“The View” è entrato in acque controverse nel suo episodio del 25 luglio, quando ha affrontato la recente conferenza tenuta da Turning Point USA. Durante l’episodio, la co-conduttrice Joy Behar ha rimproverato il gruppo di attivismo conservatore per i manifestanti neonazisti che allineavano l’esterno del suo vertice. “I neonazisti erano là fuori davanti alla conferenza con insulti antisemiti e sai, la svastica nazista e l’immagine di un cosiddetto ebreo con tratti esagerati”, ha detto Behar, paragonando le immagini a ciò che “Goebbels fatto durante il Terzo Reich” (tramite il New York Post).

Il primo segno di problemi è stato quando i relatori di "The View" hanno emesso un disclaimer in onda secondo cui Turning Point USA ha denunciato la presenza neonazista che si è presentata, secondo The Hill. Tuttavia, il co-conduttore Whoopi Goldberg è intervenuto dopo la dichiarazione di non responsabilità secondo cui Turning Point USA "li ha ancora fatti entrare e sapevi cosa erano". Ciò ha spinto un altro disclaimer da parte della ABC, con i relatori che hanno chiarito che i neonazisti erano "fuori" dall'evento. Goldberg ha confutato che il suo "punto era metaforico".

Allora perché Sara Haines, un'altra co-conduttrice di "View", si è scusata a nome del panel due giorni dopo?

Turning Point USA ha trovato carenti le scuse di The View

Con il co-conduttore Whoopi Goldberg che non ha contribuito alle scuse in onda, Turning Point USA non è stata soddisfatta della risposta. Come il loro account Twitter ufficiale twittato"Whhoopi è rimasta in silenzio e non ha ritrattato i suoi commenti sul fatto che la TPUSA abbia abbracciato 'metaforicamente' i 'nazisti'".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui