. Non disturbarmi e non ti darò fastidio. Non voglio sapere cosa succede lì. Mi occuperò dei miei attività commerciale.” Non è una comunità. L’unico modo per noi [made] fuori dagli abitanti delle caverne era con la comunità, con il lavoro insieme, che si prendeva cura l’uno dell’altro. Ed è strano che le cose accadano adesso proprio sotto il nostro naso e non ne sappiamo nulla.

Se tu o qualcuno che conosci potresti essere vittima di abusi sui minori e / o domestici, contatta la Hotline nazionale per gli abusi sui minori di Childhelp 24 ore su 24, 7 giorni su 7 al numero 1-800-4-A-Child (1-800-422-4453), contatta i loro servizi di live chat su www.childhelp.org/hotline o chiama la National Domestic Violence Hotline al numero 1−800−799−7233 o TTY 1−800−787−3224. È inoltre possibile trovare ulteriori informazioni, risorse e supporto su www.thehotline.org.

Come Girl In The Basement interpreta anche la peggior mamma di sempre

Un’altra cosa notevole in questo film è che la madre non chiede nemmeno di un investigatore privato per molti anni dopo la scomparsa di sua figlia. Nessuno sta cercando questa donna. Anche il personaggio del fidanzato, ci sono bambini incesto in quel seminterrato prima ancora che parli davvero di cercare seriamente questa ragazza. È anche negligenza, giusto?

Beh, non ci sono incidenti. Significa che lo sta controllando così strettamente. Pensi che sia impossibile – “Come puoi farlo?” È come, “Come hanno potuto costruire la bomba atomica?” Bene, devi seguire alcune linee guida. Non puoi fare errori. Joely Fisher è così dannatamente brava perché non dubitiamo della sua sincerità. E questo è importante. Perché è un po ‘difficile credere che non lo saprebbe. Joely Fisher lo interpreta in un modo in cui tu pensi: “Mio Dio, è sincera. Vuole trovare quel ragazzo come meglio può”. Di nuovo, nel periodo di tempo in cui si svolge la vera storia, come 10 anni fa, 15 anni fa, e in quella cultura, la moglie non contraddiceva il marito molto spesso. Quindi, se ha detto che le cose stanno così, è meglio non discuterne.

Perché Fritzl aveva sette figli al piano di sopra e sette al piano di sotto. Aveva tre figli cresciuti al piano di sopra da sua moglie. È come, “Wow, wow.” È così stretto, il suo piano, che nessuno lo sospetta. È solo quando hanno lasciato andare la ragazza in ospedale. E anche allora nella storia vera, il poliziotto dell’ospedale pensa che sia qualcosa di un po ‘strano. Quindi i poliziotti li portano alla stazione di polizia perché vogliono fare loro alcune domande. Fritzl dice “Ehi, non c’è niente che non va” ed è molto affascinante e non dice una parola. È assolutamente silenziosa. Non dice niente. Ci vuole molto tempo, un paio d’ore per convincerla finalmente a parlare. E lei dice che parlerà solo se possono garantire che non dovrà rivederlo mai più.

È così strano. Ci sono così tante cose che non sappiamo. Quindi lascia aperta l’interpretazione di un copione. Ma fintanto che non oltrepassi ciò che ha senso logico. Alcune cose devi apportare modifiche perché è la TV. Alcune cose devi apportare modifiche perché è l’America, e alcune cose devi apportare modifiche perché nel corso di 20 anni succedono molte cose. Ma i ragazzi del film, pensavo fossero fantastici.

Se tu o qualcuno che conosci potresti essere vittima di abusi sui minori e / o domestici, contatta la Hotline nazionale per gli abusi sui minori di Childhelp 24 ore su 24, 7 giorni su 7 al numero 1-800-4-A-Child (1-800-422-4453), contatta i loro servizi di live chat su www.childhelp.org/hotline o chiama la National Domestic Violence Hotline al numero 1−800−799−7233 o TTY 1−800−787−3224. È inoltre possibile trovare ulteriori informazioni, risorse e supporto su www.thehotline.org.

Judd Nelson sulla sua scena straziante con Stefanie Scott

Stephanie Scott è davvero brava Ragazza Nel Seminterrato. Eri anche una grande star del cinema alla sua età. Lo vedi anche per lei?

Oh, non lo so. Sembra un termine retrospettivo. Ad esempio, guardiamo indietro alla carriera di Sidney Poitier. È difficile anticipare qualcosa davvero. Chissà cosa piacerà o non piacerà alle persone. Un film può essere fantastico, ma nessuno lo vedrà. Quindi è come se non l’avessi nemmeno fatto. Puoi fare un lavoro terribile in un film terribile che guadagna $ 200 milioni in un anno e sei come camminare sull’acqua. Quindi è come se non si potesse davvero pianificare i risultati. Devi assicurarti che ti piaccia lavorare per motivi di lavoro e poi andrà tutto bene.

Verso l’inizio del film, c’è una scena di stupro tra te e il personaggio di Stefanie Scott. È davvero difficile filmare qualcosa del genere? Posso immaginare in seguito che potrebbe essere imbarazzante perché ne stai ricreando la violenza.

È perché sembra che … Non ci sono dubbi … Non la stai violentando, ma quella è la tua mano su di lei. Quindi c’è quel contatto fisico effettivo. Ed è anche come se tu non volessi interrompere il processo di qualcun altro. Non vuoi danneggiare il modo in cui funzionano. Voglio dire, alcuni attori, qualunque cosa, lasceranno che le chip cadano dove possono e loro lo faranno semplicemente. Voglio dire, ci sono un milione di modi per scuoiare un gatto, nessuno dei quali va bene per il gatto. Quindi non vuoi essere un gatto. Siamo stati aiutati perché alcune di queste cose non le possiamo mostrare perché sono per la TV. Quindi c’è come un muro invisibile dove non puoi fare cose che comunque non arriveranno mai al film.

Se tu o qualcuno che conosci potresti essere vittima di abusi sui minori e / o sessuali, contatta la Hotline nazionale per gli abusi sui minori di Childhelp 24 ore su 24, 7 giorni su 7 al numero 1-800-4-A-Child (1-800-422-4453), contatta i loro servizi di chat dal vivo su www.childhelp.org/hotline, o la National Sexual Assault Hotline al numero 1-800-656-HOPE (4673) o visita RAINN.org per ulteriori risorse.

Lavorare con la regista per la prima volta Elisabeth Rohm è stato un gioco da ragazzi per Judd Nelson

Hai lavorato con uno dei registi più iconici della storia di Hollywood in John Hughes, com’è stato lavorare con un collega attore e ora regista per la prima volta Elisabeth Rohm?

Abbiamo avuto un regista per la prima volta che non avresti mai pensato fosse un regista per la prima volta. Non un solo secondo in tutto il film, la mia esperienza di lavoro con Elizabeth mi ha detto: “È la prima volta che regia”. No. Tutta l’esperienza che ha come attrice si è trasferita perfettamente a lei come regista. Ed era molto attenta. Non volevo fare nulla che potesse ferire l’attrice. E non volevo fare nulla che avrebbe danneggiato il film. È importante che tu ti attenga alle responsabilità di tutti.

Un bel film è come un orologio svizzero. Ogni pezzo svolge la sua funzione perfettamente in concerto con tutti gli altri pezzi. Non puoi lasciare che la manopola dell’avvolgitore un giorno decida: “Voglio essere la lancetta piccola”. Tipo “Cosa, sei fuori di testa?” È un orologio rotto. Quindi, un buon regista, la chiave è sempre la sceneggiatura. Vuoi sempre avere più tempo per rendere la sceneggiatura il più serrata possibile. Ma dopo, sotto la guida di un buon capitano, puoi fare un buon viaggio. Ed è stato davvero facile lavorare per lei.

Judd Nelson dice che i cattivi non sanno di essere malvagi

Quando parliamo con attori che interpretano i cattivi dei film, a volte dicono che si divertono di più in questo tipo di ruoli perché possono davvero intralciarlo. Ma non è proprio così. Il materiale è così scuro. Sei riuscito a divertirti, a divertirti con l’essere cattivo?

Non credo che i cattivi, tranne che in un cartone animato, pensino di essere cattivi. Per quanto ne sappiamo, Manson non pensava di essere un cattivo. Jeffrey Dahmer, forse pensava di essere solo un amante che era stato frainteso. Chi diavolo lo sa? E Don non si vede come un cattivo. È questa ragazza che dovrà imparare. Non sta maturando, non accetta la responsabilità delle sue azioni, quindi dovrà imparare questo. La sceneggiatura non ci dice che aveva desideri lussuriosi per lei prima che fosse rapita e praticamente imprigionata. È solo dopo che ha avuto quel controllo completo su di lei, che quest’altra cosa inizia ad accadere.

E questo è qualcosa che non credo avesse pianificato. Non è niente di cui sia arrabbiato adesso. Voglio dire, è come, “Beh, sembrava naturale”. Fa tutto parte della stessa distinta di merci che si sta vendendo che sta facendo tutto questo per aiutarla. Quella frase: “Maternità. È la cosa migliore che possa capitare a una donna. Dovresti ringraziarmi”. È come, “Davvero, davvero. Ce la farai, pensi?” Ed è un po ‘folle perché lo fa davvero. È un mondo diverso però, ma sfortunatamente continua ancora oggi. Ci sono persone che lo stanno facendo oggi e penso che dobbiamo esserne consapevoli. Dobbiamo prestare attenzione a ciò che fanno i nostri vicini. Non in modo ficcanaso, ma lo sai.

Cosa ti ha portato a questo progetto per interpretare il cattivo?

Fritzl. Fritzl, penso, è uno degli studi sui personaggi più unici di sempre. In 5.000 anni di storia documentata, non c’è nessuno come lui. Per un lungo periodo di tempo, come decenni, ha abusato della propria carne e del proprio sangue. È solo, è come, “Mi prendi in giro?” Ancora e ancora e ancora e ancora.

Ciò che è folle, non si riflette nel film, ma un fatto incredibile che mi ha attirato al progetto, la polizia ha cercato di dedurre quante volte ha violentato sua figlia nel corso di quello. Lo direbbero più di 3000 volte. È come, “Che diavolo !?” Sembra quasi non umano. Nel frattempo, i suoi amici pensano che sia un bravo ragazzo, una grande personalità.

La gente lo pensava anche a Gary Ridgway, giusto? Ha ucciso almeno 48 persone, ma probabilmente molte di più, e nessuno sospettava per tutti quegli anni.

È strano. Non è vero? È molto strano. Penso che tutti noi dividiamo un po ‘in compartimenti stagni. Siamo stati fortunati perché tutte le attrici sono così dannatamente brave, e l’importante era che non fosse un cliché o sciocco e siamo stati aiutati. Pensavo che il dipartimento artistico avesse fatto un ottimo lavoro con quel seminterrato. Quel colore verde intenso. io [Judd’s Girl In The Basement character] mi è piaciuto perché in un certo senso sono il vincitore. È “Non importa che non ti sia piaciuto. Mi piace. È tutto perfetto. Perché ci ho pensato”. È come iniziare a credere che nessuno sospetterebbe nulla. E il luogo reale, il design della casa reale era come una forma a U. E aveva pensionanti che vivevano lì. I pensionanti vivevano nella casa e nemmeno loro sospettavano nulla. Gesù, è pazzo.

Il calvario di 24 anni di Elisabeth Fritzl ha davvero affascinato Judd Nelson

Forse la parte più pazza di questa storia, e si riflette anche nel film, non è nemmeno solo la prigionia di tua figlia e dei bambini da parte di tua figlia, è il periodo di tempo che è andato avanti. 24 anni. È una disciplina strana fare qualcosa di così orribile per tutto quel tempo. Voglio dire, la ragazza passa da adolescente a donna di mezza età durante questa prigionia.

È tenuta in cattività più a lungo di quanto fosse viva quando è stata tenuta prigioniera. Sostenere ciò, mi sembra, fa comunque parte del mio fascino. È come, “Mi prendi in giro?” Nel frattempo, sta ancora salendo le scale e ha una relazione con sua moglie e ha altri bambini lassù. È difficile in un film, devi scegliere e scegliere quali scene ci metti. Quindi puoi modellarlo in un modo o modellarlo nell’altro modo. Ma non era come se fosse una cosa sola. Sappiamo per certo che era diverso fuori casa da come era dentro casa. Quindi era facile in quel modo. Deve cambiare i suoi metodi se vuole mantenere il controllo o no?

Pensi a Fritzl come attore?

Beh, penso che si. Voglio dire, assolutamente. Hai visto qualche sua foto?

Sì purtroppo.

Raccapricciante, strano. Gli strani baffi, gli Speedos, il tutto … È come se tu dicessi, “Quello è il ragazzo?” Intendo raccapricciante, sì. Chi era in carica non è mai stato messo in discussione. Era un attore? Si. Ma forse lo siamo tutti in una certa misura. Non credo che considerasse il suo comportamento così estremo.

Quale pensi che fosse la sua motivazione? Si trattava di controllo?

A volte i bambini crescono troppo in fretta. A volte credi che i bambini dovrebbero trattarti con un certo livello di rispetto perché sei i loro genitori in modo chiaro e semplice. Non è aperto al dibattito: “Sono tuo padre, tu vivi sotto il mio tetto. Pago tutto. Almeno mi tratterai con rispetto”.

Quindi, se è un maschio, sentiamo parlare di padri che picchiano i loro figli. Se è una ragazza, beh, hai …

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui