Jamie Lynn Spears sta facendo un tour stampa per promuovere il suo libro, “Things I Should Have Said”, e sta discutendo la sua versione della storia che coinvolge la controversa tutela della sorella Britney Spears, che si è finalmente conclusa nel novembre 2021. Le affermazioni di Jamie Lynn hanno suscitato molto avanti e indietro in pubblico tra l’ex star di “Zoey 101” e la sua leggendaria sorella.

src=”https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370″>

Il 18 gennaio, Jamie Lynn ha partecipato al famigerato podcast “Call Her Daddy” per rivelare l’ultima affermazione sul suo coinvolgimento nella vita di Britney durante la sua tutela. “Le ho dato il numero dei giudici. Ho parlato con il suo avvocato al telefono, che mi è esploso in faccia e tutti si sono rivolti contro di me. Perché immagino che forse quell’avvocato non avrebbe avuto uno stipendio se non avesse avuto un lavoro”, ha detto Jamie Lynn dei suoi tentativi di aiutare Britney. “Ho parlato con il suo avvocato e gli ho raccontato un sacco di stronzate, ma non è andata da nessuna parte.”

In precedenza, Jamie Lynn ha pubblicato una dichiarazione su Instagram in cui riconosceva Britney e affermava che il suo libro “non parla di lei”. “Non posso fare a meno di essere nato anch’io Spears e che alcune delle mie esperienze coinvolgono mia sorella”, ha detto Jamie Lynn. Questo non andava bene con Britney, quindi ha replicato con una dichiarazione ora cancellata. “Jamie Lynn… congratulazioni piccola! Sei scesa a un livello completamente nuovo di LOW”, ha scritto Britney (via Base Pop).

Jamie Lynn ha anche sganciato un’enorme bomba durante la sua intervista “Call Her Daddy”, sostenendo che Britney in realtà non ha fatto tutto ciò che era in suo potere per lasciare la sua tutela.

Jamie Lynn Spears ha detto a Britney Spears di “vivere fuori dallo stato”

Jamie Lynn Spears afferma che, contrariamente a quanto dice sua sorella maggiore, l’amata pop star Britney Spears, le ha offerto una soluzione per porre fine alla crudele tutela prima di quanto non abbia fatto. “Conosco alcuni giudici e abbiamo esaminato alcune cose, e l’abbiamo detto a mia sorella molte volte [that] tutto ciò che doveva fare era andare a vivere fuori dallo stato per sei mesi e la tutela sarà assolta perché si stabilirà in un altro stato”, ha detto Jamie Lynn nella seconda parte del podcast “Call Her Daddy”.

Tuttavia, come hanno sottolineato alcuni fan Twitter, la tutela di Britney non sarebbe potuta finire anche se avesse lasciato la California. Nel 2019, il padre delle sorelle Jamie Spears – che era famigerato responsabile della tutela – ha deciso di espandere la portata della tutela di Britney per includere anche Florida, Louisiana e Hawaii, secondo The Blast.

Dopo aver visto l’intervista di Jamie, Britney ha avuto dei sentimenti molto importanti da togliersi dal petto e dall’indirizzo. Britney ha portato i suoi pensieri su Instagram, definendo Jamie un “piccolo monello egoista” e ha dato a lei e alla loro madre, Lynne Spears, un’aggressione verbale di una vita. “Mi dispiace Jamie Lynn, non ero abbastanza forte per fare ciò che avrebbe dovuto essere fatto… ho schiaffeggiato te e la mamma sulle vostre fottute facce.” Britney ha anche inviato alla sua sorellina una lettera di cessazione e desistenza in cui le intimava di smettere di “fare riferimento a Britney in modo dispregiativo durante la tua campagna promozionale”, si leggeva nella lettera (tramite Fox News). “Se non lo fai o la diffami, Britney sarà costretta a prendere in considerazione e intraprendere tutte le azioni legali appropriate”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui