Non c’è dubbio che Chris Stapleton sia uno degli artisti più talentuosi nel mondo della musica country. Non solo il cantante canta i suoi successi, ma è anche uno dei migliori cantautori del settore. L’artista poliedrico ha scritto successi per diversi grandi nomi, ma potresti non averlo nemmeno realizzato. Secondo Lo stivale, il cantante country ha scritto “If It Hadn’t Been for Love” di Adele, “Don’t Start Lying to Me Now” di Joss Stone e “Homesick” di Sheryl Crow con la Zac Brown Band. Ha anche scritto molti altri brani, ma l’elenco sarebbe troppo lungo se li chiamassimo tutti.

In un’intervista con il San Diego Union-Tribune, Stapleton ha parlato del suo processo di scrittura delle canzoni e di come è diventato così bravo. “Non mi piace sprecare parole nelle canzoni è il modo migliore in cui posso esprimerlo. Se riesci a dire qualcosa con tre parole che mette il punto attraverso – e lascia spazio all’ascoltatore per inserirsi nella canzone”, ha rivelato . “Non c’è bisogno di usare 10 parole. Non ricordo mai non volendo farlo. Ho sempre voluto dire le cose nel modo più semplice possibile. “Stapleton ha anche condiviso che una delle cose più grandi che viene dalla musica è che ti permette di essere parte della canzone. Ben detto! Quell’abilità emerge particolarmente chiaramente in “Maggie’s Song”.

“Maggie’s Song” di Chris Stapleton è un toccante tributo

Quasi tutti possono riguardare la perdita di un animale domestico e Chris Stapleton non fa eccezione. Il cantautore ha scritto la sua traccia “Maggie’s Song” come inno al suo lab-terrier bastardino. Se non hai preso una scatola di fazzoletti, potresti farlo. Secondo il Tennessean, Stapleton ha scritto la canzone poco dopo la morte del cane. Maggie è stata un membro della famiglia Stapleton per 14 anni ed è sicuro che ha avuto un impatto significativo sul cantante. La canzone descrive la vita di Maggie nella fattoria e come ha aiutato a proteggere i suoi figli, tra le altre cose.

“Lascia che ti racconti una storia / Di una mia vecchia amica / Qualcuno l’ha lasciata in un carrello della spesa / In un parcheggio per farci trovare”, dicevano le prime righe della canzone, secondo AZ Lyrics. Verso la conclusione della canzone, Stapleton ha dettagliato la fine della vita di Maggie, e ormai stiamo tutti piangendo come abbiamo fatto in Marley & Me. “Pioveva un lunedì / Il giorno in cui Maggie è morta / Si è svegliata e non poteva usare le gambe / Così mi sono sdraiato al suo fianco.” Opportunamente, il ritornello dice: “Corri, Maggie corri”, presumibilmente sull’esperienza di Maggie sul ponte dell’arcobaleno. “Ogni parola e ogni punto di quella canzone sono cose reali”, ha detto Stapleton al Tennessean. “Era un membro della famiglia e meritava una canzone”. E ora stiamo singhiozzando in modo incontrollabile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui