Ora che il processo per diffamazione di Johnny Depp e Amber Heard è finalmente terminato con Depp che ha vinto il caso, molti si sono chiesti se l’attore di “Pirati dei Caraibi” avrebbe mai avuto la possibilità di tornare nel franchise.

Secondo quanto riferito, la Disney ha abbandonato Depp da “Pirates” dopo che era stato coinvolto in accuse di abusi domestici. “Non mi sorprende”, ha testimoniato Depp in tribunale, per Variety. “Due anni erano trascorsi da continui discorsi in tutto il mondo sul fatto che fossi questa che picchiava la moglie. Quindi sono sicuro che la Disney stesse cercando di tagliare i legami per essere al sicuro. Il movimento #MeToo era in pieno svolgimento a quel punto”. Tuttavia, Depp era consapevole del fatto che, sebbene fosse stato rimosso dal progetto, la società ha comunque guadagnato soldi dal suo personaggio. “Non hanno rimosso il mio personaggio dalle giostre. Non hanno smesso di vendere le bambole del Capitano Jack Sparrow. Non hanno smesso di vendere nulla. Semplicemente non volevano che ci fosse qualcosa dietro di me che avrebbero trovato .”

Quando il processo si è concluso, un ex dirigente della Walt Disney ha detto a People che lo studio sarebbe stato felice di riavere Depp. “Credo assolutamente che dopo il verdetto Pirates sia pronto per il riavvio con Johnny nei panni del capitano Jack di nuovo a bordo”, hanno detto. “C’è semplicemente troppo potenziale tesoro al botteghino per un personaggio amato profondamente radicato nella cultura Disney”. Sfortunatamente per i fan di Depp, l’ultima dichiarazione del suo rappresentante non è così promettente.

Johnny Depp non tornerà in Pirati dei Caraibi

Una testata giornalistica australiana ha affermato che la Disney è pronta a offrire a Johnny Depp 301 milioni di dollari per il suo ritorno nella serie “Pirati dei Caraibi”. “La Disney è molto interessata a ricucire la loro relazione con Johnny Depp”, ha detto una fonte a PopTropic. “Hanno contattato l’attore prima del processo per diffamazione contro Amber Heard e gli hanno chiesto se sarebbe stato interessato a tornare per un altro o due film dei Pirati”.

Ma un rappresentante di Depp ha negato con veemenza queste affermazioni, dicendo a NBC News che le voci sono completamente false. “Questo è inventato”, hanno detto, tramite E! Notizia. Anche se la Disney gli avesse offerto dei soldi per il suo ritorno, Depp ha ammesso che non avrebbe accettato. “Se la Disney venisse da te con 300 milioni di dollari e un milione di alpaca, niente al mondo ti indurrebbe a tornare a lavorare con la Disney in un film ‘Pirati dei Caraibi’? Giusto?” L’avvocato di Heard, Ben Rottenborn, ha chiesto durante il processo (secondo Variety). «È vero, signor Rottenborn», disse Depp.

Con la sesta puntata di “Pirati” in lavorazione, il produttore Jerry Bruckheimer ha affermato che potrebbe esserci una pista completamente diversa. Parlando con The Sunday Times, ha condiviso che sono uno spin-off guidato da donne è una possibilità. “Sì. Stiamo parlando con Margot Robbie”, ha rivelato. “Stiamo sviluppando due sceneggiature di Pirates: una con lei e una senza”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui