La nuova casalinga di “Real Housewives of Salt Lake City” sta alzando il fuoco su queste regine di ghiaccio. Jennie Nguyen è la prima casalinga vietnamita del franchise e, come dice il suo slogan, ha “un sacco di tutto, comprese le opinioni”. Jen Shah sembra essere d’accordo, affermando che “Jennie è un piccolo petardo”, prima che la telecamera si sposti su Jennie che rimprovera i suoi compagni di cast e dice “chiudi il becco”.

Jennie ha anche avuto un breve litigio su Twitter con la sua collega Mary Cosby. “Cosa, Mary ha detto che ho una grande testa dalla prima stagione! Non ero nemmeno nella prima stagione”, Jennie twittato. “Va bene Mary, attenzione alle domande!” Da allora Mary ha cancellato le sue risposte su Twitter, tuttavia, secondo Page Six, non è uscita senza combattere. “Zitta Jennie”, ha scritto Mary in un tweet ora cancellato. “Vai a sederti, impara ad essere onesto! Non dirmi nient’altro! Ti prometto di farti gli affari tuoi.”

Chiaramente, Jennie sembra una donna molto forte e qualcuno che presenta un aspetto duro, rendendola qualcuno che può tenere il passo con le donne di “RHOSLC”. Quindi, quando Jennie si è aperta con i suoi colleghi del cast su una tragedia personale, ha colto di sorpresa gli spettatori.

Jennie Nguyen ha avuto nove aborti spontanei e un nato morto

Alcune ferite feriscono per sempre, ma possono essere ammorbidite con la compagnia di amici e persone care. In un episodio di ottobre di “The Real Housewives of Salt Lake City”, gli spettatori hanno visto Jennie Nguyen fare un viaggio in snow tubing per distogliere la mente da un doloroso anniversario. “È solo molto per me oggi”, ha detto Jennie agli altri membri del cast (tramite People). “È l’anniversario della morte di mia figlia.” Jennie e suo marito, Duy Nguyen, hanno perso la figlia solo un’ora dopo la sua nascita e altri nove aborti spontanei. “Ho avuto 13 gravidanze con tre bambini vivi e un nato morto”, ha detto Jennie. “Mia figlia è morta quando aveva 42 settimane. [She was] la mia seconda gravidanza, è stato allora che ho avuto il parto morto”.

Secondo March of Dimes, dal 10% al 15% delle persone che sanno di essere incinte sperimenteranno un aborto spontaneo. Nel secondo trimestre, quel numero passa da 1 a 5 su 100 gravidanze. Tuttavia, la maggior parte degli aborti si verifica nel primo trimestre, spesso prima della dodicesima settimana di gravidanza.

Jennie ha parlato ulteriormente delle sue esperienze con aborti spontanei su Twitter, rispondendo a un fan che ha consigliato un test genetico. “Grazie! L’abbiamo fatto dopo 3 mesi quando mia figlia è morta. Abbiamo fatto tutti i test ed è risultato negativo”, ha detto Jennie. “Nel profondo speravo che ci fosse qualcosa che non andava in me, ecco perché mia figlia è morta. È molto più difficile vivere con l’ignoto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui