Negli anni prima della morte di Lisa Marie Presley, era notevolmente assente dai riflettori. Con l’eccezione di mostrare il suo sostegno pubblico al film biografico su “Elvis” di Baz Luhrmann, Presley è rimasta per lo più per sé ed è in gran parte perché è stata colpita dal dolore dopo la morte di suo figlio Benjamin Keough.

Keough è morta suicida nel luglio 2020. All’epoca, il manager di Presley, Roger Widynowski, ha detto a USA Today che era “completamente affranta, inconsolabile e al di là devastata, ma cercava di rimanere forte per lei (i gemelli) e la figlia maggiore Riley”. Widynowski ha aggiunto che Presley “adorava quel ragazzo” e che “era l’amore della sua vita”.

Presley è rimasta al ribasso dopo la morte di Keough, ma di tanto in tanto pubblicava su Instagram per condividere come stava affrontando il dolore. “Sono e sarò per sempre in lutto per la perdita di mio figlio”, ha scritto una volta. “Navigare attraverso questo orribile dolore che ha assolutamente distrutto e frantumato il mio cuore e la mia anima quasi nel nulla mi ha inghiottito completamente. Non molto altro a parte i miei altri 3 figli ottiene più il mio tempo e la mia attenzione.” In uno dei post di Presley, ha anche condiviso che, qualche anno fa, lei e Keough si sono fatti tatuaggi abbinati per consolidare ulteriormente il loro legame.

I tatuaggi di Lisa Marie Presley e Benjamin Keough hanno celebrato il loro “legame eterno”

Nel secondo anniversario della morte di Benjamin Keough, Lisa Marie Presley ha rivelato come avevano deciso di farsi dei tatuaggi coordinati per la festa della mamma qualche anno prima. È andata su Instagram per condividere una foto degli inchiostri e cosa significasse, specificando che il simbolo fungeva da connessione perpetua.

“Diversi anni fa, durante la festa della mamma, io e mio figlio abbiamo avuto questi tatuaggi abbinati sui nostri piedi. È un nodo celtico dell’eternità”, ha scritto. “Simboleggia il fatto che saremo connessi per l’eternità. L’abbiamo scelto con cura per rappresentare il nostro amore eterno e il nostro legame eterno.”

Presley raramente condivideva curiosità su suo figlio, ma secondo il suo amico, il musicista Brandon Howard, Keough era il tipo da “sempre lì per tutti”. Parlando con People, ha condiviso: “In qualsiasi tipo di situazione, sarebbe lui quello che verrebbe a sbattere con te sul divano per settimane fino a quando non ti sentirai davvero meglio”. Ha anche aggiunto che Keough ha lottato con la depressione e il nome Presley ha avuto un ruolo in questo. “È una cosa difficile quando hai molta pressione con la tua famiglia e sei all’altezza di un nome e di un’immagine”, ha continuato Howard. “C’è molta pressione. È quasi come se fossi costretto a dover essere un musicista, a dover essere un attore. È stato bello per lui andare in giro per il mondo e scoprire se stesso e avere i suoi amici”.

All’interno della relazione di Lisa Marie Presley con Benjamin Keough

Prima della sua morte, Lisa Marie Presley ha scritto un saggio straziante su cosa vuol dire perdere un figlio. Nel suo ultimo post su Instagram condiviso nell’agosto 2022, ha fatto esplodere il saggio nella speranza di aiutare le persone che stanno attraversando la stessa cosa.

“Ho già combattuto e picchiato me stesso instancabilmente e cronicamente, incolpando me stesso ogni singolo giorno ed è già abbastanza difficile conviverci ora”, ha ammesso Presley nel suo pezzo (tramite Persone). Ha aggiunto che “il dolore è qualcosa che dovrai portare con te per il resto della tua vita” e che la sua motivazione per andare avanti erano i suoi figli. “Continuo ad andare avanti per le mie ragazze. Continuo perché mio figlio ha chiarito molto nei suoi ultimi momenti che prendersi cura delle sue sorelline e prendersi cura di loro era in prima linea nelle sue preoccupazioni e nella sua mente”, ha scritto. “Li adorava assolutamente e loro lui.”

In quello che sarebbe stato il 28esimo compleanno di Benjamin Keough, Presley è anche andata su Instagram per condividere quanto lo desiderasse. “Mio bellissimo bellissimo angelo, ho adorato la terra su cui hai camminato, su questa terra e ora in paradiso. Il mio cuore e la mia anima sono andati con te”, ha scritto. “Non sarò mai più la stessa… Per favore, aspettami amore mio, e tienimi la mano mentre rimango per continuare a proteggere e crescere le tue sorelline e per essere qui per Riley. So che lo vorresti.”

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama la National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-TALK (8255) o invia un SMS a HOME alla Crisis Text Line al 741741.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui